Come riconoscere app pericolose

By | Luglio 28, 2023
app pericolose

Vediamo come scoprire e neutralizzare le app pericolose sugli smartphone Android. Negli ambiti di informatica mobile, è abbastanza comune imbattersi in situazioni nelle quali un’applicazione specifica, precedentemente installata, diventa inaccessibile o semplicemente scompare dalle schermate visibili. Questa circostanza potrebbe non essere casuale ma indicare la presenza di un’app pericolosa o di software malevolo. Una frazione significativa delle applicazioni scaricate ed integrate in un sistema operativo Android non è necessariamente rappresentata nei display principali. Effettuando un’operazione di scorrimento orizzontale (swipe) per navigare tra le varie schermate, potremmo non individuare l’applicazione oggetto della nostra ricerca. Queste, infatti, potrebbero essere state automaticamente alloggiate all’interno di una cartella specifica, rendendo meno evidente la loro icona o addirittura mascherandola.


La situazione si complica qualora, in concomitanza con la difficoltà nel localizzare un’app, si riscontrino anomalie quali un consumo di batteria più rapido del consueto, oppure l’afflusso di un numero inusuale di annunci pubblicitari durante l’utilizzo del dispositivo. In questo scenario, è plausibile ipotizzare che l’app in questione potrebbe nascondere un malware. L’identificazione e la rimozione di queste applicazioni dannose diventa quindi cruciale per garantire la sicurezza del dispositivo e la protezione della privacy dell’utente. Vediamo dunque come scoprire e neutralizzare le app pericolose sugli smartphone Android.

Android, come trovare le app nascoste

Nell’odierna era digitale, è fondamentale per la sicurezza dei dati personali essere capaci di identificare e gestire correttamente le applicazioni malevole sui propri dispositivi Android. Alcune app, infatti, potrebbero risultare dannose o addirittura essere nascoste nel vostro smartphone senza la vostra consapevolezza.

Se vi accorgete dell’assenza di un’app che eravate certi di aver installato, potrebbe essere semplicemente celata tra quelle nascoste. Ci sono vari modi per accertarsi della sua presenza sul dispositivo. Una delle procedure include la ricerca nella lista delle applicazioni accessibili eseguendo un movimento di “swipe” dal basso verso l’alto sullo schermo. Toccando i tre puntini verticali posti in alto a destra, selezionando “Nascondi app”, è possibile visualizzare l’elenco delle app nascoste. Se l’app desiderata è presente in questa lista, è possibile ripristinarla e spostare l’icona sulla schermata Home.

Un’alternativa per individuare le app dannose consiste nell’accedere alle impostazioni del telefono e seguire il percorso Impostazioni > App e notifiche > Informazioni app. Qui si aprirà una schermata con l’elenco di tutte le applicazioni scaricate e installate.

Ulteriormente, per identificare un’app nascosta, è possibile utilizzare il Play Store di Google per esaminare le applicazioni installate sul dispositivo. Questo si può fare toccando le tre linee orizzontali in alto a sinistra nel Play Store, selezionando “Le mie app e i miei giochi”, e poi esaminando la lista delle app “Installate”.

Se invece notate un’app sulla schermata Home del vostro dispositivo che non ricordate di aver scaricato, è possibile ricavare informazioni sulle sue funzionalità in modo semplice e veloce. Premendo e mantenendo premuto l’icona dell’app, apparirà un pop-up con diverse opzioni. Toccando l’icona delle informazioni (indicata con una “i”), potrete visualizzare i dati relativi all’app e le sue caratteristiche.

Android, come scoprire app pericolose sullo smartphone

Le applicazioni mobile si sono integrate profondamente nella nostra vita quotidiana, rivoluzionando le modalità di interazione e connessione. Tuttavia, bisogna fare attenzione al potenziale lato oscuro di questa rivoluzione digitale: le applicazioni pericolose. Un numero sempre crescente di app, pur apparentemente innocue, nascondono in realtà dei software malevoli, chiamati malware, capaci di compromettere la sicurezza e la privacy dell’utente.

Esistono vari segnali che possono indicare la presenza di app pericolose sul proprio dispositivo Android. Uno dei primi indizi che dovrebbero suscitare sospetto è una batteria che si esaurisce a un ritmo insolitamente accelerato. L’impiego intensivo della batteria può infatti essere un indicatore di attività di background non autorizzate, spesso associate all’operato di app dannose.


Un altro segnale da non sottovalutare riguarda l’interfaccia utente del proprio dispositivo: se notate che l’icona di un’app recentemente installata è scomparsa dalla schermata Home o dalla lista delle applicazioni, potrebbe essere il segno che l’applicazione nasconde un comportamento malevolo.

Inoltre, l’apparizione di applicazioni non riconosciute o non volutamente installate sul vostro dispositivo potrebbe indicare un’azione intrusiva di malware. Infine, un incessante flusso di annunci pubblicitari visualizzati indipendentemente dall’applicazione in uso può essere un segnale di un’app pericolosa.

Identificare e comprendere queste indicazioni può essere fondamentale per garantire la sicurezza del proprio dispositivo mobile. La consapevolezza di come scoprire app pericolose e la prudenza nell’installazione di nuove app rappresentano i primi passi per navigare nel mondo digitale in modo sicuro.


Come riconoscere un virus sul telefono

Le applicazioni dannose, o malware, attaccano prevalentemente i dispositivi mobili seguendo due modalità operative distinte. Il primo approccio consiste nel manipolare l’utente per ottenere il consenso all’attivazione di determinate autorizzazioni, che permetteranno all’app malevola di accedere a dati sensibili, mettendo a rischio la riservatezza delle informazioni personali. Questa situazione può verificarsi, ad esempio, quando un’applicazione di gioco richiede l’autorizzazione per accedere a messaggi di testo e registri delle chiamate, dati che non dovrebbero essere pertinenti al funzionamento del gioco stesso. In questo caso, potrebbe trattarsi di un’app pericolosa.

Il secondo approccio utilizzato dai malware si basa sull’esploitation di vulnerabilità esistenti nell’architettura di sicurezza del dispositivo mobile per ottenere accesso a informazioni sensibili che, in circostanze normali, sarebbero inaccessibili. In quest’ultimo caso, le applicazioni dannose possono eludere le difese tipiche del dispositivo e accedere in modo illecito ai dati personali dell’utente. Entrambe queste modalità di attacco sottolineano l’importanza di sapere come scoprire app pericolose, al fine di proteggere efficacemente la privacy e la sicurezza delle informazioni personali sul dispositivo mobile.

Come eliminare virus sul telefono

L’ecosistema Android può essere infestato da applicazioni malevole, che minacciano la sicurezza e la privacy degli utenti. Per garantire la protezione del dispositivo, il metodo più efficace consiste nel mantenere costantemente aggiornato il sistema operativo e le applicazioni installate. Questo perché gli sviluppatori rilasciano frequentemente aggiornamenti di sicurezza progettati per correggere vulnerabilità e risolvere i bug identificati in seguito ai feedback degli utenti.

È di fondamentale importanza fare attenzione durante l’installazione di nuove app su dispositivi Android. L’adozione di store diversi da quello ufficiale di Google può aumentare la probabilità di incappare in app dannose. Pertanto, si raccomanda l’uso del Play Store di Google, con una particolare attenzione alla valutazione delle app di terze parti. Un’attenta lettura dei commenti degli utenti e un’analisi della reputazione dell’app sono attività fondamentali per garantire la sicurezza del dispositivo.

Se, nonostante le precauzioni, un’app pericolosa viene scaricata, è necessario adottare dei passaggi strategici. Prima di tutto, bisogna individuare l’app malevola, possibilmente tra quelle nascoste, seguendo le indicazioni presenti in questo articolo. Successivamente, è necessario revocare tutte le autorizzazioni concesse all’app e infine rimuoverla dal dispositivo.

In casi in cui tali azioni non siano sufficienti per eliminare l’app dannosa, potrebbe essere necessario l’utilizzo di strumenti software specializzati, come gli antivirus. Questi programmi sono progettati per rilevare e rimuovere app e file infetti dal dispositivo, contribuendo a ripristinare la sua integrità e sicurezza. Quali sono migliori antivirus gratis per Android?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.