Come accedere ai siti bloccati a scuola, al lavoro

By | Agosto 12, 2020
Come accedere ai siti bloccati a scuola, al lavoro

In questo articolo trovate un elenco di 14 modi per accedere ai siti bloccati a scuola come al lavoro. Se si utilizzano computer in un ambiente di lavoro aziendale, biblioteche o scuole, è molto probabile che determinati siti Web sono stati bloccati, rendendo impossibile l’accesso a risorse che potrebbero essere necessarie o desiderate.

Possono essere diversi i motivi per cui l’accesso a un sito Web o l’accesso a determinati contenuti di un sito web sono bloccati. Potrebbero essere le autorità governative che bloccano l’accesso, come anche la tua scuola che ti impedisce di accedere ai social network sul suo Wifi, oppure è il tuo operatore telefonico, che ti proibisce di accedere a determinati contenuti web tramite la sua connessione internet.

Come accedere a siti bloccati su PC, Android e iOS? 14 modi

Come accedere a siti bloccati

1. Usa VPN per accedere siti bloccati

Come suggerisce il nome, un software VPN (Virtual Proxy Network) funge da strato nascosto che non rivela il tuo vero indirizzo IP. Secondo la nostra esperienza e le recensioni degli esperti, l’utilizzo di un servizio VPN affidabile è il modo migliore per sbloccare facilmente i siti web. Tutte le VPN popolari hanno le loro app per PC, Mac, Android, iOS, ecc., Ciò consente di sbloccare facilmente i siti a lavoro o a scuola.

Se sei interessato ad immergerti in profondità, puoi consultare il nostro articolo dettagliato su cos’è la VPN e come funziona.

2. Diventa anonimo per accedere ai siti oscurati in Italia

Molto spesso, in un ambiente professionale, i datori di lavoro tracciano determinati confini, limitando l’accesso ad alcuni siti Web particolari come lo streaming video, i social network o persino le e-mail personali. A volte, è necessario un modo per accedere ai siti Web bloccati e in quelle situazioni, i siti Web proxy fungono da ancora di salvataggio.

Tuttavia, tieni presente che un proxy non è sicuro come una VPN. Quindi, se quello che ti serve è la riservatezza, il metodo n. 1 è quello da scegliere. Sul Web esistono centinaia di siti Web proxy che ti permettono di vedere siti bloccati “senza restrizioni”. Un sito Web proxy mimetizza il sito bloccato dagli ISP e consente di accedere a siti Web bloccati.

Ad esempio: nel caso in cui Facebook è stato bloccato nel tuo istituto scolastico, apri il sito proxy, inserisci l’URL e naviga tranquillamente.

3. Usa IP anziché URL

La maggior parte di voi potrebbe non sapere che l’URL di ciascun sito Web ha un indirizzo IP e che le autorità che hanno bloccato il sito potrebbero aver appena bloccato l’URL anziché l’IP. In questo caso, puoi utilizzare l’indirizzo IP di un sito per aprire pagine Web vietate nel tuo browser Chrome.

  • Su Windows, digitare tracert websitename.com nel prompt dei comandi per ottenere l’indirizzo IP.
  • Su Mac, apri Network Utility, fai clic sull’opzione Traceroute in alto e inserisci l’indirizzo del sito web per trovare il suo indirizzo IP.
  • Per iPhone e Android, trova le app con il nome Traceroute su App Store e Play Store.
  • Su Linux, dig websitename.com nel terminale per ottenere l’indirizzo IP.

Ora inserisci questo indirizzo IP nella barra degli indirizzi del tuo browser web e premi Invio per aprire siti bloccati. Strumenti e comandi simili possono essere utilizzati anche su altre piattaforme come Mac, Linux, Android, ecc.

4. Modifica proxy di rete nei browser

Il tuo istituto potrebbe avere più di un proxy per la sua rete. Quindi, potrebbe essere che alcuni siti Web siano limitati su un proxy, ma accessibili su un altro. Quindi, puoi provare a navigare tramite proxy per accedere ai siti Web bloccati nel tuo istituto o posto di lavoro.

Disabilitare le impostazioni del proxy di rete nei nostri browser web non è un compito difficile. Devi solo trovare l’opzione connessioni / rete nelle impostazioni del tuo browser web. 

Qui puoi selezionare l’opzione senza proxy o utilizzarne un’altra che fornisce la navigazione senza restrizioni presso il tuo istituto. Ad esempio, ecco una finestra delle impostazioni che mostra come modificare le impostazioni nel browser Web Firefox:

Come accedere ai siti bloccati a scuola, al lavoro

5. Usa Google Translate

Gli istituti o persino i paesi a volte non vietano Google Traduttore. Probabilmente perché è uno strumento educativo e nessuno lo considera qualcosa di abbastanza potente da sbloccare i siti a scuola o in ufficio. Quindi, con questo strumento, puoi bypassare la limitazione convertendo il sito Web bloccato in un’altra lingua. Prova Google Translate e vedi di persona. È ancora un altro modo semplice per accedere a siti censurati in italia.

6. Bypassare la censura tramite estensioni

Se i siti Web bloccati sono di natura dinamica come Facebook o YouTube, allora dovresti provare queste estensioni. Hola e ProxMate sono alcune estensioni che puoi utilizzare per accedere a siti Web bloccati su Chrome e altri browser. UltraSurf è un’estensione così efficace che ti consente di navigare liberamente utilizzando la sua rete proxy crittografata. È abbastanza potente per accedere ai siti bloccati in italia.

7. Metodo di riformulazione dell’URL

Ci sono casi in cui un particolare sito Web è ospitato da una VPN e non dispone di un SSL verificato installato. Per tali siti Web, è sufficiente accedere alla barra degli indirizzi del browser Web e provare a digitare https://www.url.com, anziché accedere a www.url.com o https://www.url.com. Questa modifica potrebbe visualizzare un avviso di sicurezza. Premere sull’opzione Procedi comunque e visita il sito Web. Questo non è un metodo infallibile, ma a volte potrebbe essere utile.

8. Sostituisci il tuo server DNS

Abbiamo già discusso di questo metodo in un argomento separato chiamato DNS Hack. Puoi semplicemente usare questo metodo e bypassare il blocco. Questo metodo generalmente prevede l’utilizzo di Google DNS o OpenDNS per l’accesso a Internet.

Recentemente, Cloudflare ha lanciato il suo servizio DNS 1.1.1.1 che si è affermato come il servizio DNS più veloce e incentrato sulla privacy. Cloudflare ha reso disponibile il servizio DNS 1.1.1.1 tramite app Android e iOS. Uso spesso questo metodo con un clic per aggirare blocco siti internet nel mio paese.

La modifica del DNS garantisce inoltre una migliore privacy durante la navigazione. Perché con le impostazioni predefinite ogni rete WiFi a cui ti sei connesso e gli ISP hanno elenchi di siti che hai visitato.

9. Vai a Internet Archive – Wayback Machine

Wayback Machine è un servizio interessante che archivia una copia della maggior parte dei siti Web su Internet. Salva più versioni di un sito Web e puoi usarlo per accedere alle versioni precedenti di un sito Web. Gli utenti possono anche usarlo per sbloccare siti bloccati.

Inoltre, questo fantastico sito web contiene anche molti film gratuiti, documentari, giochi nostalgici, e-book, ecc. Quindi, anche se alcuni servizi o siti Web diventano defunti, Wayback Machine ha le spalle.

10. Utilizzare il feed RSS del sito Web

I lettori RSS sono utili per ottenere nuovi contenuti e leggerli con facilità. Puoi prendere il feed RSS del sito web bloccato e aggiungerlo al tuo lettore. Nel caso in cui quel sito Web non abbia un feed, ci sono alcuni utili servizi online per creare il feed. In tempi recenti, con l’ascesa di notizie false su piattaforme di social media e aggiornamenti algoritmici, i lettori RSS stanno tornando. Puoi usarne uno come Feedly e leggere tutte le notizie dalle tue fonti attendibili.

11. Utilizzare TOR

Se sei un sostenitore della privacy, potresti già conoscere il popolarissimo Tor browser. Questo potrebbe fungere da strumento di bypass del blocco web se lo si imposta correttamente. In molti casi, è possibile sbloccare i siti Web a scuola o in ufficio e rimanere anonimi. C’è un duplice vantaggio in quanto potresti anche sbarazzarti di qualsiasi tipo di sorveglianza. Dopo VPN e proxy, l’utilizzo di Tor è il metodo più potente per sbloccare i siti. Viene anche utilizzato come gateway per siti Web oscuri o siti .onion, che sono bloccati sul normale Web.

Oltre al bypass del web blocker, se stai esplorando modi per migliorare la sicurezza del tuo computer, puoi anche optare per la combinazione mortale di TOR e VPN. Molte VPN come NordVPN ed ExpressVPN offrono tecnologia come Onion Over VPN, che offre un ulteriore livello di protezione.

12. Cambia rete internet

La maggior parte degli ISP fornisce un IP dinamico agli utenti che continua a cambiare di volta in volta. Quindi, è possibile che un proprietario del sito Web abbia bloccato il tuo IP particolare da qualche tempo. In tal caso, puoi accedere a quel sito bloccato riavviando il router Wi-Fi per forzarlo a assegnarti un altro indirizzo IP.

Un altro modo semplice per aggirare le restrizioni è utilizzare la propria rete personale di smartphone se l’amministratore di rete ha bloccato alcuni servizi particolari. Sebbene questo metodo non sia sicuro al 100%, è un’alternativa valida e legale alla violazione delle regole in ufficio.

13. Usa il convertitore da HTML a PDF

SodaPDF offre un servizio online gratuito che può aiutarti a scaricare direttamente una pagina Web sul tuo computer senza nemmeno accedervi. Basta visitare questo link e inserire l’URL desiderato. Questo è tutto. Esistono altri servizi di bypass del blocco web blocker da HTML a PDF che puoi provare. Ci sono alcuni servizi che richiedono il tuo URL e semplicemente inviano la pagina web non bloccata.

14. Utilizzare Firefox da un’unità USB

Se è noto che la tua scuola o il tuo ufficio adottano misure per limitare l’accesso al sito, non sarò sorpreso che non ti sia consentito installare estensioni sul browser Web per aprire i siti Web per uso personale. In tal caso, è possibile installare un browser Web come Firefox portatile su un’unità USB. Abbinalo a un buon servizio proxy di sblocco e il gioco è fatto.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.