15 migliori app da usare con il root [2019]

By | Luglio 17, 2019
migliori app da usare con il root

È vero che il root dei dispositivi Android è molto meno utilizzato. Gli archivi Android sono cresciuti un bel po’ e il root è semplicemente meno attraente di una volta. Inoltre, app come Netflix, Pokemon Go e Google Pay non funzionano su dispositivi root senza alcune divertenti mod. (Basta fare il root con Magisk)



Tuttavia, ci sono ancora quelli che preferiscono fare l’esperienza root e ci sono ancora moltissime app da usare con il root che migliorano la funzionalità e fanno cose che i dispositivi non autorizzati non possono fare. Ecco le migliori app da usare con il root per Android!

Abbiamo lasciato fuorie le app di Chainfire perché, beh, sta abbandonando il palcoscenico. Gli auguriamo tutto il meglio per i suoi sforzi futuri. Inoltre, alcune di queste app non sono disponibili nel Google Play Store. Usale a tuo rischio.

15 migliori app da usare con il root

1) AdBlock Plus

AdBlock Plus è un’app gratuita e open source. Come avrai intuito, rimuove gli annunci dal dispositivo. A noi blogger non piace, ma abbiamo accettato che le persone trovino davvero utile questa app. Questa è configurata in modo che alcuni annunci non intrusivi possano passare.

L’app è anche leggermente configurabile. Non è disponibile sul Google Play Store ma esiste un link ufficiale da ABP che puoi scaricare facendo clic qui. È sicuramente una delle app da usare con il root più popolari.

2) Apps2SD, la migliore app da usare con il root per spostare le app sulla scheda SD

Apps2SD sposta le app sulla scheda SD con root. Funziona come la maggior parte delle app app-to-SD. Questo sposta APK, odex, dex, lib, dati interni, dati esterni e altro. L’app include anche un programma di installazione di Busybox, un dispositivo di rimozione delle app, un supporto per la memoria, un emulatore di terminale e alcuni altri strumenti utili.

Spostare le app sulla scheda SD non è così popolare come una volta. Tuttavia, funziona ancora bene sui dispositivi con meno spazio di archiviazione interna. Inoltre, gli altri strumenti sono ancora abbastanza utili. È gratuita con la pubblicità.

3) JRummy

JRummy è uno sviluppatore del Google Play con tantissime app di root popolari. Alcune di queste app includono il popolare ROM Toolbox (include il suo app manager grazie alle policy di Google Play), un editor BuildProp, un esploratore di file di root, un programma di installazione di BusyBox e molti altri.

Queste app sono utili per fare tante cose. Sono anche abbastanza utili per modder attivi e appassionati che vogliono fare di più dopo aver installato la ROM. La ROM Toolbox è l’app di punta con un sacco di funzioni integrate. Le app variano in termini di costi, ma la maggior parte di esse ha una versione gratuita e una versione premium.

4) Kernel Manager la migliore app da usare con il root per potenziare il tuo telefono Android

Kernel Manager è un’app di root per dispositivi con installato Franco Kernel. Permette agli utenti di modificare una varietà di cose, incluse le frequenze della CPU, il regolatore, le frequenze della GPU, i preset della temperatura del colore e molto altro. Supporta anche molti dispositivi, in particolare nella gamma di dispositivi Google e OnePlus.

Questa non è l’unica app per una specifica ROM o kernel aftermarket. Tuttavia, questo è sicuramente il migliore se è compatibile con il tuo dispositivo. È anche uno dei pochi attualmente in sviluppo sul Play Store. Funziona per $ 3,49 ed è altamente raccomandato per coloro che vogliono un maggiore controllo.

5) Magisk

Magisk è una delle app root più popolari e potenti. È anche relativamente nuovo. La sua grande funzione ti consente di nascondere il root in modo molto efficace. Ciò ti consente di fare cose come guardare Netflix o giocare a Pokemon Go mentre sei root. Ha una varietà di altre funzioni, inclusi i moduli che aggiungono ancora più funzionalità.

È una vera e propria app di root. Non è più disponibile sul Google Play. Quindi, dovrai prendere l’APK da XDA-Developers. L’app è anche in sviluppo attivo. Ciò significa che ottiene nuove funzionalità, progetti e correzioni abbastanza frequentemente.

6) Migrate – custom ROM migration tool

Migrate – custom ROM migration tool è una delle applicazioni root più recenti nell’elenco. È uno strumento di migrazione ROM. In pratica, esegui il backup di una serie di dati, tra cui app, dati delle app, registri delle chiamate, SMS e altri tipi di informazioni. L’app crea un file zip flashable.

In seguito, viene visualizzata una nuova ROM e successivamente la zip flashable. E’ un’applicazione di nuova generazione rilasciata da poco, in realtà, è ancora in fase beta.

Tuttavia, questa operazione richiede molto tempo per l’installazione di una nuova ROM. Funziona anche con Magisk (infatti, lo sviluppatore la consiglia). L’app è attualmente gratuita senza acquisti in-app o annunci per ora.

7) Quick Boot

Quick Boot è un’app che è assurdamente semplice e assurdamente utile. Nella maggior parte delle versioni di Android, il menu di alimentazione è poca cosa e si può solo spegnere e talvolta è possibile riavviare.

Quick Boot corregge tutto ciò consentendoti di avviare il ripristino e avviare il bootloader. Può essere installata anche per riavviare il telefono in Modalità download sui dispositivi Samsung o la modalità fastboot su altri dispositivi.


È sicuramente una di quelle app da usare con il root che tutti dovrebbero avere. Le versioni più recenti di Android dispongono di un menu di alimentazione migliore, ma questa app ancora aiuta a correggere le mancanze.

8) Servicely

Servicely è un’app che aiuta a controllare i servizi in background. Questo ti permette di impedire a Facebook di funzionare in background per esempio, mentre lo schermo del tuo dispositivo è spento. È uno stop-gap per fermare le app canaglia e le riattivazioni ingiustificate sul tuo dispositivo.

Potrebbe persino aumentare la durata della batteria a seconda dei servizi che interrompi. È un po’ meno rilevante ora grazie ai miglioramenti nella modalità Doze di Android. Va ancora bene per coloro che vogliono gestire i loro servizi. Greenify funziona piuttosto bene, ma non così bene come questo.

9) Solid Explorer

Solid Explorer è un file manager davvero valido. Funziona senza root per la maggior parte delle attività. L’app può fare le solite cose come copia e incolla, decomprimere file, ecc. Ha anche il supporto per l’archiviazione cloud e dispositivi di archiviazione di rete. Anche il design è bello.

C’è la possibilità di abilitare root all’interno dell’app. Ciò ti consente di fare tutti i tipi di cose che prima non avresti potuto. Ci sono molti buoni gestori di file con accesso root. Tuttavia, questo è pulito, funziona bene è economico e senza pubblicità.

10) Substratum

Substratum è un motore tematico per Android. Non è disponibile su tutti gli smartphone Android con root. Tuttavia, funziona molto bene su quelli che supporta. Dovrebbe funzionare meglio sulle versioni stock di Nougat,  Oreo, dispositivi Samsung con Nougat e alcuni altri dispositivi e versioni Android.

Scarica e installa l’app. Quindi cerca i temi di Substratum online o il Google Play Store. Applica il tema e questo è tutto ciò che devi fare, per così dire. Alcuni temi costano, ma c’è anche una buona selezione di opzioni gratuite. Puoi trovare supporto anche su XDA-Developers, Reddit, GitHub, Google+ e persino su Telegram.

11) Tasker

Avanti sulla nostra lista è un’app di root molto utile chiamata TaskerQuesta potente applicazione consente al tuo telefono di fare praticamente tutto ciò che desideri. È una descrizione vaga ma accurata perché l’unico limite è la tua immaginazione. Molte delle funzioni non hanno bisogno dei permessi di root.

Aggiunge alcune funzionalità. È una grande applicazione, specialmente per gli esperti e coloro che hanno esigenze inusuali per i loro smartphone. State attenti, però, perché la curva di apprendimento è piuttosto ripida. È utile con o senza root.

12) Titanium Backup

Titanium Backup è un pilastro di lunga data in cima a molte liste di app da usare con il root e sembra quasi blasfemo non includerlo qui. Con questa applicazione è possibile disinstallare bloatware (un must per molte persone), bloccare le app (lasciandole installate ma impedisce loro di essere sempre in esecuzione) e eseguire il backup delle applicazioni e dei dati dell’applicazione.

Tutti lo consigliano ai nuovi utenti root. Se hai eseguito il procedimento per ricevere i permessi  di root, scaricalo immediatamente. Probabilmente è tra le prime tre app di root più utili di sempre.

13) Viper4Android

Viper4Android è uno strumento di modifica dell’audio che ti offre un numero incalcolabile di controlli su come deve uscire il suono dal tuo telefono Android, dai dispositivi Bluetooth e dalle tue cuffie. Viene fornito con un proprio driver audio, un equalizzatore, un sacco di effetti che ti permettono di controllare il tuo audio e molto altro.

È un processo di installazione complicato e dovrai accedere al thread XDA ufficiale per download e istruzioni, ma questa app è ottima come perché si tratta di modifiche audio sul tuo dispositivo Android.

14) Wakelock Detector

Wakelock Detector fa esattamente quello che suggerisce il nome dell’app. Ti aiuta a trovare le app che si stanno comportando male. In questo modo puoi prendere i provvedimenti necessari per fermarle. Questo è prezioso perché un wakelock può significare molte cose. 

Un’app canaglia che impazzisce, i servizi del Google Play che dilagano o, occasionalmente, possono persino significare che qualcosa non va nel tuo dispositivo.

I Wakelock sono una delle peggiori cause dello scarico veloce della batteria e alla fine la maggior parte degli utenti root finisce con questa app per essere aiutati a capire perché. È una delle app di root essenziali per la durata della batteria.

15) Xposed Framework la migliore app da usare con il root per personalizzare il tuo dispositivo

Xposed Framework ha sostituito l’installazione di ROM personalizzate per molti come esperienza di root predefinita. I moduli sono creati all’interno del framework da molti sviluppatori che fanno varie cose come theming, UI e modifiche delle prestazioni, modifica visiva, remapping dei pulsanti e molto altro ancora.

I moduli possono essere un po’ difficili da trovare a volte a seconda del dispositivo, ma ce ne sono molti universali che puoi usare e divertirti. È un must per gli utenti root in questi giorni.

Conclusione

Questo è l’elenco delle 15 migliori app da usare con il root [2019]. Facci sapere nel box commenti casomai ci siamo dimenticati di un’app importante.


Author: Morgana Presi

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.