Come disabilitare la compressione dei file su Windows 10

By | Gennaio 2, 2022
disabilitare la compressione dei file su Windows 10

Esistono tre semplici metodi che puoi utilizzare per impedire a Windows 10 di comprimere i tuoi file. Hai mai notato due frecce blu sui tuoi file e cartelle di Windows 10? Le due frecce indicano che Windows 10 sta comprimendo quei file e quelle cartelle per ridurne le dimensioni complessive sul disco rigido.


Windows 10 comprime automaticamente i file quando il disco rigido inizia a riempirsi, motivo per cui noterai improvvisamente la comparsa di queste due frecce blu. Tuttavia, puoi interrompere automaticamente la compressione dei file di Windows 10. Ecco come.

Che cos’è la compressione dei file di Windows 10?

Windows 10 può utilizzare uno strumento di compressione dei file integrato nel filesystem stesso. Il processo, noto come compressione file NTFS, consente di comprimere file e cartelle su un’unità NTFS. La tua versione di Windows 10 è installata su un’unità NTFS, consentendoti di sfruttare questa funzionalità.

L’uso della compressione dei file può ridurre l’ingombro complessivo di file e cartelle sull’unità, ma presenta alcuni inconvenienti. In particolare, il tuo sistema operativo deve decomprimere qualsiasi file o cartella prima di potervi accedere. Su un’unità veloce in un computer moderno, non noterai troppo, ma può sicuramente fare la differenza su hardware più vecchio.

Inoltre, la compressione dei file NTFS non è pensata per essere una potente opzione di compressione dei file. È uno strumento rapido e pratico che riduce leggermente le dimensioni dei file. Troverai rapporti di compressione dei file molto maggiori nel software di terze parti.

Come disattivare la compressione dei file di Windows 10

Il modo più semplice per disattivare la compressione automatica dei file in Windows 10 è tramite Esplora file. La compressione dei file può essere applicata a singoli file, cartelle o a un’intera unità. Quando applichi o rimuovi la compressione dei file da una cartella o un’unità, puoi inviare la modifica all’intera directory, comprimendo (o decomprimendo) ogni file in ogni sottocartella.


La disattivazione della compressione dei file in Windows 10 è un processo rapido. Innanzitutto, vai alla cartella o all’unità che desideri interrompere automaticamente la compressione. Poi:

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella e selezionare Proprietà.
  2. Nella scheda Generale, seleziona Avanzate per aprire gli attributi avanzati
  3. In Comprimi o crittografa attributi, deseleziona Comprimi contenuto per risparmiare spazio su disco.
  4. Premi OK, quindi Applica.

Quando viene visualizzata la finestra Conferma modifiche attributi, è possibile decidere se applicare le modifiche alla compressione dei file solo a questa cartella o a questa cartella, sottocartelle e file. La seconda opzione è utile quando si desidera interrompere la compressione automatica di Windows 10 di un’intera unità o cartella.

Come attivare la compressione dei file di Windows 10

Riattivare la compressione dei file è altrettanto facile. Torna indietro attraverso i passaggi precedenti, ma seleziona la casella Comprimi contenuto per risparmiare spazio su disco. Vedrai anche la stessa finestra di conferma delle modifiche agli attributi.

Compressione di file su Windows 10 con il prompt dei comandi

Puoi anche comprimere e decomprimere file e cartelle di Windows 10 utilizzando il prompt dei comandi e il comando compact.

Per prima cosa, vai alla cartella che desideri comprimere, quindi Maiusc + Ctrl + clic destro e seleziona Apri finestra di comando qui.

Ora hai alcuni comandi diversi per comprimere i file. Per comprimere un singolo file, utilizzare il seguente comando:


compact /c filename

Mentre per comprimere tutti i file nella cartella, usa questo comando:

compact /c *

Infine, se vuoi comprimere tutti i file in questa cartella, più eventuali sottocartelle, usa questo comando:

compact /c /s *

Se desideri utilizzare il prompt dei comandi per decomprimere i file, i comandi sono in qualche modo simili. I seguenti comandi servono per decomprimere un singolo file, tutti i file in una cartella e ogni file in questa cartella e nelle sue sottocartelle:

compact /u filename
compact /u *
compact /u /s *

È possibile trovare un elenco completo della sintassi nella pagina Microsoft Compact o utilizzare il compact /? comando per una lista.

Disabilita la compressione dei file utilizzando i criteri di gruppo

Supponiamo che tu voglia fare un passo avanti nella tua ricerca contro la compressione dei file, assicurandoti che Windows 10 non comprima mai più i tuoi file senza autorizzazione?

Se questo suona come la tua tazza di tè, puoi disabilitare la compressione dei file NTFS utilizzando l’editor Criteri di gruppo. Criteri di gruppo è una funzione di Windows che applica un’opzione di configurazione all’intero sistema. Si apportano modifiche ai criteri utilizzando l’Editor criteri di gruppo.


L’Editor criteri di gruppo non è disponibile per impostazione predefinita per gli utenti di Windows 10 Home. Tuttavia, gli utenti di Windows 10 Home possono attivare l’opzione Editor criteri di gruppo o utilizzare un editor criteri di terze parti.

Seguire questi passaggi per disabilitare la compressione dei file NTFS utilizzando l’Editor criteri di gruppo:

  1. Premi il tasto Windows + R per aprire la finestra di dialogo Esegui, quindi inserisci msc e premi Invio.
  2. Quando viene caricato l’Editor criteri di gruppo, vai su Configurazione computer > Modelli amministrativi > Sistema > File system > NTFS.
  3. Aprire il criterio Non consentire la compressione su tutti i volumi NTFS per modificarlo.
  4. Seleziona Abilitato se desideri interrompere tutta la compressione dei file, quindi Applica.
  5. Riavvia il computer per rendere effettive le modifiche.

Per disabilitare questa funzione in futuro, esegui nuovamente i passaggi, ma disabilita invece il criterio.

La compressione dei file è la stessa di un archivio ZIP?

L’altro metodo comune di compressione dei file con cui la maggior parte degli utenti ha familiarità è un archivio di file, ad esempio un file ZIP. Una cartella ZIP comprime i file in modo che occupino meno spazio sull’unità, ma quando estrai i file dall’archivio, tutti i tuoi dati sono ancora lì.

La più grande differenza tra la compressione di un file utilizzando un archivio e la compressione utilizzando lo strumento integrato di Windows 10 è la funzionalità.

Quando comprimi file in Windows 10 utilizzando lo strumento integrato, quei file vengono compressi solo su quella particolare unità. Se hai copiato i file su un’altra unità, ad esempio la tua fidata unità flash USB, i file non sarebbero più compressi dopo la copia.

Mentre quando comprimi file utilizzando uno strumento di archiviazione file, crei un archivio specifico di file compressi che rimangono compressi fino a quando i file non vengono estratti. È possibile copiare questo archivio di file su un’altra unità e il file rimarrà compresso all’interno dell’archivio.

Mantieni il tuo sistema libero da vecchi file

L’opzione di compressione dei file NTFS di Windows 10 non recupererà montagne di spazio per i tuoi file. Questo non è il suo ruolo, e non è mai stato progettato per funzionare in questo modo. Se stai esaurendo lo spazio sui tuoi dischi rigidi, devi avere una buona pulizia primaverile dei vecchi file o investire in più spazio di archiviazione.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!