Come creare un hashtag su Instagram di successo

By | Settembre 19, 2018
Come creare un hashtag su Instagram di successo

Fondamentalmente, che senso ha creare un hashtag ? Perché non accontentarti degli hashtag più popolari? Come sai, l’hashtag è una o più parole chiave precedute dal simbolo cancelletto (#). È usato sui social network. Permette l’accesso ai contenuti, anche se non sei un amico o un seguace del suo autore, è sufficiente che l’account sia pubblico.


Come chattare (facile) su Instagram da PC

Digitando un hashtag nella barra di ricerca, hai accesso a tutti gli argomenti correlati. Spesso, le persone fanno clic direttamente su un hashtag che li interessa. L’obiettivo dell’hashtag deve essere visibile sui social network, per creare un coinvolgimento con i tuoi follower e per aumentare il tuo pubblico ben oltre quelli che già ti conoscono.

Instagram è il social network del momento. Va detto che Instagram ha raggiunto i 700 milioni di utenti pochi mesi fa e sembra avvicinarsi a 800 milioni. Alcuni anni fa, l’applicazione Instagram era molto diversa da quella attuale. Inizialmente, era una semplice applicazione in cui pubblicavi le foto delle tue vacanze con la possibilità di aggiungere filtri.

Da maggio 2016, la piattaforma si è trasformata a una velocità incredibile a partire da una riprogettazione del design dell’app e del suo logo. Da allora, molte nuove funzionalità sono state implementate su Instagram.

  • Le Storie Instagram hanno ora più di 250 milioni di utenti al giorno.
  • La possibilità di rendere Stories in Live, la tendenza del momento.
  • Notevoli miglioramenti nella messaggistica istantanea: Instagram Direct.
  • La possibilità di aggiungere album fotografici.

Su Instagram, è molto più semplice! 

Perché?

Perché ci sono hashtag.

E sono enormemente utilizzati dagli utenti di Instagram per trovare nuovi account.

Come creare una (bella) Storia su Instagram

Che cos’è un hashtag?

Per i principianti perfetti, gli hashtag sono parole o frasi precedute da una nitida (#). Ogni pubblicazione che crei può essere accompagnata da un piccolo messaggio (legenda) e alcuni hashtag.

Gli hashtag sono usati per categorizzare e trovare contenuti su Instagram relativi ad un particolare argomento o trend. Ad esempio, se sei un corridore, puoi pubblicare una foto di te stesso in esecuzione e taggarla con hashtag come #running, #runners e così via.

Perché usare gli hashtag?

Su Instagram, l’uso di buoni hashtag può aiutarti a esporre il tuo marchio / nome a un pubblico potenzialmente ampio e particolarmente mirato. Inoltre ti permettono di monitorare ciò che stanno facendo i tuoi concorrenti.

Quali tipi di contenuti funzionano meglio per loro? Quali sono i gruppi di hashtag che usano nelle loro pubblicazioni? Qual è il tasso di coinvolgimento medio dei loro post?

Come creare un hashtag?

Nel modo più semplice! Basta scegliere una parola chiave o una combinazione di parole chiave e aggiungere davanti al simbolo # ed è fatta!

Il suo posto nella frase non ha importanza.

  • Inizialmente, è un’introduzione all’argomento;
  • nella frase, gli consente di mantenere la sua fluidità e leggibilità;
  • alla fine, può essere inteso come un invito a continuare la ricerca e la lettura.

Instagram vuole aiutare i tossicodipendenti

Quale formula scegliere per il tuo hashtag?

Il principio dell’hashtag non è quello di usare il tuo nome / marchio. Devi scegliere una parola o una combinazione di parole che attirino ai tuoi account utenti Internet che già ti conoscono e, soprattutto, nuove persone che ti scopriranno.

Se a loro piace il tuo contenuto, possono diventare i tuoi nuovi follower. Non ha senso creare un hashtag se non porta a risorse interessanti. Un hashtag deve essere seducente, ma mai arduo.

Inizia a vedere cosa stanno facendo i tuoi concorrenti. I bravi ti mostreranno cosa fare. I cattivi, per definizione, non dovresti trovarli!

In ogni caso, ispirati a te stesso senza mai copiare. Se i tuoi concorrenti sono migliori di te, c’è una ragione.

Scopri cosa è aggiornato. Vai ai siti che classificano gli hashtag più performanti e vedi se c’è una tendenza. Utilizza anche i siti che danno indicazioni sugli argomenti di cui parla Google Trends o BuzzSumo. Non perdere tempo a lanciare hashtag su argomenti che non interessano a nessuno.

L’hashtag che scegli deve, ovviamente, essere rilevante per il tuo nome / marchio e il tuo settore. Deve anche essere collegato allo spirito del tuo obiettivo.

Crea un hashtag leggibile

Se selezioni una sequenza di parole, considera l’utilizzo di maiuscole all’inizio di ogni parola per migliorare la leggibilità. Ad esempio, #FollowMyOnTwitterFacebook è più leggibile di #follow mytwitteretfacebook.

Un hashtag deve essere piuttosto breve. Troppo lungo, diventa rapidamente incomprensibile. Ricorda che gli spazi tra le parole sono vietati.

Sono ammessi alcuni caratteri speciali, inclusi gli accenti. Attenzione il motore di ricerca tiene conto di questi accenti.

L’hashtag deve essere chiaro se vuoi che le persone facciano clic su di esso. Deve essere facile da ricordare e digitare per incoraggiare le persone a usarlo il più spesso possibile.

Per creare una sinergia, puoi associare il tuo hashtag con altri già popolari. È sempre importante utilizzare alcuni hashtag come trampolini di lancio.

Quanto possiamo usare gli hashtag?

Intorno al tuo hashtag, puoi pubblicare quanto vuoi. Ma troppi hashtag uccidono gli hashtag! Non soffocare l’hashtag creato con troppi hashtag “classici”.

Nota inoltre che ogni social network ha le sue abitudini e ha una media più alta o più bassa di hashtag per pubblicazione. Ecco la tendenza per i principali social network:

  • Twitter, il precursore dell’hashtag, ti consiglia di utilizzare un massimo di due hashtag nelle tue pubblicazioni.
  • Instagram è sicuramente il più affezionato all’hashtag. Puoi utilizzarne quante ne desideri, alcune pubblicazioni incatenano una dozzina di hashtag senza che ciò possa mettere in imbarazzo nessuno. I migliori risultati ruotano attorno ai 9-10 hashtag, non di più.
  • Tumblr ha la particolarità di avere una sezione dedicata agli hashtag su ciascuna pubblicazione. Si raccomanda comunque di non superare i cinque .
  • Facebook non è il più consumatore di hashtag, puoi usarlo, ma con moderazione.Mai più di due per pubblicazione, questo non è il posto giusto.
  • Idem per LinkedIn, puoi usarne uno o due, ma non di più.
  • Su Pinterest, è comune incontrare da tre a sei per pubblicazione.

Crea un hashtag per essere visibile

Una volta creato l’hashtag, gli utenti avranno accesso a tutti i contenuti associati e potranno scegliere di diventare tuoi amici o follower. Per loro, usare l’hashtag è un modo estremamente semplice per trovarti sui social network.

Diventando familiare, gli utenti di Internet che parlano di te ora utilizzeranno l’hashtag e riceverai una notifica per poter seguire la conversazione.

L’hashtag deve essere visibile ovunque e non solo sui social network. Puoi farlo apparire sul tuo sito, sul tuo blog e su tutte le tue comunicazioni: banner, mail, ecc … Anche lì diventerà familiare e se è facile da ricordare, l’utente lo digiterà naturalmente.

Ricorda che l’hashtag è fondamentalmente una parola chiave. È quindi importante nel referenziamento naturale. Pensaci quando lo usi sulla tua pagina web o nella sezione blog del tuo sito. Se è coerente con la parola chiave della tua pagina, sarà ancora più rilevante usarlo.

Quando creare un hashtag?

Puoi creare tanti hashtag a tuo piacimento, l’importante è che siano giustificati e collegati a informazioni o eventi interessanti. Non utilizzare hashtag relativi a campagne diverse nello stesso messaggio!

Il lancio di un sondaggio / quiz tramite l’uso di un hashtag è sempre promettente. Offri ai tuoi follower la possibilità di vincere premi o sconti e li incoraggi a condividere un messaggio o una foto. Questo è un modo molto efficace per commercializzare il tuo marchio ed espandere la tua community.

Il tuo obiettivo è creare impegno. Il tuo hashtag può diventare una sorta di firma.

Qual è l’impatto degli hashtag sul commercio?

Avendo preso l’abitudine di seguirti sui social network, l’utente ha l’impressione di conoscerti. Verrà a vederti più spesso e interagirà con i tuoi post. Vede i tuoi prodotti, li conosce … per agire!

Dalla tua parte, devi sempre rimanere attivo. Commenta i loro post, li retweet, li reindirizzi, segui i follower dei tuoi follower … A poco a poco, la tua rete si espande e moltiplica naturalmente il numero di potenziali clienti.

L’hashtag deve consentirti di conquistare nuovi follower e quindi nuovi clienti. Non è difficile da lanciare, devi solo seguire queste regole e soprattutto rimanere sempre attivo e reattivo.

Chi mi ha bloccato su Instagram? Scopriamolo insieme

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.