Come abilitare Condivisione nelle vicinanze

By | Luglio 11, 2020
Come abilitare Condivisione nelle vicinanze

Lo sai che è possibile abilitare Condivisione nelle vicinanze, il nuovo sistema di Google per l’invio di file su Android. Il cosiddetto ‘AirDrop di Android‘ è stato in fase test molto limitato per un paio di mesi, e ora sta cominciando ad espandersi a un buon numero di utenti. Sicuramente puoi anche provarlo: ti diciamo come attivare ‘Condivisione nelle vicinanze’ sul tuo cellulare Android.

Non è che la condivisione di tutti i tipi di file tra cellulari Android è complicato perché ci sono una moltitudine di applicazioni per fare questo, anche Google ha la propria applicazione: Files. Inoltre, una buona parte dei produttori integra la propria soluzione, come ShareMi sui telefoni Xiaomi. Ora: perché non esiste una soluzione generalizzata per tutti gli Android?

Questo è cambiato perché Google ha rilasciato ‘Condivisione nelle vicinanze’, un’opzione per inviare qualsiasi file a un altro Android. E probabilmente puoi attivarlo.

Come abilitare Condivisione nelle vicinanze

Abbiamo letto per mesi dei test ‘Nearby Share’, poi chiamato ‘AirDrop di Android’ Condivisione nelle vicinanze, per la loro somiglianza, e l’universalità, con il sistema di scambio di cui Apple utilizza sui suoi dispositivi.

Condivisione nelle vicinanze è un sistema centralizzato che viene distribuito su Android tramite i servizi Google Play. In questo modo Google assicura che raggiunga il maggior numero possibile di dispositivi e indipendentemente dai suoi produttori; almeno fino a quando non sarà compatibile con le applicazioni e i servizi Google.

‘Condividi nelle vicinanze’ sta iniziando a raggiungere automaticamente i primi dispositivi: per sapere se lo hai già attivo è possibile eseguire il seguente processo:

  • Vai alle impostazioni di Android e vai alle opzioni di Google.
  • Vai a “Connessioni dispositivo”.
  • Verifica se hai l’opzione “Condividi nelle vicinanze”. Se sì, vai attivalo.

Se non sei ancora riuscito ad abilitare Condivisione nelle vicinanze, dovrai forzarne l’installazione. Il modo migliore è quello di installare la versione beta dei servizi di Google Play, ma questo non vi garantisce di avere la nuova opzione di condivisione di file: tutto dipenderà dalla versione di Android, il produttore del telefono e il tuo account Google.

Abbiamo forzato l’attivazione ‘Condividi nelle vicinanze’ su Android 9, 10, su cellulari Samsung e anche su OnePlus. Tuttavia, non ha funzionato per me solo su un telefono Xiaomi con MIUI (senza questo implica che non funzionerà per voi, si tratta di testarlo).

Per forzare l’attivazione di “Condividi con nelle vicinanze”, procedere come segue:

  • Diventa ‘betatester’ nella versione beta dei servizi Google Play.
  • Assicurati di eseguire l’aggiornamento con la versione beta più recente di tali servizi. È inoltre possibile installare l’aPK più recente da APK Mirror.
  • Una volta installati i servizi Google Play beta, ripeti il processo sopra (le impostazioni di Android, le opzioni di Google, le connessioni del dispositivo, Condividi con nelle vicinanze) e controlla l’attivazione. In caso contrario, e come ultima speranza, riavvia il telefono.

Se non riesci a forzare “Condividi con nelle vicinanze” dovrai aspettare che Google la attivi ufficialmente, non puoi fare molto di più. E’ solo una questione di tempo.

Cosa puoi fare con “Condividi con nelle vicinanze”?

Una volta abilitato condivisione nelle vicinanze è possibile inviare un documento, un’immagine, un video e anche l’APK di un’applicazione a un altro dispositivo Android che si trova nelle vicinanze. Il sistema di trasferimento utilizza Bluetooth, WiFi e anche dati: puoi scegliere quali connessioni nelle vicinanze utilizzeranno da Google opzioni (il processo nella sezione precedente).

Affinché qualcuno condivida i contenuti con te, devi avere l’attività Nearby. Oltre devi attivarlo nelle opzioni di Google (o prima del primo trasferimento):

  • Vai nel pannello delle impostazioni rapide del tuo cellulare. Di solito basta aprirlo e toccare l’icona a matita.
  • Trova la scorciatoia per Condividi con nelle vicinanze e spostala in una posizione che ti conviene.
  • Accettare le modifiche.

Una volta che hai il pulsante ‘Condividi nelle vicinanze’ accessibile basta toccare su di esso in modo che l’altra persona vede il dispositivo come disponibile per inviare . E se si desidera inviarli con questo nuovo protocollo Android è necessario effettuare le seguenti operazioni:

  • Toccare l’icona di condivisione nell’applicazione da cui si desidera inviare contenuti (galleria fotografica, gestore di file, browser web…).
  • Clicca su “Condividi con nelle vicinanze”. È l’icona di una treccia, appare all’interno delle app idonee.
  • Il tuo Android inizierà la ricerca di dispositivi compatibili. Ricorda che il dispositivo a cui invii il file deve essere “scoperto” per accettare il trasferimento.
  • Scegli l’Android che desideri dall’elenco e il contenuto verrà inviato all’altro dispositivo al momento dell’accettazione.

Il trasferimento viene effettuato come scelto nelle impostazioni di Google. Bluetooth, dati o WiFi: il sistema sceglierà la migliore connessione da scambiare.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.