6 modi per accelerare un portatile con Windows 10

By | Settembre 11, 2020
6 modi per accelerare un portatile con Windows 10

Il tuo laptop con Windows 10 è lento e ti fa impazzire? Di norma, Windows è un sistema operativo molto efficiente, ma tutte le sue funzionalità richiedono molte risorse, cosa che può influire sulle prestazioni del sistema.

Di norma, la causa possono essere i file temporanei o un browser che si inceppa: la buona notizia è che puoi risolvere alcuni problemi e ripristinare la velocità ottimale, anche se non ti intendi molto di computer. Ecco alcuni dei rimedi più efficaci contro un computer rallentato.

1. Controlla quante e quali app e programmi si aprono automaticamente all’avvio del sistema

L’esecuzione automatica è molto utile per i programmi che usiamo spesso: basta accendere il computer e sono pronti. Tuttavia, bisogna tenere presente che un numero eccessivo di app e programmi aperti all’avvio influisce negativamente sulle prestazioni del sistema.

Nella maggior parte dei programmi d’installazione, l’opzione di esecuzione automatica è selezionata di default: se non ce ne accorgiamo, lasciamo questa opzione attiva anche per i programmi che non utilizziamo.

Tramite la combinazione di tasti Ctrl-Alt-Canc (o digitando “gestione attività” nella casella di ricerca di Windows) è possibile visualizzare il pannello di gestione attività. Da qui, seleziona la scheda “Avvio”: avrai davanti un elenco di app e programmi e il relativo “impatto di avvio”, ovvero il loro impatto su Windows quando partono.

È sufficiente fare clic su “Disabilita” (in basso a destra) per disattivare l’esecuzione automatico di una determinata app. Potrai continuare ad aprire l’app o il programma ogni volta che lo desideri, senza rallentare il computer. Naturalmente, hai sempre la possibilità di ripristinare l’esecuzione automatica, sempre da Gestione attività. Insomma, sta a te!

2. Verifica quantità e velocità della RAM

Alcuni programmi che fanno un uso spropositato della RAM potrebbero ulteriormente peggiorare le cose. Scoprire esattamente quanta memoria occupano non è semplicissimo, ma un buon inizio è aprire Gestione attività e mostrare i programmi in ordine di utilizzo della memoria.

Per farsi un’idea più approfondita dell’effettivo consumo di ogni app e programma, bisogna confrontare le varie percentuali di utilizzo: in questo modo è facile capire dove avviene lo spreco di memoria e decidere se si ha davvero bisogno di usare quell’app.

A voler strafare, installare una RAM aggiuntiva è un ottimo modo per migliorare le prestazioni di Windows. È possible farlo autonomamente, idealmente usando un braccialetto antistatico, ma è sempre meglio rivolgersi a professionisti.

3. Controlla il browser

Alzi la mano chi non ha mai avuto un problema con il browser … Forse, però, molti dimenticano che tali problemi, specie se trascurati a lungo, possono anch’essi rallentare il sistema operativo.

Insomma, forse è proprio a causa di siti web particolarmente esigenti in termini di prestazioni, come siti di streaming o casinò online, che si verificano bug e altri malfunzionamenti.

Un primo metodo veloce per migliorare la situazione consiste nel non tenere molte schede aperte nello stesso momento: capita di tenere una scheda aperta senza motivo e spesso è proprio quella a impedirci di aprire quella che ci serve.

Esistono poi alcune estensioni (ad esempio, The Great Suspender) che possono venirci in aiuto rimuovendo le schede inutilizzate creando un backup degli URL, in modo da poterle recuperare facilmente in seguito.

A proposito di estensioni, è bene evitare di installarne troppe, perché possono occupare molto spazio: eliminando quelle che non ti servono, potresti già vedere aumentare la velocità del tuo OS.

4. Effettua una pulizia del disco

Una delle cose più utili di Windows è il suo strumento di pulizia disco, ottimo per sbarazzarsi di file temporanei del tutto inutili, come thumbnail e vecchie pagine web non in linea.

Nella finestra dello strumento di pulizia del disco, ci viene proposta una lista dei file che sarebbe possibile eliminare: basta selezionare quelli che vogliamo cancellare. Fatto ciò, è sufficiente avviare la procedura di pulizia, al termine della quale visualizzeremo i dati relative alla quantità di spazio risparmiata.

E non dimenticare di controllare la cartella dei download di tanto in tanto: è facile che vi siano file che non ti servono ma che occupano un sacco di spazio.

5. Usa un SSD

Se hai modo e voglia di spendere un po’ per migliorare le prestazioni del tuo computer, comprare un buon SSD può essere una buona idea. Un SSD, infatti, è più veloce di un hard disk, non essendo compost di parti meccaniche come quest’ultimo.

Anche in questo caso esistono strumenti che possono aiutarci (ad esempio, Clonezilla) e si rivelano eccellenti per trasferire contenuti da un hard disk a un SSD, nel caso in cui non si sapesse come fare: bisogna solo fare attenzione a scegliere lo strumento adatto al dispositivo interessato.

6. Ottimizza il sistema

Ottimizzazione” è la parola chiave. Bisogna assicurarsi che il sistema funzioni al meglio ed esistono molti modi per farlo.

Primo: disattiva i suggerimenti di Windows. Ricevere questo tipo di notifiche e messaggi non serve a niente, a meno che non si utilizzi questo sistema operativo per la prima volta.

Poi: prenditi l’abitudine di effettuare periodicamente una manutenzione del sistema, tramite deframmentazione, scansioni antivirus eccetera. Windows ha già uno strumento, cui si accede dal Pannello di controllo, per fare tutto questo: basta andare su Sistema e sicurezza.

Infine, non dimenticare mai di installare gli aggiornamenti. Sembra una cosa ovvia, eppure molte persone dimenticano di farlo. In realtà, gli aggiornamenti sono essenziali per far funzionare il sistema senza problemi.

È sufficiente digitare “Verifica disponibilità aggiornamenti” nella barra di ricerca per trovare gli ultimi aggiornamenti disponibili. Prima di installare qualsiasi aggiornamento, soprattutto se si tratta di un aggiornamento importante, è buona norma effettuare un backup dei dati principali.

Insomma, seguendo questi semplici passaggi, è molto probabile che vedrai le prestazioni del tuo computer migliorare istantaneamente. A volte, invece, potrebbe trattarsi di problemi più seri: in questo caso, è meglio non improvvisare e chiedere assistenza professionale.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.