Che cos’è OneDrive e come funziona?

By | Agosto 4, 2020
Come funziona OneDrive?

Quindi vuoi sapere che cos’è OneDrive e come funziona? Microsoft potrebbe essere arrivata un po’ in ritardo per quanto riguarda il fenomeno dell’archiviazione cloud, ma il suo servizio OneDrive ha sicuramente molto da offrire. In questo articolo ti diciamo come funziona esattamente.

OneDrive, formalmente noto come SkyDrive, è stato lanciato circa dieci anni fa. Quando è stato rilasciato per la prima volta, si chiamava Cartelle di Windows Live, usando SkyDrive come nome in codice. Allora, gli utenti avevano solo 5 GB di spazio di archiviazione gratuito, ma presto aumentarono a 15 GB quando il nome e il marchio del servizio furono finalmente cambiati in OneDrive.

Esistono diversi piani oltre all’opzione gratuita da 15 GB. Gli utenti di Office 365 ricevono 1 TB di spazio di archiviazione per ogni membro della famiglia (fino a cinque singoli utenti) oppure puoi optare per 50 GB di spazio di archiviazione per circa € 2 al mese.

One Drive non può essere utilizzato solo su sistemi Windows, ma sono disponibili anche app iOS e Android. Non è solo un archivio di file online, poiché puoi accedere a qualsiasi OneDrive registrato e connesso al tuo PC con il tuo account utente e puoi modificare qualsiasi file del programma di Microsoft Office come Word, Excel, ecc.

Come funziona Microsoft OneDrive?

Come funziona OneDrive?

OneDrive è disponibile per Windows 8.1, 10 e le ultime versioni di Microsoft Office a partire da Office 2013; È persino disponibile per Xbox.

Allora OneDrive come funziona? Se disponi di uno di questi prodotti, puoi già avviare l’applicazione Microsoft Cloud OneDrive, accedere alla pagina OneDrive login di Windows o Office con il tuo account Microsoft e attivare OneDrive e associarlo al tuo account e al tuo computer.

OneDrive sul desktop di Windows si troverà nella barra delle applicazioni, quella sezione in basso a destra dello schermo in cui si trova la data. La sua icona è quella di un piccolo cloud e facendo clic con il pulsante destro del mouse è possibile accedere alle diverse impostazioni o all’account Microsoft collegato.

Una volta effettuato l’accesso al tuo account Windows / Microsoft / OneDrive, riceverai una procedura guidata di installazione che ti guiderà attraverso le fasi iniziali della configurazione delle cartelle di sincronizzazione di OneDrive sul computer che stai attualmente utilizzando.

Dopo aver fatto clic sul pulsante Avanti, il passaggio successivo consiste nell’esplorare le diverse cartelle del proprio account utente sul computer che si sta utilizzando e fare clic per selezionare la casella accanto alla cartella per consentire che faccia parte della sincronizzazione di OneDrive ed è disponibile tramite il servizio.

Quando sei pronto, puoi fare clic su Avanti e l’ultima opzione ti permetterà di fare clic sul pulsante “Apri la mia cartella OneDrive”, che aprirà l’area OneDrive sul tuo computer locale che funge da area di caricamento per l’account online di OneDrive.

Qualsiasi file o cartella che desideri caricare sul tuo account OneDrive, trascinali e rilasciali in quest’area in Esplora risorse di Windows, che si trova nella barra laterale Accesso rapido in Esplora risorse. Puoi anche fare clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento OneDrive nella barra laterale per scegliere le altre cartelle che desideri sincronizzare.

Finché hai una buona connessione a Internet e non hai troppi file, la sincronizzazione iniziale di OneDrive non dovrebbe richiedere troppo tempo.

Lavora online

Lavorare con OneDrive sul computer tramite Explorer va bene, ma cosa succede se si desidera accedere alle funzionalità estese del servizio Cloud Microsoft?

Visitando onedrive.com, verrai reindirizzato al pannello di controllo online dei file e delle cartelle che hai scelto di sincronizzare dal tuo computer. C’è un video, per gentile concessione di Microsoft, che illustra in dettaglio alcune funzionalità e come funziona OneDrive. Vale la pena vedere, almeno, per conoscere.

Sotto vedrai le cartelle che hai sincronizzato, è qui che le cose iniziano a diventare più interessanti. Puoi fare clic con il tasto sinistro del mouse su qualsiasi cartella per accedervi e vedere il contenuto; Se si tratta di immagini, vedrai un’anteprima in miniatura di ciascuna immagine, con vari controlli nella parte superiore dello schermo per ulteriori modifiche, copie o condivisioni con un’altra.

Se si tratta di documenti, come un file Word o Excel, è possibile fare clic su di essi in modo simile tranne che questa volta si aprirà la versione online di Office del tipo di file, in cui è possibile modificare, stampare, condividere o aggiungere commenti.

Il lato di condivisione online è un concetto interessante, sebbene non nuovo in alcun modo. Facendo clic con il pulsante sinistro del mouse su un file e quindi sull’opzione Condividi nella parte superiore dello schermo, si aprirà una finestra in cui è possibile invitare altre persone tramite i loro indirizzi e-mail.

Quando hai incluso le persone con cui vuoi condividere il file o la cartella, fai clic sul pulsante Condividi e ti verrà inviata un’e-mail con i dettagli del destinatario su come accedere agli elementi che hai appena condiviso.

Tutte queste opzioni sono disponibili anche se si fa clic con il pulsante destro del mouse su uno qualsiasi dei file o delle cartelle nell’area OneDrive. Il menu di scelta rapida ti permetterà di condividere, creare una nuova cartella o file, scaricarlo se sei su un computer diverso dal tuo o creare un album fotografico se il contenuto contiene immagini.

Leggi anche: Come creare un account Microsoft in modo rapido e semplice?

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento