Come collegare striscia LED

By | Giugno 2, 2022
collegare striscia LED

La procedura per collegare striscia LED all’alimentazione varia a seconda della strip LED che possiedi: se ne hai acquistata una dotata di alimentatore, non devi far altro che collegare il cavo di alimentazione in dotazione a una presa di corrente di casa e sei a posto; se, invece, hai una strip led sprovvista di alimentatore, devi utilizzare un trasformatore. Trovi tutto spiegato di seguito.

Leggi anche: Come installare una striscia luminosa a LED nella tua casa?

Come collegare LED con l’alimentatore

Come accennato nelle prime righe di questa guida, sono disponibili in commercio strisce LED “pronte all’uso”, ovvero vendute con l’alimentatore e il relativo cavo elettrico, che andrà collegato direttamente ad una presa tradizionale. Solitamente questa tipologia di strip led viene acquistata da chi non ha la necessità di illuminare interi ambienti ma di utilizzare i led come illuminazione d’ambiente o decorativa (ad esempio, da installare dietro al televisore). Infatti, essendo collegati direttamente ad una presa di corrente, non possono essere comandati tramite interruttore, ma solo tramite il telecomando in dotazione oppure, se la strip LED è dotata di connettività WiFi, tramite apposita applicazione e/o tramite voce.

Per collegare LED all’alimentazione, collegare prima l’alimentatore alla striscia LED tramite l’apposito connettore (questo non è necessario se la striscia LED in vostro possesso è collegata direttamente al cavo elettrico), poi inserire il cavo di alimentazione nella la presa di corrente della stanza dove si vuole posizionare la striscia led. Fatto ciò, è possibile accendere e spegnere le luci utilizzando l’apposito telecomando in dotazione. Inoltre, se la tua striscia LED è dotata di connettività WiFi, puoi procedere con la sua configurazione tramite un’apposita applicazione da scaricare sul tuo telefono.

Leggi anche: Tecnologia in casa al servizio della disabilità: 6 soluzioni

Come collegare striscia LED al trasformatore

Se hai acquistato una strip led senza alimentatore, per collegarla alla rete devi avere un trasformatore, ovvero un dispositivo che permette di trasformare una tensione alternata (i 220V degli impianti elettrici di casa) in una costante tensione necessaria per alimentare le strisce LED. Esistono trasformatori di vario tipo, che si differenziano per potenza (espressa in Watt), tensione elettrica (espressa in volt), tipologia (ad esempio trasformatori per interni ed esterni) e per il collegamento alla rete elettrica (alcuni trasformatori non sono collegati alla Terra). Chiarito ciò, per alimentare una striscia LED basta un trasformatore interno (più economico di quelli esterni) che risponda alle caratteristiche della strip led da alimentare. Pertanto, se la striscia acquistata è 12V o 24V, è necessario assicurarsi che la tensione del trasformatore sia la stessa.

Inoltre, è fondamentale assicurarsi che il trasformatore sia in grado di fornire tutta la potenza assorbita dalla striscia LED: ad esempio, se le specifiche di quest’ultima indicano una potenza di 18W, è necessario utilizzare un trasformatore maggiore di 18W (ad esempio, 60 W, 75 W, 120 W, ecc.). Si noti che più strisce LED o anche altri dispositivi possono essere collegati a un trasformatore e, di conseguenza, il trasformatore deve essere in grado di fornire la potenza richiesta per tutti i dispositivi collegati. Una volta scelto e acquistato il trasformatore giusto per alimentare a dovere la strip led che avete in vostro possesso, siete pronti per collegare LED alla corrente. Per prima cosa staccare l’alimentazione principale della casa e poi procedere ad allentare i morsetti presenti sul trasformatore utilizzando un cacciavite.

Fatto ciò, prendi il cavo elettrico che hai precedentemente ottenuto dall’impianto di casa e collega i cavi relativi alla fase in ingresso (solitamente il cavo di colore marrone o rosso) e al neutro (solitamente il cavo blu) in L e N ingressi del trasformatore. Collegare quindi il cavo relativo alla messa a terra (solitamente il cavo giallo e verde) nell’apposito ingresso del trasformatore indicato dalle tre linee orizzontali e dall’icona di una linea verticale e procedere al serraggio di tutti i terminali dei cavi appena collegati.

A questo punto prendi la tua strip LED, collega il cavo positivo (che è rosso ) nella stanza V+ del trasformatore e il cavo negativo (che è nero ) nella stanza V, riavvita i relativi morsetti e il gioco è fatto. Tieni presente che le indicazioni che ti ho appena dato possono variare a seconda di come sono collegati i cavi nel tuo impianto elettrico o del tipo di collegamento che intendi fare (ad esempio mettendo un interruttore o collegando un Sonoff Mini in modo che la strip è il LED “intelligente”). Per questo motivo vi invito a seguire scrupolosamente gli schemi di collegamento disponibili nel manuale d’istruzioni fornito con la strip LED o a fidarvi di una persona esperta.


Leggi anche: I migliori dispositivi Echo per la tua casa

Come collegare striscia LED tagliata

Se ti stai chiedendo se è possibile collegare LED tagliati, sarai felice di sapere che la risposta è sì. Tutte le strisce LED, infatti, hanno punti di taglio (indicati dal simbolo delle forbici ) posti ad intervalli regolari che indicano esattamente i punti in cui la striscia può essere tagliata, a seconda delle proprie esigenze. Per collegare alla corrente la parte tagliata con i fili dell’alimentazione, non devi far altro che seguire le istruzioni che ti ho dato nei paragrafi precedenti di questa guida per collegare i led con alimentatore o trasformatore.

Per le parti della striscia sprovviste di cavi di uscita, invece, si possono utilizzare appositi connettori che consentono sia di collegare tra loro più strisce tagliate sia di collegare la striscia in questione alla corrente (in quest’ultimo caso si può anche saldare la parte di rame della striscia tagliata con i due cavi elettrici che poi dovrai collegare al trasformatore): ad esempio, se la tua intenzione è quella di collegare due strisce LED ad angolo, ti serve un connettore ad “L” , mentre per collegare una strip led tagliata all’alimentazione è necessario un connettore con uscita dei cavi elettrici. Ci sono kit di connettori sul mercato per tutte le esigenze.

Una volta comprato il connettore di vostro interesse, non dovete far altro che aprirlo e inserirvi l’estremità della striscia LED tagliata, assicurandovi che la parte in rame della striscia LED sia correttamente collegata ai terminali del connettore. Se la tua intenzione è quella di collegare due strisce led tagliate, ripeti la procedura anche per l’estremità della seconda striscia. Fatto ciò assicuratevi di aver chiuso correttamente tutti i connettori utilizzati e procedete a collegare la strip led alla corrente, come vi ho detto nelle righe precedenti di questa guida.

Leggi anche: Come ricevere notifiche sul tuo iPhone quando una porta viene aperta a casa

Come collegare LED al telefono

Come ben saprai, esistono strisce LED con connettività WiFi, in grado di connettersi alla rete WiFi di casa, controllabile anche tramite un’apposita applicazione che verrà installata sul tuo telefono, permettendoti di accendere e spegni le luci da remoto e sfrutta altre interessanti funzionalità, come cambiare il colore e la luminosità dei led, programmarne l’illuminazione e molto altro. Quindi, se hai acquistato una striscia LED del genere e ora ti stai chiedendo come collegare i LED al tuo telefono, tutto ciò che devi fare è seguire le seguenti istruzioni.


Come collegare LED all’app

Per sfruttare le funzionalità “smart” della striscia LED che hai in tuo possesso, devi collegarla alla rete Wi-Fi di casa e, dopo aver scaricato un’applicazione specifica sul tuo telefono, seguire le istruzioni visualizzate a schermo per completare la configurazione. Prima di spiegarti come procedere, devi sapere che ogni striscia LED ha una sua applicazione brevettata, che è indicata sulla confezione di vendita o nel manuale di istruzioni della striscia LED stessa (ad esempio le strisce LED Goove, che al momento in cui scriviamo sono tra le più diffuse e vendute, bisogna utilizzare l’app Govee Home per dispositivi Android e iPhone/iPad).

In alcuni casi, però, è possibile utilizzare app universali per il controllo remoto dei dispositivi smart: ad esempio, le strisce LED prodotte da Teckin possono essere configurate e controllate tramite l’app Smart Life per Android e iOS/iPadOS. In generale, indipendentemente dalla striscia LED che hai acquistato, non devi far altro che scaricare l’applicazione corrispondente dallo store del tuo smartphone e, dopo averla avviata, premere sull’opzione per creare un account. Fatto ciò, clicca sul pulsante per aggiungere un nuovo dispositivo, seleziona la tipologia (es. illuminazione o strisce LED ) e il modello del dispositivo in tuo possesso e segui le istruzioni visualizzate a schermo per avviare la configurazione.

In alternativa, se l’app che hai scaricato lo consente, puoi anche attivare il Bluetooth sul tuo telefono e toccare per iniziare a cercare i dispositivi nelle vicinanze: non appena viene rilevata la tua striscia LED, tocca il suo nome per avviare la configurazione. Ora, seleziona la rete WiFi a cui collegare la striscia LED (nota che la maggior parte delle strisce LED supporta solo una 2.4 GHz: ti consiglio quindi di vedere i GHz del Wi-Fi a cui è collegata e, se necessario, attivare il rete 2.4 GHz dal pannello di amministrazione del router), inserire la password nel campo corrispondente e premere a lungo per connettersi e completare la configurazione.

A questo punto, se tutto è andato per il verso giusto, accedendo sia alla schermata principale dell’applicazione in questione che alla sezione relativa ai dispositivi collegati, dovresti vedere la tua striscia LED e, premendo il pulsante di accensione/spegnimento, puoi accenderla e spegnerlo anche da remoto. Inoltre, toccando il nome della striscia LED, potrai accedere alla schermata principale del dispositivo e usufruire di tutte le funzionalità aggiuntive, come la possibilità di programmare accensione e spegnimento, configurarne luminosità e colore (se hai una striscia LED RGB) e molto altro. Ad esempio, se la tua striscia led è dotata di microfono e vuoi collegare i led alla musica, cioè sincronizzare le luci con i suoni dell’ambiente, accedi alla schermata principale della striscia led e clicca sull’opzione per attivare la modalità musica.

Leggi anche: Quanto costa una casa intelligente?

Come collegare LED ad Alexa

Se la tua intenzione è quella di collegare striscia led ad Alexa, prendi il tuo smartphone, avvia l’app Amazon Alexa per dispositivi Android (disponibile anche in store alternativi, per dispositivi privi di servizi Google) e iOS/iPadOS e, se non l’hai già fatto, accedi con il tuo account Amazon: quindi inserisci i tuoi dati nei campi Email (account telefono per cellulare) e Password Amazon e premi il pulsante Start. Adesso, fai tap sulla voce Dispositivi presente nel menu in basso, fai clic sul pulsante + che si trova in alto a destra e scegli l’opzione Aggiungi dispositivo nel menu che si apre. Nella nuova schermata che appare, nella sezione Tutti i dispositivi, scegli l’opzione Lampada, e in che marca è questo dispositivo – Lampada?, seleziona la marca di tuo interesse scegliendo una delle opzioni disponibili (es. Govee , Philips , Teckin ecc.).

Una volta terminato, fai clic sul pulsante Trova dispositivi, attendi che la tua striscia LED venga rilevata, tocca il pulsante Configura dispositivo e, se desideri mantenere i tuoi dispositivi organizzati per gruppo, scegli l’opzione Seleziona gruppo. Scegli quindi il gruppo di tuo interesse ( soggiornocamera da lettocucinasala da pranzo ecc.) e premi sui pulsanti Aggiungi al gruppoContinua e Fatto, per completare la configurazione.

A questo punto, seleziona l’opzione Dispositivi che si trova nel menu sottostante, accedi alla sezione Lampadine e premi il pulsante di accensione/spegnimento relativo alla tua striscia LED, per accenderla e spegnerla da remoto. Inoltre, toccando il nome associato alla striscia LED, puoi anche impostarne la luminosità, il colore e creare una routine. Cliccando invece sull’icona dell’ingranaggio, potrai modificare il nome associato alla striscia LED: tieni presente che il nome associato al dispositivo ti sarà utile per controllarlo con i comandi vocali. 

Come collegare striscia LED a Google Home

Collega i led a Google Home e accendi o spegni sia tramite comandi vocali che utilizzando l’app Google Home per Android e iOS/iPadOS, non devi far altro che avviare l’applicazione in questione e premere l’opzione per aggiungere un nuovo dispositivo. Per procedere, quindi, prendi il tuo smartphone o tablet, avvia l’app Google Home e, se non l’hai già fatto, accedi con il tuo account Google. Adesso, fai tap sul pulsante + che si trova in alto a sinistra, seleziona l’opzione Configura dispositivo e pigia sulla voce Compatibile con Google.

Nella nuova schermata che compare, seleziona la marca della striscia LED in tuo possesso o il nome dell’applicazione che hai precedentemente scaricato e utilizzata per configurare il dispositivo (es. Govee HomeSmart Life ecc.), inserisci i dati dell’account che hai creato in precedenza nei campi corrispondenti (solitamente Email e Password ) e premi il pulsante per collegare l’account in questione a Google Home.

Così facendo, tutti i dispositivi associati all’account che hai appena connesso verranno automaticamente aggiunti a Google Home e saranno visibili sulla tua schermata principale: premi quindi l’opzione On/off relativa alla tua striscia LED, per accenderla e spegnerla da remoto. Premendo sul nome associato al dispositivo è inoltre possibile controllarne la luminosità, cambiarne il colore e gestire tutte le altre funzioni. Se, invece, hai un Google Home e vuoi controllare la striscia LED tramite i comandi vocali, non devi far altro che pronunciare i comandi. “Ok Google, accendi i led” oppure “Ok Google, spegni le luci della cucina” a seconda del nome che hai associato al dispositivo e della stanza in cui lo hai posizionato (e aggiunto nell’app Google Home).

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!