Come bloccare il Phishing senza installare nessun programma

By | Novembre 16, 2016

Come bloccare il Phishing senza installare nessun programma, a volte, sul web, basta un click su un link in apparenza inoffensivo e la frittata è fatta. Toolbar indesiderate, spyware, virus e malware di qualunque sorta sono continuamente in agguato, pronti ad infettarci per intaccare la nostra privacy o la salute del nostro Pc.

A questo si aggiunge lo spam, che non rappresenta solo una perdita di tempo nella gestione della posta elettronica, ma comporta addirittura un pericolo concreto per la nostra sicurezza, in quanto viene impiegato per diffondere pericolosi malware.

Mai e poi mai aprire un file in allegato in un’email di spam qualunque sia la sua estensione, anche se cattura il nostro interesse.

Nell’articolo vedremo come possiamo solcare i mari di internet in totale sicurezza da qualunque dispositivo. E il tutto senza pagare un centesimo.

Come bloccare il Phishing senza installare nessun programma

Il phishing è un metodo usato dai pirati informatici per attirarci con l’inganno su siti fasulli, all’apparenza identici a quelli che navighiamo normalmente, in questo modo l’utente preso di mira pensando di stare di davanti ad una pagina web affabile, come quella della propria banca, di eBay, di PayPal eccetera, provvede ad effettuare l’accesso inserendo le proprie credenziali.

In realtà l’impostore puo’ così venire a conoscenza dei vostri dati di login e utilizzarli per i suoi scopi fraudolenti.

Malgrado l’impegno di Google e delle forze dell’ordine il rischio di Phishing ancora alto, e sono migliaia di siti fraudolenti attualmente attivi.

In sostanza l’attacco viene portato a termine in questo modo.

Si riceve un’e-mail dove ci viene chiesto dal nostro istituto di credito ad esempio, di modificare la password di accesso per motivi di sicurezza, e ci viene fornito il link per provvedere l’operazione.

Il link in realtà punta a un sito che è una fotocopia di quello reale, e che viene utilizzato al esclusivamente per acquisire le nostre informazioni personali, nome utente, password, numero di conti bancari, numeri di carte di credito, date di nascita e altro ancora.

Con un pò di buon senso però si può evitare di finire nella trappola, innanzitutto non facciamoci abbindolare da queste mail, anche se presentano i loghi della banca, di Apple o altro.

Fate attenzione se sono presenti errori di grammatica all’interno della mail, sono spesso un avvertimento che si tratta di una imbroglio orchestrato da pirati stranieri.

Diffidiamo dalle mail che hanno un carattere familiare, gli istituti bancari usano sempre un tono formale, non fidiamoci dei messaggi che pretendono di venire dalla nostra banca, e che ci invitano a cliccare su un link per accedere al sito.

In caso di dubbi apriamo una pagina del browser e digitiamo direttamente l’indirizzo reale del sito web, mai accedervi tramite link contenuti nei messaggi.

Aggiungiamo al browser Firefox o Chrome l’estensione: Web of Trust da www.mywot.com.

Ci aiuterà a riconoscere la fama di un sito web di cui abbiamo aperto la pagina, per identificare quelli pericolosi che potrebbero essere di phishing.

I browser contengono già strumenti di difesa contro il phishing che possiamo abilitare per navigare più sicuri.

Con Chrome e andiamo nelle impostazioni clicchiamo mostra impostazioni avanzate, e in privacy, assicuriamoci che sia spuntata la voce attiva protezione contro phishing e malware.

In Internet Explorer andiamo in strumenti sicurezza, e selezioniamo attiva filtro SmartScreen, in questo maniera laddove ci si imbatte in un sito di phishing un pop up ci notificherà del pericolo.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.