Alternative a Dropbox: Le migliori

By | Luglio 29, 2023
Alternative a Dropbox

Nell’era digitale moderna, i servizi di archiviazione su cloud, che forniscono soluzioni di sicurezza, sincronizzazione e condivisione di file, si sono affermati come strumenti indispensabili sia per gli utenti individuali che per le aziende. Dropbox, un pioniere in questo settore, ha grandemente contribuito a popolarizzare l’uso dell’archiviazione file in cloud, sin dal suo debutto. Tuttavia, il successo e la rilevanza di Dropbox hanno stimolato l’emergere di una serie di alternative a Dropbox, in risposta al riconoscimento quasi universale del potenziale insito nelle soluzioni cloud. Si pone quindi una domanda cruciale: Quali sono le alternative valide a Dropbox nel panorama attuale dei servizi di archiviazione cloud? La scelta può apparire ardua, data la molteplicità di opzioni disponibili. L’universo dei servizi di archiviazione cloud non è dominato unicamente dai giganti tecnologici come Amazon, Apple, Google e Microsoft, ma vede anche la presenza di numerose imprese di minore dimensione, ognuna con le proprie specificità.


In questo contesto, diventa fondamentale un criterio di valutazione ponderato per selezionare l’app simile a Dropbox o il programma simile a Dropbox che meglio risponde alle esigenze individuali o aziendali. Le caratteristiche fondamentali da valutare possono includere, tra le altre, la sicurezza dei dati, l’efficienza della sincronizzazione, le funzionalità di condivisione, l’usabilità dell’interfaccia utente e, naturalmente, il costo. Nel vasto universo dei servizi cloud tipo Dropbox, la scelta di un’alternativa appropriata richiede un’attenta considerazione delle caratteristiche di ciascun servizio e delle esigenze specifiche dell’utente o dell’azienda. Un’analisi approfondita può portare alla scoperta di una serie di soluzioni di archiviazione cloud efficaci e altamente funzionali, che possono fungere da valide alternative a Dropbox.

Dropbox: Un’analisi comprensiva dei pro e contro

Dropbox è uno dei servizi di archiviazione cloud più noti e utilizzati, con radici ben piantate negli Stati Uniti. Nonostante il suo indiscusso successo, sono numerose le voci che ne richiedono alternative valide. Un’indagine sulle ragioni di questo bisogno di alternative a Dropbox necessita di un’analisi dei punti di forza e di debolezza della piattaforma.

Dropbox si distingue per le sue molteplici offerte di utilizzo. La versione base, gratuita, consente un limite di archiviazione di 2GB, estendibile attraverso certe attività come l’invito a nuovi utenti. Per coloro che necessitano di maggiore spazio, Dropbox offre versioni a pagamento. Inoltre, per le organizzazioni che necessitano di ampio spazio di archiviazione, Dropbox offre soluzioni aziendali con capacità pressoché illimitata.

Nel panorama dei servizi di file hosting, Dropbox spicca per la sua eccellente applicazione tecnica. Tuttavia, accanto ai suoi pregi, si possono identificare alcune carenze. Riassumiamo qui di seguito i pro e contro di Dropbox:

Vantaggi:

  • Facilità d’uso: L’interfaccia intuitiva e ordinata di Dropbox facilita l’uso della piattaforma, rendendo facile la gestione dei file.
  • Ampia compatibilità: Dropbox funziona su una vasta gamma di sistemi operativi, rendendolo disponibile su praticamente qualsiasi dispositivo.
  • Funzionalità avanzate: La popolarità di Dropbox si riflette anche nella sua vasta gamma di funzioni, come la creazione di gruppi di lavoro, l’accesso a documenti Office e la condivisione di file con altri utenti di Dropbox.
  • Sicurezza dei dati: I file vengono crittografati con AES a 256 bit prima dell’archiviazione, e la trasmissione dei file avviene attraverso il protocollo crittografico TLS/SSL.

Svantaggi:

  • Problemi di sicurezza: Dropbox ha affrontato critiche per la sicurezza dei file archiviati e dei dati degli utenti, in particolare per la collaborazione con l’agenzia di sicurezza nazionale statunitense (NSA) e per vulnerabilità che hanno permesso agli hacker di accedere a indirizzi email e password.
  • Localizzazione dei server: I server di Dropbox si trovano principalmente negli Stati Uniti, e pertanto sono soggetti alle normative statunitensi sulla protezione dei dati.
  • Limitazioni dello spazio di archiviazione gratuito: Nonostante sia possibile aumentare lo spazio di archiviazione gratuito tramite attività promozionali, la capacità iniziale di 2GB è inferiore rispetto a quella offerta da altri servizi di archiviazione cloud.
  • Mancanza di un’applicazione Office integrata: A differenza di altri servizi di cloud storage, Dropbox non offre la possibilità di aprire e modificare documenti Office direttamente dalla piattaforma.

A seguito di questa analisi, è evidente che, nonostante i suoi punti di forza, la ricerca di app, servizi e programmi simili a Dropbox rimane un tema attuale. In base alle esigenze specifiche degli utenti, altre soluzioni di archiviazione cloud potrebbero rappresentare delle valide alternative a Dropbox.

Alternative a Dropbox

Dropbox ha svolto un ruolo fondamentale nel pionieristico campo dell’hosting di file, tuttavia, l’emergere di numerosi concorrenti ha reso il panorama del cloud storage estremamente competitivo. In questo articolo, vi guidiamo attraverso alcune delle soluzioni più efficaci simili a Dropbox.

Amazon Drive: un servizio di storage cloud versatile

Amazon Drive, precedentemente noto come Amazon Cloud Drive, offre un metodo efficace per organizzare i vostri file basato sulla loro tipologia – che siano immagini, documenti o video – con un display visuale dello spazio di archiviazione occupato per ciascuna categoria. Offre sia un piano gratuito che diverse opzioni a pagamento. L’opzione gratuita fornisce uno spazio di archiviazione di 5 GB che può essere utilizzato per tutti i tipi di file.

Optando per un abbonamento ad Amazon Prime, che ha un costo mensile di circa 8 euro, gli utenti ricevono uno spazio di archiviazione illimitato per le foto, oltre ai numerosi vantaggi correlati ad Amazon Prime come tempi di consegna migliori e accesso a contenuti musicali e video. I piani a pagamento, validi per un anno, variano da 100 GB a 30 TB.


Tuttavia, ci sono alcune funzionalità mancanti in Amazon Drive rispetto ad altri servizi cloud, come la collaborazione sui documenti e la sincronizzazione dei file.

Vantaggi e svantaggi di Amazon Drive

Spazio di stoccaggio per le immagini senza limiti per i membri di Amazon Prime. Integrazione fluida con altri servizi Amazon Prime. Piani di archiviazione estremamente flessibili. Localizzazione dei server a livello globale: non è quindi possibile sapere dove vengono effettivamente archiviati i vostri dati. Manca la funzionalità di collaborazione e sincronizzazione automatica dei file. Amazon Drive, che cos’è e come funziona

Box: Un’efficace alternativa a Dropbox

In un’industria dominata da pesi massimi come Dropbox, è essenziale esplorare alternative valide che potrebbero meglio adattarsi alle diverse esigenze degli utenti. Una di queste alternative è Box, un servizio di cloud storage basato in California. Attivo dal 2005, due anni prima del lancio di Dropbox, Box offre caratteristiche che potrebbero risultare superiori sotto diversi aspetti.


Box presenta un’interfaccia utente intuitiva e funzionale che utilizza la crittografia AES a 256 bit per proteggere i dati degli utenti, allo stesso modo di Dropbox. Tuttavia, l’esperienza dell’utente con Box potrebbe essere leggermente più fluida, grazie alle sue funzioni ben progettate e alle efficienti funzionalità di ricerca interna, che consentono di localizzare facilmente i file archiviati.

Il piano di archiviazione gratuito di Box offre 10 GB di spazio, superando l’offerta iniziale di Dropbox. Tuttavia, si deve considerare che con questo piano, la dimensione massima per i singoli file è limitata a 250 MB. Per gli utenti che necessitano di caricare file di dimensioni superiori, Box offre un piano premium a circa 10 euro al mese, che innalza il limite di caricamento a 5 GB e aumenta lo spazio di archiviazione a 100 GB.

Sebbene questo possa sembrare vantaggioso, una comparazione più ampia con altri servizi cloud simili a Dropbox rivela che l’offerta di Box potrebbe non essere la più competitiva in termini di costo per GB. Tuttavia, Box offre anche pacchetti business, con prezzi a partire da circa 4 euro al mese per 100 GB di spazio e un limite di caricamento di 2 GB per file.

Box si distingue per la sua facilità d’uso e per la generosa offerta di spazio di archiviazione gratuito di 10 GB. Inoltre, Box offre applicazioni compatibili con la maggior parte delle piattaforme, tra cui Windows, macOS, Android, BlackBerry 10 e iOS, rendendo il servizio facilmente accessibile da una vasta gamma di dispositivi.

Un altro punto di forza di Box è l’insieme di funzioni avanzate per la collaborazione e la gestione di progetti, che includono funzionalità di calendario e la possibilità di lavorare insieme su documenti.

Nonostante queste caratteristiche positive, Box ha alcune limitazioni, come il limite di dimensione dei file per l’offerta gratuita e le tariffe non particolarmente competitive rispetto ad altre app simili a Dropbox. Tuttavia, per le aziende che richiedono una soluzione di cloud storage affidabile con funzionalità avanzate di collaborazione, Box può offrire un rapporto qualità-prezzo conveniente. Come funziona iCloud Foto, tutte le risposte


Google Drive: Un rivale nel panorama dei servizi cloud tipo Dropbox

Google Drive è riconosciuto come una delle alternative più affidabili a Dropbox nel dominio dei servizi di archiviazione cloud. Offre fino a 15 GB di spazio di archiviazione gratuito, ottenibile attraverso un semplice processo di registrazione di un account Google. Tuttavia, è importante notare che questi 15 GB includono i dati immagazzinati su altri servizi Google come Gmail e Google Foto. Per coloro che necessitano di capacità di archiviazione maggiori, Google propone il servizio premium Google One, che fornisce opzioni da 100 GB, 200 GB fino a 2 TB. L’affidabilità del servizio Google Drive non si limita alla quantità di spazio di archiviazione, ma estende la sua efficacia con una robusta protezione dei dati, garantita attraverso la crittografia, attiva già in fase di trasmissione.

Una caratteristica distintiva di Google Drive, che lo posiziona tra le app simili a Dropbox, è l’implementazione della suite di Office. Questa caratteristica permette agli utenti di creare e modificare documenti di testo (Documenti Google), fogli di calcolo (Fogli Google) e presentazioni (Presentazioni Google) direttamente all’interno del browser. L’accesso simultaneo da parte di più utenti su uno stesso documento è una delle funzionalità chiave, permettendo un lavoro di gruppo fluido con un sistema di salvataggio automatico. Inoltre, il servizio mantiene una cronologia dettagliata delle versioni dei documenti, tracciabile fino a 30 giorni. Facilità di comunicazione tra gli utenti è assicurata attraverso funzioni di commento e chat.

Riassumendo, Google Drive offre diversi vantaggi come l’ampia capacità di archiviazione gratuita (15 GB) e la convenienza delle versioni a pagamento, oltre all’implementazione eccellente della suite di Office. Tuttavia, presenta un potenziale svantaggio: la ubicazione dei server è globale e non si ha certezza sulla posizione fisica in cui i dati vengono archiviati. Liberare spazio su iCloud: guida completa

iCloud Drive: Un’alternativa di fascia alta a Dropbox

Immersi nell’ecosistema digitale di iCloud, si svela iCloud Drive, strettamente interconnesso con altre applicazioni di servizio Apple, tra cui Pages e Numbers. Questa componente integrata di iCloud fornisce agli utenti 5 GB di spazio di archiviazione gratuito, che può essere esteso secondo necessità. Offre opzioni di upgrade che comprendono un pacchetto da 50 GB per un abbonamento mensile di circa 1 euro, mentre l’espansione fino a 2 TB richiede un investimento di circa 10 euro al mese.

Questo servizio di archiviazione su cloud, pur essendo un prodotto di Apple, non è esclusivo per gli utenti di questa marca. Può essere implementato anche su piattaforme Windows, estendendo la sua portata al di là dell’ambito Apple. Tuttavia, iCloud Drive risulta essere una scelta preferenziale per gli utenti Apple, grazie alla sua integrazione nativa con gli account iCloud su Mac e iPhone e al suo utilizzo multiplo. Attraverso la suite di produttività iWork, i servizi di Office di Apple sono inclusi e possono essere utilizzati direttamente tramite il browser, rendendolo un programma simile a Dropbox.

Pro e contro di iCloud Drive

iCloud Drive offre una sincronizzazione fluida tra tutti i dispositivi collegati, rendendo i file facilmente accessibili da qualsiasi dispositivo associato. Tuttavia, la sua portata si limita a piattaforme Apple e Windows, con un sostegno scarso o nullo per altri sistemi come Android. Inoltre, Apple offre un pacchetto Office nativo che consente a più utenti di collaborare simultaneamente sui documenti. Tuttavia, il servizio di cloud tipo Dropbox manca di trasparenza riguardo al luogo di archiviazione dei dati. Questo può preoccupare alcuni utenti riguardo alla sicurezza e alla privacy dei loro file. Come scaricare foto da iCloud: Guida completa

Microsoft OneDrive: un’alternativa affidabile a Dropbox

Microsoft OneDrive è un’opzione degna di considerazione per coloro che stanno cercando alternative a Dropbox. Questa applicazione di archiviazione cloud, acquistabile come componente della suite Microsoft 365, offre accesso a una gamma completa di applicazioni desktop per sistemi operativi Windows e Mac.

Offrendo inizialmente uno spazio di archiviazione gratuito di 5 GB, OneDrive consente di espandere la capacità di archiviazione fino a 100 GB con un costo nominale mensile. Il servizio integra strumenti di produttività come Microsoft Office Online, che consente la modifica di documenti direttamente dal browser web, facilitando inoltre la collaborazione di gruppo con un’ampia gamma di funzioni.

Valutazione dei servizi di OneDrive in confronto a Dropbox

Con un canone mensile inferiore a 10 euro, gli utenti possono accedere a un terabyte (1 TB) di spazio di archiviazione. Questo piano include inoltre l’accesso a applicazioni di Microsoft Office come Word, Excel, PowerPoint e altre, tutte parte dell’offerta Microsoft 365. A differenza di altre app simili a Dropbox, come Google Drive, OneDrive offre la possibilità di utilizzare i programmi Office anche in modalità offline.

In una dimostrazione di flessibilità e valore, il piano da 10 euro al mese consente fino a sei utenti di utilizzare lo stesso account OneDrive, offrendo un TB di spazio di archiviazione per ciascun utente. Inoltre, questi utenti hanno accesso completo a Office 365. Per le organizzazioni, esistono piani separati con caratteristiche e prezzi specifici.

Vantaggi e svantaggi del programma simile a Dropbox: Microsoft OneDrive

Microsoft 365 con OneDrive offre un pacchetto Office avanzato e vantaggioso con numerose funzioni, rendendolo una delle alternative più interessanti a Dropbox. Tuttavia, l’account gratuito fornisce solamente 5 GB di memoria, il che è limitante rispetto ad altre soluzioni cloud simili a Dropbox che offrono spazio gratuito più generoso.

OneDrive offre una varietà di piani per utenti individuali e aziende, con un buon rapporto qualità-prezzo. Tuttavia, un punto di attenzione è la collocazione geografica dei server di OneDrive, che sono distribuiti a livello internazionale. Questo potrebbe sollevare questioni di sicurezza per alcuni utenti riguardo a dove i loro dati sono fisicamente archiviati. Recupero foto iCloud: soluzioni affidabili e veloci

Altre alternative a Dropbox

SecureSafe: un solido deposito di dati svizzero

Focalizzato prevalentemente sulle esigenze aziendali, SecureSafe offre un’alternativa a Dropbox grazie alla sua robusta infrastruttura di sicurezza. Dispone di una serie di cartelle categorizzate che sono personalizzabili secondo le necessità degli utenti. Gli elementi distintivi di SecureSafe includono l’archiviazione dei dati su server criptati situati in Svizzera, una triplice procedura di backup ridondante e l’implementazione del Secure Remote Password Protocol (SRP) per l’autenticazione dell’utente.

Inoltre, SecureSafe non si limita solo a un programma per archiviare i dati online, ma funge anche da gestore di password, con funzionalità di importazione ed esportazione. Per gli utenti individuali, è disponibile una versione gratuita con una capacità di archiviazione di 100 MB e la possibilità di conservare fino a 50 password. Si possono acquistare piani aggiuntivi per aumentare lo spazio di archiviazione.

Pur essendo una soluzione orientata alla sicurezza con server svizzeri, SecureSafe presenta alcune limitazioni. La versione gratuita ha uno spazio di archiviazione limitato e la piattaforma potrebbe risultare costosa per alcuni utenti, data la sua limitata capacità di archiviazione per file e password. Un altro svantaggio è l’assenza di una versione italiana dell’interfaccia.

SpiderOak: una solida alternativa alla crittografia

L’americana SpiderOak è una delle app simili a Dropbox, con un forte impegno nella crittografia dei file. Non a caso, l’ex agente CIA e whistleblower Edward Snowden ha approvato SpiderOak come valida soluzione cloud. A differenza di altre piattaforme, la crittografia dei dati avviene direttamente sul computer dell’utente e non durante il trasferimento, il che significa che solo i titolari dell’account possono accedere ai file.

Tuttavia, la sicurezza ha un prezzo. SpiderOak offre un periodo di prova gratuito limitato, dopodiché gli utenti devono scegliere un pacchetto a pagamento. Anche se SpiderOak offre un’elevata sicurezza e un supporto al cliente di qualità, le sue limitazioni includono server esclusivamente negli Stati Uniti, nessuna versione italiana dell’interfaccia e l’assenza di un’offerta gratuita a lungo termine.

Your Secure Cloud: la soluzione tedesca per la collaborazione sicura

L’alternativa di Dropbox, Your Secure Cloud, pone una grande enfasi sulla sicurezza dei dati. Come SpiderOak, crittografa i dati direttamente sul computer dell’utente. Ma quello che rende Your Secure Cloud unico è che i file vengono memorizzati esclusivamente su server tedeschi.

In aggiunta, presenta funzionalità per la messaggistica e la gestione dei gruppi, utili per facilitare la collaborazione su progetti. Il servizio offre una prova gratuita di 14 giorni, dopo la quale è necessario un abbonamento a pagamento.

Sebbene Your Secure Cloud offre un alto livello di sicurezza dei dati e il supporto a una varietà di sistemi operativi, ha dei limiti. Non offre spazio di archiviazione gratuito, lo spazio di archiviazione acquistabile può risultare costoso rispetto ad altre piattaforme, e il servizio è disponibile solo in inglese e tedesco. Backup su iCloud, la guida completa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.