7 suggerimenti efficaci per rimuovere malware da sito WordPress

By | Marzo 28, 2022
rimuovere malware da sito WordPress

Il tuo sito WordPress è stato hackerato? Ecco alcuni suggerimenti che puoi utilizzare per rimuovere malware da sito WordPress. WordPress è un versatile sistema di gestione dei contenuti (CMS). Con tutta la flessibilità e le funzionalità incluse, la gestione della sicurezza potrebbe essere irruente per i principianti. A meno che tu non stia difendendo in modo proattivo il tuo sito, ci sono diversi modi in cui è possibile hackerare un sito WordPress. Indipendentemente dal modo in cui il sito è stato infettato, puoi provare varie soluzioni per rimuovere malware da sito WordPress. Qui, elenchiamo alcune delle migliori opzioni possibili.


Come rilevare malware nel tuo sito WordPress?

È facile rilevare attività dannose se monitori regolarmente il tuo sito. Tuttavia, se non lo fai, alcuni indicatori ti aiuteranno a individuare la presenza di malware sul tuo sito:

  • Utilizzo elevato delle risorse del tuo server
  • Aggiunta di un plugin senza input dell’utente
  • Modifiche a qualsiasi file nel server
  • Attività di accesso non autorizzata
  • Script di terze parti sul front-end
  • Perdita di dati

Oltre ai plugin puoi anche utilizzare un WordPress scanner come Sucuri per individuare qualsiasi cosa insolita sul tuo sito Web. E se hai già seguito alcune delle migliori pratiche di sicurezza per il tuo sistema di gestione dei contenuti, devi indagare a fondo sulla situazione. Potrebbe trattarsi di malware, o potrebbe essere un grave bug di un plug-in o di un plug-in che consuma molte risorse e causa problemi al tuo sito web WordPress. Ti consigliamo di verificare che eventuali problemi nel tuo sito WordPress derivino da malware e non solo da un conflitto (o da un bug). Una volta che sei sicuro che il malware abbia in qualche modo infettato il tuo sito, puoi seguire alcuni suggerimenti menzionati di seguito.

I migliori metodi per pulire sito WordPress da malware

Tieni presente che se utilizzi una soluzione di hosting WordPress gestita, è meglio contattare il tuo provider di hosting per assistenza. Alcuni di loro offrono servizi di rimozione malware gratuiti, che potrebbero farti risparmiare tempo.

Leggi anche: Quanto costa un sito web professionale

1. Usa i plugin di sicurezza

Il modo più semplice per rilevare e rimuovere malware in un sito WordPress è utilizzare un plug-in di sicurezza. Puoi fare riferimento a questo elenco di plugin di sicurezza di WordPress per iniziare in vantaggio. I plugin di sicurezza offrono molte opzioni per la scansione di file dannosi e file core di WordPress nel tuo server. Nota che i plugin di sicurezza potrebbero aver bisogno di una discreta quantità di risorse per funzionare in modo efficiente. Quindi, assicurati di non avere nessun altro plug-in di sicurezza esistente per evitare conflitti e abbastanza risorse gratuite sul tuo server per eseguire lo scanner di malware.


Leggi anche: SEO copywriting: le 10 regole per una scrittura efficace

2. Elimina i plugin non essenziali

Sebbene siano disponibili migliaia di plugin per WordPress, non tutto garantisce un’installazione. Puoi svolgere molte attività utilizzando un semplice frammento di codice senza influenzare le prestazioni del tuo sito con un ampio margine. Ma, se finisci per installare plugin per qualsiasi cosa, alcuni di essi potrebbero introdurre problemi di sicurezza al tuo sito web. È perché non tutti gli sviluppatori di plug-in mantengono e aggiornano attivamente i propri plug-in. I plug-in WordPress più diffusi potrebbero essere l’eccezione, ma anche in questo caso si aumenta il potenziale di minaccia aggiungendo plug-in non necessari. Pertanto, è meglio solo installare plugin WordPress affidabili ed essenziali.

Leggi anche: Come guadagnare con AdSense

3. Controlla gli ultimi file modificati e correggili

Puoi accedere ai file sul tuo server usando FTP/SFTP. Per ottenere ciò, puoi utilizzare strumenti come FileZilla e controllare i file modificati di recente. Se utilizzi una soluzione di hosting condiviso con cPanel, puoi utilizzare l’app File Manager per cercare i file modificati di recente. Ci possono essere anche altre possibilità (strumenti di gestione del server web) per accedere ai file. Vale la pena notare che alcuni plug-in possono introdurre modifiche ai file (come i plug-in di backup). Quindi, dovrai esaminare attentamente l’elenco dei file modificati per vedere se un utente o un plug-in lo hanno modificato. Una volta identificate le modifiche dannose ai file, puoi concentrarti su altri file e sui file principali di WordPress. E, durante la tua valutazione, se noti un file modificato senza la tua autorizzazione, potresti voler controllare il contenuto del file e correggerlo/cancellarlo come richiesto.

Leggi anche: Come far decollare un ecommerce e guadagnare: 5 mosse vincenti

4. Ripristina dal backup del sito web

Considerando che hai un backup del sito WordPress prima di essere infettato da malware, puoi sempre provare a ripristinare il sito web. In questo modo, se il malware ha modificato uno dei tuoi file, dovrebbe essere risolto. Tuttavia, ripristinare il tuo sito al suo stato non interessato non garantisce che il malware sia sparito. Se stai utilizzando un plug-in/tema obsoleto o non disponi di adeguate misure di sicurezza, il malware può colpire nuovamente il tuo sito. Tuttavia, dovresti avere un sacco di tempo per identificare la scappatoia di sicurezza che ha introdotto il malware. Quindi, non appena ripristini il sito web, risolvi il problema o trovi il difetto di sicurezza.


Leggi anche: Come scegliere un hosting economico: 7 consigli

5. Scarica i file di backup e scansione del tuo sito web

Puoi generare un backup del sito web per scaricare l’ultima copia archiviata dei file sul tuo server. Una volta terminato, puoi estrarre il backup e scansionare la cartella utilizzando lo scanner antivirus sul tuo computer. Se rileva un file dannoso, puoi scegliere di eliminarlo dal tuo server per risolvere potenziali problemi.

6. Reinstalla WordPress

Se è complicato scoprire il numero di file modificati e interessati da malware, puoi reinstallare WordPress. Potrebbe essere complicato reinstallare WordPress se hai una configurazione complessa con molti visitatori che accedono al tuo sito web. Quindi, dovresti mettere il tuo sito web in modalità di manutenzione e reinstallare WordPress senza interruzioni visibili sul front-end.

Leggi anche: Quali i migliori strumenti seo gratuiti? Eccone 8.

7. Rimuovere i caricamenti di file sospetti su WordPress

Di solito, WordPress non consente il caricamento di formati di file diversi per motivi di sicurezza. Tuttavia, dovresti sempre controllare se qualcuno ha caricato un file sospetto nella directory di WordPress. Dovresti controllare tutte le cartelle di WordPress per assicurarti che nulla sia fuori dall’ordinario.

Sei riuscito a rimuovere malware da sito WordPress?

Il modo migliore per ridurre al minimo le possibilità di malware è assicurarsi di utilizzare le copie con licenza e aggiornate di temi, plug-in e altri file.


Oltre a ciò, dovresti seguire le pratiche di sicurezza standard come l’installazione di un plug-in di sicurezza, un firewall per applicazioni Web e metodi di autenticazione per il tuo account amministratore.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!