Come conoscere lo stato della batteria su Android e iPhone

By | Febbraio 28, 2020
conoscere lo stato della batteria su Android

Come conoscere lo stato della batteria su Android. Come verificare lo stato della batteria di uno smartphone Android e riuscire a capire quanta reale capacità ha la batteria. Per quanto i telefoni siano progettati per funzionare per anni, almeno fino a quando non ci cadono dalle mani, alcuni componenti hanno una vita più lunga di altri. E c’è un aspetto innegabile: tutti gli elementi che compongono un cellulare subiscono il degrado del tempo e dell’uso; anche se ci sono componenti che finiscono per degradarsi più velocemente, come le batterie.

È una preoccupazione comune: come far funzionare la batteria di uno smartphone in modo sano? Come abbiamo detto, questo componente accusa in particolare l’uso che facciamo del telefono. Quindi, se gli consentiamo di scaricarsi costantemente al di sotto del 20%, la sua vita utile si riduce, proprio come se ricarichiamo completamente il telefono innumerevoli volte. E conoscere lo stato della batteria su Android è molto importante.

Conoscere lo stato della batteria di un telefono Android è relativamente semplice in quasi tutti i telefoni, anche se non tutti mostrano i dati in modo semplice: spesso è necessario utilizzare un’applicazione. Ma è possibile conoscere la salute della batteria del telefono: se continui a leggere avrai accesso a quei dati.

Perché le batterie perdono capacità

Ogni volta che si effettua una carica quando la batteria è inferiore al 70%, inizia un ciclo di carica. Ciò significa che, se in media ricarichiamo il cellulare ogni giorno, eseguiamo circa 360 cicli all’anno. E perché questi cicli contano? Perché, secondo i rapporti degli analisti specializzati in batterie agli ioni di litio, dai 300 ai 500 cicli, le prestazioni della batteria iniziano a diminuire e l’energia inizia a ridursi.

Ciò significa che circa dal primo anno di utilizzo del cellulare, la batteria potrebbe avere una capacità sempre meno utile. Questo a sua volta rende più veloce il ritmo dei cicli di ricarica dovendo caricare di più, il che a sua volta provoca il degrado della batteria che inizia ad accelerare.

Tuttavia, questo tipo di effetti può essere molto diverso per ogni dispositivo, poiché le capacità delle batterie e la loro costruzione possono essere diverse e l’uso del terminale può variare notevolmente a seconda delle persone. Quindi non puoi prendere queste cifre come pura verità, anche se sono un buon punto di riferimento.

La cosa peggiore di tutto questo è che, oggi, non c’è molto che possiamo fare per evitare di perdere capacità e autonomia ogni cento cicli. E quando la batteria si deteriora troppo, tutto ciò che possiamo fare è cambiarla. Anche così, come vedremo di seguito, almeno possiamo controllare lo stato della batteria con una semplice applicazione.

Un’altra cosa da tenere a mente è che i produttori hanno già pensato a come prevenire danni alle batterie con usi convenzionali. Pertanto, ad esempio, hanno sistemi che spengono il cellulare prima che il livello della batteria raggiunga lo zero, e altri che fanno quando lasci caricare il cellulare di notte, una volta che il 100% ha raggiunto i suoi circuiti non lascia passare più corrente verso la batteria.

Come conoscere lo stato della batteria su Android

Per impostazione predefinita, Android non mostra lo stato della batteria nelle impostazioni di sistema, quindi non è possibile conoscerne direttamente lo stato. Sì, ci sono marchi che nascondono quei dati nei menu di fabbrica, come nel caso di Xiaomi (insieme ai cicli di ricarica). Per tutti gli altri esiste un modo generico per scoprire lo stato della batteria: attraverso le app.

Esistono molte applicazioni compatibili, ma pochissime sono affidabili, sia in termini di autorizzazioni che di accesso ai dati. Useremo una vecchia conoscenza di Android: Ampere.

Una volta installata l’applicazione non ti resta che aprirla: ti mostrerà vari dati sullo schermo centrale, incluso quello che ci interessa. Quindi guarda la sezione “Salute” e vedi quali dati vengono generati. Nel caso in cui sia in cattive condizioni dovresti pensare di cambiare la batteria.

Come conoscere la salute della batteria su iPhone

Per iOS non è necessario installare alcuna applicazione poiché le ultime versioni del sistema (è necessario iOS 12 o successivo ) generano già i dati che ci interessano. Quindi puoi controllare lo stato del componente con pochissimi passaggi, sono i seguenti:

  • Accedi alle impostazioni del tuo iPhone (o iPad).
  • Cerca il menu “Batteria”.
  • Andare su “Stato della batteria”.
  • Guarda la massima capacità: se sei in alta percentuale (più o meno sopra l’80%) la salute della batteria è buona.
  • Guarda le massime prestazioni, la capacità della batteria di mantenere la carica in situazioni in cui è richiesta energia. Se tale prestazione di picco è normale non dovrai preoccuparti. Altrimenti, apparirà un selettore per attivare o meno le prestazioni di picco. Se si attiva iOS, le prestazioni del processore diminuiranno in modo da evitare blackout imprevisti.

Come monitorare lo stato della batteria con CPU-Z

Ora spiegheremo come sapere in ogni momento qual è lo stato di salute della batteria. Per fare questo, useremo un’applicazione in surplus nota agli utenti più avanzati, che si chiama CPU-Z. Cercala su Google Play o installala direttamente da qui. Una volta installata, aprila per continuare.

Una volta aperta l’applicazione, vedrai che tutto è molto semplice, vedrai semplicemente una riga in alto con diverse sezioni e tutte le informazioni del tuo cellulare relative a ciascuna sezione nel resto dello schermo. Ora che l’applicazione è aperta, fai clic sulla categoria Batteria, subito dopo Sistema.

Una volta in Batteria, devi vedere il valore della voce Salute. Se vedi bene, significa che la batteria del cellulare va ancora bene secondo i termini del produttore. Ciò non significa che questo durerà sempre il massimo della sua capacità, poiché altri elementi influenzano il consumo oltre allo stato della batteria, come le applicazioni installate e in esecuzione, possibili errori in queste o nel sistema operativo stesso.

Cosa significa CPU-Z quando dice che la salute della batteria è buona, è un calcolo che viene effettuato con il numero di cicli di ricarica completi che il tuo telefono cellulare non ha ancora superato la quantità massima stabilita dal produttore, quindi l’autonomia dello smartphone non dovrebbe essere significativamente ridotta. Quando si supera quel numero massimo di cicli di carica, il degrado della batteria causerà chiaramente un abbassamento dell’autonomia.

Nel negozio di applicazioni Android puoi trovare molte applicazioni che promettono di migliorare l’ottimizzazione della batteria. Evita queste applicazioni ogni volta che puoi, perché la maggior parte è dotata della modalità di risparmio della batteria più aggressiva, qualcosa che è già incluso di serie su molti smartphone. Non perdere tempo con loro, perché non miglioreranno la qualità della batteria.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.