Come fare il backup di Android su PC

backup Android su PC

Vi ricordate l’epoca dei primissimi smartphone? Non erano molto meglio dei moderni telefoni cellulari. Avevano processori molto deboli, poca memoria, brutte fotocamere e schermi piccoli. Il primo smartphone Android, prodotto nel 2008, aveva già un touch screen e 256 MB di memoria integrata. All’epoca era davvero enorme! Oggi, solo l’app di Facebook occupa molto più spazio. Cosa c’è da dire sui moderni dispositivi Android? Sono assistenti personali a tutti gli effetti, non solo telefoni. Hanno gigabyte di memoria, processori e fotocamere potenti e possono essere facilmente utilizzati al posto dei computer. Su di essi conserviamo tonnellate di foto, video, numeri di telefono e conversazioni personali e di lavoro. Quali sarebbero le conseguenze di una perdita di tutti questi dati? Per lo meno, si tratta di un sacco di file preziosi di cui prendersi cura. Fortunatamente, esistono molti modi per eseguire il backup dei file su un dispositivo Android. Si tratta di funzioni integrate e di soluzioni di terze parti non male. In questo post, esamineremo i dati di cui è possibile eseguire il backup in generale e tutti i modi possibili per eseguire il backup Android su PC con istruzioni chiare.


Leggi anche: Le 15 migliori app antivirus per Android

Come fare il backup Android su PC con le app dei produttori

I produttori di dispositivi offrono spesso utility di backup dei dati proprietarie. Alcuni, come Sony, offrono la possibilità di installare l’applicazione su un computer, mentre altri, come ASUS, LG e Xiaomi, incorporano la rispettiva funzionalità nel firmware. Samsung propone di creare copie di backup nel proprio cloud. Innanzitutto, il backup sarà sufficientemente completo, il che consente di ripristinare completamente i dati dopo un reset del dispositivo o un aggiornamento del firmware. In secondo luogo, ripristinando il backup dal dispositivo di un fornitore a quello di un altro non sarà possibile ripristinare lo stesso software su un modello dello stesso produttore. Tuttavia, i backup di Xiaomi saranno compatibili con la maggior parte dei dispositivi con firmware MIUI. Questo non vale solo per i dispositivi Xiaomi. Tuttavia, se si prevede di utilizzare un dispositivo per molto tempo, perché non creare un backup? Sì, non è sempre comodo e non è sempre automatico, ma è possibile, no? E se succede qualcosa al telefono e si decide di sostituirlo con un dispositivo dello stesso produttore, potrebbe essere possibile ripristinarlo da un backup. Naturalmente, non c’è alcuna garanzia: il produttore garantisce il successo del ripristino solo su un dispositivo dello stesso modello.

1. Backup completo Android su PC con Google Drive – Il miglior software backup Android

Prezzi: gratuito, fino a 15 GB di dati. Di quali dati eseguire il backup: contatti, calendario, cronologia delle chiamate, dati delle app, impostazioni del dispositivo, messaggi di testo, Gmail, segnalibri e cronologia di Google Chrome, note, Google Docs, ecc. Per rendere il vostro dispositivo Android un vero e proprio assistente personale, dovreste assolutamente collegarlo al vostro account Google. Per impostazione predefinita, il dispositivo esegue il backup telefono Android su PC di molti parametri utilizzando il servizio di backup di Android. Questa opzione è disponibile su ogni smartphone e tablet e nella maggior parte dei casi non è necessario attivarla manualmente. Funziona silenziosamente in background. Se non ignorate di utilizzare il vostro account Google, potete dimenticare di perdere i vostri dati. I server di Google contengono gli ultimi aggiornamenti del vostro dispositivo e aggiornano immediatamente qualsiasi modifica applicata. Google Drive offre 15 GB gratuiti, sufficienti per archiviare quasi tutto. Vediamo ora come gestire le impostazioni di backup sul vostro dispositivo Android. Per eseguire il backup delle impostazioni di sistema, aprire le impostazioni del dispositivo e quindi la sezione Backup e ripristino. A seconda del firmware del dispositivo, questa sezione può trovarsi in punti diversi. In ogni caso, consente di attivare o disattivare la funzione di backup:

  1. È sufficiente toccare il cursore Backup dei miei dati e selezionare l’account Google collegato. Inoltre, è possibile controllare esattamente le impostazioni che il dispositivo sincronizzerà.
  2. Di solito si tratta di dati delle app (backup dei dati di tutte le applicazioni installate), cronologia delle chiamate, contatti e impostazioni del dispositivo (sfondo, password Wi-Fi e app predefinite).
  3. Quindi, andare alla sezione Sincronizzazione e selezionare Google.
  4. Qui è possibile individuare le applicazioni e i servizi Google che si desidera sincronizzare e sottoporre a backup.
  5. Le applicazioni sincronizzate includono il calendario, Chrome, i contatti, Gmail, Google Drive, Documenti, Fogli, Google Fit, Note, ecc. Inoltre, è possibile vedere quando è stata effettuata l’ultima sincronizzazione, attivarla o disattivarla, o forzare una sincronizzazione se necessario.

2. Come fare il backup dati Android su PC con IDrive

Quali dati eseguire il backup: contatti, foto, video, calendario, SMS, registri delle chiamate, musica e altri file in qualsiasi cartella. IDrive è un altro ottimo servizio per il backup Android su PC. Offre 5 GB gratuiti, sufficienti per eseguire il backup di contatti, eventi del calendario, messaggi, registri delle chiamate e alcuni piccoli file che non richiedono molto spazio. Tuttavia, è possibile eseguire il backup delle immagini e dei video più importanti, ma questi riempiranno lo spazio di archiviazione molto rapidamente. Come si può eseguire il backup Android to PC dei dati con IDrive? Prima di tutto, è necessario creare un account utilizzando il browser web. Il fatto che non sia possibile creare un account nell’applicazione mobile è piuttosto strano. Successivamente, installare l’applicazione IDrive Online tramite il Google Play Store. La schermata iniziale presenta tre schede: Persone, per mostrare tutti i volti riconosciuti nelle foto caricate, Timeline per vedere quando sono stati caricati i file e Accesso e ripristino per scaricare i file riservati sul dispositivo. Al centro, l’applicazione mostra quante foto non sono protette.

  1. Nelle impostazioni è possibile configurare quasi tutto: cambiare la password, attivare o disattivare il caricamento dei video, la qualità delle immagini caricate, ecc. L’opzione di backup automatico consente di configurare se si desidera eseguire il backup del dispositivo quando è sotto carica o se si desidera impostare una pianificazione. È un’opzione molto utile se, ad esempio, il traffico è limitato.
  2. Ora creiamo una copia riservata del dispositivo Android con IDrive.
  3. Toccare il fondo rosso di Backup per selezionare gli elementi che si desidera caricare. È possibile scegliere tra contatti, foto, video, calendario, SMS, registri delle chiamate, musica e altri file. Ad esempio, selezioniamo i contatti e le foto. Toccare Backup ora e attendere il completamento del caricamento.
  4. Per caricare i file sul dispositivo, accedere alla sezione Accesso e ripristino. Lì, vedrete la voce Backup del mio dispositivo. Aprirla e selezionare i file da scaricare.
  5. Inoltre, è possibile gestire tutte le copie riservate tramite il browser web sul desktop.

3. Backup app Android su PC con pCloud

Quali sono i dati di cui eseguire il backup: foto e video. Si tratta di un ottimo cloud storage con sede in Svizzera. A differenza della versione desktop, l’app per Android consente di eseguire il backup solo di foto e video. Come si fa? Dopo aver installato l’applicazione dal Play Store, attivare l’opzione Caricamento automatico nelle impostazioni. Inoltre, è possibile configurare i file da caricare. È possibile selezionare il tipo di file – foto, video o entrambi – e la modalità di caricamento – tutti i file o solo quelli appena creati. È possibile accedere ai file nella cartella Caricamento automatico.

4. Backup android PC con Dropbox

Di quali dati eseguire il backup: foto, video, contatti. Dropbox è uno dei leader del mercato del cloud storage. Per i dispositivi Android, consente di eseguire il backup di foto, video e contatti. Vediamo come attivare queste opzioni. Dopo aver installato l’applicazione dal Play Store, attivate le opzioni Caricamento fotocamera e Sincronizzazione contatti nelle impostazioni. Inoltre, è possibile configurare i caricamenti della telecamera. Ad esempio, è possibile scegliere se caricare i video, utilizzare i dati cellulari o impostare il livello della batteria per interrompere il caricamento. I file multimediali saranno disponibili nella cartella Camera Uploads.

5. Backup foto Android con Google Foto

Quali sono i dati di cui eseguire il backup: foto e video. Google Foto è uno dei migliori servizi per il backup foto e video. Se si accetta di ridurre in modo insignificante la qualità dei file multimediali caricati, si ottiene uno spazio di archiviazione illimitato. L’applicazione è già preinstallata su tutti i moderni smartphone e tablet. Come si può configurare? Quando si apre l’applicazione per la prima volta, vengono richieste solo le impostazioni di base del backup. È possibile confermarle o modificarle. Per impostazione predefinita, l’app sincronizza i file scattati con la fotocamera. In teoria, può caricare immediatamente tutte le immagini nella cartella di Google Drive, ma molto spesso non ci riesce. Inoltre, è possibile apportare modifiche in un secondo momento. A tale scopo, andare nella barra laterale e aprire Impostazioni. Lì è possibile modificare molte cose. Per configurare il backup e la sincronizzazione, accedere alla sezione Backup e sincronizzazione. Qui è possibile selezionare le cartelle, modificare le dimensioni del caricamento e configurare l’uso dei dati cellulari. Una delle caratteristiche principali è l’archiviazione illimitata. Per questo, nella sezione Dimensione di caricamento selezionare Alta qualità. Questo ridurrà un po’ la qualità delle foto, ma sarà comunque appropriato per la maggior parte degli utenti.


Leggi anche: Come ripristinare dati di fabbrica Android

Altre app per il backup Android su PC

6. TitaniumBackup. Di quali dati eseguire il backup: tutto, compresa la partizione di sistema. Questa è l’applicazione più avanzata per il backup Android e anche la più collaudata e conosciuta. Tuttavia, si noti che per utilizzarla è necessario disporre dei diritti di root. Titanium Backup può creare copie complete di tutte le applicazioni installate, eseguire il backup di impostazioni, messaggi, contatti e segnalibri e caricare tutti questi dati su Dropbox, Box e Google Drive. Inoltre, Titanium Backup può rendere le applicazioni utente di sistema, eliminare le applicazioni di sistema, eseguire backup su richiesta e su pianificazione e così via. È possibile personalizzare in modo flessibile cosa copiare e cosa no, utilizzando i filtri. È vero che per beneficiare appieno delle capacità di questo mostro, è necessario acquistare la versione Pro.

7. Super Backup. Super Backup crea backup di applicazioni, contatti, chiamate, calendari e foto e li salva su Google Drive, sul server FTP o sulla scheda SD. Se lo desiderate, potete attivare la copia programmata. Allo stesso tempo, se si desidera copiare le impostazioni delle applicazioni, è necessario disporre dei privilegi di root. Super Backup ha alcune caratteristiche interessanti. L’applicazione può trasferire tutti i dati da uno smartphone a un altro – per poter fare backup Android, è necessario installare l’app su entrambi i dispositivi. Si tratta di una funzione molto utile se avete acquistato un nuovo dispositivo e volete trasferire tutte le impostazioni e i dati senza problemi. Super Backup supporta la crittografia dei backup con le foto. Infine, può registrare le conversazioni telefoniche. L’applicazione ha un’interfaccia pulita e chiara. Non è sovraccarica di funzioni inutili e fa esattamente ciò che ci si aspetta da lei. Tuttavia, nella versione gratuita, la pubblicità è un po’ fastidiosa e per eliminarla è necessario acquistare la versione Pro.

8. Helium. Di quali dati eseguire il backup: app, impostazioni, messaggi. Si tratta di uno tra i migliori programmi backup Android, creato dai creatori del famigerato ClockworkMod – la più famosa delle recovey personalizzate per Android. Il trucco di Helium è che è in grado di creare copie complete dei programmi con tutte le impostazioni e allo stesso tempo non necessita di diritti di root. Può essere utilizzato per trasferire i parametri delle applicazioni da uno smartphone all’altro o per ripristinare le impostazioni dopo un reset. Se non si dispone del root, è necessario dare a Helium l’accesso ai dati del sistema come segue:

  1. Installate l’applicazione sul vostro smartphone.
  2. Installare l’estensione Helium per Chrome sul computer.
  3. Collegare lo smartphone via cavo al computer e attivare il debug USB.
  4. Attendere che l’applicazione segnali il completamento della configurazione. È pronto.
  5. Ora è possibile scollegare il cavo e copiare le applicazioni, le loro impostazioni, i messaggi e i dizionari utente nella memoria locale. Inoltre,
  6. Helium può creare copie in base a una pianificazione. È supportato anche il backup su Dropbox, Box e Google Drive, ma per questo è necessario acquistare una versione premium.

9. G Cloud Backup. Di quali dati eseguire il backup: contatti, registri delle chiamate, messaggi, foto, video, musica, documenti, calendari, impostazioni di sistema, dati del browser. È una delle applicazioni più facili da usare dell’intero elenco. Può creare copie di messaggi, chiamate, contatti, foto, video, documenti, impostazioni di sistema e altri dati. Per impostazione predefinita, i backup vengono attivati quando si carica lo smartphone e ci si connette al Wi-Fi per risparmiare energia e traffico mobile. Tuttavia, è possibile attivare manualmente la copia. Per utilizzare l’applicazione, è necessario creare un account. Nella versione gratuita, G Cloud Backup mette a disposizione 1 gigabyte di spazio nel cloud: è più che sufficiente per i contatti e i messaggi, ma non per le foto.

10. Autosync – File Sync & Backup. Di quali dati eseguire il backup: documenti, musica, foto, video. Si tratta di un’applicazione molto popolare che offre al vostro smartphone Android la possibilità di sincronizzare automaticamente cartelle e file con Dropbox, Google Drive, OneDrive o Box – la funzione che non vediamo l’ora di avere nel suo client ufficiale. La sincronizzazione automatica è utile se si deve eseguire il backup di documenti, musica, foto e video sullo smartphone, ma non supporta la copia di messaggi e contatti. L’applicazione può sincronizzare le cartelle a determinati intervalli di tempo. Sono disponibili diverse opzioni. Ad esempio, è possibile far sì che le cartelle presenti nel cloud storage e nella memoria dello smartphone siano assolutamente identiche o, al contrario, caricare automaticamente tutti i dati nel cloud, eliminandoli dallo smartphone per risparmiare spazio. La versione gratuita di Autosync consente di sincronizzare solo una cartella (il numero di sottocartelle è illimitato). La versione premium consente di caricare nel cloud un numero qualsiasi di cartelle. Inoltre, non contiene pubblicità.

Leggi anche: Come fare root Android senza PC

Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.