Che cosa significa IP68

By | Giugno 24, 2020
Che cosa significa IP68

Che cosa significa IP68? Non molto tempo fa, la resistenza all’acqua era una caratteristica dei telefoni ultra resistenti rivolti ai professionisti o a coloro che trascorrono parte della loro vita in condizioni climatiche sfavorevoli. Tuttavia, nel corso degli anni, sempre più produttori hanno deciso di offrire ai loro migliori telefoni la protezione dai liquidi.

Nella maggior parte dei casi, il grado di protezione contro l’acqua – e la polvere – viene misurato attraverso la certificazione IP, dove IP68 è il più alto livello di resistenza che abbiamo visto finora su uno smartphone. Ma cosa cosa significa IP68 per un telefono? E, soprattutto, quali sono i test che vengono effettuati per determinare il livello di protezione di ciascun dispositivo?

Che cosa significa IP68, tutto ciò che devi sapere

Comprensione dei livelli della certificazione IP

Il grado di protezione IP è uno standard della Commissione elettrotecnica internazionale o IEC, che istituisce un sistema per la classificazione dei gradi di protezione nei dispositivi e nelle apparecchiature elettroniche.

L’obiettivo principale della IEC al momento di istituire questo sistema è offrire all’utente un riferimento preciso quando si tratta di comprendere quanto sia resistente il proprio dispositivo, impedendo così ai produttori di utilizzare termini imprecisi per riferirsi al livello di protezione dei propri dispositivi. Come impermeabile o simili.

Pertanto, a seconda di quanto bene – o male – il dispositivo è isolato contro corpi solidi o liquidi, gli viene assegnata una certificazione corrispondente al suo livello. Le certificazioni sono stabilite attraverso codici con la struttura “IPXX”, dove la prima cifra corrisponde alla protezione contro le particelle solide, mentre la seconda si riferisce alla resistenza ai liquidi. Nelle tabelle sotto queste righe, vediamo cosa significa ciascuno dei gradi di protezione IP.

Protezione contro corpi solidi – IPX-

GradoDescrizione
XNessun dato disponibile o dispositivo non certificato
0Senza protezione
unoEfficace contro corpi solidi inferiori a 50 millimetri
DueEfficace contro corpi solidi inferiori a 12,5 millimetri
3Efficace contro corpi solidi inferiori a 2,5 millimetri
4Efficace contro corpi solidi di meno di 1 millimetro
5Protezione dalla polvere. L’ingresso di particelle non è completamente evitato, ma è garantito che non entrerà abbastanza per influenzare il funzionamento dell’apparecchiatura
6Protezione totale contro la polvere. L’ingresso di particelle solide all’interno dell’apparecchiatura è completamente evitato.

Protezione dai liquidi – IP-X

GradoDescrizione
XNessun dato disponibile o dispositivo non certificato
0Senza protezione
unoEfficace contro l’acqua gocciolante
DueEfficace contro il gocciolamento dell’acqua anche quando l’apparecchiatura è inclinata fino a 15º indipendentemente dalla posizione.
3Efficace contro l’acqua spruzzata da qualsiasi angolo fino a 60°
4Efficace contro gli schizzi da qualsiasi direzione
5Efficace contro l’acqua spinta da qualsiasi direzione
6Efficace contro l’acqua spinta ad alta velocità da qualsiasi direzione
6KEfficace contro l’acqua spinta ad alta velocità ad alta pressione da qualsiasi direzione
7Efficace contro le immersioni in acqua fino a 1 metro di profondità per 30 minuti
8Efficace contro le immersioni in acqua con profondità superiore a 1 metro per 30 minuti
9KEfficace contro l’acqua spinta ad alta temperatura e alta velocità da qualsiasi direzione.

Quali test vengono eseguiti per certificare un dispositivo?

Tuttavia, affinché i produttori aggiungano la certificazione IP all’elenco delle specifiche dei loro dispositivi, devono superare una serie di test, che determineranno la loro preparazione per possibili incidenti. A seconda del livello, questi sono i test che devono superare:

  • IPX1: test di 10 minuti in cui viene spruzzata acqua equivalente a 1 mm di pioggia al minuto.
  • IPX2: test di 2,5 minuti per ciascuna direzione di inclinazione – totale di 10 minuti – in cui viene spruzzata acqua equivalente a 3 mm di pioggia al minuto.
  • IPX3: test di almeno 5 minuti in cui viene spruzzato un volume d’acqua equivalente a 10 litri al minuto ad una pressione compresa tra 50 e 150 kPa.
  • IPX4: test simile a quello effettuato per la certificazione IPX3, con la differenza che il protettore viene rimosso durante la spruzzatura.
  • IPX5: test di almeno 15 minuti –1 minuto per metro quadrato– in cui l’acqua viene spinta a una distanza di 3 metri e una pressione di 30 kPa con un volume di 12,5 litri al minuto.
  • IPX6: test di almeno 3 minuti –1 minuto per metro quadrato– in cui l’acqua viene spinta a una distanza di 3 metri e una pressione di 100 kPa con un volume di 100 litri al minuto.
  • IPX6K: test di almeno 3 minuti –1 minuto per metro quadrato– in cui l’acqua viene spinta a una distanza di 3 metri e una pressione di 1000 kPa –100 bar– con un volume di 75 litri al minuto.
  • IPX7: test di almeno 30 minuti effettuato nel punto più basso dell’involucro in cui viene eseguito, 1 metro sotto la superficie dell’acqua.
  • IPX8: test normalmente eseguito a una profondità di 3 metri sotto la superficie dell’acqua, con una durata concordata con il produttore.
  • IPX9K: prova di almeno 30 secondi per ciascuno dei 4 angoli –2 minuti in totale– in cui l’acqua viene spinta a una distanza compresa tra 0,10 e 0,15 metri ad una pressione compresa tra 80 e 100 bar, ad una temperatura di 80 gradi Celsius.

Oltre a quanto sopra, è necessario tenere presente che i livelli di protezione IP non sono cumulabili da IPX6. Ciò significa che è possibile che un terminale abbia la protezione IPX7 e quindi supporti le immersioni, ma non resista all’acqua spinta perché non ha superato i test corrispondenti ai gradi IPX5 o IPX6. Ecco perché alcuni telefoni – come gli ultimi modelli Sony – indicano un doppio grado di protezione – ad esempio, l’Xperia 1 ha una protezione IP65 / 68.

Che cosa significa IP68: conclusione

Inoltre, va sottolineato che l’esecuzione di questi test e la successiva certificazione dei dispositivi comportano costi per il produttore. Pertanto, alcune aziende, in particolare quelle cinesi come OnePlus, decidono di non certificare i loro telefoni nonostante li abbiano costruiti in modo tale che, e in teoria, sono in grado di superare i test.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.