Apple Watch Series 6: data di uscita, prezzo, notizie, tutto

By | Giugno 20, 2020
Apple Watch Series 6

L’Apple Watch Series 6 sarà presto presentato da Apple. Questo nuovo modello che sfrutta l’aggiornamento di watchOS beneficerà di molte funzionalità aggiuntive rispetto alla Serie 5, pur mantenendo un design che rispetta il suo lignaggio. Ecco tutto ciò che sappiamo finora sul nuovo smart watch di Apple.

Leader nel mercato dell’orologeria connessa, Apple cercherà di confermare la propria posizione nel settore nel 2020 con la commercializzazione del sua Apple Watch Series 6. L’azienda di Cupertino non rivoluzionerà nulla con questo prodotto, ma piuttosto farà affidamento sui suoi risultati facendo alcuni miglioramenti qua e là.

Il gruppo americano non deve assumersi alcun rischio dato il suo vantaggio sulla concorrenza, che si tratti dei suoi rivali storici (Samsung, Huawei …) o di aziende più specializzate con gli indossabili (Fitbit, Fossil, Garmin …). Quindi vediamo cosa ci aspetta con la nuova generazione di Apple Watch.

Leggi anche: Galaxy Watch Active 2: i coreani ora possono misurare la pressione sanguigna

Qual è la data di rilascio di Apple Watch Series 6?

Apple non ha formalizzato una data di presentazione per il suo orologio collegato Serie 6. Ma è molto probabile che venga annunciato durante il keynote dell’autunno 2020, la conferenza in cui scopriremo anche l’iPhone 12. Tradizionalmente, l’evento si svolge nella prima metà di settembre. Ma i piani di Apple potrebbero essere capovolti quest’anno a causa dei ritardi di produzione causati dall’epidemia di COVID-19. Il keynote potrebbe, secondo diverse indiscrezioni, essere rinviato alla fine di settembre, o addirittura ad ottobre. Se ci fidiamo della strategia adottata per i modelli precedenti, l’Apple Watch Series 6 verrebbe quindi commercializzato dieci giorni dopo la sua presentazione.

Qual è il prezzo dell’Apple Watch Series 6?

In Italia, l’Apple Watch Series 4 è stato venduto al suo rilascio per 429 euro nella sua versione con solo GPS e 100 euro più costoso (529 euro) nella sua versione con connettività mobile. Il marchio ha aumentato leggermente i prezzi l’anno successivo. L’Apple Watch Series 5 era disponibile a partire da 449 euro e ha dovuto aggiungere altri 100 euro per il supporto 4G. Per l’Apple Watch Series 6, possiamo aspettarci un prezzo simile a quello della Serie 5. A meno che non assistiamo a come si dice che cambi la tecnologia dello schermo. In questo caso, possiamo aspettarci un aumento dei prezzi.

Quale schermo e quale design per l’Apple Watch Series 6?

Ad Apple piace guardare al passato proprio ora. Lo abbiamo notato con l’iPhone: l’iPhone SE riprende il telaio dell’iPhone 8 e dell’iPhone 12 che si ispirerebbe al design dell’iPhone 4. Negli orologi collegati anche Apple ha messo su ciò che ha funzionato nel passato. Secondo il leaker Jon Prosser, una fonte molto credibile, l’Apple Watch Series 6 assomiglierà molto all’Apple Watch Series 4.

Una delle voci persistenti su Apple Watch è il passaggio da uno schermo OLED a uno schermo microLED. Questa tecnologia fornirebbe maggiore luminosità allo schermo, il che è molto interessante quando si è alla luce diretta del sole. Tutto con un consumo di energia controllato e mantenendo eccellenti angoli di visione. Un altro vantaggio dei microLED, è che offre contrasti molto migliori rispetto a quelli che si possono vedere con altre tecniche LCD. Il microLED è quindi il perfetto compromesso tra luminosità, autonomia e contrasto.

Sappiamo che Apple ha lavorato su microLED per anni. L’interesse è aumentato di recente da quando abbiamo appreso che Apple aveva investito $ 300 milioni in una grande fabbrica dedicata alla produzione di schermi microLED a Taiwan. È quasi certo che sia l’Apple Watch che beneficerà in primo luogo di uno schermo microLED, seguito dall’iPhone. Ma secondo alcuni rapporti, non sarà per il 2020. OLED o microLED per Apple Watch Series 6, la tendenza varia quindi a seconda delle fonti. L’integrazione di uno schermo microLED sarebbe senza dubbio accompagnata da un aumento del prezzo degli orologi collegati.

Un brevetto suggerisce anche che l’Apple Watch Series 6 potrebbe essere dotato di Touch ID tramite un lettore di impronte digitali sotto lo schermo. Una tecnologia che Apple non ha mai usato su nessun dispositivo finora, preferendo evidenziare il suo sistema di riconoscimento facciale Face ID sul suo iPhone e iPad, mentre nel frattempo gli orologi Apple vengono privati ​​dell’autenticazione biometrica. Al momento devi inserire un codice PIN o utilizzare il Face ID del tuo iPhone per sbloccare l’Apple Watch, il che non è molto pratico.

Per fare ciò, Apple prevede di spostare le antenne dell’orologio dal quadrante al bracciale, liberando così spazio per uno scanner sotto lo schermo (o una batteria più grande nel quadrante). Oltre alle difficoltà di progettazione che ciò rappresenta, significherebbe che i consumatori sarebbero limitati nella scelta del braccialetto sostitutivo. Non sarebbe più possibile ottenere da un produttore di terze parti e il costo dei bracciali sarebbe molto più elevato. Ecco perché è meglio diffidare di queste informazioni per il momento. Una soluzione a breve termine più probabile è quella di integrare il lettore di impronte digitali con la rotella di scorrimento.

Perché dovrebbe rimanere sul dispositivo. Un brevetto potrebbe suggerire che Apple si sarebbe sbarazzata della ruota fisica a favore di un sensore ottico molto più discreto per ottenere un design ancora più raffinato, questo non dovrebbe accadere in questa generazione.

Quale autonomia per Apple Watch Series 6?

Questa è senza dubbio la principale debolezza degli smartwatch Apple: la loro batteria si scioglie come neve al sole. In molti casi, l’utente deve ricaricarlo ogni giorno per evitare di rimanere senza carica. Un problema che vediamo sistematicamente su tutti i modelli finora.

Il nuovo chip che equipaggerà l’Apple Watch Series 6 probabilmente consumerà meno energia. Ma non è certo che Apple riuscirà quest’anno ad aumentare le dimensioni della batteria. L’autonomia dipenderà anche dalla tecnologia dello schermo utilizzata, OLED o microLED. Secondo il leaker Apple specializzato Nikias Molina, l’autonomia avrà comunque un impulso con questa nuova iterazione. Resta da vedere fino a che punto.

Quali sono le nuove funzionalità?

Bloomberg ne stava parlando nel 2019, l’Apple Watch dovrebbe finalmente beneficiare del proprio sistema di tracciamento del sonno secondo il media The Verifier. Stranamente, finora ha fatto affidamento su servizi di terze parti per fornire questa opzione. Questa volta dovrebbe essere integrato direttamente in watchOS 7 e nell’ecosistema Apple. Potremmo avere conferma di queste informazioni non in autunno, ma a partire dal WWDC 2020.

Ne parliamo da molto tempo, l’Apple Watch Series 6 sarà in grado di misurare il livello di ossigeno nel sangue (SpO2). L’opzione è stata confermata da diverse fonti e la menzione di tale funzione è stata rilevata su iOS 14. Se la pressione è considerata troppo bassa (inferiore all’80%), chi lo indossa riceverà una notifica. Un livello di ossigeno nel sangue deve essere compreso tra il 95% e il 100%.

Un risultato diretto della misurazione dei livelli di ossigeno nel sangue, l’Apple Watch Series 6 potrebbe rilevare attacchi di panico, ci dice Jon Prosser. L’orologio collegato sarebbe in grado di rilevare l’iperventilazione nell’utente analizzando il livello di ossigeno nel sangue e abbinerà questi dati a quello della frequenza cardiaca per determinare se chi lo indossa ha un attacco di panico. 

Il dispositivo potrebbe persino prevedere un attacco di panico. In questo caso, sullo schermo apparirà un messaggio di avviso e il sistema offrirà una serie di esercizi di respirazione per cercare di calmare l’utente. Se corre o guida, watchOS gli consiglierà di interrompere questa attività. Questa è probabilmente la funzionalità di “salute mentale” promessa dai leaker Max Weinbach e EverythingApplePro.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.