Come bloccare un telefono cellulare tramite IMEI e a cosa serve

By | Marzo 8, 2019

Come bloccare un telefono cellulare tramite IMEI e a cosa serve. Nel momento che hai perso o ti hanno rubato il tuo dispositivo mobile, hai pensato a cosa potresti fare per bloccare il tuo telefono. E cosi la prima cosa che hai fatto è stata quella di bloccare la SIM. Hai fatto sicuramente una buona cosa, ma non quella migliore. La scelta migliore in questo momento è quella di bloccare un telefono cellulare tramite IMEI.

Il modo migliore per rintracciare un telefono Android perso?

In tal modo, impedirai a chiunque di utilizzare il tuo smartphone. Non sarà possibile effettuare o ricevere chiamate, inviare messaggi o utilizzare applicazioni. Naturalmente, avrà accesso a tutti i contenuti che hai in esso, come le tue foto o applicazioni. E la cosa migliore è che se lo recuperi, puoi sbloccarlo facilmente. Ti insegniamo come fare e, soprattutto, a cosa serve.

L’IMEI, è il passaporto del tuo cellulare

Logicamente, prima di bloccare un telefono cellulare tramite IMEI, la prima cosa che dovresti sapere è che cos’è l’IMEI (International Mobile Equipment Identity) del tuo telefono. Questo non è altro che un codice univoco di numeri che è collegato al tuo dispositivo e che troverai nella fattura del negozio in cui hai acquistato lo smartphone o sulla confezione da cui proviene. Qualcosa come il tuo passaporto.

Puoi anche conoscere l’IMEI nelle impostazioni del telefono. Lo abbiamo trovato su Android in Impostazioni> Sistema> Informazioni sul telefono e in iPhone in Impostazioni> Informazioni> IMEI sebbene questo menù possa variare leggermente a seconda della versione del dispositivo o del sistema operativo. Puoi anche trovarlo componendo sul tuo cellulare *#06#.

Logicamente, non puoi usare nessuna di queste opzioni se il tuo cellulare è stato rubato.

Una volta che hai il codice IMEI, è tempo di bloccare il telefono tramite IMEI. Devi ricordarti dove hai comprato il telefono e se hai ancora lo stesso operatore. Tale opzione potrebbe cambiare il metodo di blocco del telefono tramite IMEI. In un modo o nell’altro, i passaggi sono semplici.

  • Se hai acquistato il telefono dallo stesso operatore con cui ti trovi attualmente, sarà sufficiente chiamare e chiedere di bloccare il telefono con l’IMEI.
  • Se hai cambiato l’operatore, la prima cosa che dovresti fare è chiamare per registrare l’IMEI con la compagnia attuale. Ognuno di essi ha il proprio database e non sarà possibile bloccarlo con un “nuovo” operatore se non lo si è già registrato in precedenza.
  • Una volta registrato l’IMEI dello smartphone con l’attuale operatore, è possibile bloccare il cellulare con il codice.

Nessuna chiamata, nessun messaggio, nessuna connessione dati

In cosa consiste bloccare un telefono cellulare tramite IMEI? In pratica, previene l’uso delle schede SIM nel tuo smartphone, quindi non sarà possibile chiamare o ricevere chiamate o messaggi o collegarti a Internet attraverso i dati. Sì, saranno in grado di farlo se riusciranno a sbloccarlo e resettarlo, anche se per farlo, dovranno usare il WiFi e cosi sarà possibile sapere dove si trova il tuo cellulare.


Ritrovare telefono Android perso

In breve, il dispositivo non sarà più operativo al cento per cento e la persona che lo ha rubato (o trovato) non può fare praticamente nulla con esso o almeno, nulla che dovrebbe fare un telefono cellulare come chiamare o inviare messaggi.

Come bloccare un numero di telefono su un cellulare Android o iPhone

Come bloccare un numero di telefono su iPhone o iPad

Ricorda che quando si blocca lo smartphone con l’IMEInon si eliminano i dati, si impedisce solo che venga utilizzato per chiamare o utilizzare la maggior parte delle applicazioni. Infatti, se non si dispone di un pattern di blocco o PIN, la persona che ha il tuo telefono può accedere a tutte le informazioni che contiene.

Quando si blocca un telefono cellulare tramite IMEI, si impedisce la creazione o la ricezione di chiamate o messaggi o connessione ad Internet, ma il contenuto non viene eliminato.

Cancellare i dati dal tuo telefono Android

Android Device Manager è una fantastica app creata da Google. Puoi farlo suonare, localizzare e cancellare la memoria del tuo telefono. Ecco come usarla.

  1. Vai a questo link: Android Manger
  2. Accedi all’account Google che utilizzi sul tuo dispositivo.
  3. Attendi che Google trovi il tuo dispositivo.
  4. Prima fai squillare il tuo dispositivo, potrebbe essere a casa di un amico o a casa tua.
  5. Reimposta la tua password o creane una nuova se non ne avevi una.
  6. Pulire infine la memoria del dispositivo se si dispone di informazioni veramente importanti su di esso, per impedire l’uso improprio.

Naturalmente, se alla fine trovi il telefono, sarà sufficiente una semplice chiamata al tuo operatore per sbloccarlo. In ogni caso, bloccare e sbloccare il telefono tramite IMEI non è un processo veloce e può richiedere fino a due mesi. Pertanto, prima di farlo è importante assicurarsi di averlo effettivamente perso o che sia stato veramente rubato.

Come proteggere le tue informazioni se perdi il tuo Android

Author: Morgana

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.