Come collegare iPhone a Mac in pochi passi

By | Luglio 1, 2023
come collegare iphone a mac

Hai appena acquistato il tuo primo computer Apple dopo aver letto attentamente la mia guida su quale Mac comprare. Ora che possiedi un iPhone, vorresti sfruttare appieno il potenziale di entrambi i dispositivi e scoprire come farli comunicare in modo efficiente. Sei curioso di conoscere come collegare iPhone a Mac? Se la risposta è sì, sei nel posto giusto. Preparati a scoprire le varie opzioni a tua disposizione e le procedure dettagliate per raggiungere il tuo obiettivo. Dedicami solo cinque minuti del tuo tempo libero e sarò lieto di spiegarti come collegare iPhone a Mac, tenendo conto delle tue esigenze specifiche. In realtà, ci sono diverse soluzioni a tua disposizione per stabilire una connessione tra i tuoi dispositivi. Alcune ti permettono di collegare il tuo “melafonino” al Mac per ricaricarlo e sincronizzare i dati, mentre altre consentono lo scambio di dati senza l’uso di cavi. Inoltre, potrai persino effettuare chiamate direttamente dal Mac e iniziare un lavoro su un dispositivo per poi continuarlo sull’altro. Queste possibilità sono sicuramente interessanti, vero? Allora non perdere altro tempo e immergiti subito nell’argomento.


Come collegare iPhone a Mac con cavo

Collegare iPhone e Mac può sembrare un’operazione complessa, ma in realtà esistono due modi semplici per sincronizzare i dispositivi e trasferire dati tra di essi. Nel presente articolo, ti spiegheremo come collegare l’iPhone al Mac utilizzando il cavo Lightning o l’applicazione iTunes. La prima opzione che esploreremo è quella di utilizzare il cavo Lightning, fornito in dotazione con l’iPhone o acquistabile separatamente. Questo metodo permette non solo di collegare i dispositivi, ma anche di caricare l’iPhone e sincronizzarne i dati con il computer.

Per effettuare il collegamento con il cavo Lightning, basta inserire un’estremità nel connettore USB del Mac e l’altra estremità nel connettore Lightning dell’iPhone. Assicurati che entrambi i dispositivi siano accesi. Una volta completato il collegamento, noterai l’icona di un fulmine sull’indicatore di stato della batteria dell’iPhone, a conferma che il dispositivo si sta caricando.

Se utilizzi macOS 10.15 Catalina o versioni successive, puoi utilizzare anche l’applicazione Finder per collegare l’iPhone al Mac. Apri il Finder e seleziona l’icona o il nome dell’iPhone dalla barra laterale sinistra. Durante il primo collegamento tra i dispositivi, dovrai autorizzare il Mac toccando il pulsante “Autorizza” che comparirà sullo schermo. Ripeti la stessa operazione sull’iPhone e inserisci il codice di sblocco per consentire la comunicazione tra i due dispositivi.

Una volta completata questa fase, puoi selezionare una delle schede nella barra superiore del Finder, come “Generali”, “Musica”, “Film”, “Programmi TV”, “Podcast”, “Libri”, “Foto” o “File”, per sincronizzare i dati di tuo interesse. Inoltre, puoi cliccare sull’opzione “Info” per sincronizzare i contatti e il calendario.

Se stai utilizzando una versione precedente di macOS, come collegare l’iPhone a Mac richiede l’uso di iTunes. Seleziona l’icona dell’iPhone nella parte superiore sinistra della finestra del programma e segui gli stessi passaggi descritti in precedenza per il Finder. In conclusione, collegare iPhone a Mac può essere fatto facilmente utilizzando il cavo Lightning o l’applicazione iTunes. Scegli l’opzione che meglio si adatta alle tue esigenze e inizia a sincronizzare i tuoi dispositivi Apple per un’esperienza senza problemi. Come disattivare VPN su iPhone? – Guida Passo Passo

Come collegare iPhone a Mac senza cavo

Non hai un cavo a disposizione? Bene, ti spiegheremo come collegare il tuo iPhone al Mac in modalità wireless. Questa funzione ti permette di sincronizzare i due dispositivi senza dover utilizzare il cavo, ad eccezione del primo collegamento. Inoltre, con questa modalità di connessione, puoi anche condividere la connessione Internet del tuo Mac, sebbene con alcune limitazioni.

Per attivare la sincronizzazione wireless tra i dispositivi, collega l’iPhone al Mac utilizzando il cavo Lightning e apri il Finder o iTunes, a seconda della versione di macOS che stai utilizzando. Successivamente, seleziona “Generali” o “Riepilogo” e spunta la casella accanto all’opzione “Mostra iPhone se è attiva la connessione al Wi-Fi/Sincronizza con iPhone via Wi-Fi” nel box delle opzioni. Infine, fai clic su “Applica” per salvare le modifiche.

Una volta attivata la sincronizzazione wireless, scollega l’iPhone e prendilo in mano. Accedi al Centro di controllo di iOS (effettuando uno swipe dall’angolo in alto a destra dello schermo se possiedi un iPhone con Face ID, oppure dal fondo dello schermo verso l’alto se hai un modello con Touch ID), quindi fai un tocco profondo sul pulsante Wi-Fi e verifica di essere connesso alla stessa rete Wi-Fi del tuo Mac.


Successivamente, avvia Finder o iTunes e dovresti vedere il nome del tuo iPhone nel menu di sinistra su Finder, o l’icona del telefono in alto a sinistra su iTunes. In entrambi i casi, fai clic su di esso e avvia la sincronizzazione come descritto in precedenza per la modalità con cavo.

Come accennato in precedenza, è possibile utilizzare il Mac come router e condividere la connessione Internet con altri dispositivi, a condizione che il computer sia collegato alla rete tramite cavo Ethernet. Pertanto, se necessiti di connetterti a Internet utilizzando il tuo iPhone, ma non hai accesso a una connessione dati e il router di casa non è compatibile con il Wi-Fi, puoi connettere i due dispositivi e sfruttare questa opzione per navigare su Internet dal tuo iPhone.

Sul tuo Mac, accedi alle Preferenze di Sistema e fai clic sull’icona “Condivisione”. Seleziona l’opzione “Condivisione Internet”. Quindi, nel menu a tendina accanto alla voce “Condividi la tua connessione da”, seleziona l’opzione “Ethernet”. Successivamente, spunta la casella accanto all’opzione “Wi-Fi” nel box “Ai computer che usano:”. Ora fai clic sul pulsante “Opzioni Wi-Fi”, inserisci un nome per la tua rete nel campo “Nome rete”, seleziona l’opzione “WPA2 Personal” dal menu a tendina accanto alla voce “Sicurezza”, inserisci una password per la rete che hai appena creato e fai clic su “OK”.


Prendi il tuo iPhone e tocca sull’icona delle impostazioni per accedere alle impostazioni di iOS. Fai tap sull’opzione “Wi-Fi” e sposta la levetta accanto alla voce “Wi-Fi” da OFF a ON. Successivamente, seleziona la rete che hai appena creato, inserisci la password e il gioco è fatto. Ora puoi navigare su Internet sul tuo iPhone utilizzando la connessione condivisa dal tuo Mac. Volume iPhone non funziona: come risolvere

Come collegare iPhone a Mac con AirDrop

Nel mondo della connettività senza fili, AirDrop rappresenta una soluzione versatile per collegare il tuo iPhone al Mac. Questo strumento integrato nei dispositivi iOS e macOS consente di trasferire file, video, documenti e altro ancora tra dispositivi nelle vicinanze senza la necessità di configurazioni complesse.

Per utilizzare AirDrop sul tuo Mac, apri il Finder o vai alla Scrivania e seleziona “Vai” dalla barra dei menu in alto. Successivamente, nel menu a comparsa, troverai l’opzione “AirDrop”. Se visualizzi le linee curve blu, significa che AirDrop è pronto per l’uso. In caso contrario, assicurati di attivare sia il Bluetooth che il Wi-Fi su entrambi i dispositivi, sia sul Mac che sull’iPhone.

Nella finestra di AirDrop, attiva il Bluetooth e il Wi-Fi premendo il pulsante corrispondente. Quindi, prendi il tuo iPhone, accedi al Centro di controllo di iOS (effettuando uno swipe dall’angolo in alto a destra dello schermo se hai un iPhone con Face ID o dal fondo dello schermo verso l’alto se hai un modello dotato di Touch ID). Se il Bluetooth e il Wi-Fi sono disattivati, attivali toccando i relativi pulsanti. Se tutto è andato come previsto, il nome del tuo iPhone apparirà nella finestra di AirDrop sul Mac.

Per trasferire i tuoi contenuti tramite AirDrop sul Mac, trascina gli elementi desiderati sull’immagine del tuo iPhone presente nella finestra di AirDrop. In alternativa, fai clic con il tasto destro del mouse sull’elemento da condividere e seleziona “Condividi” e “AirDrop” dal menu che appare. Successivamente, nella nuova finestra di dialogo, seleziona il tuo iPhone, attendi il completamento del trasferimento e il gioco è fatto. Infine, premi il pulsante “Fine” per chiudere il pannello di AirDrop.

Se invece desideri inviare un elemento dal tuo iPhone al Mac, apri il file da condividere, tocca l’icona di condivisione (rappresentata da una freccia all’interno di un quadrato) e seleziona le icone di AirDrop e del tuo MacBook Air/Pro dal menu “Dispositivi”. Una volta stabilita la connessione, vedrai un’anteprima dell’elemento condiviso. Tocca il pulsante “Accetto” e il file verrà automaticamente salvato nella cartella “Download” di macOS.


La comodità di AirDrop semplifica la sincronizzazione tra il tuo iPhone e il tuo Mac, consentendo un trasferimento rapido e senza problemi dei tuoi file. Non è necessario preoccuparsi di cavi o configurazioni complicate. Basta attivare Bluetooth e Wi-Fi, e AirDrop farà il resto. Sfrutta questa soluzione intuitiva per condividere facilmente contenuti tra i tuoi dispositivi Apple. Collegare iPhone a TV per un’esperienza multimediale completa

Come collegare iPhone a Mac con Bluetooth

Hai mai desiderato collegare il tuo iPhone al tuo Mac in modo facile e veloce? Bene, esiste un metodo che ti consentirà di sincronizzare i tuoi dispositivi Apple utilizzando la connessione Bluetooth. In questo articolo ti spiegheremo passo dopo passo come farlo, senza la necessità di cavi o complicazioni.

Prima di tutto, è importante attivare il Bluetooth su entrambi i dispositivi. Guida completa per attivare Bluetooth Per farlo sul tuo Mac, accedi alle Preferenze di Sistema. Puoi farlo facilmente facendo clic sull’icona collocata nella barra Dock o nel Launchpad. Una volta aperte le Preferenze di Sistema, seleziona l’opzione Bluetooth e premi sul tasto “Attiva Bluetooth” per rendere il tuo computer visibile agli altri dispositivi. Un’alternativa rapida è utilizzare il Centro di controllo del Mac, che si trova nell’angolo in alto a destra dello schermo accanto alla data. Fai clic sull’icona delle due levette e successivamente seleziona la voce Bluetooth, spostando la levetta su “ON”.

Una volta attivato il Bluetooth sul tuo Mac, è necessario fare lo stesso sull’iPhone. Puoi farlo facilmente attraverso il Centro di controllo del dispositivo. Se il tuo iPhone ha il Face ID, fai uno swipe verso l’alto dall’angolo destro dello schermo. Se il tuo iPhone ha il Touch ID, fai uno swipe dal basso verso l’alto. Troverai l’icona del Bluetooth da toccare con decisione.

Ora che entrambi i dispositivi hanno il Bluetooth attivo, è arrivato il momento di collegarli tra loro. Torna alle Preferenze di Sistema del Mac e aspetta che il tuo iPhone venga individuato. Una volta visualizzato, fai clic sul tasto “Connetti”. Sullo schermo del Mac comparirà un codice di abbinamento che dovrai confermare anche sull’iPhone, toccando il tasto “Abbina”. Questa stessa procedura può essere eseguita anche sull’iPhone, aprendo le Impostazioni, selezionando Bluetooth e toccando il nome del tuo Mac sotto la voce “Altri dispositivi”.

Ecco fatto! Adesso i tuoi dispositivi Apple sono collegati tramite Bluetooth e puoi iniziare a sfruttare le loro funzionalità di sincronizzazione. Potrai trasferire file, condividere dati, utilizzare l’hotspot personale dell’iPhone sul Mac e molto altro ancora. Ricorda che questa connessione wireless è un’alternativa comoda e senza fili per sfruttare appieno le potenzialità dei tuoi dispositivi Apple.

Non hai bisogno di cavi né di complicati processi di configurazione. Con un semplice collegamento Bluetooth, il tuo iPhone e il tuo Mac saranno pronti a lavorare in sintonia. Ora puoi goderti la comodità di sincronizzare facilmente i tuoi dati tra i dispositivi e sfruttare appieno l’ecosistema Apple. Cambiare ID Apple su iPhone: guida e consigli

Author: Morgana

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.