9 soluzioni per quando il prompt dei comandi non funziona in Windows 10

By | Marzo 25, 2021
prompt dei comandi non funziona in Windows 10

Agli albori dell’informatica, il prompt dei comandi regnava sui sistemi operativi prima che le eleganti interfacce grafiche utente diventassero la modalità principale di interazione con i computer. Oggi, il prompt dei comandi viene utilizzato principalmente da utenti avanzati per risolvere problemi specifici di Windows, eseguire funzioni amministrative e automatizzare le attività tramite script e file batch.


Cosa dovresti fare quando provi ad aprire il prompt dei comandi e genera un errore invece di aprirsi come di solito? Questo è l’argomento della guida di oggi. Diamo un’occhiata ad alcuni passaggi che possono risolvere l’errore del prompt dei comandi non funzionante, in modo da poter tornare ad utilizzare ed eseguire quei comandi.

1. Controlla l’antivirus

È noto che alcuni software antivirus causano problemi con il prompt dei comandi. Uno di questi antivirus è Avast. È noto che il file consent.exe viene messo in quarantena causando l’arresto anomalo del prompt dei comandi. Se utilizzi Avast, ripristina questo file o cerca un antivirus alternativo.

Se stai usando un altro antivirus, ti consiglio di disabilitarlo una volta per vedere se risolve l’errore del prompt dei comandi che non funziona nel tuo computer Windows 10.

2. Collegamento al Prompt dei comandi

È possibile che il menu Start non funzioni come previsto. In tal caso, puoi creare un collegamento al prompt dei comandi sul desktop per avviare lo stesso. A tale scopo, fare clic con il pulsante destro del mouse in un punto qualsiasi del desktop e selezionare Collegamento in Nuovo.

  1. Nella finestra a comparsa, digitare cmd.exe (non è necessario accedere alla posizione del file eseguibile) nella casella, quindi fare clic su Avanti.
  2. Dagli un nome adatto e fai clic su Fine. Aspetta, c’è dell’altro di cui occuparsi.
  3. Quel collegamento avvierà il prompt dei comandi ma non in modalità amministratore. Per questo, fai clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento appena creato e seleziona Proprietà.
  4. Nella scheda Collegamento, seleziona Avanzate.
  5. Seleziona Esegui come amministratore qui, fai clic su OK e il gioco è fatto.

Prova ora ad avviare il prompt dei comandi.

3. Crea nuovo utente

Il prompt dei comandi richiede i diritti di amministratore, il che significa che l’account utente con cui hai effettuato l’accesso richiede privilegi di amministratore. Se lo fai, forse alcuni file sono stati danneggiati causando l’errore del prompt dei comandi. Creiamo un nuovo account utente per testare questa soluzione.

  1. Premi il tasto Windows + I scorciatoia sulla tastiera per avviare Impostazioni e selezionare Account.
  2. In Famiglia e altri utenti, seleziona Aggiungi qualcun altro a questo PC.
  3. Fai clic su “Non ho le informazioni di accesso di questa persona” qui.
  4. Ora fai clic su “Aggiungi un utente senza un account Microsoft”.
  5. Immettere qui il nome utente e la password desiderati e seguire le istruzioni sullo schermo per creare un nuovo account utente. Una volta terminato, cambia account utente premendo il tasto Windows per avviare il menu Start e selezionando l’account utente appena creato sotto il tuo account corrente.

Controlla se puoi eseguire il prompt dei comandi ora.

4. Aggiorna percorso delle variabili d’ambiente di sistema

Lo staff di supporto Microsoft consiglia di fare questo quando il Command Prompt di Windows non si apre, quindi pensiamo che funzioni correttamente. Digita le variabili di ambiente di sistema nella ricerca del menu Start e seleziona l’opzione Modifica.

  1. Nella scheda Avanzate, seleziona Variabili d’ambiente.
  2. Seleziona Percorso qui e fai clic su Modifica.
  3. Fare clic su Nuovo e aggiungerlo per creare un nuovo percorso: C:\Windows\SysWow64\

Ora riavvia il computer e controlla se puoi avviare il prompt dei comandi.

5. Controllo file di sistema (SFC)

Apri PowerShell con diritti di amministratore cercandolo nel menu Start di Windows o facendo clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Windows. Quando si apre (sfondo blu), eseguirai il comando seguente.

Suggerimento avanzato: PowerShell è la versione più avanzata del prompt dei comandi e puoi eseguire tutti i comandi CMD su PowerShell.

Successivamente, il comando SFC verificherà la presenza di irregolarità nei file di sistema del sistema operativo e le riparerà, se necessario. Potrebbero essere necessari 15-20 minuti, quindi siediti e rilassati. Se non trova errori, vedrai un messaggio che dice qualcosa come “non sono state trovate violazioni di integrità”. Se alcuni file corrotti sono stati trovati e riparati, verrà visualizzato un messaggio che ti informa che “i file danneggiati sono stati riparati” e “i dettagli sono inclusi in un file CBS.log” con il percorso del file anche menzionato.

Se i file vengono riparati, ti suggerisco di riavviare il computer prima di provare ad aprire il prompt dei comandi.

6. DISM

A volte, il comando SFC non riesce a svolgere il suo compito perché non riesce a trovare o ad accedere ai file corretti dall’immagine di Windows. Questo è il momento in cui eseguirai il comando DISM (Deployment Image Servicing and Management) e rieseguirai nuovamente il comando SFC.

Apri di nuovo PowerShell ed esegui i comandi seguenti in quell’ordine uno alla volta.

DISM /Online /Cleanup-Image /CheckHealth
DISM /Online /Cleanup-Image /ScanHealth
DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth

Ora torna al punto 5 sopra ed esegui una scansione SFC.

7. Rimuovere le voci del menu contestuale

Quando installi una nuova app o software, aggiunge un collegamento al menu contestuale. Il menu contestuale si apre quando fai clic con il pulsante destro del mouse sul desktop o all’interno di un’app. Hai notato alcune nuove opzioni che non c’erano quando hai iniziato a utilizzare Windows? Per rimuovere queste voci del menu contestuale, scarica ShellMenuView e ShellExView. Ti consiglio di fare un backup a questo punto.

Innanzitutto, avvia ShellMenuView e in Nome menu vedrai tutti i collegamenti del menu contestuale del software e delle app che non sono stati creati da Microsoft. Ad esempio, PotPlayer è un’app di terze parti mentre Microsoft ha sviluppato Windows Media Player. Seleziona tutte le scorciatoie del menu contestuale non Microsoft e disabilitalo facendo clic sull’icona rossa. Ripeti lo stesso processo con ShellExView.

8. Modalità provvisoria

Forse un’app installata di recente sta causando problemi con il Prompt dei Comandi che non si apre? Per scoprirlo, riavvia in modalità provvisoria. Per fare ciò, tieni premuto il tasto Maiusc sulla tastiera e seleziona Riavvia sotto le opzioni di alimentazione nel menu Start.

Il tuo PC ora si riavvierà e dovresti vedere una schermata blu con alcune opzioni. Seleziona Risoluzione dei problemi> Opzioni avanzate> Impostazioni di avvio> Riavvia. Ora puoi scegliere di riavviare in modalità provvisoria. Leggi di più sul processo qui .

Se il prompt dei comandi funziona in modalità provvisoria, è necessario disinstallare tutte le app installate di recente e reinstallarle una alla volta per vedere quale app interrompe il prompt dei comandi. So che è un processo noioso, ma non hai altra scelta.

9. Ripristino configurazione di sistema

Quando in Windows 10 non si avvia il prompt dei comandi, puoi ripristinare il tuo computer a un punto precedente nel tempo e, così facendo, ripristinerai l’equilibrio nel tuo universo o nel tuo PC. Tieni presente che i tuoi file e altri dati non verranno eliminati. Ciò potrebbe eliminare e annullare qualsiasi cosa abbia rotto il prompt dei comandi. Per fare ciò, cerca Ripristina nel menu Start di Windows e seleziona Ripristino.

  1. Seleziona Apri Ripristino configurazione di sistema.
  2. Ora dovresti vedere tutti i punti di ripristino del sistema creati di recente.
  3. Fare clic su Mostra più punti di ripristino per rivelare più opzioni.
  4. Selezionane uno e segui le istruzioni sullo schermo per ripristinare il tuo PC.

Il processo richiederà un po’ di tempo e il sistema potrebbe riavviarsi più volte.

Conclusione

Sebbene sia possibile utilizzare PowerShell per eseguire qualsiasi comando che si desidera utilizzare nel prompt dei comandi, è comunque una buona idea correggere il primo perché potrebbe causare ulteriori problemi in futuro. Se hai trovato un altro modo per risolvere i problemi con il prompt dei comandi, faccelo sapere nei commenti qui sotto.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!