Come aumentare segnale Wi-Fi, 10 modi

By | Agosto 19, 2020
Come aumentare segnale Wi-Fi

Come aumentare segnale Wi-Fi. 10 modi per potenziare il segnale Wi-Fi. Dai un’occhiata a questi nostri consigli per aumentare il segnale wireless del modem, estendere e ottimizzare la copertura Wi-Fi e velocizzare la tua navigazione. Navigare rallentando fino a gattonare, incapacità di trasmettere in streaming, perdere il segnale Wi-Fi, zone morte senza segnale e senza cavi: ognuno di questi problemi è esasperante in un mondo in cui stare online è diventato, per alcuni, importante quanto respirare.

Se ritieni che il tuo Wi-Fi sia diventato lento, ci sono molti strumenti che puoi usare per testare la velocità di Internet. Tuttavia, se l’unico modo per navigare è quello di stare accanto al modem, questi semplici suggerimenti possono aiutarti ad ottimizzare la rete.

Come aumentare segnale Wi-Fi, 10 modi

1. Aggiorna il firmware del modem

Forse il tuo router ha solo bisogno di un aggiornamento. I produttori dei modem modificano sempre il software per aumentare la velocità. Quanto è facile o difficile aggiornare il firmware dipende interamente dal produttore e dal modello del dispositivo.

La maggior parte dei modem attuali ha il processo di aggiornamento integrato nell’interfaccia di amministrazione, quindi è solo una questione di premere un pulsante e aggiornare il firmware. Altri modelli, in particolare se più vecchi, richiedono comunque di andare sul sito Web del produttore, scaricare il file del firmware dalla pagina di supporto del modem e caricarlo nell’interfaccia di amministrazione. È noioso, ma è comunque una buona cosa da fare poiché sarebbe una soluzione molto semplice. Ecco come accedere alle impostazioni del modem.

2. Ottimizzare il posizionamento del modem

Non tutte le stanze e gli spazi sono uguali. Il fatto è che il posizionamento del modem può influire sulla copertura wireless. Può sembrare logico avere il router all’interno di un armadio e fuori mano, o proprio vicino alla finestra dove entra il cavo, ma non è sempre così. Invece di posizionarlo lontano dai tuoi dispositivi, il router dovrebbe essere al centro della tua casa, se possibile, in modo che il suo segnale possa arrivare il più lontano possibile.

Inoltre, i router wireless hanno bisogno di spazi aperti, lontano da pareti e ostacoli. Quindi, se hai posizionato quella brutta scatola nera in un armadio o dietro un mucchio di libri, potrai aumentare il segnale Wi-Fi se è circondato dall’aria (il che dovrebbe impedire anche al modem di surriscaldarsi). Tienilo lontano anche da apparecchi o dispositivi elettronici grandi, poiché la vicinanza può influire sulle prestazioni Wi-Fi.

Se il router ha antenne esterne, orientarle verticalmente per aumentare la copertura. Se puoi, posizionalo in alto: montalo in alto sul muro o sul ripiano superiore per migliorare il segnale WiFi. Esistono molti strumenti per aiutarti a visualizzare la copertura della tua rete. Personalmente, mi piace Heatmapper o inSSIDer, che ti mostra i punti deboli e forti della tua rete Wi-Fi. Esistono anche molte app mobili, come WiFi Analytics di Netgear.

3. Qual è la tua frequenza?

Dai un’occhiata all’interfaccia dell’amministratore della tua rete e assicurati di averlo configurato per prestazioni ottimali. Se si dispone di un modem a doppia banda, probabilmente si otterrà un throughput migliore passando alla banda a 5 GHz invece di utilizzare la banda a 2,4 GHz più comune.

Non solo il 5GHz offre velocità più elevate, ma probabilmente incontrerai meno interferenze da altre reti e dispositivi wireless, perché la frequenza 5GHz non è così comunemente usata. (Tuttavia, non gestisce bene ostacoli e distanze, quindi non raggiungerà necessariamente il segnale a 2,4 GHz.)

La maggior parte dei modem dual-band moderni dovrebbe offrire la possibilità di utilizzare lo stesso nome di rete o SSID su entrambe le bande. Controlla l’interfaccia di amministrazione del tuo router, cerca l’opzione di rete a 5 GHz e assegnagli lo stesso SSID e la stessa password della tua rete a 2,4 GHz. In questo modo, i tuoi dispositivi sceglieranno automaticamente il segnale migliore ogni volta che possono. (Se il tuo router non ti offre la possibilità di usare lo stesso SSID, dagli solo un altro nome – come CasaEsposito-5GHz – e prova a collegarti a quello manualmente ogni volta che è possibile.)

4. Per aumentare segnale Wi-Fi cambia canale

L’interferenza è un grosso problema, specialmente per coloro che vivono in aree densamente popolate. I segnali di altre reti wireless possono influire sulla velocità, per non parlare di alcuni telefoni cordless, microonde e altri dispositivi elettronici.

Tutti i modem moderni possono passare da un canale all’altro quando comunicano con i tuoi dispositivi. La maggior parte dei router sceglierà il canale giusto per te, ma se anche le reti wireless vicine utilizzano lo stesso canale, allora incontrerai una congestione del segnale. Un buon router impostato su Automatico proverà a scegliere il canale meno congestionato, ma molti modem più economici sceglieranno solo un canale predefinito, anche se non è il migliore. Questo potrebbe essere un problema.

Su PC basati su Windows, puoi vedere quali canali stanno utilizzando le reti Wi-Fi vicine. Dal prompt dei comandi digitare netsh wlan show all, e vedrai un elenco di tutte le reti wireless e i canali utilizzati nelle vicinanze.

Se ritieni che l’impostazione Auto non funzioni correttamente per te, accedi all’interfaccia di amministratore del modem, vai alla categoria WiFi e prova a selezionarne una manualmente (idealmente, una non utilizzata da molte reti nella tua zona). Verifica se fornisce un segnale migliore e velocità più elevate rispetto all’impostazione Automatica. Tieni presente che la congestione dei canali può cambiare nel tempo, quindi se scegli un canale manualmente, ti consigliamo di effettuare il check-in di tanto in tanto per assicurarti che sia sempre il migliore.

5. Controllo della qualità

La maggior parte dei modem moderni viene fornita con strumenti di qualità del servizio (QoS) per limitare la quantità di larghezza di banda utilizzata dalle app.

Ad esempio, potresti utilizzare QoS per dare priorità alle videochiamate rispetto ai download di file, in questo modo la tua chiamata con la nonna non verrà interrotta solo perché qualcun altro sta scaricando un file di grandi dimensioni da Dropbox. Alcune impostazioni di QoS ti consentono persino di dare la priorità a diverse app in diversi momenti della giornata.

Le impostazioni QoS si trovano in genere nelle impostazioni avanzate nell’interfaccia di amministratore della rete. Alcuni router potrebbero persino semplificare l’offerta di un’impostazione multimediale o di gioco con un clic, in modo da sapere che tali applicazioni avranno la priorità.

6. Non fare affidamento su hardware obsoleto

È una buona idea ottenere il massimo dalle apparecchiature esistenti per aumentare segnale Wi-Fi, ma se si utilizza hardware vecchio non ci possiamo aspettare le migliori prestazioni. Ma, se hai acquistato il tuo modem qualche anno fa, potresti comunque utilizzare lo standard 802.11n più vecchio e più lento (o Dio non voglia, 802.11g).

Questi standard wireless si limitano a larghezze di banda piuttosto basse. Pertanto, tutte le modifiche che abbiamo delineato sopra ti porteranno solo lontano: il throughput massimo per 802.11g è di 54 Mbps, mentre lo standard 802.11n supera 300 Mbps. L’ultimo 802.11ac supporta 1 Gbps, mentre i router Wi-Fi 6 di nuova generazione possono teoricamente raggiungere i 10 Gbps.

Anche se il tuo modem è nuovo, potresti avere alcuni dispositivi antichi che stanno tornando a standard più vecchi e più lenti. Se hai acquistato un PC negli ultimi due anni, probabilmente hai un adattatore wireless 802.11ac o almeno 802.11n. Ma più vecchi sono i tuoi dispositivi, meno è probabile che siano integrati nella tecnologia moderna. (Tuttavia, potresti essere in grado di acquistare un adattatore USB Wi-Fi che migliora le cose su quelle vecchie macchine).

Ricorda, un router di qualità superiore non supporterà solo quegli standard più veloci, ma farà anche tutte le cose che abbiamo detto qui sopra. Eseguirà una migliore selezione dei canali, una gestione della banda per i dispositivi a 5 GHz e migliori funzionalità QoS.

7. Per aumentare segnale Wi-Fi sostituisci l’antenna

Se il tuo modem utilizza un’antenna interna, aggiungerne una esterna sarebbe una buona idea, poiché quest’ultima tende a inviare un segnale più forte e cosi aumentare segnale Wi-Fi. Il tuo router potrebbe essere dotato di antenne che puoi aggiungere te stesso, ma in caso contrario (o se le hai gettate via molto tempo fa), molti produttori di router vendono antenne separatamente.

In molti casi, è possibile scegliere tra antenne omnidirezionali, che inviano un segnale a tutte le direzioni, o direzionali, che inviano un segnale in una direzione specifica. La maggior parte delle antenne integrate tende ad essere onnidirezionale, quindi se ne acquisti una esterna, dovrebbe essere contrassegnata come “ad alto guadagno” per fare davvero la differenza.

Un’antenna direzionale tende ad essere un’opzione migliore, poiché le probabilità sono che non si verificano punti deboli nella rete in ogni direzione. Puntare l’antenna esterna nella direzione del punto debole e trasmetterà il segnale di conseguenza. Controlla il sito Web del produttore del router per i dettagli su cosa acquistare.

8. Configurare un range extender wireless

La distanza è uno dei problemi più evidenti: esiste un certo intervallo ottimale che il segnale wireless può percorrere. Se la rete deve coprire un’area più ampia di quella che il router è in grado di trasmettere o se ci sono molti angoli da percorrere e pareti da penetrare, le prestazioni diminuiranno.

Se tutto quanto sopra fallisce, è possibile che la tua casa sia troppo grande per un singolo router per inviare un buon segnale ovunque. Tutti i router sono in grado di trasmettere in modo affidabile fino a una certa distanza prima che il segnale si indebolisca. Se vuoi aumentare segnale Wi-Fi o estendere il tuo segnale oltre quello, avrai bisogno di un range extender di qualche tipo.

I range extender sono simili ai router standard, ma funzionano in modo diverso. Per cominciare, raccolgono il segnale Wi-Fi esistente dal router wireless e lo ritrasmettono. Per quanto riguarda il router di rete, il range extender è solo un altro client con un indirizzo IP, proprio come un laptop.

Anche se non è un modem, dovresti comunque usare le stesse regole per capire il posizionamento; l’extender dovrebbe essere abbastanza vicino al router di rete principale per ricevere un segnale solido, ma abbastanza vicino al punto debole in modo che possa fare il suo lavoro, beh, estendere quel segnale.

Non è necessario un extender con lo stesso marchio o modello del router esistente, sebbene in alcuni casi gli extender dello stesso marchio possano offrire funzionalità extra (come i router MaxStream di Linksys e il loro “roaming continuo”).

Soprattutto, assicurati di sceglierne uno in grado di trasmettere un segnale equivalente: non acquistare un extender 802.11n se il router è su 802.11ac. Per ulteriori informazioni su come scegliere e configurare un extender, dai un’occhiata ai migliori extender wireless che abbiamo trovato.

9. Passa a un sistema Wi-Fi basato su mesh

I range extender aiutano ad aumentare segnale Wi-Fi e connettere le zone morte, ma i range extender wireless di solito forniscono circa la metà della larghezza di banda che hai dal tuo router principale. Inoltre, richiedono spesso una gestione separata da due diverse pagine di amministrazione e possono persino costringerti a utilizzare due SSID diversi, il che è un problema enorme. Se vuoi una connettività senza soluzione di continuità ovunque in casa, gestibile da una semplice app per smartphone, considera invece di aggiornare l’intera rete come un sistema Wi-Fi mesh.

Progettati per coprire ogni angolo della casa, i sistemi Wi-Fi mesh mirano a sostituire il router anziché estenderlo. Collegherai un nodo direttamente al tuo modem, quindi posizionerai uno o più nodi satellitari intorno alla tua casa. L’app inclusa ti guiderà attraverso l’installazione, assicurandoti che ciascun nodo sia posizionato nel punto ideale per aumentare il segnale WiFi.

L’impostazione risultante copre la tua casa con una singola rete wireless, che utilizza un’unica interfaccia di amministrazione (sotto forma di un’app mobile amichevole) e spesso dedica almeno una banda wireless al backhaul di rete, offrendo prestazioni migliori rispetto a molti extender. Molti sistemi mesh aggiorneranno anche il firmware automaticamente, in modo da disporre sempre degli ultimi miglioramenti in termini di prestazioni e sicurezza, senza più scaricare il firmware dal sito Web del produttore.

Il rovescio della medaglia: i sistemi Wi-Fi mesh non sono economici, soprattutto se si dispone di una casa di grandi dimensioni, che richiederà più nodi. Ma se sei comunque sul mercato per un nuovo router, potrebbero valerne la pena considerare come alternativa. Per ulteriori informazioni, consulta il nostro elenco dei migliori sistemi di rete mesh, nonché la nostra guida per la configurazione.

10. Vuoi aumentare segnale Wi-Fi? Entra dentro il tuo modem.

Se vuoi davvero aumentare segnale Wi-Fi attuale, i più avventurosi dovrebbero guardare al sistema operativo del router DD-WRT open source. Molti importanti produttori di router, come Linksys, Netgear e TrendNET offrono router che possono eseguire DD-WRT. Oppure puoi semplicemente scaricare DD-WRT e installarlo su qualsiasi router compatibile.

DD-WRT può aumentare le prestazioni e offrirti l’accesso a funzionalità di rete più avanzate tra cui la rete privata virtuale (VPN), la sicurezza e la personalizzazione granulare. Puoi persino installarne uno direttamente sul tuo router.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.