Arduino vs Raspberry Pi: qual è la migliore piattaforma fai-da-te?

By | Marzo 4, 2021
Arduino vs Raspberry Pi

Se stai pianificando un nuovo progetto tecnologico e stai cercando un piccolo computer a scheda singola che possa fungere da cervello del tuo progetto, probabilmente considererai uno dei due dispositivi: un Raspberry Pi o un Arduino. Entrambi sono rivolti a professionisti e hobbisti che cercano di costruire nuovi entusiasmanti progetti con un basso costo di ingresso.


Entrambe le schede Raspberry Pi e Arduino presentano vantaggi, svantaggi e casi d’uso ideali, a seconda dei requisiti del progetto. Se non sei sicuro di quale sia la scheda migliore nella battaglia tra Ardunio e Raspberry Pi, ecco una guida per aiutarti a decidere.

Prestazioni e specifiche

Se stai pensando a una scheda sostitutiva per PC, ti risponderemo ora: un Raspberry Pi è l’unica opzione (almeno rispetto a un Arduino). Con i più recenti Raspberry Pi 4 e 4B che offrono tra 1 GB e 8 GB di RAM e un processore ARM v8 quad-core da 1,5 GHz, hai molta potenza in una scheda molto piccola.


Anche i modelli Pi più piccoli (le schede Zero e Zero W) offrono una potenza significativa per le loro dimensioni, con una CPU ARM da 1 GHz, 512 MB di RAM, intestazioni GPIO per le espansioni e supporto WiFi e Bluetooth integrato.

Come il Pi, ci sono vari modelli di Arduino, con Arduino Uno che offre una SRAM da 2 KB molto piccola e un microcontrollore da 16 MHz per progetti molto specifici. All’altra estremità della scala c’è l’Arduino Portena H7, con un microcontrollore dual-core Cortex M7 + M4 ARM, tra 8 MB e 64 MB di RAM e Bluetooth e WiFi integrati.

È un confronto equo? Probabilmente no, perché Raspberry Pi e Arduino sono due prodotti molto diversi. Un Arduino è una scheda personalizzabile e programmabile per progetti hardware personalizzati, mentre il Raspberry Pi è un computer più “tradizionale” a sé stante, con supporto per varie distribuzioni Linux e hardware adatto per l’avvio.


La velocità e le prestazioni sono una vittoria per il Pi, ma Arduino non ha bisogno di eseguire tutte le applicazioni complesse che deve fare un Raspberry Pi (con una distribuzione Linux completa). L’unico confronto equo potrebbe essere con un Raspberry Pi Pico, la scheda microcontrollore per hobby con un processore ARM Cortex M0 + dual-core e 264 KB di RAM.

Funzionalità

Come abbiamo già accennato, il Raspberry Pi è un computer molto potente per le sue dimensioni. Mentre i modelli precedenti (dal Pi originale al Raspberry Pi 3) erano probabilmente piuttosto lenti, i modelli più recenti (Raspberry Pi 4 e 4B) offrono enormi miglioramenti delle prestazioni.

Ciò ti consente di sostituire il tuo PC funzionante con un Raspberry Pi. Non è l’ideale per i giochi (ad eccezione dei giochi retrò ) o per la codifica video, ma è un server o un PC completamente funzionante. Può anche essere integrato in un numero qualsiasi di progetti, che si tratti di costruire una stazione meteorologica o come centro nevralgico di una costruzione robotica.


L’Arduino non ha la stessa funzionalità in qualche modo, ma si rivolge a un pubblico diverso. Se sei un abile programmatore, puoi programmare il tuo Arduino per eseguire qualsiasi attività ti piaccia. Potrebbe diventare un’auto telecomandata, un allarme domestico, un sistema di comunicazione: tutto è possibile con l’attrezzatura giusta collegata.

Espandere Arduino è il modo migliore per far emergere il vero potere che c’è dietro. Se sei soddisfatto della programmazione, è un ottimo modo per creare un progetto economico e semplice. Tuttavia, il Raspberry Pi offre molti degli stessi vantaggi, con numerose schede aggiuntive (denominate HAT) che possono essere posizionate sull’intestazione GPIO a 40 pin sulla scheda stessa.

Potresti scegliere un Arduino per dimensioni o requisiti di alimentazione, ma se hai bisogno di prestazioni e funzionalità, il Raspberry Pi è il vincitore assoluto.

Usabilità


Sebbene Arduino e Raspberry Pi siano schede con molto potenziale, ciò non significa che siano eccezionalmente difficili da usare. Entrambe le schede hanno le loro origini nell’istruzione, con il Pi creato per aiutare scuole e genitori a reintrodurre la curiosità in stile anni ’80 che incoraggiava i bambini a imparare a programmare.

Come una scheda microcontrollore, Arduino è il sogno di un programmatore principiante. Lo stesso sito Web di Arduino offre tutorial e codice di esempio per aiutarti a creare nuovi progetti. Mentre il Raspberry Pi consente agli utenti di fare molte cose contemporaneamente, Arduino si concentra su un unico scopo, creato e codificato dal suo utente.

Sfortunatamente, Arduino utilizza C ++ come linguaggio principale per il suo codice. Questo non è il linguaggio più facile da imparare o utilizzare, a differenza del Python per principianti che il Raspberry Pi supporta completamente (insieme ad altri importanti linguaggi di programmazione).


Se la programmazione non fa per te, non è nemmeno necessario programmare con Raspberry Pi. L’installazione del sistema operativo Raspberry Pi o di un’altra distribuzione Linux ti fornirà un sistema operativo completo, inclusa un’interfaccia utente grafica che ti consente di eseguire software standard come Google Chrome o LibreOffice.

È anche molto più facile controllare e utilizzare un Raspberry Pi, anche da un terminale. I comandi del terminale Linux sono facili da imparare, ma se preferisci evitarlo, puoi farlo: questo è il successo del Raspberry Pi, che offre una barriera di accesso molto bassa per principianti e dilettanti.

Lo stesso non si può dire per Arduino, purtroppo. Se sei pronto ad accettare la curva di apprendimento più dura, tuttavia, può essere il fulcro di un nuovo fantastico progetto, ma un Raspberry Pi ti porterà lì più velocemente.

Costo

Potenza e usabilità sono una cosa, ma il costo è importante, soprattutto per un progetto hobbistico con un budget modesto. Per fortuna, sia Arduino che Raspberry Pi sono estremamente economici da acquistare e utilizzare.

Nella parte inferiore della gamma di modelli Raspberry Pi c’è il Raspberry Pi Pico. A soli $ 4, questo minuscolo controller è il centro nevralgico programmabile di un progetto per hobbisti. A differenza di Arduino, supporta C e MicroPython (Python per microcontrollori), rendendolo un sistema più facile da usare.

Per prestazioni complete, tuttavia, il Pi 4 Model B costa tra $ 35 (per 2 GB di RAM) e $ 75 (per 8 GB), a seconda del rivenditore. Puoi anche prendere lo Zero W più piccolo e meno potente per $ 10. Altre schede (come le vecchie Pi, 2, 3 e 3B) hanno un prezzo simile, con sconti disponibili a causa della loro età e specifiche inferiori.

Per fortuna, anche le schede Arduino sono convenienti. Sono disponibili molte schede Arduino, ma alcune delle più comuni, come Arduino Uno, costano circa $ 20-30. Altre schede (come la Pro Mini) possono costare fino a $ 10, con la Mega che costa $ 60 e la Portena H7 che costa $ 99,99.

Essendo una scheda open source, Arduino ha anche un numero di cloni a fasce di prezzo simili. Con il Raspberry Pi Pico che costa solo $ 4, tuttavia, il microcontrollore del Raspberry Pi è ancora il miglior rapporto qualità-prezzo, ma questo dipenderà dalle prestazioni e dai requisiti di alimentazione del tuo particolare progetto.

Arduino vs Raspberry Pi: qual è il migliore per te?

Potrebbe essere facile dire che c’è un vincitore in questa battaglia, ma non c’è. Un Arduino o un Raspberry Pi sarebbero ottimi centrotavola per un progetto che stai realizzando. Ma la maggior parte dei principianti troverà il Raspberry Pi più facile da configurare e utilizzare. Offre anche più potenza, funzionalità e una barriera d’ingresso molto più bassa per i principianti assoluti.

Grazie a numerosi componenti aggiuntivi e a un sistema operativo adatto ai principianti, ci sono molti progetti Raspberry Pi facili che puoi provare. Puoi persino combinare i due, collegando un Arduino a un Raspberry Pi utilizzando i pin di intestazione GPIO per progetti più ampi. Se hai appena acquistato un nuovo Raspberry Pi, tuttavia, potresti prima aggiornarlo.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!