Che cos’è C-V2X, la connessione wireless solo per le auto compatibili con 5G

Oggi vedremo che cos’è C-V2X, la connessione wireless solo per le auto compatibili con 5G. Le vetture autonome continuano a evolversi a ritmi impensabili fino a pochi anni fa. Prima erano dotate di vista, e ora stanno per ricevere il senso dell’udito. C-V2X è un sistema di connessione wireless auto-compatibile con il 5G, che consente ai veicoli di comunicare con l’ambiente circostante.


Cos’è un auto a guida autonoma?

C-V2X è un sistema di comunicazione basato sul 4G LTE e compatibile con il 5G, ma ottimizzato per le auto autonome (sebbene possa essere utilizzato anche sui veicoli convenzionali).

Che cosa significa C-V2X

Letteralmente significa Cellular Vehicle-with-all-the-world, ovvero un sistema di comunicazione wireless che consente a un’automobile di comunicare con qualsiasi cosa sia alla sua portata: altri veicoli, persone (tramite cellulare), ma anche con l’autostrada, stazioni di servizio, segnali, semafori, pedaggi e molti altri elementi.

Gli attuali veicoli autonomi usano sensori e telecamere per vedere cosa li circonda. Con C-V2X hanno la capacità di ascoltare “in un modo simile a come la nostra percezione uditiva completa la nostra visione, come dice Don Butler, direttore della piattaforma automobilistica connessa di Ford.


C-V2X è una tecnologia di comunicazione wireless più avanzata rispetto allo standard 802.11 WiFi che attualmente utilizziamo con i telefoni cellulari e computer. Ha una portata doppia, è più stabile e funziona meglio quando ci sono ostacoli.

Qualcomm è la società che produce hardware per la maggior parte delle marche, tra cui Ford, BMW, Jaguar, Honda, Mercedes o Renault.

C-V2X è compatibile con 4G e 5G, quindi può comunicare con tutti i tipi di dispositivi, tra cui veicolo-veicolo (V2V), veicolo-con-infrastruttura (V2I) e collegamento veicolo-con-pedone (V2P).


Il vantaggio che le automobili autonome ascoltano, sono le stesse che il senso dell’udito fornisce ad un essere umano: consente di ottenere informazioni che la vista non ottiene o che riceve in seguito.

Se un’automobile autonoma comunica con i veicoli e i pedoni che si trovano nelle vicinanze, è possibile regolare la velocità, evitare molti incidenti e problemi relativi a un sistema di guida basato esclusivamente sulla vista, come quello attuale.

Qualcosa di simile si applica in caso di collegamento con semafori o stazioni di servizio per il rifornimento di carburante. Puoi persino pagare i pedaggi senza fermarti.

È previsto che C-V2X, la connessione wireless solo per le auto compatibili con 5G, inizierà ad essere implementata sui veicoli autonomi a partire dal 2020, anche se potremmo non vederla sulle strade fino al 2022.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*