Come fare backup di Android

Tramite questo articolo imparerai come effettuare il backup di foto, video, contatti, messaggi ecc., che si trovano sul tuo telefono Android. Immagina per un momento che il tuo smartphone scompaia per sempre. Pouf. È andato. Quanto tempo ci hai messo a perdere i dati, le applicazioni o i messaggi memorizzati? Quelli di cui non hai mai eseguito un backup.

Probabilmente non ci sono voluti più di cinque minuti prima che tu abbia iniziato a cercare in Internet – da un computer, ovviamente – il modo per recuperare i tuoi dati facilmente e rapidamente … ma ovviamente, hai deciso che era una buona idea ignorare quel tutorial che spiegava come fare il backup di Android senza perdere dati.

Nonostante sia una situazione ipotetica, ad un certo punto potresti veramente perdere il tuo telefono o semplicemente hai toccato dove non dovevi per sfruttare la libertà che offre Android. Pertanto, è molto più importante di quanto pensi avere una copia di backup del tuo cellulare Android.

Fortunatamente sui nostri telefoni esistono diversi metodi per fare backup di Android. Oggi, nel caso in cui non hai ancora i tuoi dati al sicuro, o stai cercando nuovi sistemi per fare backup, vogliamo spiegarti passo passo uno dei trucchi avanzati più importanti che dovresti sapere: come fare e ripristinare un backup Android senza perdere i vostri datiQuesti metodi sono validi per tutti i marchi, siano essi Samsung, Honor, Huawei, Xiaomi, LG o qualsiasi altro.

Backup Android: come eseguirli e quali metodi esistono

Avendo messo in chiaro che creare un backup di un dispositivo Android è fondamentale, è tempo di scegliere il metodo desiderato per tenere al sicuro le nostre preziose informazioni in caso di smarrimento.

Google Backup

Google, per impostazione predefinita, offre a tutti gli utenti Android la possibilità di eseguire il backup di applicazioni, dati e impostazioni. Tuttavia, sfruttando i servizi offerti dalla grande G, è possibile mantenere al sicuro immagini, cartelle e qualsiasi tipo di documento archiviato sul dispositivo.

Backup di app, dati e impostazioni

Da qualche anno Android ha incorporato una sezione nelle impostazioni di sistema, destinata ad effettuare il backup o il ripristino dei dati su un dispositivo Android. Queste copie, se attivate, verranno effettuate automaticamente con una certa frequenza, assicurando così che in caso di furto o smarrimento si perda il minor numero possibile di dati. Queste copie includono i seguenti dati:

  • Dati dei contatti di Google
  • Eventi e impostazioni di Google Calendar
  • Password e reti WiFi
  • Sfondi
  • Impostazioni di Gmail
  • Applicazioni
  • Impostazioni dello schermo (luminosità e tempo di sospensione)
  • Impostazioni della lingua e inserimento del testo
  • Data e ora
  • Impostazioni e informazioni per le applicazioni non progettate da Google (varia a seconda dell’applicazione)

Per poter fare una copia di questo tipo – sebbene possa variare a seconda del produttore del dispositivo – tutto quello che devi fare è seguire questi passaggi:

  1. Apri l’app Impostazioni di sistema sul tuo Android.
  2. Accedi alla sezione Sistema e fai clic sulla categoria Backup.
  3. Attiva l’opzione Backup in Google Drive.

Ma arriva il fatidico momento – o forse non tanto – in cui devi utilizzare i dati salvati, e ristabilire tutte le informazioni che, per qualche motivo, hai perso: come ripristinare un backup di Google?

I dati salvati verranno ripristinati automaticamente quando accedi a un nuovo dispositivo, a meno che non abbia una vecchia versione di Android.

Quando accedi al tuo account su un nuovo dispositivo, tutti i dati di cui è stato eseguito il backup in precedenza verranno automaticamente ripristinati dopo aver completato il processo di configurazione iniziale

Ma non è sempre cosi: nel caso avessi creato il backup su un dispositivo con una versione recente di Android, non sarai in grado di ripristinare il backup su un altro telefono che utilizza una versione precedente.

Quindi assicurati che il dispositivo che intendi utilizzare sia aggiornato, altrimenti dovrai ricorrere a uno degli altri metodi per fare backup di Android che ti offriamo qui sotto.

Backup di immagini e video con Google Foto

Google Foto è una delle migliori invenzioni di Google nei suoi quasi 20 anni di storia. Non solo è una meravigliosa piattaforma per organizzare e gestire foto e video, dotata di un assistente basato sull’intelligenza artificiale che non smette mai di stupirci.

È anche un servizio perfetto per eseguire il backup delle nostre foto e video, grazie al fatto che Google ci offre uno spazio di archiviazione di alta qualità.

A meno che tu non stia utilizzando un telefono Google Pixel, con la promozione di archiviazione di qualità originale illimitata, dovrai ricorrere a uno spazio di archiviazione di alta qualità

In questo modo Google ridurrà automaticamente le dimensioni dei contenuti multimediali che salvi, anche se grazie all’algoritmo utilizzato la differenza di qualità e dettaglio sarà impercettibile, il che rende questo metodo un sistema perfetto per il backup delle nostre immagini e video.

Per poter fare un backup automatico in Google Foto, il primo passo è, ovviamente, scaricare l’applicazione da Google PlayDopo aver effettuato l’accesso, è necessario eseguire i seguenti passaggi:

  1. Accedi alle Impostazioni di Google Foto dal pannello di accesso rapido laterale.
  2. Accedi alla sezione Backup e sincronizzazione.
  3. Attiva l’opzione Crea backup e sincronizza e seleziona tutte le cartelle che desideri copiare.

Pertanto, Google Foto inizierà a creare automaticamente una copia di backup delle immagini e dei video archiviati e i tuoi album saranno accessibili da qualsiasi altro dispositivo Android su cui effettui l’accesso o dal browser tramite il sito Web ufficiale di Google Foto.

Backup di file e documenti con Google Drive

Ma per quanto riguarda il resto delle informazioni che non vengono copiate con nessuno dei due sistemi precedenti? È possibile che nella memoria interna del tuo telefono Android ci siano documenti, cartelle o qualsiasi tipo di file che devi tenere al sicuro in caso di copia. Per questo, Google Drive sarà il tuo migliore alleato.

La piattaforma cloud di Google offre la possibilità di fare copia di backup di documenti, immagini, audio e video, rendendola un’alternativa molto versatile durante la creazione di backup.

Per creare copie di qualsiasi file, la prima cosa da fare è scaricare l’applicazione Google Drive, nel caso non ce l’hai già. Ora, devi solo seguire i seguenti passaggi:

  1. Fare clic sul pulsante Aggiungi blu fluttuante.
  2. Seleziona l’opzione di caricamento.
  3. Apparirà un file explorer, seleziona tutte le cartelle e i documenti che desideri caricare.

In questo modo, tutte quelle cartelle, file o documenti selezionati verranno salvati su Google Drive e saranno accessibili da qualsiasi altro computer

In questo caso però, a differenza di Google Foto, lo spazio di archiviazione non è illimitato. Pertanto, sebbene abbiamo scelto Google Drive per la sua maggiore integrazione con l’ecosistema Android, ci sono alternative come DropboxBoxMEGAAmazon Drive o Microsoft OneDrive, tra gli altri.

Come fare backup Android su PC

Non ti fidi di salvare le tue informazioni più preziose nel cloud, tanto meno di creare copie di backup delle informazioni più preziose che conservi sul tuo cellulare. Lo comprendiamo e lo rispettiamo, ed è per questo che ti offriamo un metodo in cui non è necessario ricorrere a servizi online per creare un backup dei dati.

Con qualcosa di semplice come un cavo USB e un computer, puoi creare un backup Android sul tuo PC nel modo più semplice. Il processo è semplice come collegare il telefono al computer e, da Esplora file, copiare e incollare le cartelle e i file dalla memoria del dispositivo in una cartella locale sul computer stesso.

Come fare backup di Android con AirDroid

Certo, puoi sempre andare oltre, e fare a meno del cavo, effettuando il backup tramite la connessione WiFi. Per questo possono essere utilizzate applicazioni come AirDroid, che creano un ‘tunnel’ tra il cellulare e il computer, – attraverso il sito web della piattaforma – per poter trasferire file dal tuo cellulare Android al tuo PC.

Per fare ciò, dovrai scaricare l’applicazione e creare un account nel servizio, quindi accedere al sito Web di AirDroid tramite il browser e accedere con l’account creato in precedenza. In questo modo apparirà un’interfaccia desktop che, tra l’altro, offre la possibilità di gestire i file memorizzati nel terminaledal collegamento denominato “File”.

Backup di applicazioni e dati solo con root

Nonostante il sistema di Google abbia sostituito, quasi completamente, le copie di backup delle applicazioni tramite app di terze parti, c’è ancora chi utilizza strumenti come Titanium Backup, per eseguire copie di backup sia delle proprie applicazioni, dei dati e delle configurazioni.

Come utilizzare Titanium Backup Pro su Android

Questo tipo di servizi, ovviamente, richiedono i privilegi di superutente o root per funzionare, quindi alcuni utenti non sono disposti a usarli. Ma se il tuo dispositivo dispone già di queste autorizzazioni, hai metà del lavoro svolto.

Per poter fare un backup di applicazioni e dati sul tuo Android con Titanium Backup, devi solo seguire la seguente procedura:

  1. Quando apri l’app, vai alla scheda Copia / Ripristina.
  2. Seleziona tutte le applicazioni che desideri copiare oppure, dal menu, utilizza l’opzione per copiare tutte le applicazioni dell’utente ei relativi dati.
  3. Una volta selezionate le app, inizia il processo.

Una volta completato il backup, tutte le applicazioni verranno archiviate sotto forma di file APK eseguibile nella memoria interna, insieme ai relativi dati

Nel caso in cui si desideri ripristinarli in un secondo momento su un nuovo dispositivo, sarà necessario copiare tutti i file APK nella memoria interna del nuovo terminale, oppure caricarli su un servizio di cloud storage seguendo uno dei metodi sopra citati.

La sicurezza per i dispositivi mobili è essenziale e, come hai visto, non è difficile da proteggere. Pertanto, non ci sono più scuse se perdi i dati che avevi sul tuo telefono Android in caso di incidente, furto o qualsiasi altro contrattempo che potremmo avere con il terminale.