Che cos’è l’apertura?

Che cos'è l'apertura?

Controlla la luminosità e la profondità di campo di una foto con il controllo dell’apertura. I fotografi professionisti si affidano all’apertura per controllare la quantità di luce che passa attraverso il sensore di immagini della fotocamera. Il termine si riferisce all’iride nell’apertura o nella chiusura dell’obiettivo della fotocamera per consentire livelli di luce variabili. L’apertura della fotocamera è misurata in f-stop.


Sensore di immagine CMOS – Cosa sono i sensori di immagine?

Il controllo del diaframma svolge due funzioni essenziali su una fotocamera reflex digitale a obiettivo singolo (DSLR). Oltre a gestire la quantità di luce che passa attraverso l’obiettivo – portando a immagini più luminose o più scure – controlla anche la profondità di campo, che è un termine tecnico per come gli oggetti nitidi o sfocati appaiono oltre l’oggetto al centro della messa a fuoco della fotocamera.

La gamma di F-stop

Gli F-stop attraversano una vasta gamma, in particolare sugli obiettivi DSLR. Il numero minimo e massimo di f-stop dipenderà, tuttavia, dalla qualità dell’obiettivo. La qualità dell’immagine può diminuire quando c’è una piccola apertura, quindi i produttori limitano l’apertura minima di alcuni obiettivi.

La maggior parte degli obiettivi può variare da f3.5 a f22, ma l’intervallo f-stop visto su obiettivi diversi può variare da f1.2 a f45.


Apertura e profondità di campo

Cominciamo prima con la funzione più semplice dell’apertura: il controllo della profondità di campo della fotocamera.

Profondità di campo significa semplicemente quanta parte dell’immagine è messa a fuoco attorno al soggetto. Una piccola profondità di campo renderà nitido il soggetto principale, mentre tutto il resto in primo piano e sullo sfondo sarà sfocato. Una grande profondità di campo manterrà tutta l’immagine nitida per tutta la sua profondità.

Usa una piccola profondità di campo per fotografare cose come gioielli e una grande profondità per i paesaggi. Non esiste una regola rigida, tuttavia, la giusta profondità di campo deriva dal proprio istinto personale su ciò che meglio si adatta all’argomento che abbiamo scelto.

Una piccola profondità di campo è rappresentata da un piccolo numero f-stop. Ad esempio, f1.4 è un numero piccolo e ti darà una piccola profondità di campo. Una grande profondità di campo è rappresentata da un numero elevato, come f22.


Che cosa sono i megapixel?

Apertura ed esposizione

Quando ci riferiamo ad un’apertura “piccola”, il relativo f-stop sarà in numero maggiore. Pertanto, f22 è una piccola apertura, mentre f1.4 è una grande apertura. A f1.4, l’iride è spalancato e lascia passare molta luce. È, quindi, una grande apertura.

Un altro modo per ricordare questo è sapere che l’apertura si riferisce effettivamente a un’equazione in cui la lunghezza focale è divisa per il diametro dell’apertura. Ad esempio, se si dispone di un obiettivo da 50 mm e l’iride è spalancato, è possibile che sia presente un foro di 25 mm di diametro.

Pertanto, 50mm divisi per 25mm equivalgono a 2. Questo si traduce in un f-stop di f2. Se l’apertura è più piccola (ad esempio, 3 mm), la divisione di 50 per 3 ci dà un f-stop di f16.

La modifica delle aperture viene definita “arresto” (se si riduce l’apertura) o “apertura”.


Come fare foto in bianco e nero con un po’ di colore (Android / iOS)

Rapporto di Aperture con velocità dell’otturatore e ISO

Poiché l’apertura controlla la quantità di luce che passa attraverso l’obiettivo sul sensore della fotocamera, ha un effetto sull’esposizione di un’immagine. La velocità dell’otturatore, a sua volta, ha anche un effetto sull’esposizione poiché è una misura della quantità di tempo in cui l’otturatore della fotocamera è aperto.

Questo atto di bilanciamento tra apertura, velocità dell’otturatore e ISO è chiamato il “triangolo di ferro” della fotografia.

La relazione tra velocità dell’otturatore, apertura e ISO è chiamata triangolo di esposizione o triangolo di ferro.

Se si desidera una piccola profondità di campo e si è scelta un’apertura di f2.8, ad esempio, la velocità dell’otturatore dovrà essere relativamente alta in modo che l’otturatore non sia aperto a lungo, il che potrebbe causare una sovraesposizione dell’immagine.

Qual è la migliore risoluzione per la stampa di foto?

Una velocità dell’otturatore elevata (come 1/1000) consente di congelare l’azione, mentre una velocità dell’otturatore elevata (ad es. 30 secondi) consente  di fotografare in notturna senza luce artificiale. Tutte le impostazioni di esposizione sono determinate dalla quantità di luce disponibile.

Se la profondità di campo è la tua preoccupazione principale, puoi regolare la velocità dell’otturatore di conseguenza.

Insieme a questa relazione, puoi anche cambiare l’ISO della tua fotocamera per aiutare con le condizioni di illuminazione. Un ISO più elevato (rappresentato da un numero più elevato) supporta le riprese in condizioni di scarsa illuminazione senza dover modificare la velocità dell’otturatore e le impostazioni di apertura.

Tuttavia, un’impostazione ISO più elevata aumenta la grana (nota come “rumore” nella fotografia digitale) e il deterioramento delle immagini può diventare evidente.

Velocità dell’otturatore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*