Come attivare le opzioni sviluppatore Android

opzioni sviluppatore

Vi state chiedendo come attivare le opzioni per gli sviluppatori sul vostro telefono Android? Siete alla ricerca di trucchi e suggerimenti per le opzioni sviluppatore Android? Bene, siete arrivati nel posto giusto! In questo articolo cercheremo di demistificare le opzioni sviluppatore e di spiegarvi perché e come utilizzare questa interessante funzione su Android. L’impostazione “Opzioni sviluppatore Android” è un menu nascosto sugli smartphone Android. Le opzioni sviluppatore sono destinate agli sviluppatori Android che si occupano di sviluppare e testare applicazioni Android. Le varie opzioni presenti all’interno del menu sviluppatore Android consentono agli sviluppatori di verificare la funzionalità delle loro applicazioni e il loro funzionamento su un dispositivo Android reale (anziché su un ambiente simulato fornito da un emulatore). L’obiettivo finale delle impostazioni sviluppatore è quello di aiutare gli sviluppatori a configurare il comportamento del telefono per aiutarli a profilare le prestazioni di un’applicazione in fase di sviluppo e ad assicurarsi che sia priva di bug importanti prima del rilascio finale.


Poiché il menu Opzioni sviluppatore dà accesso a diverse opzioni avanzate che potrebbero potenzialmente influire sulla stabilità e sul buon funzionamento del telefono, l’opzione viene tenuta nascosta all’utente medio dello smartphone. Si consiglia di non attivare l’opzione sviluppatore Android che non si è compreso appieno. Nessuna di esse è irreversibile, ma i loro effetti possono essere negativi a breve termine. Se si lascia un’impostazione attivata e la si dimentica, il dispositivo potrebbe comportarsi in modo da consumare molta batteria o molti dati. Fate attenzione. Tuttavia, ci sono diversi casi in cui alcune delle opzioni presenti nelle Opzioni sviluppatore possono contribuire a migliorare l’esperienza d’uso complessiva e offrire all’utente medio un maggiore controllo su alcuni aspetti del telefono. Vediamo quali sono, ma prima dobbiamo sapere come attivare le Opzioni sviluppatore.

Leggi anche: Installare i driver ADB per Windows

Come attivare le opzioni sviluppatori Android

Il primo passo verso il paradiso delle opzioni sviluppatore è quello di abilitarle. A seconda della skin Android/versione Android del vostro telefono, i passaggi per farlo possono cambiare (leggermente). Di seguito sono elencati i passaggi per alcune delle versioni e skin Android più diffuse.

Come attivare le opzioni sviluppatore su Android stock

I passaggi per Android Stock sono applicabili ai dispositivi di Google (serie Pixel), Motorola, Nokia e Sony.

  1. Aprire l’applicazione Impostazioni.
  2. Toccare l’opzione Informazioni sul telefono.
  3. Toccare l’opzione Numero di costruzione sette volte in rapida successione.
  4. Dovreste ricevere un messaggio che dice”Ora sei uno sviluppatore!”.
  5. Se le opzioni per gli sviluppatori sono già attive, potrebbe apparire un messaggio che recita “Non è necessario, sei già uno sviluppatore”.
  6. Ora, tornate di nuovo al menu Impostazioni.
  7. Scorrere verso il basso e toccare Sistema.
  8. Qui dovrebbero apparire le opzioni per gli sviluppatori.

Se si cambia idea e si desidera disattivare le opzioni sviluppatori Android, è sufficiente aprirle nelle impostazioni e vedere una semplice levetta di attivazione/disattivazione nell’angolo in alto a destra.

Come attivare le opzioni sviluppatore Samsung

  1. Sullo smartphone Samsung, aprire Impostazioni.
  2. Spostarsi su Informazioni sul telefono o Informazioni sul dispositivo.
  3. Toccare per aprire le informazioni sul software.
  4. Toccare l’opzione Numero di costruzione sette volte in rapida successione.
  5. Per completare questa procedura potrebbe essere richiesto di inserire il PIN o la password.
  6. Una volta attivata l’opzione, andate in Impostazioni e verificate se le opzioni per gli sviluppatori sono abilitate scorrendo fino in fondo alla pagina.

Come attivare le opzioni sviluppatore OnePlus

  1. Sul dispositivo OnePlus, aprire le Impostazioni.
  2. Scorrere verso il basso e toccare Informazioni sul telefono.
  3. Toccare l’opzione Numero di costruzione sette volte in rapida successione.
  4. Dovrebbe apparire un messaggio che dice “Ora sei uno sviluppatore!”.
  5. Tornare al menu Impostazioni e toccare Sistema.
  6. Qui dovrebbe apparire il menu Opzioni sviluppatore.

Come attivare le opzioni sviluppatore nei dispositivi MIUI (Xiaomi/Poco)

  1. Sul telefono con MIUI, aprire le Impostazioni.
  2. Toccare Informazioni sul telefono (di solito la prima opzione del menu delle impostazioni).
  3. Toccare l’opzione chiamata versione MIUI per sette volte di seguito fino a visualizzare il messaggio “Ora sei uno sviluppatore”.
  4. Tornare alle Impostazioni.
  5. Scorrere fino a Impostazioni aggiuntive.
  6. Scorrere fino a Opzioni sviluppatore.

Se la marca del vostro smartphone non è presente nell’elenco, tenete presente che il metodo per attivare le opzioni per gli sviluppatori non differisce molto dai passaggi indicati sopra. Vediamo ora le cose che si possono fare dopo aver abilitato la modalità sviluppatore sul proprio smartphone.

Velocizza il telefono tramite la modalità sviluppatore Android

Chiariamo subito che l’attivazione delle opzioni sviluppatore non è consigliata a tutti. Sebbene la modifica della maggior parte delle impostazioni delle Opzioni sviluppatore non renda il telefono inutilizzabile, per molti di voi il miglioramento dell’esperienza d’uso ottenuto modificando le opzioni potrebbe non sembrare troppo significativo da giustificare il disturbo che avete affrontato per attivarle. Le opzioni riportate di seguito possono migliorare le prestazioni e la fluidità nell’uso quotidiano. 16 app per velocizzare Android


Migliorare le prestazioni del telefono limitando le app in background

L’impostazione Limite processi in background consente di selezionare il numero di app che rimangono in esecuzione in background. Il limite è di quattro app, ma è possibile scegliere di non avere alcuna app in esecuzione in background, se lo si desidera. Con zero processi in background, tutte le applicazioni verranno terminate dopo l’uso, il che significa che qualsiasi cosa si stia facendo al momento riceverà tutta l’attenzione e le risorse di Android. Ciò significa, tuttavia, che il passaggio da un’applicazione all’altra sarà più lento. Quindi, utilizzate questa opzione se non siete amanti del multi-tasking.

Forza MSAA 4x (per una migliore grafica di gioco)

L’abilitazione di Force 4x MSAA migliora la qualità della grafica nei giochi e nelle applicazioni OpenGL ES 2.0. Ciò richiede una maggiore potenza di elaborazione e consuma più rapidamente la batteria, ma se vi va bene, salutate una grafica più fluida e meno frastagliata. Questa opzione può essere utilizzata sui dispositivi che utilizzano SoC di fascia bassa.

Impostare la velocità delle animazioni del sistema

Ok, questo trucco non accelera effettivamente il dispositivo, ma è un ottimo modo per ingannare il cervello e farglicredere che il dispositivo sia diventato più veloce. Disattivare tutte le animazioni del dispositivo in modo che non vi sia alcun effetto di transizione quando si eseguono determinate operazioni (come ad esempio lo scorrimento tra le schermate iniziali). Il risultato è un dispositivo più veloce e più fluido. Provatelo.

Visualizzazione della frequenza dei fotogrammi (FPS) in tempo reale

Se si ritiene che un gioco non venga eseguito con impostazioni ottimizzate, è possibile attivare l’opzione Mostra frequenza di aggiornamento per visualizzare la frequenza dei fotogrammi grafici corrente nello smartphone. L’opzione sovrappone un contatore della frequenza di aggiornamento sulla parte superiore dello schermo, indicando gli FPS correnti nei giochi, in modo simile a strumenti per PC come Fraps o RivaTuner. Se il contatore della frequenza di aggiornamento scende spesso al di sotto dei 60 FPS nei giochi, potrebbe essere opportuno considerare la possibilità di ridurre le impostazioni di qualità per godere di un gioco fluido.

Mantenere i dati mobili sempre attivi (per un internet più veloce, più o meno)

Questa impostazione non accelera i dati mobili di per sé, ma accelera la velocità di adozione dei dati mobili dopo la caduta del segnale WiFi. Questa impostazione può essere un po’ pericolosa se non si dispone di una grande quantità di dati mobili, perché significa che il dispositivo accede più rapidamente. Pensateci due volte prima di attivarla. Ad esempio, il segnale Wi-Fi può cadere momentaneamente – come tendono a fare i segnali Wi-Fi – e il telefono passa immediatamente ai dati mobili, anche se il segnale Wi-Fi ritorna rapidamente. Se non superate mai il vostro limite di dati mobili, attivate questa impostazione e ogni volta che uscite da casa o dall’ufficio, vedrete il vostro dispositivo passare ai dati mobili più velocemente una volta fuori dalla portata del WiFi.

Controllare i servizi in esecuzione

L’opzione Servizi in esecuzione è molto simile a Task Manager su un PC Windows. Consente di vedere quali processi sono attualmente in esecuzione sullo smartphone, quanta RAM è in uso e quali applicazioni la stanno utilizzando. Le applicazioni elencate sono ordinate in base all’utilizzo della memoria. Quando si tocca un’app, si possono anche vedere i processi e i servizi specifici che sta utilizzando. In questo modo è possibile eliminare le app affamate di RAM che non si stanno utilizzando attivamente (non farlo con le app di sistema). Tuttavia, si sconsiglia di terminare un singolo processo di un’app senza arrestare l’app stessa, poiché può causare arresti anomali e problemi di funzionalità.

Cos’altro si può attivare nelle Opzioni sviluppatore Android?

Se volete vedere cos’altro potete fare sul vostro smartphone con le opzioni sviluppatore attivate, ecco un elenco.


  1. Attivare il debug USB. Forse l’opzione più utilizzata all’interno delle Opzioni sviluppatore è la funzione di debug USB. Sebbene originariamente destinata agli sviluppatori per il “debug” delle loro applicazioni, l’attivazione di questa opzione è il requisito di base necessario per attivare l’accesso root e fare spazio all’installazione di ROM personalizzate. L’attivazione del debug USB può anche aiutare nei processi di recupero dei dati nei casi in cui lo schermo dello smartphone non funziona.
  2. Rimanere sveglio (in modo che il display rimanga acceso durante la ricarica). Non vedo molti casi in cui questa opzione sia incredibilmente utile. Tuttavia, se si desidera mantenere attivo il display quando il dispositivo è in carica, nelle Opzioni sviluppatore è disponibile un’opzione denominata Resta sveglio . Questo, naturalmente, significa che la durata della batteria non è minacciata e se il display richiede un’attenzione frequente, può essere molto utile. Una volta attivata questa opzione, sarà necessario utilizzare il pulsante fisico di accensione per bloccare il telefono durante la ricarica.
  3. Posizione fittizia. Siete stanchi dei video di YouTube che non sono disponibili nel vostro paese? Sul Google Play sono disponibili diverse applicazioni che consentono di simulare la propria posizione. Scegliete un’app a vostra scelta, quindi andate nelle opzioni dello sviluppatore e trovate l’opzione Select mock location app. Una volta toccata, dovrebbe essere visualizzata l’applicazione per la falsificazione della posizione appena installata. Selezionatela e poi aprite l’app per scegliere dove volete essere “trasportati”. A questo punto non resta che godersi i contenuti multimediali senza blocchi regionali. Si noti che questa funzione potrebbe non funzionare su tutti i telefoni e le app del 2021.
  4. Modificare la configurazione USB predefinita. Se vi capita sempre di collegare il telefono per trasferire file o usare il tethering USB e di aspettare che compaia la notifica per cambiare la funzione, c’è un altro modo per rendere questo processo un po’ più semplice. Modificando la configurazione USB predefinita nelle Opzioni sviluppatore, potete far sì che il vostro smartphone Android attivi automaticamente l’opzione che utilizzate di più. Scendere fino a Configurazione USB predefinita e toccarla. Da qui sono disponibili diverse opzioni. L’opzione predefinita, come nel mio caso, è Nessun trasferimento dati. Ciò significa che collegando il telefono via USB, non si farà altro che caricarlo. Oltre al tethering USB e al trasferimento di file, è possibile scegliere come nuova opzione predefinita MIDI (Musical Instrument Digital Interface) o PTP (Picture Transfer Protocol).

Leggi anche: Come abilitare debug USB anche con schermo rotto

Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!