Come copiare musica da un computer su un telefono Android: la tua musica preferita sempre a portata di mano

By | Marzo 8, 2019

Come copiare musica da un computer su un telefono Android: la tua musica preferita sempre a portata di mano! Esistono molti modi per ascoltare la musica sul tuo Android: dai servizi di streaming di tutti i tipi ai video di YouTube attraverso la radio FM quasi dimenticata che è inclusa sui nostri telefoni. Uno dei metodi più classici, e non meno interessante, è quello di utilizzare il nostro cellulare come lettore musicale MP3 (o il formato che ci piace). Cioè, ascoltare le copie digitali dei nostri album preferiti senza dover dipendere da Spotify, Apple Music e compagnia cantando..


Le 7 migliori app per scaricare musica gratis su Android

Come copiare musica da un computer su un telefono Android tramite USB

Fortunatamente, il trasferimento di un file tra un dispositivo Android e un computer è molto semplice. Tanto che nella maggior parte dei casi l’unica cosa di cui abbiamo bisogno è connettere il telefono al computer con un cavo USB senza installare alcun driver. Ci sono anche altre opzioni più creative se non abbiamo una connessione fisica che ci permetta di unire entrambi: il cloud.

Se si utilizza un computer Windows, è semplice come sollevare il telefono, collegandolo tramite cavo USB al computer e il gioco è fatto. Non è necessario avere alcuna caratteristica speciale, essere in buone condizioni è sufficiente. Ad esempio, quello incluso con il caricatore funzionerà. Normalmente quando colleghiamo un cellulare tramite USB per trasferire i dati otteniamo una sorta di avviso.

Ci chiede se vogliamo consentire l’accesso ai file. Una volta accettato vedremo che il nostro Android apparirà come un’altra unità USB.

Se clicchiamo su di esso, vedremo che appariranno le diverse cartelle che abbiamo sul cellulare. Da qui fino a quando non si scollega il cavo si può gestire tutto, ma attenzione: tocca solo le cartelle che dispongono di file come documenti o musica, se si muovono o si eliminano altre cartelle (ad esempio, i dati delle applicazioni) potreste avere qualche problema.

Ho un Mac, cosa devo fare?

Nel caso dei computer Apple, il processo di connessione via USB richiede un ulteriore passaggio, ma possiamo stare tranquilli: è molto semplice. Dovremo solo installare l’applicazione Android File Transfer e installarla sul nostro Mac. Una volta eseguita l’operazione, ogni volta che colleghi il cavo sul PC ci verranno mostrate le diverse cartelle.


Da qui, possiamo gestire tutte le cartelle allo stesso modo di Windows. Se possiedi un MacBook Pro moderno, di cui disponi solo di connettori USB-C, ti consiglio di utilizzare un dongle o un cavo specifico. Nel mio caso ho dovuto scegliere di acquistare uno dei primi per evitare di dover usare cavi USB-C alle due estremità.

Anche dal cloud è possibile

Se non abbiamo alcuna opzione per collegare fisicamente il nostro cellulare a un computer, non preoccuparti. Sebbene entrambi abbiano una connessione Internet, possiamo utilizzare qualsiasi servizio cloud come Google Drive , OneDrive o Dropbox per caricare le nostre canzoni e recuperarle dal cellulare con l’app Android di ciascuno di questi servizi.

Per questo tutorial ho fatto una copia di un disco e l’ho caricato su OneDrive. Dall’app Android è semplice come fare clic sui tre punti che appaiono accanto a ciascun brano e cliccare sul pulsante di salvataggio per salvare una copia sul nostro cellulare. Ricordati di farlo con il WiFi se possibile, per salvare i dati della tua tariffa mobile.

Dopo molti anni di trasferimento di file dal computer al telefono cellulare, il mio consiglio è che, quando possibile, è meglio utilizzare un cavo USB. È l’opzione più diretta e anche la più semplice per avere tutto in ordine e non impazzire nel cercare di trovare le cose. Il cloud è ottimo per spostare cose veloci ma per i file pesanti, meglio ricorrere alla connessione fisica.

Dove tengo la mia musica e come la trovo?

Abbiamo già chiaro come accoppiare i due dispositivi per avviare il trasferimento dei file. Prima di copiare e incollare le cartelle senza ordine, il nostro suggerimento è di creare una cartella dedicata sul nostro dispositivo mobile per organizzare tutti i dischi e le nostre canzoni. Sarà più facile da trovarle e ci aiuterà anche a gestire meglio la memoria del nostro cellulare.

Un piccolo ordine per avere tutto sotto controllo

Normalmente, sui telefoni Android, c’è una cartella chiamata “Musica” che è già stata creata di default e questo è un buon punto di partenza per iniziare a mettere i nostri dischi o le nostre canzoni. Possiamo anche crearne una nuova, ma l’ideale, come abbiamo detto, è creare cartelle con artisti o album all’interno di una più grande per avere tutto sotto controllo.

Tenendo conto di ciò, il passo successivo è quello di copiare e incollare le cartelle dal nostro computer al telefono cellulare come se fosse un disco rigido dal nostro computer. Non devi fare nessun altro passo e il processo è identico in tutti i sistemi operativi, non importa se siamo in Windows, Mac o Linux.

Se hai sbagliato a copiare le cartelle e hai disconnesso il cavo non succede niente, da Android puoi organizzare tutto di nuovo se non è di tuo gradimento. File Manager come Solid Explorer ci permettono di vedere la memoria del nostro cellulare in un modo simile a come la vediamo sul nostro computer.

Avere le cartelle in ordine su Android ci aiuterà a gestire tutto meglio per spostare i documenti o eliminarli

Ora che abbiamo copiato la musica, è ora di trovarla su Android. Per fare ciò, utilizzeremo nuovamente un file explorer e ci immergeremo tra le diverse cartelle. Ti ricordi che un attimo fa abbiamo detto che è una buona idea avere tutto in una grande cartella? Bene, se vai alla cartella root della memoria del tuo cellulare nell’applicazione per esplorare i file, lì troveremo la cartella in questione con tutta la musica.

Al suo interno possiamo spostare cartelle, rinominare file o cancellarli se non li ascoltiamo più. Se nel telefono è inserita una scheda microSD, è possibile spostare le cartelle su questa unità di archiviazione per liberare la memoria principale. In effetti, se hai intenzione di mettere molti dischi o file in formati che occupano molto come FLAC, è meglio passarli alla scheda per guadagnare spazio.

Android: spostare i file su una scheda di memoria microSD esterna

Widget: quali opzioni ho?

Abbiamo già la nostra musica ben ordinata sul cellulare e pronta per essere ascoltata quindi andiamo ad ascoltarla. In Android ci sono migliaia di opzioni per ascoltare i dischile canzoni che abbiamo memorizzato nella memoria del cellulare.

La configurazione di un lettore musicale Android richiederà solo pochi secondi se non entriamo nei parametri avanzati. In effetti, la maggior parte di essi effettua una scansione automatica della memoria e identifica la posizione della musica e quindi la mostra in un formato pronto e ordinato, se in precedenza abbiamo salvato tutto al suo posto.

Ci sono molte possibilità e su Guidesmartphone abbiamo visto molte opzioni e applicazioni molto versatili per coloro che cercano il meglio. Dalla mia esperienza personale, raccomando quanto segue:

  • Se ti piacciono i player minimalisti ma funzionaliPhonograph e Shuttle Music Player sono due grandi opzioni e funzionano entrambi molto bene.
  • Se quello che stai cercando è un player che oltre al suono è bello e ha anche il supporto dei testiRetro Music Player è il migliore che ci sia in questo momento.
  • Se vogliamo un’applicazione con molte opzioni e il design non è così importante per noi: Poweramp è ancora il capo della musica per coloro che amano calibrare ogni dettaglio in modo che tutto sia perfetto.
Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.