velocizzare lo streaming

Velocizzare lo Streaming: Guida Completa per Eliminare Buffering e Ritardi | Scopri le Migliori Tecniche e Strumenti per Una Visione Impeccabile! Quando si cerca di guardare contenuti in streaming, problemi come l’intermittenza o la bassa qualità dell’immagine possono rendere l’esperienza frustrante. Queste difficoltà sono spesso legate alla velocità di connessione Internet, che può influenzare non solo la visione di film su piattaforme come Netflix o Disney+, ma anche riunioni su Zoom o sessioni di gioco online. Ad esempio, un film su Disney+ potrebbe interrompersi o apparire di bassa qualità se la connessione è inadeguata. Se migliorare la velocità tramite il proprio fornitore di servizi Internet (ISP) non è un’opzione, esistono diversi metodi per ottimizzare l’uso della velocità disponibile. Per analogia, immagina di regolare il flusso d’acqua in casa per garantire che arrivi più pressione dove serve; similmente, è possibile gestire la connessione Internet per velocizzare lo streaming.

Posizionamento Ottimale del Router per Velocizzare lo Streaming

Velocizzare lo streaming può essere facilitato semplicemente modificando la posizione del router Wi-Fi. Quando il router è posizionato vicino al suolo, all’interno di un armadio, o in una zona remota dell’abitazione, può limitare significativamente il segnale e di conseguenza la velocità di connessione. Il segnale Wi-Fi, pur potendo attraversare i muri, funziona meglio quando il router è posizionato in alto e con il minor numero di ostacoli possibili tra esso e il dispositivo di streaming. Se il router è dotato di antenne, orientarle correttamente — una verticale e una orizzontale — può migliorare notevolmente la ricezione.

Analogamente, se il dispositivo di streaming si trova all’interno di un mobile chiuso, questo non favorisce la ricezione del segnale. Idealmente, il dispositivo dovrebbe essere in linea diretta di vista con il router. Sebbene non sia strettamente necessario, ogni oggetto posto tra i due dispositivi può diminuire la qualità del segnale e quindi velocizzare il buffering può diventare più difficile. Un’alternativa potrebbe essere l’uso di un ripetitore Wi-Fi o l’installazione di un cavo Ethernet verso un secondo router Wi-Fi, come nel caso delle reti mesh, particolarmente utili in case ampie o su più livelli. Dove posizionare il router per le migliori velocità Wi-Fi

Gestione del Traffico sulla Rete Wi-Fi

  1. Limita il numero di utenti connessi: Pensate alla vostra connessione internet come a una tubatura piena d’acqua. C’è una quantità limitata di “acqua” disponibile. Se diversi membri della famiglia tentano di utilizzare il servizio di streaming lentissimo contemporaneamente in diverse stanze, potrebbe non esserci sufficiente banda per tutti. In tal caso, stabilire chi ha la priorità è a discrezione dell’utente.
  2. Ottimizza l’uso della connessione: Trasferire alcuni dispositivi da una connessione wireless a una cablata può alleggerire il carico sulla rete domestica, migliorando così le prestazioni complessive. Un’altra soluzione può essere scaricare anticipatamente i contenuti di interesse su dispositivi mobili come smartphone e tablet, per goderseli senza interruzioni quando la connessione è instabile. Come potenziare il WiFi e risolvere i problemi

Verifica e Miglioramento della Velocità di Streaming

Effettuare test della velocità di internet utilizzando strumenti come Speedtest o Fast.com di Netflix può offrire un’indicazione chiara delle prestazioni attuali. È consigliabile eseguire il test posizionando il dispositivo di misurazione vicino al dispositivo di streaming per risultati più accurati. Ogni modifica apportata alla configurazione della rete dovrebbe essere seguita da un nuovo test per valutare l’impatto sul segnale. Molte problematiche legate allo streaming lentissimo possono essere risolte seguendo queste indicazioni, puntando sempre a garantire la connessione internet più rapida possibile. Per ulteriori miglioramenti, si possono consultare guide specifiche per dispositivi come Roku e suggerimenti su come disfarsi dei vecchi apparecchi televisivi.

Miglioramento della Velocità di Connessione per Ottimizzare lo Streaming

  1. Valutazione dell’attuale offerta Internet: La prima azione da considerare per velocizzare lo streaming consiste nel riesaminare il proprio contratto di connettività. Spesso, le compagnie di telecomunicazione aggiornano le loro offerte con tecnologie più avanzate, come la fibra ottica, che possono significativamente incrementare la velocità di download. Ad esempio, personalmente sono passato da una connessione via cavo da 250Mbps a una fibra da 1Gbps, risparmiando addirittura €10 al mese. È curioso notare che solo al momento della disdetta, mi è stata offerta una riduzione del costo o un aumento della velocità per lo stesso prezzo, una pratica comune ma spesso trascurata.
  2. Necessità di una Velocità Adeguata: Per uno streaming lentissimo, è essenziale disporre di una velocità di download minima di 15Mbps per la visione in 4K; tuttavia, è consigliabile avere una banda molto più ampia per garantire una visione fluida e senza interruzioni. Potrebbe inoltre esserci la possibilità di scegliere tra nuovi fornitori di servizi nella propria area, offrendo opzioni più competitive e veloci.
  3. Transizione verso un nuovo fornitore: Qualora si decidesse di cambiare fornitore, ad esempio passando da una connessione via cavo a una in fibra ottica, il nuovo fornitore potrebbe richiedere l’intervento di un tecnico per l’installazione a casa. D’altra parte, mantenendo lo stesso fornitore, generalmente è possibile attivare la nuova velocità semplicemente con un cambiamento al livello dell’abbonamento, senza necessità di interventi tecnici a domicilio. Questa transizione può velocizzare il buffering e migliorare notevolamente l’esperienza di streaming.

Migliorare l’Hardware del Wi-Fi per lo Streaming

  1. Aggiornamento del router Wi-Fi: Il router Wi-Fi fornito gratuitamente dal tuo fornitore di servizi Internet è probabilmente inefficiente. Effettuare un aggiornamento del router può comportare un incremento immediato delle prestazioni, come un aumento della velocità fino al 20%. Questo può essere particolarmente utile per velocizzare il buffering e migliorare l’esperienza complessiva di streaming. Acquistando un router di qualità superiore, non solo potresti godere di una maggiore efficienza, ma anche risparmiare denaro a lungo termine riducendo la spesa mensile del servizio.
  2. Estensione della copertura del segnale: Un router più avanzato può garantire una migliore copertura del segnale all’interno dell’abitazione. Se precedentemente avevi riscontrato una connessione streaming lentissimo in specifiche zone della casa, come ad esempio nella parte posteriore, un router di nuova generazione potrebbe risolvere questo problema.
  3. Sfruttamento della gamma 5GHz: I router più moderni offrono la possibilità di connettersi tramite la banda a 5GHz, oltre alla più comune 2.4GHz. La gamma a 5GHz è generalmente più rapida e meno soggetta a interferenze da altri dispositivi elettronici, anche se ha una minore capacità di penetrazione attraverso le mura. Un esempio eccellente e conveniente di router che supporta questa tecnologia è il TP-Link Archer AX21.
  4. Considerare un sistema Wi-Fi mesh: Se la tua abitazione è particolarmente vasta o le pareti sono particolarmente spesse e impediscono una buona diffusione del segnale, potrebbe essere opportuno valutare un sistema Wi-Fi mesh. Questi sistemi utilizzano più dispositivi distribuiti in varie zone della casa piuttosto che un singolo dispositivo, garantendo così una copertura più uniforme e efficace. Il sistema mesh preferito da noi è il TP-Link Deco W7200, ideale per velocizzare lo streaming in un ambiente domestico con particolari sfide strutturali.

Connettiti via cavo Ethernet

Mentre la connessione Wi-Fi può risultare comoda, spesso si rivela particolarmente lenta in alcune reti, specialmente quando più utenti effettuano streaming simultaneamente. Al contrario, la connessione via cavo Ethernet offre una velocità superiore e non risente di problemi legati a muri, interferenze o distanza, rendendola ideale per l’uso domestico. Sebbene l’installazione dei cavi possa sembrare tediosa, essa garantisce una connessione più stabile e può risultare una soluzione vantaggiosa per dispositivi principali come la televisione di casa.

  1. Verifica la compatibilità del dispositivo: Non tutti i dispositivi di streaming sono dotati di una porta Ethernet. Tuttavia, è possibile acquistare adattatori USB economici, a circa 15 dollari, che rendono compatibili dispositivi come il Chromecast con Google TV e le chiavette Fire TV di Amazon.
  2. Scegliere dispositivi con Ethernet integrato: Alcuni modelli come il Roku Ultra e Apple TV 4K sono dotati di porta Ethernet integrata, eliminando la necessità di adattatori aggiuntivi. Questi dispositivi, benché più costosi, possono velocizzare lo streaming grazie alla loro connessione diretta e più stabile.

Immaginate di guardare un film in alta definizione durante un evento familiare, con più persone connesse alla stessa rete Wi-Fi. Questa situazione potrebbe causare uno streaming lentissimo e interruzioni frequenti. Utilizzando un collegamento Ethernet diretto, si potrebbe velocizzare il buffering e migliorare significativamente l’esperienza di visione, evitando frustrazioni e ritardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.