Come creare applicazioni con Angular

Come creare applicazioni con Angular

Il mondo della programmazione di oggi vede moltissime alternative per quanto riguarda i linguaggi di programmazione e gli ambienti di sviluppo per le applicazioni web, ma un client in particolare sta diventando sempre più utilizzato sul mondo del lavoro e della ricerca: Angular.


Angular nasce dall’idea di un gruppo di collaboratori Google che hanno scelto di creare un framework per applicazioni web che basa la sua struttura su strutture pre-esistentti come javascript, rendendolo di più facile utilizzo e comprensione per chi già fosse abituato a utilizzare questo standard.

Il linguaggio TypeScript e i vantaggi dello sviluppare applicazioni con Angular

Angular è un framework che si basa principalmente sul linguaggio TypeScript, che a sua volta utilizza una struttura molto simile a Javascript. Questo significa che qualunque applicazioni sviluppata con javascript può essere immediatamente trasposta in Angular, rendendolo così uno strumento estremamente versatile.

Un altro vantaggio fornito dall’utilizzo di un linguaggio come TypeScript è il suo alto grado di tipizzazione, che gli garantisce una sicurezza molto elevata sia nell’esecuzione del codice che nella ricerca di eventuali errori.

La vera caratteristica chiave di Angular però sono i suoi campi di utilizzo: questo framework può essere utilizzato per creare applicazioni web, mobile, desktop e altre ancora, permettendo a chi impara a programmare grazie ad un corso Angular di sviluppare prodotti adatti ad un largo range di tecnologie.

Sviluppare applicazioni Angular utilizzando Ionic2

Per sviluppare applicazioni Angular si possono usare due approcci differenti, ovvero creare software utilizzando solamente questo framework proprietario oppure creare applicazioni di tipo ibrido utilizzando altri clienti come Ionic 2.

Ionic2 è un framework molto popolare tra gli sviluppatori che permette di creare applicazioni di tipo ibrido (ovvero basate su diversi linguaggi e ambienti di sviluppo) permettendo così di ideare prodotti più versatili e adattabili.


Chiunque abbia bisogno di creare un’applicazione e non abbia il tempo o i mezzi per imparare tutte le regole dei principali linguaggi di programmazione può indirizzarsi verso questo framework che permette di sfruttare le conoscenze acquisite su un singolo linguaggio e applicarle nello stesso modo per includere altre tecnologie.

Un’altro grande vantaggio dell’utilizzo di questo framework è la sua facilità di utilizzo per chi conosce già i metodi di scrittura di Angular: Ionic 2 è proprio basato su di esso ed implementa quindi gli stessi metodi e servizi del prodotto creato da Google.

Così come ci sono molti lati positivi nell’utilizzo di Ionic2, ci sono anche delle difficoltà intrinseche che si incontrano inevitabilmente quando si tratta di creare applicazioni ibride: sicuramente ci saranno delle piccole incompatibilità da risolvere, e sarò necessaria una minima infarinatura riguardo gli altri linguaggi di programmazione coinvolti per far funzionare tutto senza problemi, ma questi piccoli inconvenienti sono largamente superati dai vantaggi.

Sviluppare applicazioni con Angular: l’alternativa migliore per gruppi e aziende

Angular è ormai sul mercato da diverso tempo e grazie al fatto di essere un prodotto marchiato Google e al costante flusso di aggiornamenti ricevuti rimane uno dei prodotti più richiesti sul mondo del lavoro, con aziende che chiedono la progettazione di applicazioni web e mobile unicamente attraverso l’utilizzo di questo framework.

Quindi è indispensabile per il programmatore professionista o per chi vuole affacciarsi in questo campo lavorativo conoscere molto bene questo strumento ed impararne comandi e particolarità attraverso un corso Angular.

Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.