Come calibrare la batteria di un telefono Android

Come calibrare la batteria di un telefono Android

Come calibrare la batteria di un telefono Android. Calibrare batteria Android: tutti i passaggi da eseguire. Uno degli elementi che fa venire agli utenti di telefoni il mal di testa è, senza dubbio, la batteria. Consapevoli dell’importanza di avere una buona autonomia, i produttori stanno aumentando la capacità delle batterie, introducendo soluzioni per ottimizzare il consumo di energia.

Da parte nostra, vi abbiamo già spiegato in altre occasioni come tenere traccia dei cicli di carica, come caricarla per prolungarne la vita utile e persino come risparmiare energia configurando le app in standby. Il sistema operativo Android ha un file chiamato Battery Stats, che indica la capacità della batteria, quando è piena o scarica. Il problema è che questo file a volte si corrompe e inizia a mostrare dati non reali, il che causa il blocco della cella prima che raggiunga lo 0% o che, una volta caricato al 100%, si esaurisce rapidamente.

Il processo di calibrazione della batteria implica la correzione dei valori di tale file e non ripara nulla di fisico o chimico nella batteria, cioè, è una correzione del software, non dell’hardware. Oggi spiegheremo un processo che dovrebbe essere ripetuto ogni due o tre mesi: come calibrare la batteria di un telefono Android.

Perché dobbiamo calibrare periodicamente la batteria di un telefono Android

La percentuale di carica di un cellulare viene calcolata in base a una serie di algoritmi eseguiti dal sistema e basati sulla capacità della batteria, sul tempo in cui è stato caricato e sul punto di carica massimo, che viene raggiunto dopo un tempo. Se qualcuno di questi è sbagliato, possiamo trovare una deviazione nei calcoli e, quindi, abbiamo davanti a noi una batteria calibrata male che ci mostra la percentuale sbagliata.

Pertanto, mantenere la batteria calibrata è utile due volte: da un lato, è un bene per noi perché saremo in grado di vedere una percentuale affidabile di carica e il nostro cellulare non si spegnerà improvvisamente e, dall’altro, è salutare per la batteria stessa, perché ci aiuterà a mantenere un livello di carica ottimale ( tra il 40 e l’80% ).

Negli app store è possibile trovare diverse app che promettono una calibrazione della batteria, ma la nostra raccomandazione è di eseguire da soli il processo di calibrazione. Come vedremo, è un processo molto semplice che è consigliabile ripetere ogni due o tre mesi.

Quando ricalibrare una batteria?

Quando notate che la batteria non raggiunge mai il 100%, ma si blocca al 90 o 95%, o quando lo smartphone si spegne improvvisamente, senza motivo o quando la batteria si scarica molto velocemente.

Come calibrare la batteria di un telefono Android

Tuttavia se la durata della batteria dello smartphone è iniziata ad accorciarsi senza un motivo apparente, potrebbe essere il momento di calibrarla. Ecco come calibrare la batteria di qualsiasi telefono Android.

A differenza di Apple, che prevede una specifica procedura di calibrazione per la batteria dell’iPhone, il resto dei produttori Android non specifica in genere standard per calibrare la batteria dei propri telefoni. Qui sotto vi proponiamo un metodo generale che puoi eseguire su qualsiasi dispositivo indipendentemente dal suo marchio:

  1. Carica completamente la batteria del telefono: collegala al caricabatterie e attendi fino a quando l’indicatore della batteria si carica al 100%, ma non scollegarlo immediatamente quando raggiunge il 100%, lascialo un po’ più a lungo.
  2. Scarica completamente la batteria: dopo averla completamente caricata, utilizzando il telefono normalmente o intensamente, scarica completamente la batteria fino a quando il telefono non si spegne da solo. Applicazioni, giochi o contenuti multimediali impegnativi ti aiuteranno a consumare energia più velocemente.
  3. Lasciare riposare il cellulare per almeno 4 ore: la batteria potrebbe avere una carica in eccesso residua che ne causa la mancata calibrazione, bisogna fare in modo che, durante queste ore di riposo, l’energia residua venga rilasciata dalla batteria stessa.
  4. Ricarica il cellulare: una volta che è stato completamente scaricato e hai aspettato almeno 4 ore, ricarica il cellulare fino a quando non raggiunge il 100% di carica e attendi un po’ di più per assicurarti che sia completamente carico prima di scollegarlo.
  5. Riaccendi il telefono e usalo di nuovo normalmente: se hai completato il processo, dovrebbe già essere correttamente calibrato in modo da poterlo utilizzare senza problemi per due o tre mesi.

Come calibrare la batteria di un telefono Android con un’app

Scarica l’app AccuBattery dal Play Store. Questa applicazione mostrerà la carica della batteria in milliampere (mA) nella barra delle notifiche. Dovresti caricare il tuo smartphone fino a quando l’app non mostra il 100%. Quando raggiungi il 100%, spegni e riavvia il dispositivo. Tramite questo procedimento hai calibrato la batteria del tuo smartphone Android.

GO Battery Pro – Battery Saver tiene sotto controllo le applicazioni e decide quali influenzano maggiormente la carica della batteria. Facendo clic sul pulsante “Ottimizza”, viene eliminata qualsiasi applicazione non necessaria che attualmente consuma risorse.

Avast Battery Saver aumenta la durata della batteria arrestando tutte le applicazioni che non sono utilizzate, ottimizzando le impostazioni del dispositivo. Dispone inoltre di 4 profili predefiniti: Home, Work, Night e Emergency, che semplificano tutto.

Se tutti questi consigli non sono stati utili per te, non resta che rivolgerti al produttore del telefono.

Potrebbe interessarti: Smartphone con la migliore autonomia della batteria


Commenta per primo

Lascia un commento