Che caratteristiche deve avere il perfetto smartwatch?

By | Dicembre 2, 2019
Che caratteristiche deve avere il perfetto smartwatch?

L’accessorio tecnologico per antonomasia oggi è lo SmartWatch. Non solo serve per indicare la data e l’ora, ma è dotato pure di un sistema operativo che recepisce notifiche e supporta l’installazione di applicazioni di ogni genere o specie.


In commercio si trova una vasta gamma di modelli, ognuno dei quali esegue miliardi di operazioni utili: dai comandi vocali, alla connessione in rete, dal GPS ai pagamenti immediati e tanto altro ancora. Può diventare dunque difficile selezionare quello che fa al caso nostro.

Quali caratteristiche deve avere uno SmartWatch?

I requisiti di questo congegno elettronico sono molteplici e mutano in base all’uso che ne dobbiamo fare. In fondo parliamo di dispositivi multi funzione, che vanno capiti e gestiti in maniera facile e veloce.

L’importanza del software

Di solito il primo elemento che si guarda è la sostanza. Esso concerne la potenza della batteria, l’estetica dei cinturini, le dimensioni del quadrante nonché la sua forma, i colori dello schermo. Tuttavia un requisito base che va osservato prima dell’hardware è il software.

Si tratta di una caratteristica fondamentale che dà un valore aggiunto allo SmartWatch perché consente l’interazione con il proprio smartphone e l’uso a 360 gradi delle sue funzionalità.

Il sistema operativo viene scelto imparando a fare la distinzione tra gli SmartWatch e gli SmartBand. Se il primo è un telefono cellulare in miniatura e di ultima generazione, il secondo è un braccialetto intelligente che si occupa in particolare di monitorare l’attività sportiva (ovviamente il loro costo è molto più basso).

L’estetica

Per quel che concerne l’estetica, di solito si guarda a modelli con il quadrante squadrato che danno una maggiore sensazione di innovazione e tecnologia all’avanguardia. Viceversa si trovano anche quelli con quadrante tondo, ma di solito vengono esclusi dalle preferenze perché sono troppo similari ai classici orologi.

Sempre riguardo al display, è importante scegliere quello con led integrato per avere una migliore visuale. Meglio ancora se si opta per l’e-Paper che è simile a quello degli e-book e ha una maggiore autonomia.

La funzione Always On e il cinturino

Altra cosa di cui bisogna tener conto è la funzione Always On. Serve a garantire cioè all’orologio di rimanere sempre acceso senza consumare più di tanto. La qual cosa automaticamente porta ad una connessione fissa, che non si interrompe.

Anche il cinturino è importante. La sua migliore caratteristica dovrebbe essere l’intercambiabilità, che permette di farlo sostituire una volta usurato. In questo modo il pezzo funzionante resta integro e utilizzabile ancora, e non costringe dunque alla sostituzione complessiva.

Le varie funzioni

Detto ciò, quali dovrebbero essere le funzioni utili ideali all’interno dello SmartWatch? In primis devono esserci dei sensori e dei rilevatori utili, magari per i passi o per il battito cardiaco.

Inoltre deve essere un modello che resiste alla polvere ed alla pioggia, oltre che avere un sensore di luminosità che si regoli in modo del tuttoautomatico.

Lo slot per la sim e la batteria

Il modello perfetto è quello che presenta una slot per la SIM. In tal modo, in casi di emergenza si possono inserire le SIM all’interno dello SmartWatch per usarlo come vero e proprio cellulare.

Bisogna tenere anche in considerazione la batteria, la cui autonomia ideale dovrebbe essere tra le 24 e le 48 ore. Resta il fatto che se scegliessimo modelli con display e-Paper potrebbero godere di un’autonomia un po’ più lunga.

Infine, è importante anche che il dispositivo sia compatibile con le varie app messe in commercio; mentre il tipo di processore deve essere abbastanza celere da permettere che lo SmartWatch sia prestante.

Qualche modello

Vediamo insieme qualche modello gettonato sul mercato.

  • Huawei Watch 2

Il Huawei Watch 2 è andato avanti rispetto ai suoi predecessori per funzioni e prestanza. È cambiato nella sua estetica per trasformarsi da modello classico a sportivo.

Le sue caratteristiche principali sono: connettività 4G opzionale, GPS, Wi-Fi e Bluetooth. Lo smartphone che viene collegato a questo Smart Watch può anche essere spento: il dispositivo funzionerà comunque a 360 gradi.

  • Apple Watch Serie 3

L’Apple Watch è tutta un’altra storia. In primis monta all’interno la tecnologia LTE, con funzionalità sopra la media. Ovviamente parliamo di un dispositivo il cui costo è maggiore rispetto ad altri modelli sul mercato, anche perché è eccellente nel lavoro che svolge.

Tra le caratteristiche abbiamo: l’Accelerometro, l’Allarme con vibrazione, l’Altimetro, gli Altoparlanti incorporati, il Processore dual-core. Non manca poi la resistenza all’acqua fino a 50 metri e la fotocamera integrata.

  • Motorola Moto 360 Sport

È uno Smart Watch proposto sul mercato ad un costo inferiore a 200€, quasi quanto i migliori modelli smartwatch cinesi. Viene considerato uno dei più prestanti per chi è dedito al fitness. Il design è lo stesso di quello precedente, per cui si addice alla perfezione ai momenti in cui si fa allenamento.

Tra i suoi più grandi vantaggi c’è sicuramente il sensore GPS, che permette tra le atre cose di monitorare la situazione di salute.

Author: GuideSmartPhone

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.