Come svuotare cache browser

By | 29 Aprile 2024
svuotare cache browser
  • Perché è importante svuotare la cache del browser? Svuotare la cache del browser può migliorare le prestazioni del browser, risolvere problemi con la visualizzazione di pagine web e garantire che i contenuti visualizzati siano aggiornati. La cache accumula dati che possono diventare obsoleti o corrotti, influenzando negativamente la velocità e la funzionalità del browser.
  • Come si può svuotare la cache su Google Chrome? Per svuotare la cache su Google Chrome, clicca sui tre punti verticali nell’angolo in alto a destra, seleziona “Altri strumenti” e poi “Cancella dati di navigazione”. Nella finestra che appare, assicurati di selezionare “Immagini e file memorizzati nella cache” e poi clicca su “Cancella dati”.
  • Quali sono i potenziali rischi di non svuotare mai la cache del browser? Non svuotare mai la cache del browser può portare a problemi di caricamento delle pagine web, prestazioni ridotte e potenziale rischio di sicurezza a causa di dati obsoleti che possono essere sfruttati da malware o hacker. Inoltre, una cache piena può occupare spazio prezioso sul disco rigido.

Nel corso dell’utilizzo quotidiano di Internet, i browser accumulano una serie di dati che includono le preferenze dell’utente, le ricerche effettuate e la cronologia di navigazione. Per mantenere il browser operativo in modo ottimale, è consigliabile periodicamente svuotare la cache e i cookie. Proseguendo nella lettura, scoprirai come eliminare la cronologia in diversi browser.

Cos’è la Cache?

Il termine ‘cache’ identifica quella porzione del disco rigido dedicata a memorizzare i file del browser che potrebbero essere riutilizzati. Senza questa funzionalità, la navigazione sarebbe più lenta poiché ogni sito web richiederebbe il download di numerosi file ad ogni visita. Questi includono elementi come il logo del sito, le immagini di sfondo, i font, oltre ad aspetti tecnici come CSS, HTML e JavaScript. La cache, quindi, archivia localmente questi file, accelerando le visite future e migliorando l’esperienza di navigazione.

Perché Svuotare la Cache?

Svuotare la cache significa eliminare tutte le informazioni salvate sul disco fisso che sono state accumulate nella cache. Ecco alcune ragioni per cui potresti voler pulire la cache:

  • Massimizzare le prestazioni: A seconda delle impostazioni, la cache può espandersi notevolmente e occupare molto spazio su disco. Più informazioni sono salvate, più il computer potrebbe rallentare durante la navigazione. Svuotare la cache può aiutare ad aumentare i tempi di caricamento delle pagine web e migliorare le prestazioni del dispositivo.
  • Visualizzare le pagine più recenti: In teoria, ogni volta che revisiti un sito web, la cache controlla se ci sono stati cambiamenti per mostrarti le pagine aggiornate. Tuttavia, questo non sempre avviene: a volte la cache carica le pagine più vecchie memorizzate, il che significa che potresti non vedere la versione più recente. Svuotando periodicamente la cache, costringi il browser a ricaricare da zero, garantendo la visualizzazione delle pagine più aggiornate.
  • Mantenere la sicurezza: Utilizzando un computer pubblico o condiviso, svuotare la cache può aiutare a proteggere la tua privacy. Se non svuoti la cache, chiunque utilizzi il computer dopo di te potrebbe vedere la tua cronologia di navigazione. Inoltre, la cache può memorizzare dati privati richiesti da alcuni siti web, che potrebbero essere accessibili al prossimo utente.
  • Risolvere errori del browser: A volte, la cache può causare problemi di navigazione, come siti web lenti nel caricamento o che presentano errori. Spesso, puoi risolvere questi problemi svuotando la cache prima di chiudere e riaprire il browser.

Differenza tra Cache e Cookie

Entrambi, cache e cookie, sono progettati per migliorare le prestazioni dei siti web e l’esperienza utente memorizzando dati sui tuoi dispositivi. Tuttavia, esistono differenze tra i due:

  • I cookie sono utilizzati per memorizzare informazioni per tracciare differenti caratteristiche relative all’utente, mentre la cache è utilizzata per accelerare il caricamento delle pagine web.
  • I cookie memorizzano informazioni come le preferenze degli utenti, mentre la cache conserva file di risorse come audio, video o file flash.
  • I cookie di solito scadono dopo un certo tempo, ma la cache rimane nel dispositivo dell’utente fino a quando non viene rimossa manualmente.

Svuotare la cache browser su PC

Svuotare cache Chrome

Quando si desidera svuotare la cache e altri dati di navigazione su Google Chrome, è possibile accedere alle opzioni tramite il menù Impostazioni in alto a destra e poi su “Cancella dati di navigazione”. Si aprirà una finestra dove è possibile eliminare non solo la cache, ma anche la cronologia di navigazione, i cookie, le immagini memorizzate (che accelerano il caricamento delle pagine in visite successive), le password salvate e molto altro. Questa operazione può essere limitata a periodi di tempo specifici: l’ultima ora, il giorno corrente, la settimana passata, il mese scorso o tutto il periodo dall’inizio. In aggiunta, su Chrome non è possibile impedire la raccolta automatica della cronologia di navigazione. Tuttavia, navigando su myactivity.google.com, è possibile gestire e svuotare la cache e l’attività di navigazione regolando le impostazioni per cancellare automaticamente i dati ogni 3, 18 o 36 mesi. Si può anche gestire in modo più dettagliato tramite l’opzione “Gestisci tutta l’attività Web e App”.

Svuotare cache Microsoft Edge

Essendo basato su Chromium, Microsoft Edge condivide molte funzionalità di gestione dei dati di navigazione con Chrome. Premendo Ctrl+Shift+Canc, o digitando “edge://settings/clearBrowserData” nella barra degli indirizzi, o ancora accedendo al menu impostazioni tramite il simbolo delle tre puntine, si può procedere alla pulizia di dati quali cronologia di navigazione e cookie. Questa azione può essere eseguita su tutti i dispositivi sincronizzati, a meno che non si esca dal browser prima di procedere. Edge offre anche la possibilità di impostare la cancellazione automatica della cronologia ogni volta che si chiude il browser. Inoltre, attraverso la pagina della privacy del proprio account Microsoft, è possibile svuotare la cache e la cronologia delle attività sincronizzate online.

Svuota cache su Safari

Su macOS, Safari è il dominatore indiscusso tra i browser. Per eliminare la cronologia delle visite ai siti web è sufficiente cliccare su “Cronologia” e poi su “Cancella cronologia”, selezionando il periodo di tempo desiderato. Oltre alla cronologia, questa operazione rimuove anche cookie e cache. Se si preferisce, è possibile visualizzare tutta la cronologia e rimuovere singoli siti o gestire i cookie accedendo a “Safari > Preferenze > Privacy” e poi su “Gestisci dati dei siti web”.

Svuota cache su Mozilla Firefox

In Firefox, è possibile accedere alle opzioni di svuotamento della cache dal menu a forma di hamburger, selezionando “Impostazioni > Privacy e sicurezza”. Qui, si trova la sezione “Cronologia”, dove è possibile configurare il browser per ricordare o no la cronologia di navigazione. La funzione “Cancella cronologia” permette di scegliere l’arco temporale da considerare (da un’ora a tutto) e i dati da eliminare, inclusi cronologia, login, form/ricerche, cookie e cache. È importante anche controllare la sezione “Sincronizzazione”, in quanto, se si è loggati con un account Mozilla Firefox, la cronologia (oltre ai segnalibri, schede, password e preferenze) potrebbe essere sincronizzata con altri dispositivi.

Svuotare la cache su Opera

Opera, anch’esso basato sul motore di Chromium, offre funzionalità simili a quelle di Chrome per la gestione della cronologia e dei dati di navigazione. Dal menu principale, cliccando sull’icona dell’orologio nella barra di navigazione, si può accedere a “Cancella dati di navigazione”. Opera offre inoltre una funzionalità VPN integrata, accessibile digitando “opera://settings/vpn” nella barra degli indirizzi, che aumenta la sicurezza durante la navigazione.

Svuotare la cache browser sui Dispositivi Mobili

Safari su iOS

Nel sistema operativo iOS di Apple, Safari è configurato come il browser predefinito su iPhone e iPad. Per evitare di registrare una cronologia delle navigazioni, è consigliabile utilizzare la modalità Privata durante la navigazione. Quando si necessita di eliminare dati accumulati, è possibile procedere accedendo a Impostazioni > Safari e selezionare “Cancella cronologia e dati dei siti web”. Questo comando permette di svuotare la cache del browser e di eliminare sia la cronologia di navigazione che i cookie, influenzando anche i dati salvati su iCloud e su altri dispositivi associati allo stesso account iCloud. Per esempio, questo processo è simile al riordinare una scrivania, rimuovendo tutti i documenti non necessari e lasciando solo lo spazio pulito.

Se si desidera rimuovere dati specifici di determinati siti web, si può ritornare a Impostazioni > Safari, scorrere fino a Avanzate > Dati dei siti web. Dopo il caricamento, che può richiedere qualche istante, si visualizzerà l’elenco di tutti i siti visitati. Qui è possibile svuotare la cache del browser per siti specifici toccando “Modifica” e poi il simbolo [meno] accanto a ciascun sito, oppure si può semplicemente scorrere verso sinistra per eliminarli.

Chrome su Dispositivi Mobili

Il browser Chrome di Google è lo standard su tutti i telefoni Android e può essere scaricato anche su dispositivi iOS. Per accedere alla cronologia, sia su Android che su iOS, è sufficiente aprire il menu a tre punti e selezionare “Cronologia”. Qui si visualizza un elenco di tutti i siti visitati, inclusi quelli accessibili tramite gli account Google sincronizzati su altri dispositivi.

Gestione della Cronologia su Chrome Mobile

Su iOS, gli utenti possono scegliere tra modificare o svuotare la cache tramite l’opzione “Cancella dati di navigazione”. Questa opzione, l’unica disponibile su dispositivi Android, presenta una finestra di dialogo che permette di eliminare la cronologia di navigazione, i cookie, i dati memorizzati nella cache, le password salvate e i dati di compilazione automatica. È possibile selezionare specificamente quali dati rimuovere. Gli utenti Android hanno anche la possibilità di limitare l’eliminazione a un’ora, un giorno, una settimana, un mese o a tutto il periodo. Questa funzionalità può essere paragonata al decidere quanto profonda debba essere una pulizia di primavera, scegliendo se spazzare via solo l’accumulo recente o tutto quello che si è sedimentato nel tempo. Browser leggeri per Windows