Come collegare ventole RGB alla scheda madre

By | Marzo 15, 2022
collegare le ventole RGB alla scheda madre

Collegare le ventole RGB alla scheda madre è probabilmente uno dei modi migliori per rendere visivamente accattivante il tuo impianto di gioco. Tuttavia, se non si dispone di istruzioni adeguate, il collegamento di ventole RGB alla scheda madre può essere piuttosto difficoltoso. Non collegare bene le ventole RGB alla scheda madre può rendere la tua configurazione disordinata e poco attraente. Quindi, tenendo presente questo, questo articolo ti fornirà la guida giusta per collegare le ventole alla scheda madre in modo che tutto sia sincronizzato.

Leggi anche: Il PC si accende ma non si vede, come risolvere

E’ possibile collegare ventole RGB a scheda madre?

La risposta a questa domanda è dipende principalmente dal tipo di ventola RGB che acquisti. Di solito, se hai una scheda madre che non ha un connettore RGB, la ventola girerà, ma l’RGB potrebbe non funzionare. Tuttavia, alcune ventole sono dotate di un controller collegato al cavo Molex dall’alimentatore. In questo modo verrà fornita alimentazione al cavo LED. Questo tipo di ventole non richiede un connettore RGB separato.

Come collegare le ventole RGB alla scheda madre

Come suggerisce il nome, le ventole RGB statiche contengono luci RGB statiche, che mostrano un solo colore alla volta. Inoltre, collegare la ventola RGB statica è spesso una seccatura poiché l’estremità del cavo non si adatta a nessuno dei connettori della scheda madre. Avrai bisogno di un hub/bus/controller RGB con la ventola RGB per collegare la ventola alla scheda madre. Anche se puoi collegare più ventole al controller, mostrerà solo un colore. Prima di iniziare, ecco un elenco di elementi di cui hai bisogno. Tutti questi elementi sono inclusi all’interno della confezione quando si acquista la ventola RGB.

  • Hub/Bus/Controller RGB
  • Cavo di alimentazione (Molex o SATA)
  • Microsplitter USB

Dove collegare ventole RGB

Innanzitutto, è necessario collegare tutte le ventole RGB statiche al controller. Sugli slot del controller vedrai dei numeri tipo 1,2,3. Il cavo delle ventole RGB è collegato a questi slot. Si consiglia di riempire questi spazi numerati in ordine crescente.

Collegare il controller all’alimentatore

Dopo aver inserito le ventole RGB nel controller, collegare il controller a una fonte di alimentazione. È necessario collegare un’estremità del cavo di alimentazione alla PSU (unità di alimentazione) e l’altra al controller. Questo cavo può essere un cavo Molex a 4 pin o un cavo SATA e alimenterà contemporaneamente sia le ventole che le luci a LED.

Collega il controller alla scheda madre

Infine, collega il controller delle ventole RGB alla scheda madre utilizzando il micro-splitter USB.


  1. Collega un’estremità del micro-splitter USB al connettore USB 2.0 nella scheda madre.
  2. Inserisci l’altra estremità nella porta micro-USB del controller.
  3. Il connettore 2.0 avrà nove pin che indicano USB/JUSB1/JUSB2 sotto i pin.
  4. Allineare i pin del micro-splitter USB al connettore USB 2.0 e inserirli con cura.
  5. Dopo aver collegato tutto, ora è il momento di accendere il sistema per verificare se le ventole girano e le luci si accendono.

Nota: I connettori USB 2.0 e 3.0 di solito si trovano insieme sulla scheda madre. Puoi anche fare riferimento al manuale della scheda madre per individuare i connettori USB.

Leggi anche: Come controllare lo stato della batteria del tuo PC Windows 10

Come collegare ventole ARGB alla scheda madre

Le ventole ARGB possono indirizzare e regolare tutte le luci all’interno della ventola separatamente, offrendoci un’ampia gamma di colori. A differenza delle ventole RGB statiche, l’ARGB non richiede un controller separato.

Le ventole ARGB avranno due cavi. Uno è un connettore di alimentazione della ventola di sistema con 4 fili, che può avere 3 o 4 pin. Un altro è il connettore di alimentazione del LED che ha 3 fili e un 4 pin.


Alcuni connettori di alimentazione LED ARGB avranno di nuovo altre due estremità, il che aiuta a collegare più ARGB utilizzando il metodo di diramazione a margherita.

Prima di collegare le ventole RGB indirizzabili, dovresti sapere che i connettori del cavo di alimentazione LED della ventola ARGB devono essere collegati a un’intestazione RGB a 3 pin 5V sulla scheda madre e non all’intestazione RGB a 4 pin 12V.

Il LED della ventola non si accende se si collega l’alimentazione del LED ARGB a un connettore 12V a 4 pin.

Nota: se non riesci a trovare i connettori sulla scheda madre, fai riferimento al manuale utente del produttore della scheda madre.

Individua 3 pin 5V sulla scheda madre

Cerca nella scheda madre ADD_HEADER/ JRAINBOW1/ JRAINBOW2. Il pin avrà anche +5V scritto sotto uno dei pin.

Collega RGB all’intestazione a 3 pin 5V

Segui questi passaggi per collegare il connettore di alimentazione del LED all’intestazione a 3 pin da 5 V della scheda madre.

  1. Allineare il segno della freccia dal connettore a +5V sulla scheda madre.
  2. Ora collega delicatamente questi due cavi.
  3. Collegare il cavo di alimentazione della ventola all’intestazione della ventola di sistema sulla scheda madre. L’intestazione della ventola di sistema sarà indicata come SYS_FAN1, SYS_FAN2, SYS_FAN3, ecc.

Le ventole ARGB sono progettate in modo tale da poter essere collegate a margherita. La catena a margherita ti consente di collegare un LED a un altro, il che consente loro di essere sincronizzati.

  • Il cavo di alimentazione ARGB sarà composto da un connettore maschio e femmina se acquistato insieme. Usando questo, puoi collegare tutte queste luci a LED a un’intestazione 5V a 3 pin.
  • Per il cavo di alimentazione della ventola, è necessario collegarli a più connettori della ventola di sistema, ad esempio SYS_FAN1, SYS_FAN2, SYS_FAN3.
  • Una volta collegato tutto, accendi il computer. Se hai collegato tutto correttamente, la configurazione del tuo computer dovrebbe illuminarsi con i colori RGB.
  • Una volta che tutto è acceso, puoi utilizzare un interruttore o un software di controllo RGB per gestire gli effetti di luce del sistema.

Leggi anche: Scheda madre bruciata, sintomi e cause

Come collegare le ventole LED

Per chi non lo sapesse, c’è un altro tipo di ventola diverso da RGB. Le ventole LED visualizzano un solo colore e quindi non possiamo utilizzare alcun software per controllarle. Proprio come la striscia LED, queste ventole non richiedono alcun header RGB sulla scheda madre. È possibile utilizzare un connettore per ventola CC a 3 pin, PWM a 4 pin o un connettore Molex per fornire alimentazione.

Puoi collegare le ventole LED proprio come una normale ventola per case, poiché le ventole LED avranno un solo cavo che fornisce alimentazione alla ventola e al LED. È possibile seguire questi passaggi per collegare le ventole LED alla scheda madre.

Individua il connettore della ventola di sistema

Le schede madri avranno da quattro a cinque connettori per la ventola di sistema che alimentano le ventole del case collegate ad esse. Cerca la scrittura sulla scheda madre come SYS_FAN1, SYS_FAN2, ecc. Indicato da SYS_FAN, puoi vedere un’intestazione a 4 pin.

Collegare il LED al connettore della ventola di sistema

Per collegare il cavo dal LED alla scheda madre, è sufficiente inserirli nell’intestazione della ventola di sistema. Puoi inserire questi cavi e l’intestazione solo in un certo modo. Se hai difficoltà a inserire il cavo, capovolgi semplicemente il connettore e riprova. Puoi anche provare ad allineare la spinta di plastica. Tuttavia, queste spinte sul connettore LED possono essere difficili da notare.

Esaminare attentamente il connettore del LED e l’intestazione della ventola di sistema prima di inserirli Accendere il sistema per verificare se la ventola e la spia LED si accendono entrambe.

Come montare più ventole alla scheda madre

Le ventole RGB statiche sono dotate di un controller che ti consente di controllare il collegamento di più di esse su un unico connettore sulla scheda madre, sincronizzandole.

Le ventole digitali RGB o ARGB hanno due cavi che devi collegare alla scheda madre.

  • Cavo per alimentazione VENTOLA
  • Cavo per alimentazione RGB

Il cavo di alimentazione RGB ha due estremità.

  • Maschio a 3 pin
  • Femmina a 3 pin

Segui questi processi per connettere più ventole ARGB

  1. Collega la femmina a 3 pin alla scheda madre
  2. Collegare il connettore maschio a 3 pin a un connettore femmina a 3 pin da un’altra ventola ARGB.

Possiamo collegare due o più ventole ARGB tramite un collegamento a margherita con questi due passaggi.

Leggi anche: Come sincronizzare i browser tra telefono e PC: la guida completa

Collega le ventole RGB a una scheda madre non RGB

Puoi collegare ventole RGB a una scheda madre non RGB con l’aiuto di un controller fornito con la striscia della ventola RGB. Tuttavia, se si desidera collegare ventole ARGB a una scheda madre non RGB, può essere piuttosto difficile. Poiché una ventola ARGB richiede che il suo connettore di alimentazione LED si connetta a un connettore da 5V a 3 pin, il produttore non include questo connettore su una scheda madre non RGB.

Differenza tra ventole LED e ventole RGB

Le ventole LED hanno un solo colore specifico, che non possiamo cambiare. Questo è il motivo per cui l’applicazione di controllo RGB non funzionerà su queste ventole. A differenza delle ventole LED, le ventole RGB mostrano tre colori diversi, rosso, verde o blu. Sebbene le ventole RGB siano statiche, possiamo utilizzare l’applicazione di controllo RGB per cambiarne il colore. Tuttavia, non possiamo cambiare il colore di ogni singolo LED.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!