Configurazione e suggerimenti per creare una rete Wi-Fi ospite

By | Ottobre 17, 2019

Come creare una rete Wi-Fi per gli ospiti. Consenti ai visitatori di utilizzare il tuo Wi-Fi senza condividere la password principale. Alcuni router supportano le reti guest, che fanno parte della rete primaria ma utilizzano una password diversa (o nessuna) e spesso limitano le funzionalità. Le reti ospiti sono quasi consuete nelle aziende ma sono diventate comuni anche per le reti domestiche.


Vantaggi della rete Wi-Fi ospite

Una rete Wi-Fi ospite è vantaggiosa per entrambe le parti: il proprietario della rete e gli utenti della rete.

La rete ospite fornisce agli utenti un modo per accedere a una rete in pochi secondi con poca o nessuna configurazione da parte loro. A seconda della configurazione della rete guest, possono accedere a Internet e alle risorse locali sulla rete come file, stampanti, ecc.

Dal punto di vista dell’amministratore, la rete ospite estende la portata della rete ai visitatori senza la necessità di fornire la password della rete principale. Un altro modo in cui una rete ospite migliora la sicurezza è che il proprietario può limitare ciò a cui gli ospiti hanno accesso (ad esempio, Internet ma senza risorse locali), il che significa che aiuta a fermare la diffusione di worm che potrebbero entrare dal dispositivo di un ospite.

Utilizzando una rete ospite

Unirsi a una rete wireless ospite funziona in modo molto simile alla connessione a un hotspot Wi-Fi pubblico o al Wi-Fi a casa di un amico.

Qualcuno che conosce la password (un familiare, proprietario dell’azienda, amministratore di rete, ecc.) Deve fornire la password e il nome della rete in modo da sapere quale rete utilizzare.

Tuttavia, alcune reti guest sono completamente aperte, il che significa che non c’è una password. In effetti, il nome della rete ( SSID ) potrebbe anche essere chiamato “Ospite”, “Ospite Wifi”, “CompWifi”, “Wifi gratuito”, “JHotels_guest”, ecc.

La connessione Wi-Fi gratuita e aperta per gli ospiti è spesso ciò che troverai in centri commerciali, ristoranti, parchi, ecc. In altre attività come gli hotel, riceverai spesso la password Wi-Fi degli ospiti al momento del check-in. Per la rete wifi dedicata agli ospiti a casa, molto probabilmente dovrai chiedere al proprietario qual è la sua password Wi-Fi.

Sii educato e chiedi prima di provare ad entrare nella rete degli ospiti di qualcuno. Se prevedi di utilizzare Internet in modo intenso, informali in anticipo. Consumare tutta la larghezza di banda potrebbe essere buono per te, ma in realtà farà rallentare l’intera rete, quindi è sempre meglio ottenere prima l’autorizzazione.

Il router supporta la rete ospite?

I router di classe aziendale sono i principali sostenitori delle reti per gli ospiti, ma alcuni router domestici hanno anche funzionalità dedicate agli ospiti. Puoi controllare il sito Web del produttore per essere sicuro o fare qualche ricerca nelle impostazioni del router per vedere se c’è un’opzione per una rete ospite.

L’opzione di rete ospite in un router viene generalmente definita come appropriata come “Rete ospite”, ma ci sono alcune eccezioni:

  • I router D-Link in genere lo chiamano “Zona ospite”
  • Google Wifi chiama questa funzione “Guest Wi-Fi”
  • Linksys supporta uno strumento “Accesso ospite” attraverso la sua interfaccia di gestione remota Wi-Fi Smart di Linksys

Alcuni router supportano solo una rete ospite mentre altri possono eseguire multiple contemporaneamente. I router wireless a doppia banda spesso ne supportano due: una sulla banda a 2,4 GHz e uno sulla banda a 5 GHz. Sebbene non vi sia alcun motivo pratico per cui una persona abbia bisogno di più di uno per banda, alcuni router wireless Asus RT forniscono fino a sei reti guest.

Quando una rete ospite è attiva, i suoi dispositivi operano su un intervallo di indirizzi IP separato da quello di altri dispositivi. Alcuni router Linksys, ad esempio, riservano gli intervalli di indirizzi 192.168.3.1–192.168.3.254 e 192.168.33.1–192.168.33.254 per i dispositivi guest.

Come configurare una rete Wi-Fi ospite

Seguire questi passaggi di base per configurare una rete Wifi ospite a casa:

Accedi al router come amministratore. Ciò viene spesso eseguito tramite un browser Web tramite un indirizzo IP specifico come 192.168.1.1, ma il router potrebbe utilizzare un indirizzo IP diverso o utilizzare un’app mobile associata per gli accessi.

Abilita l’opzione Wi-Fi ospite. La maggior parte dei router ha la rete guest disabilitata per impostazione predefinita ma fornisce un’opzione on / off per controllarlo. Definire il SSID che la rete guest dovrebbe usare. Questo non dovrebbe essere lo stesso del SSID primario ma forse qualcosa di simile in modo che i visitatori possano capire che la rete è tua.

Alcuni router impostano automaticamente il nome di una rete ospite come nome della rete principale con un suffisso “guest”, come “mynetwork_guest”, mentre altri ti consentono di scegliere il tuo nome.

Attiva o disattiva la trasmissione SSID per mantenere visibile il nome della rete o per nasconderlo ai potenziali ospiti. Il più delle volte, consigliamo di lasciare attiva la trasmissione SSID in modo che gli ospiti possano vedere chiaramente quale rete utilizzare. Se disabiliti la trasmissione, dovrai fornire loro il nome della rete e i dettagli di sicurezza in modo che possano impostare la rete, cosa che potresti voler evitare se avrai molti ospiti.

Scegli una password per la rete ospite. Questo non è richiesto su alcuni router, ma potrebbe essere qualcosa che vuoi usare per evitare che chiunque possa accedere alla rete.

Se il tuo router ti consente di limitare ciò che gli ospiti possono fare, potresti avere la possibilità di aprire la rete degli ospiti per i passanti perché non sei preoccupato di ciò che faranno sulla tua rete. Tuttavia, se il tuo router ha semplicemente un’opzione Wi-Fi secondaria per gli ospiti che funziona in modo molto simile al normale accesso sulla rete primaria, scegli una password sicura.

Ricorda che, a meno che tu non blocchi determinati tipi di accesso sulla rete ospite, i visitatori saranno in grado di fare qualsiasi cosa tu possa fare. Ad esempio, potrebbero utilizzare la tua rete ospite per scaricare torrent illegalmente, diffondere virus su altri dispositivi, monitorare il traffico di rete come password digitate su siti Web, ecc. In breve: se avranno accesso alla tua rete normale, usa un parola d’ordine.

Abilita altre opzioni secondo necessità. Se il tuo router lo supporta, potresti voler limitare l’accesso a tutto tranne che a Internet, oppure potresti andare bene permettendo agli ospiti di accedere a risorse locali come le condivisioni di file.

Ad esempio, alcuni router Netgear forniscono agli amministratori una casella di controllo per consentire agli ospiti di vedersi e accedere alla rete locale. Lasciare questa opzione disabilitata impedisce agli ospiti di raggiungere le risorse locali ma consente loro di collegarsi online tramite la connessione Internet condivisa.

Un’altra opzione che potresti trovare nel tuo router è un modo per limitare quanti ospiti possono connettersi alla tua rete contemporaneamente. Scegliere un numero ragionevole è un buon modo per evitare che la rete si sovraccarichi e rallenti fino a fermarsi.

INDICAZIONI SPECIFICHE DEL ROUTER

I passaggi precedenti forniscono una direzione generale per la ricerca e l’utilizzo delle funzionalità Wi-Fi guest del router. Se non fossero sufficienti per aiutare, visitare il sito del produttore per maggiori dettagli.

La rete ospite è disponibile da questi produttori e altri: LinksysD-LinkGoogleNETGEARASUS Cisco.

Potrebbe interessarti:

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.