Alla scoperta di Nikon Capture NX2 e analisi delle sue funzionalità

By | Settembre 28, 2020
Nikon Capture NX2

Negli ultimi mesi sono stati in molti a parlarci di Nikon Capture NX2, un’applicazione che solitamente viene inclusa (almeno una versione di prova) con l’acquisto di una fotocamera Nikon.

Abbiamo dedicato un gran numero di articoli a diversi programmi di fotoritocco, evidenziando, ovviamente, Lightroom e Photoshop sopra gli altri (infatti, ognuno ha una categoria esclusiva all’interno del blog).

Quindi mi sono lanciato per installare l’applicazione Nikon Capture NX2 e scrivere un po’ a riguardo. Vuoi conoscere questa applicazione e alcune delle sue possibilità per modificare le tue foto? Bene, non perdere questo articolo …

L’interfaccia: le 4 sezioni dell’applicazione

Quando accedi a Nikon Capture NX2 trovi un’interfaccia in cui ci sono 4 sezioni chiaramente differenziate.

1. Sul lato sinistro sono presenti dei pannelli per l’accesso alle informazioni sulla posizione delle immagini, i metadati delle fotografie e le informazioni di catalogazione.

2. In alto a destra sono presenti le icone per l’accesso rapido alle funzionalità che consentono: scorrere l’immagine, ingrandire / rimpicciolire, ruotare, ritagliare, selezionare il punto bianco, medio e nero, correggere gli occhi rossi, il pennello di regolazione automatica , effettuare selezioni, ecc.

3. Il pannello centrale mostra l’immagine, che può essere ingrandita o ridotta a seconda del grado di dettaglio che si desidera osservare.


4. Nella sezione di destra è possibile accedere alle informazioni di modifica. Che si divide in: Impostazioni fotocamera, Impostazioni rapide, Correzioni obiettivo e fotocamera e Impostazioni.

Vediamo più in dettaglio le diverse sezioni in modo da poter vedere tutto quello che puoi fare con questa applicazione.

Il pannello di sinistra: classificazione, metadati e posizione

Come ho detto prima, l’area sinistra dello schermo ha lo scopo di presentare all’utente informazioni sulla posizione fisica delle immagini.

Nella parte superiore dello screenshot puoi vedere la possibilità di filtrare le immagini in base alla numerazione o al colore (0-9) e al numero di stelle. Oltre a variare l’ordine di essi in base a criteri diversi.

Nella palette “Metadati” è possibile vedere la possibilità di accedere alle informazioni di ogni immagine. Essere in grado di definire parole chiave, tag, valutazioni, rivedere i dati EXIF , ecc.

Infine, all’interno della palette “Explorer”, potrai accedere a tutte le immagini che si trovano nella cartella che stai visualizzando in un dato momento e che soddisfano i filtri impostati.

Il pannello superiore: funzioni di accesso rapido

Il pannello in alto a destra dell’interfaccia dell’applicazione ci permette di accedere a importanti funzionalità tramite semplici icone. In ordine da sinistra a destra, queste funzioni sono le seguenti:

  • Strumento di selezione diretta.
  • Mano (per spostarsi nell’immagine).
  • Ingrandisci.
  • Rotazione.
  • Strumento di raddrizzatura.
  • Ritagliare.
  • Punto di controllo del nero (regola l’esposizione in base alle ombre più profonde).
  • Punto di controllo grigio neutro.
  • Punto di controllo del bianco (regola l’esposizione in base alle alte luci).
  • Strumento di controllo tinte piatte (consente di variare la tonalità di una regione selezionata.
  • Strumento di correzione degli occhi rossi.
  • Spazzola di regolazione automatica.
  • Selezione puntuale.
  • Selezione lazo.
  • Pennello di selezione.
  • Gradiente di selezione.

Il funzionamento di questi strumenti non nasconde alcun mistero, in quanto sono presenti anche in molte altre applicazioni di editing.

Evidenzia semplicemente gli strumenti di controllo del punto , che consentiranno, dato un punto, di selezionare regioni adiacenti di tonalità simile (la dimensione di queste regioni è definita dall’utente) e ottenere risultati molto buoni con uno sforzo minimo nel processo di selezione.

Se hai avuto la possibilità di testare HDR Effex Pro 2 (anche dagli stessi sviluppatori) per la creazione di fotografie HDR, potresti essere abituato a questo tipo di impostazione.

Il pannello di destra: i grandi strumenti di ritocco

Sul lato destro dell’interfaccia di Nikon Capture NX2 sono presenti le principali funzionalità di ritocco dell’applicazione.

Questo pannello presenta inizialmente una sezione che consente di ingrandire e vedere la parte dell’immagine rappresentata in ogni momento.

Di seguito sono riportati tre gruppi di impostazioni generali: Impostazioni fotocamera (1)Impostazioni rapide (2)Correzioni fotocamera e obiettivo (3).

1. Il primo gruppo consente di lavorare sul bilanciamento del bianco e sulla riduzione del rumore e sul livello di messa a fuoco. E anche con l’impostazione di Nikon chiamata D-Lighting.

2. All’interno delle Impostazioni rapide è possibile lavorare a livello di curve e livelli , definizione di contrasto, ombre e luci.

3. L’ultimo dei gruppi consente di correggere le aberrazioni cromatiche e geometriche, definire la vignettatura e così via.

La sezione successiva è la sezione Impostazioni , che includerà automaticamente le impostazioni effettuate , in modo da poter sempre tornare a un’impostazione precedente e persino modificare le loro proprietà. È simile alla sezione “Cronologia” normalmente offerta da molte applicazioni.

Infine, un istogramma che mostra la distribuzione di luci e ombre nell’immagine verrà sempre visualizzato in basso a destra.

Impostazioni locali: un grande trucco dal pannello di destra

Nel pannello di destra, in basso è presente un pulsante identificato come “Passaggio successivo” che permetterà di applicare le regolazioni all’immagine. Finora niente di nuovo. E queste impostazioni verranno incorporate nella sezione Impostazioni come nuovi passaggi nella sezione Impostazioni.

La cosa buona di questa funzionalità “Passaggio successivo” è che, una volta selezionata questa opzione e determinato l’impostazione che si desidera applicare (luce, colore, messa a fuoco, rumore, applicazione di effetti, ecc.) L’applicazione ti consentirà di applicarla all’intero immagine o utilizzare i diversi strumenti di selezione di cui abbiamo parlato inizialmente: lazo, punto, gradiente …

Nell’immagine sopra puoi vedere una regolazione del tipo Livelli e Curve che è stata applicata utilizzando una selezione del tipo di punto sull’acqua del canale. Nell’immagine viene mostrata una maschera verde, che indica la regione interessata dalla selezione.

Con questa opzione, le regolazioni possono essere molto localizzate ei risultati che otterrai saranno sorprendenti e molto precisi. Consentendo, in modo semplice, di effettuare una perfetta regolazione per zone.

La mia opinione su Nikon Capture NX2

Con i punti fin qui descritti avremmo descritto il funzionamento di base dell’applicazione. Certo, puoi sempre scavare un po ‘più a fondo e scoprire qualche gemma nascosta. Ma, come ho detto, questo è, in sostanza, Nikon Capture NX2.

Se mi chiedi un mio parere, ti dirò che si tratta di un’applicazione semplice e potente il cui unico vantaggio per chi possiede una Nikon è che, di default, ti permette di ottenere una maggiore fedeltà iniziale con l’immagine che hai catturato con la tua fotocamera rispetto ad applicazioni generiche come Lightroom (Niente che non si finisce per ottenere con le impostazioni corrette in altre app).

Oltre a questo evidente vantaggio, va notato anche che le regolazioni che si effettuano non sono distruttive , quindi è sempre possibile recuperare l’immagine iniziale, oppure tornare a uno stato intermedio attraverso le voci che vengono registrate nella sezione Regolazioni.

Infine, devo menzionare ancora gli strumenti di selezione del controllo spot, che offrono ottimi risultati praticamente in automatico, evitando che il fotografo debba spendere troppo tempo per effettuare la selezione.

A parte questi vantaggi, penso che sia un’applicazione molto inferiore a Lightroom in termini di facilità d’uso, posizione dei controlli, gestibilità, funzionalità, opzioni di catalogazione e stampa, ecc.

Tuttavia, personalmente lavoro con Lightroom da molto tempo e potrei essermi talmente abituato a lavorare con questa applicazione che è difficile per me passare a un’altra. Anche se onestamente penso di essere abbastanza obiettivo nel mettere Nikon Capture NX2 una tacca sotto.

Cosa dicono coloro che l’hanno testato in modo più approfondito?

Ho potuto dedicare all’applicazione solo un paio di pomeriggi, quindi si può dire che sono un vero novellino. Anche se non ho voluto perdere l’occasione di dare la mia opinione in merito.

Forse lo usi da più tempo e non sei d’accordo con me, o forse lo fai. In ogni caso, dicci perché sei d’accordo o in disaccordo con me, scopri quali caratteristiche di Nikon Capture NX2 dovrebbero invidiare quelli di noi che usano altre applicazioni e perché provarlo  come strumento di ritocco all’interno del nostro flusso.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!