Arriva in Italia Brata, il virus (per Android) che svuota i conti. Come proteggersi

By | Aprile 6, 2022
virus Brata

Brata è il nuovo virus che attacca gli smartphone Android, mirando a prosciugare i fondi delle app finanziarie utilizzate dalle vittime. Negli ultimi giorni la compagnia Cleafy Labs ha rilevato un’impennata nella diffusione di questa minaccia in Europa, dovuta a un aggiornamento che la rende operativa al di fuori del paese di origine, il Brasile.

Come agisce il virus Brata

Il funzionamento del virus parte da un messaggio di phishing, il cui testo invita l’utente a cliccare su un link. L’SMS millanta di provenire dalla banca del malcapitato, avvisando di un fantomatico blocco o anomalia del conto corrente. Qualora cliccato, il link conduce a una pagina web malware che dà avvio all’installazione di una app, dalla denominazione “Sicurezza avanzata”, “Sicurezza dispositivo” o “Antispam”.

In seguito all’accettazione delle richieste – di origini sconosciute – di installazione, la vittima viene reindirizzata su un sito in cui inserire le credenziali del proprio conto bancario, inclusa password o PIN. Nel momento in cui l’utente conferma la correttezza dell’inserimento dei propri codici personali, il virus registra tutti i dati, cominciando la sottrazione delle risorse economiche. Ma non è tutto: a seguito del prosciugamento delle risorse presenti sulle applicazioni finanziarie, Brata genera un reset forzato dello smartphone, beffando ulteriormente gli utenti.

Come proteggersi da queste truffe: il vademecum della Polizia di Stato

Sul computer fisso o su PC quasi tutti utilizzano un antivirus per proteggersi da attacchi informatici di questo tipo. Lo stesso accorgimento dovrebbe essere adottato per proteggere gli smartphone Android, che risultano essere la categoria più colpita dal malware Brata. Esistono una serie di precauzioni da seguire per proteggere i dispositivi mobile dai virus, consigliate dalla Polizia di Stato. Ecco il vademecum:

  • Aggiornare l’antivirus e il sistema operativo.Questo accorgimento aiuta a individuare rapidamente le minacce per i dispositivi. In commercio esistono varie tipologie di antivirus per Android, tanto a pagamento quanto gratis. Leggendo alcune guide disponibili online è possibile acquisire tutte le informazioni necessarie per scegliere l’antivirus più adatto alle proprie esigenze.
  • Non aprire le e-mail di phishing. Queste email hanno l’unico scopo di sottrarre dati sensibili alle vittime ignare, specie quelli relativi alle carte di credito, e arrivano camuffate come se provenissero dalla banca o da istituti di credito.
  • Fare attenzione alle password. Queste vanno custodite sempre con grande attenzione (specialmente quelle relative a carte di credito o a conti bancari) e non vanno mai salvate all’interno delle email.
  • Cambiare spesso la password. I codici di accesso agli account devono essere modificati frequentemente, optando per codici di almeno 10-12 caratteri, che includono numeri, minuscole e maiuscole e almeno un carattere di punteggiatura speciale. Evitare password banali, facili da violare e poco sicure.
  • Non rispondere mai a richieste di dati. Diffidare sempre delle mail che chiedono l’inserimento di un nome utente e di una password: il loro unico scopo è spingere a fare delle operazioni o a rivelare i codici delle carte di pagamento.

È bene seguire accuratamente il vademecum della Polizia di Stato – diffuso attraverso la pagina Facebook “Una vita da social”, nata appositamente per diffondere comunicazioni pubbliche con un linguaggio semplice e diretto – considerati i rischi a cui ci si espone attraverso l’accesso alla rete internet e ai diversi virus circolanti più o meno rischiosi, come Brata.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!