Che cos’è Global Better Ads Standard? Come comportarsi con Better Ads Standard?

By | Luglio 5, 2019

Gli editori della rete pubblicitaria Adsense, sicuramente stanno ricevendo una notifica sulla home page dell’account Google Adsense, giusto? La notifica contiene notizie su Global Better Ads Standard. Ma molte persone sono confuse, cosa significa e come dobbiamo comportarci da editori o inserzionisti? È pericoloso o solo una semplice notifica?

Recentemente ho ricevuto questa notifica sul mio account Google Adsense: Google Chrome supporterà Better Ads Standard a partire dal 9 luglio. Gli annunci possono essere filtrati sui browser Chrome se non si è conformi allo standard. Ora, cosa significa? Io uso solo il codice che ho copiato da Google Adsense. E come posso sapere se tale annuncio è conforme a questo standard? Questo è solo un semplice messaggio di testo senza collegamenti utili, giusto? Ma ho fatto delle ricerche, e condividerò con voi tutte le informazioni e come risolvere questo problema in questo post. Ma prima, diamo un’occhiata a come è iniziato tutto questo.

Che cos’è Global Better Ads Standard?

Global Better Ads Standard è una coalizione per migliorare l’esperienza pubblicitaria online per i consumatori e promuovere l’adozione degli standard Better Ads. Sappiamo tutti quando danno fastidio quegli annunci che restano appiccicati nella parte superiore della pagina e occupano più della metà dello schermo. Che dire di quegli annunci popup mobili che bloccano tutto lo schermo e non ci permettono di leggere il sito. Bene, questa coalizione è stata creata per fermare tutti quegli annunci fastidiosi.



Queste pubblicità finiranno di esistere a partire dal 8 luglio con questo nuovo standard. E Google Chrome inizierà a bloccare tali annunci entro il 9 luglio 2019. Se sei interessato e vuoi ricevere maggiori dettagli, puoi visualizzare qui lo standard completo di betterads. Ora diamo un’occhiata a cosa dovremmo fare per rispettare questo standard.

Come mettersi in regola con Better Ads Standard

Bene, in pratica tutto ciò che devi fare è rimuovere i banner che non rispettano tali standard. Puoi farlo manualmente a seconda della comprensione della materia. Ma, per coloro che sono un po’ scettici, c’è uno strumento per aiutarti a identificare quelli problematici. Ovvero, Ad Experience Report su Google Search Console.

Utilizzando Ad Experience Report con gli annunci su Google Search Console, puoi identificare gli annunci problematici sul tuo sito web che non sono conformi agli standard Better Ads.

Quando visiti questa pagina per la prima volta, il tuo sito sarà in coda per la revisione. Riceverai un messaggio come questo: “La versione mobile del tuo sito non è stata ancora revisionata. Ti consigliamo di correggere preventivamente eventuali esperienze pubblicitarie“. Tuttavia, come ti ho detto prima, non devi aspettare che il tuo sito venga revisionato. Puoi identificare i problemi utilizzando le guide fornite di Google nelle seguenti pagine:

Tipi di annunci consentiti

Che cosa puoi fare, ad esempio: come creare un appiccicoso che è accettato dai migliori standard pubblicitari? Come mostra l’immagine qui sotto per Desktop, le immagini di grandi dimensioni in alto, gli annunci skinny a destra e gli annunci inline statici sono consentiti sul desktop (ovviamente includendo tutti i normali banner che potresti già avere). Ti suggeriamo di utilizzare gli sticky della sidebar solo quando c’è abbastanza contenuto, altrimenti usa solo banner normali.



Mobile

Sappiamo tutti che gli annunci pubblicitari appiccicosi generano grandi guadagni grazie alla percentuale di visualizzazioni. Ne deriva pertanto un eCPM più elevato (entrate per 1000 impressioni) e CTR (percentuale di clic). Sono ammessi piccoli banner appiccicosi sia nella parte superiore che in quella inferiore della pagina.

Attenzione

Per i proprietari di siti o pagine con pubblicità (Adsense o altro), è necessario ripristinare il posizionamento e le dimensioni degli annunci. Perché potrebbe avere un effetto disastroso sul nostro saldo o sulle entrate pubblicitarie. Se vengono bloccati troppi annunci dal filtro, ci saranno meno visualizzazioni.

Nell’inserire annunci, spetta comunque a te sapere dove posizionarli, ma non puoi più decidere quanti …. Devi prestare attenzione al tipo di annuncio utilizzato e alle sue dimensioni. Non utilizzare annunci video. Mentre per le dimensioni, scegliete una dimensione quadrata o orizzontale. Poiché i banner verticali vengono spesso considerati come disturbanti e non permettono di visualizzare i contenuti agli utenti.

Come suggerisce il nome, ciò influirà sugli utenti che utilizzano il browser Chrome, sia che si tratti di utenti mobili o desktop. Ciò significa che la norma su Better Ads Standards è limitata agli utenti di Chrome, pertanto gli utenti di Firefox, Microsoft Edge, Internet Explorer, Safari, Opera e altri non saranno interessati.

Tuttavia, ovviamente questo deve essere guardato dagli editori che usano vari metodi per ottenere alti valori CTR. Gli utenti del browser Chrome sono attualmente al primo posto in Italia rispetto ad altri browser, considerando che Chrome è ora integrato con Android, quindi ci sono anche molti utenti browser Chrome.

Gli editori che si comportano in modo non sicuro o violano le norme in materia di standard di annunci migliori, il sito non potrà visualizzare gli annunci AdSense di Google e anche annunci standard (manuali) nel browser Chrome.

Ancora peggio se entro 30 giorni dall’avviso di violazione della politica di Better Ads Standards il problema non viene risolto, l’annuncio AdSense verrà bloccato sul sito, ma non avrà alcun impatto sulla chiusura dell’account AdSense.

Per concludere:

  1. Il filtro Chrome sarà rilasciato il 9 luglio 2019
  2. Se il sito ha violato la norma Better Ads Standards, ci sarà una notifica nella Search Console di Google
  3. Gli editori hanno 30 giorni per migliorare il posizionamento degli annunci sul loro sito
  4. Oltre 30 giorni il sito non sarà più in grado di visualizzare gli annunci
  5. Il filtro di Chrome filtrerà tutti gli annunci, inclusi gli annunci manuali che vengono autoinstallati
  6. Esistono molti tipi di annunci che violano e sono stati descritti sopra
  7. Sarebbe più sicuro e semplice utilizzare gli Annunci automatici, ma il CPC tende a diminuire
  8. Non importa se usi la notifica pop-up sulla privacy policy e le notifiche push
La conoscenza muore se non è condivisa ...!
Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.