Come fare backup iPhone e iPad con iCloud, Finder e iTunes

backup iphone

Apple ha recentemente rilasciato l’ultima edizione del suo iPhone, che vanta una nuova capacità di archiviazione di 1 TB. Si tratta di un notevole upgrade per chiunque voglia acquistare l’ultima versione, e tutto questo spazio extra si riempirà sicuramente in fretta di dati di app, foto, video e altro ancora. Non vorrete mai perdere accidentalmente uno di questi dati importanti, quindi è importante assicurarsi di trattare i backup del vostro iPhone con la stessa attenzione che si riserva al computer. Non solo, ma anche gli aggiornamenti del software possono potenzialmente causare la distruzione dei dati, per cui il mantenimento di backup costanti assicura che tutti i dati dell’iPhone rimangano al sicuro nel cloud. Se utilizzate iCloud Backup o iTunes per eseguire il backup del vostro iPhone, iPad o iPod touch, leggete questo post per capire come funzionano questi backup e scoprire cos’altro potete fare per proteggere i vostri dati.


Leggi anche: Guida completa su come aggiornare iPhone e iPad

Come fare backup iPhone su iCloud

Apple ha cercato di rendere il backup meno complicato con iCloud Backup. Questa funzione di iOS consente all’iPhone, all’iPad o all’iPod touch di eseguire il backup dei propri contenuti nel cloud. Se state cercando il modo più semplice per eseguire il backup dei vostri dispositivi, questo è il modo migliore. L’aspetto positivo del Backup iCloud è che si imposta e si dimentica. Il backup iCloud avviene automaticamente quando il dispositivo è in carica, bloccato e connesso al WiFi. Una volta configurato il dispositivo per il Backup con iCloud, il backup verrà eseguito periodicamente quando il dispositivo è in carica.

Come eseguire backup iPhone e iPad con iCloud

  1. Andare su Impostazioni.
  2. Toccare il proprio nome in alto, quindi scegliere iCloud.
  3. Toccare Backup iCloud.
  4. Toccare Esegui backup ora.
  5. Rimanere connessi al Wi-Fi fino al termine del processo.

Ecco come controllare l’avanzamento del backup:

Utilizzando iOS 11 o successivo e iPadOS:

  1. Andare su Impostazioni.
  2. Toccare il proprio nome in alto, quindi scegliere iCloud.
  3. Toccare Gestione archivio.
  4. Toccare Backup.

Su iOS 10.3:

  1. Andare su Impostazioni.
  2. Toccare il proprio nome in alto, quindi scegliere iCloud.
  3. Toccare il grafico che mostra l’utilizzo di iCloud, quindi toccare Gestione archivio.
  4. Selezionare il dispositivo.
  5. iOS mostrerà i dettagli relativi all’ultima volta che è stato eseguito il backup e la dimensione del file di backup.

Come funziona il backup di iCloud?

Il backup con iCloud consente di ripristinare il dispositivo praticamente ovunque. Inoltre, rende l’aggiornamento un gioco da ragazzi. Quando si configura un nuovo dispositivo iOS, ad esempio, il sistema chiede se si desidera ripristinare da un backup iCloud. C’è un aspetto negativo di iCloud Backup di cui bisogna essere consapevoli. Per funzionare, dipende da una serie specifica di azioni:

  1. Il dispositivo deve essere collegato alla corrente.
  2. Il dispositivo necessita di una connessione WiFi (e deve essere connesso a Internet).
  3. Il dispositivo deve essere bloccato.
  4. È necessario disporre di spazio sufficiente in iCloud per archiviare il backup.

Quest’ultimo punto è quello decisivo. Apple offre solo 5 GB di spazio gratuito con l’account iCloud di base. Se avete molte cose sul vostro dispositivo iOS o nel cloud, è banalmente facile superare i 5 GB gratuiti di iCloud, il che significa che i vostri backup non verranno eseguiti a meno che non paghiate Apple per avere spazio aggiuntivo su iCloud. Se avete sia un iPhone che un iPad? Scordatevelo. Dovete pagare Apple o non avrete abbastanza spazio per eseguire il backup di entrambi. Lo spazio di archiviazione di iCloud va da 99 centesimi al mese per 50 GB a 9,99 € al mese per 2 TB. C’è anche un’altra avvertenza: il backup con iCloud non esegue il backup di tutto ciò che è presente sul telefono. Le cose di cui non viene eseguito il backup includono:

  1. Dati già presenti in iCloud: Contatti, appuntamenti del calendario, note e foto, ad esempio.
  2. Dati archiviati su altri servizi cloud. Ad esempio, Gmail o Microsoft Exchange.
  3. I dati di Apple Pay e quelli di Touch ID (se il dispositivo ne è dotato).
  4. File multimediali importati, come e-book, musica e video acquistati da servizi diversi da Apple Music, come Amazon o qualsiasi contenuto scaricato sul telefono dal browser o da un’applicazione.
  5. Qualsiasi contenuto dell’App Store (è ancora disponibile per il download, è solo un inconveniente da riscaricare).

Leggi anche: Come fare screenshot su iPhone e iPad (tutti i modelli)

Come effettuare backup iPhone e iPad su PC

Nel 2019 Apple ha eliminato iTunes dai suoi prodotti, quindi non è più possibile utilizzarlo come metodo per eseguire il backup di iPhone su Mac, a meno che non si utilizzi macOS Mojave o versioni precedenti. Tuttavia, iTunes è ancora disponibile per i PC Windows. La buona notizia per gli utenti di PC Windows è che non è necessaria una connessione a Internet, non è necessario pagare per lo spazio iCloud e non ci sono altri problemi. L’unica cosa di cui avrete bisogno è spazio sufficiente sul disco rigido per il backup. Per farlo, dovrete collegare fisicamente l’iPhone o l’iPad al Mac o al PC utilizzando il cavo di sincronizzazione USB. È anche possibile configurare iTunes per consentire i backup tramite Wi-Fi. Come collegare iPhone a PC


Come eseguire il backup iPhone con iTunes su PC Windows

  1. Collegare il dispositivo iOS al PC con cui si effettua normalmente la sincronizzazione e collegarlo tramite un cavo USB o USB-C o una connessione Wi-Fi. Per sapere come attivare la sincronizzazione Wi-Fi, cliccare qui.
  2. Fate doppio clic su iTunes.
  3. Nella barra dei menu in alto a sinistra della finestra di iTunes dovrebbe comparire l’icona del dispositivo. Fate clic su di essa.
  4. Fare clic su Esegui backup ora per iniziare il backup del dispositivo iOS sul computer. Se si desidera includere le password degli account, i dati di Salute e HomeKit, è necessario assicurarsi che sia selezionata anche la casella di controllo Crittografa backup iPhone.
  5. Per vedere i backup archiviati sul computer, scegliere Modifica, quindi Preferenze, quindi fare clic su Dispositivi. I backup crittografati vengono visualizzati con un’icona a forma di lucchetto nell’elenco dei backup.

Come fare il backup iPhone con iTunes su MacOS Mojave o precedenti:

  1. Aprire iTunes e collegare il dispositivo al computer con un cavo USB.
  2. Se vi viene richiesto il codice di accesso al dispositivo o di affidarvi a questo computer, seguite i passaggi sullo schermo.
  3. Selezionare il dispositivo sul computer.
  4. Fare clic su Esegui backup ora.
  5. Al termine del processo, si noterà che il backup è stato completato con successo perché verranno visualizzate la data e l’ora dell’ultimo backup.

Come per il backup di iCloud, anche il backup di iTunes presenta alcune limitazioni di cui è bene tenere conto. Alcune informazioni non vengono salvate, per scelta:

  1. Contenuti da iTunes e App Store o file PDF scaricati su iBooks.
  2. Importazione di musica sincronizzata da iTunes sul computer, video, libri e foto.
  3. Foto già archiviate nel cloud tramite Libreria foto di iCloud e Il mio flusso di foto.
  4. Impostazioni di Touch ID e Apple Pay.
  5. Attività, Salute e dati del Portachiavi (password), a meno che non si selezioni “Crittografa backup iPhone”.

Anche in questo caso, la maggior parte di queste limitazioni ha senso: è possibile risincronizzare i contenuti necessari e alcuni elementi devono essere esclusi per motivi di sicurezza. Una volta terminato, iTunes mantiene una copia del backup, che può essere ripristinata in caso di necessità. L’ulteriore vantaggio di collegare l’iPhone o l’iPad al Mac o al PC utilizzando iTunes è che quando si esegue il backup del Mac o del PC, si esegue anche il backup dei contenuti dell’iPhone o dell’iPad.

Leggi anche: Come mettere un iPhone in modalità DFU

Come eseguire il backup di iPhone su Mac

  1. Utilizzando macOS Catalina o successivo, aprire una finestra del Finder e collegare il dispositivo al computer con un cavo USB.
  2. Se viene richiesto il codice di accesso al dispositivo o la fiducia in questo computer, seguire i passaggi sullo schermo.
  3. Selezionare il dispositivo sul computer.
  4. Se si desidera eseguire il backup dei dati di Salute e Attività dal dispositivo o dall’Apple Watch, è necessario crittografare il backup selezionando la casella “Crittografa backup locale”, che richiederà la creazione di una password.
  5. Selezionare Esegui backup ora.
  6. Al termine del processo, si noterà che il backup è stato completato con successo perché verranno visualizzate la data e l’ora dell’ultimo backup.

Come eseguire il backup dei contatti iPhone

Per creare un backup dei contatti iPhone, il dispositivo deve essere collegato alla rete WiFi.

  1. Per prima cosa, andare su Impostazioni.
  2. Toccare il proprio nome in alto, quindi toccare iCloud.
  3. Toccare il cursore dei Contatti per attivarlo.
  4. Se richiesto, unire i contatti con iCloud.
  5. Toccate l’app Backup iCloud in fondo all’elenco e attivatela.
  6. Toccare Back Up Now.

Che dire delle app di backup per iOS?

Invece di utilizzare iCloud o iTunes, è possibile utilizzare le app di backup per eseguire il backup dei dati sul dispositivo iOS. Questi tipi di app possono essere utili, ma di solito si limitano a eseguire il backup delle foto e dell’elenco dei contatti. Altre informazioni, come i dati delle applicazioni, i dati dei giochi, i testi, i messaggi vocali e così via, non vengono in genere salvate da queste app. Il modo più completo per eseguire il backup e il ripristino dei dati sull’iPhone è utilizzare iCloud o iTunes, o entrambi.

Come ripristinare l’iPhone da un backup

In caso di perdita di dati o se si desidera avere i dati di cui si è fatto il backup da un vecchio iPhone su uno nuovo, è possibile ripristinare il backup dei dati sul dispositivo. A seconda del metodo utilizzato per il backup dei dati del dispositivo, esistono alcune opzioni diverse per il ripristino da un PC o Mac con macOS Mojave 10.14 o precedente, da un backup da un Mac con macOS Catalina 10.15 o successivo o da un backup iCloud.

1. Come ripristinare i dati da un PC o Mac con macOS Mojave 10.14 o precedente

  1. Aprire iTunes e collegare il dispositivo al computer con un cavo USB.
  2. Se viene richiesto il codice di accesso al dispositivo o la fiducia in questo computer, seguire i passaggi sullo schermo.
  3. Nella barra dei menu in alto a sinistra della finestra di iTunes dovrebbe comparire l’icona del dispositivo. Fate clic su di essa.
  4. Fare clic su Riepilogo, quindi su Ripristina backup.
  5. Guardate la data di ogni backup e scegliete quello da cui volete ripristinare.
  6. Selezionare Ripristina e attendere il termine del tempo di ripristino. Se richiesto, inserire la password per il backup crittografato.
  7. Mantenere il dispositivo collegato fino al riavvio e alla sincronizzazione con il computer. Una volta completata la sincronizzazione, è possibile scollegare il dispositivo.
  8. Per ripristinare i dati da un Mac con macOS Catalina 10.15 o successivo, seguire la stessa procedura sopra descritta nel Finder.

2. Come ripristinare i dati da un backup di iCloud

Per ripristinare da un backup di iCloud, è necessario cancellare tutto il suo contenuto se il dispositivo è già stato configurato, oppure iniziare da un nuovo dispositivo prima di poter utilizzare questi passaggi.

  1. Innanzitutto, accendere il dispositivo.
  2. Seguite la procedura di impostazione fino alla schermata App e dati, quindi scegliete Ripristina da backup iCloud.
  3. Accedere a iCloud con il proprio ID Apple.
  4. Selezionare un backup. Una volta scelto il backup, inizia il trasferimento dei dati.
  5. Una volta richiesto, accedi con il tuo ID Apple per ripristinare le app e gli acquisti. Non sarà possibile utilizzare le app finché non si effettua l’accesso.

Tenere il dispositivo collegato alla rete WiFi e attendere che venga visualizzata una barra di avanzamento per completare il trasferimento dei dati. A seconda della quantità di dati di cui si deve eseguire il backup e della velocità della rete, potrebbero essere necessari da pochi minuti a un’ora per completare il trasferimento. Se ci si scollega dalla rete Wi-Fi prima del termine, il trasferimento dei dati verrà messo in pausa finché non ci si ricollega.


Conclusione

Speriamo di avervi aiutato a capire cosa fanno Backup iCloud e iTunes per mantenere al sicuro i vostri dati mobili e cos’altro potete fare per essere sicuri di essere protetti. Siete ancora confusi? Avete domande? Oppure utilizzate una strategia diversa che vorreste condividere? Fatecelo sapere nei commenti.

Leggi anche: Come pulire la RAM dell’iPhone e renderlo più veloce

Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!