Come collegare la fotocamera al PC

By | Giugno 3, 2022
come collegare la fotocamera al pc

Prima di entrare nel vivo della questione e spiegarti come collegare la fotocamera al PC per effettuare videochiamate, registrare video o scaricare foto e video sul tuo computer, voglio dirti che utilizzerò una fotocamera reflex Nikon. Se hai una fotocamera di altre marche, potresti notare delle differenze nei passaggi da seguire rispetto a quanto ti mostrerò (visto che ogni produttore ha un software di connessione al PC diverso), ma non preoccuparti: la procedura da seguire è semplice. In compenso ti basta il software per collegare la fotocamera al PC (ti mostrerò dove trovarlo più avanti, a seconda del modello che hai) e un cavo USB, che probabilmente hai già trovato nella confezione. Prima di procedere, assicurati anche che la batteria della tua fotocamera sia carica, pianifica anche di disabilitare le impostazioni di risparmio energetico e, se la tua intenzione è quella di registrare o scattare dal vivo con la fotocamera, assicurati di avere un treppiede fluido o una testa a sfera per gestire al meglio il scatti: se non ce l’hai, puoi acquistarlo online a pochi euro.

Leggi anche: Come collegare striscia LED

Come collegare la fotocamera al PC per registrare

Se vuoi capire come collegare la fotocamera al PC per registrare, oppure utilizzarla come webcam, questa è la sezione del tutorial che fa per te. Come accennato in precedenza, la procedura da seguire è abbastanza universale, ma in assenza di un unico vero standard, ogni produttore di fotocamere ha creato il proprio software affinché la fotocamera comunichi con il computer. Ti mostrerò come collegare una fotocamera Nikon a un PC tramite Nikon Webcam Utility, il software ufficiale del brand giapponese, compatibile sia con Windows che con macOS. Se possiedi una fotocamera di un’altra marca, potrai utilizzarla come webcam o registrare su PC solo fintanto che sarà stato rilasciato un software dedicato. Nel momento in cui scriviamo, i software ufficiali dei vari produttori sono: Canon EOS Webcam Utility, Sony Imaging Edge Webcam, Panasonic Lumix Tether for Streaming, Fujifilm X Webcam e Olympus OM-D Beta Webcam. Fatta questa doverosa precisazione, andiamo al sodo e vediamo, nel dettaglio, come stabilire la connessione tra fotocamera e computer tramite il software sopra citato.

Windows

Iniziamo con il PC Windows. Il primo passo che devi compiere è, ovviamente, scaricare il software ufficiale dal produttore della tua fotocamera sul tuo PC. Nel caso di Nikon, quindi, devi andare sul sito dell’azienda giapponese, cercare il nome del modello della tua fotocamera nell’area corrispondente, accedere alla sezione Software della pagina che si apre e cliccare sulla voce per visualizzare la pagina di download per Utilità webcam (Windows). Successivamente è necessario scorrere alla schermata successiva, alla voce Contratto, apporre il segno di spunta accanto alla voce Accetto, selezionare una regione (es. Europa ) e premere il tasto download.

Una volta completato il download, è necessario avviare il file .exe ottenuto e seguire la procedura a schermo. Se hai anche una fotocamera Nikon, dovresti sempre fare clic sul pulsante Pagina successiva e consentire al software di apportare modifiche al tuo computer (facendo clic sul pulsante Sì ). Tuttavia, la procedura è simile per la maggior parte dei software per collegare le fotocamere al PC. Ottimo! Ora hai l’utilità di cui hai bisogno sul tuo computer. Il software Nikon Webcam Utility è molto spartano, ti accorgerai a malapena di averlo installato e non richiede impostazioni particolari per essere utilizzato. Blocca parzialmente il menu della telecamera collegata al PC, ma lascia attive alcune funzioni che consentono di intervenire sull’immagine trasmessa. Si tratta di “filtri” che variano il colore, l’atmosfera, la sfocatura dello sfondo o l’aspetto della dimensione della cornice.

Il bello della creazione di vere utilità per webcam è che semplificano il processo. In passato non si poteva farlo senza cavo HDMI e memoria esterna, oggi basta un cavo USB.  Detto questo, però collega la fotocamera al PC come webcam, sistemala a tuo piacimento, collegala al tuo computer tramite cavo USB, accendila e attiva Live View, quindi avvia il software che vuoi utilizzare per la tua conferenza: Skype, Zoom, Microsoft Teams o vai su Google Meet o Messenger. Una volta avviato il programma o servizio è necessario accedere alle impostazioni e selezionare Webcam Utility (o comunque il nome della propria fotocamera o relativo software) come sorgente video. In questo modo, sullo schermo compariranno esattamente le cornici della fotocamera e, quindi, potrai utilizzarla come webcam. Per quanto riguarda l’audio, attiva quello integrato sul tuo PC o collega un microfono esterno.

Come si dice? Quello che ti interessa è solo come collegare la fotocamera al PC per registrare video? C’è anche una soluzione per questo. Puoi utilizzare un paio di programmi scaricabili dal web, entrambi gratuiti e intuitivi da gestire. Il primo di questi software si chiama digiCamControl Virtual Webcam, ti aiuterà a usare la tua fotocamera durante la videoconferenza, in caso di problemi con Webcam Utility. Per prima cosa devi verificare se la fotocamera è compatibile con digiCamControl Virtual Webcam, puoi farlo facendo riferimento alla tabella ufficiale a questo link. Vedrai che ci sono così tanti modelli, non dovrebbe essere difficile trovare anche il tuo. Dopo la verifica, vai sul sito ufficiale di digiCamControl Virtual Webcam e clicca sul pulsante Download, individuabile all’apertura della pagina. In quello successivo, spostati sul pannello centrale, la cosiddetta digiCamControl Virtual Webcam, e clicca ancora una volta su Download.

Al termine del download, avviare il file DCCWebCam_Setup.exe appena scaricato. Alla richiesta iniziale di apportare modifiche al dispositivo, rispondi con , quindi fai clic su Pagina successiva due volte di seguito e Installa. Se sul monitor vengono visualizzati avvisi, fare sempre clic su OK. Infine, tocca Tecnologie per completare l’installazione. Ora è il momento di prendere la fotocamera, collegarla al PC tramite cavo USB e accenderla. Quindi digiCamControl Virtual Webcam dovrebbe rilevarla. Se tutto va bene, sposta il cursore a sinistra dello schermo e nella parte inferiore dell’area delle impostazioni metti un segno di spunta sulla voce Anteprima immagine, quindi fai clic sul pulsante Avvia Live View. Ce l’hai fatta! Apri un servizio o un’app di videochiamata, vai alle impostazioni, quindi seleziona DCC Virtual Camera come sorgente video e connettiti con i tuoi amici, colleghi o parenti. 


Voglio darti un altro consiglio su come collegare la fotocamera al PC per registrare, nel caso tu voglia creare un filmato con la tua fotocamera e non solo salvare le videochiamate. Mi riferisco all’utilizzo del famoso programma di registrazione e live streaming. OBS, che è gratuito e compatibile con Windows, macOS e Linux. È in grado di acquisire contemporaneamente un gran numero di sorgenti video e audio, comprese le fotocamere (se riconosciute dal computer tramite software come quelli dei produttori di fotocamere o la webcam virtuale digiCamControl). Se sei pronto, devi collegarti al sito Open Broadcaster Software (OBS) e premere il pulsante per Windows, per scaricarlo e poi installarlo.

Dopo l’installazione, avviare OBS, collegare la fotocamera al PC tramite cavo USB e, nella parte inferiore dell’interfaccia del programma, individuare la sezione Sorgenti. Al suo interno, tocca l’icona + (Aggiungi), che ti servirà per selezionare la videocamera come sorgente video. Ora sei abilitato a registrare e salvare i tuoi contenuti. Con OBS puoi anche andare in live streaming su numerose piattaforme. 

MAC

Sicuramente anche a te, che sei un utente macOS, interessa sapere come collegare la fotocamera al computer per poterla utilizzare come webcam. Il modo di procedere è molto simile a quanto già visto finora, è necessario installare il software dedicato allo scopo pubblicato dal produttore della fotocamera. Nel caso di Nikon, ad esempio, è necessario collegarsi al sito ufficiale Nikon e procedere come già visto nel capitolo dedicato a Windows, selezionando però la voce relativa a Webcam Utility per Mac. A download completato, apri il file .dmg, avvia l’eseguibile presente al suo interno e fai sempre clic su Continua, inserisci la password di amministratore del Mac, quando richiesto e infine premi il pulsante Fine, per completare l’installazione.

Se si desidera utilizzare la fotocamera come webcam, è necessario collegarla al Mac con l’apposito cavo USB, quindi accenderla e impostare la visualizzazione live. Quindi avvia un’app come Skype, Zoom o Microsoft Teams oppure vai a servizi come Google Meet o Messenger. All’interno dell’app o del servizio che desideri utilizzare, vai all’impostazione che ti consente di scegliere Utility Webcam (o come si chiama la tua videocamera) come sorgente video principale. Se tutto è andato bene, dovresti vedere la scena che la fotocamera sta inquadrando sul monitor. Regolarla se necessario, per ottimizzare la visione. Ricordati di collegare un microfono esterno o di attivare quello integrato nel dispositivo, per farti sentire.


Nel caso in cui il produttore della tua fotocamera non fornisca software per la connessione al Mac, puoi rivolgerti al software gratuito e open source Camera-Live, che utilizza una tecnologia chiamata Siphon, che trasforma il flusso video, chiamato nativo, in un flusso adatto per utilizzare la fotocamera come webcam o per registrare su Mac. Potremmo definirlo un “programma ponte” tra il computer e la fotocamera. Per scaricare, collegati al suo sito Web ufficiale, seleziona l’ultima versione e fai clic sul collegamento Camera.Live.zip, quindi estrai il software nella cartella delle applicazioni macOS e avvialo. Ora, nel caso tu voglia registrare video con la fotocamera che hai collegato al tuo Mac, puoi passare facilmente a OBS, come ti ho spiegato in precedenza nel capitolo dedicato a Windows e come lo troverai spiegato più in dettaglio nel mio tutorial su come scaricare e come utilizzare OBS.

Leggi anche: Come collegare soundbar a TV

Come collegare la fotocamera al PC per trasferire foto e video

Hai scattato molte foto o registrato video con la tua fotocamera e ora vuoi importare tutto sul tuo PC? Puoi farlo semplicemente collegandola al tuo computer in due modi. Che tu stia utilizzando Windows o MacOS puoi utilizzare il cavo USB, incluso in qualsiasi kit fotografico. Alcune fotocamere di ultima generazione offrono anche la possibilità di trasferire i dati in modalità wireless. In ogni caso, quest’ultimo metodo potrebbe essere soggetto a interferenze e quindi meno sicuro (oltre che lento). Meglio ancora sarebbe utilizzare un lettore di schede SD, da collegare sempre tramite USB. Non costa molto ed è pratico, soprattutto nella versione card multiformato. Ma entriamo nella pratica e vediamo come collegare la fotocamera al PC per trasferire i dati con le applicazioni presenti nei due principali sistemi operativi. Se preferisci puoi utilizzare anche altri software più specifici per il trasferimento e la post-produzione delle immagini (compresi quelli che ogni brand fotografico associa ai propri dispositivi), ma in generale gli strumenti “standard” del sistema operativo sono più che sufficienti.

Windows

Non vedi l’ora di vedere le foto della sua ultima sessione di riprese. Ma devi scaricarle sul tuo PC. Lasciare la scheda di memoria con il suo contenuto all’interno della fotocamera e spegnerla. Prendi il cavo USB in dotazione e collegalo al tuo PC. Solo ora puoi accenderla, attendere qualche istante e vedrai aperta la finestra in cui puoi selezionare l’opzione Importa immagini e video in Windows. In realtà, potresti voler gestire le cose a modo tuo. In alternativa, avvia Esplora file del sistema operativo Microsoft (la cartella gialla presente sulla barra delle applicazioni, in basso a sinistra) e, nella finestra che si apre, cerca la tua fotocamera tra le periferiche, nel pannello di sinistra. Clicca quindi sull’icona corrispondente e decidi liberamente dove trasferire i tuoi file e come gestirli semplicemente copiando e incollando. Al termine, spegnere nuovamente la macchina per non perdere dati, quindi scollegare il cavo USB.

MAC

Se stai usando MacOS, puoi procedere più o meno come appena descritto per Windows, collegando la fotocamera al tuo computer quando è spenta e con la scheda di memoria inserita nello slot. Per fare ciò, è necessario utilizzare il cavo USB incluso nel kit accessori della fotocamera stessa. Ora dovresti accenderlo e l’app Foto dovrebbe aprirsi automaticamente. Se ciò non accade, dovresti selezionarla nella barra del Dock (l’icona del fiore colorato). Quindi fai clic sulla periferica corrispondente alla fotocamera e vedrai il contenuto lì. Ora puoi decidere come importarle, se vuoi aggiungerle alla Libreria foto, piuttosto che creare una nuova cartella o creare un nuovo album premendo gli appositi pulsanti. Se non vuoi usare Photo, puoi sempre sfruttare l’app Image Capture. Aprilo dalla cartella Altro del Launchpad e seleziona il dispositivo con il nome della fotocamera: ti verranno mostrate le anteprime. Ora puoi scegliere le immagini, trasferirle in una cartella specifica con un semplice trascinamento o utilizzando i pulsanti su di esse. Quando hai finito, prima di scollegare la fotocamera, assicurati di averla spenta di nuovo.

Leggi anche: Come collegare telefono a PC

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!