Come impostare i permessi dei file su Mac

By | Maggio 19, 2020
Come impostare i permessi dei file su Mac

Come tutti i principali sistemi operativi, macOS consente di limitare l’accesso ai file utilizzando un insieme complesso di autorizzazioni per i file. Puoi impostarli tu stesso tramite l’app Finder o usando il comando chmod nel terminale del tuo Mac. Ecco come.

Impostazione delle autorizzazioni per i file Mac tramite Finder

Se desideri impostare le autorizzazioni per un file sul tuo Mac senza utilizzare il terminale, dovrai utilizzare l’app Finder.

Puoi avviare Finder dal Dock nella parte inferiore dello schermo. L’applicazione è rappresentata dall’icona sorridente del logo Happy Mac.

In una finestra del Finder, è possibile visualizzare e impostare le autorizzazioni facendo clic con il tasto destro su un file o una cartella e selezionando l’opzione “Ottieni informazioni”.

Informazioni dettagliate sul file o sulla cartella sono disponibili nella finestra “Informazioni” che si apre. Per impostare le autorizzazioni per i file, tuttavia, dovrai fare clic sulla freccia accanto all’opzione “Condivisione e autorizzazioni”.

Verrà visualizzato un elenco di account o gruppi di utenti sul Mac, con i livelli di accesso mostrati nella categoria “Privilegio”.

Se l’account o il gruppo di utenti per cui si desidera impostare le autorizzazioni non è elencato, selezionare l’icona Più (+) nella parte inferiore della finestra.

Scegli l’utente o il gruppo nella finestra di selezione, quindi fai clic sul pulsante “Seleziona”. Questo lo aggiungerà all’elenco.

I livelli di accesso sono autoesplicativi: gli utenti con un livello di accesso “Sola lettura” non sono in grado di modificare i file, ma possono accedervi. Se un account è impostato sul livello “Leggi e scrivi”, possono fare entrambe le cose.

Per modificarlo per un utente o un gruppo nell’elenco, fare clic sulla freccia accanto al livello esistente per quell’account o gruppo e quindi selezionare “Sola lettura” o “Lettura e scrittura” dall’elenco.

Le autorizzazioni vengono immediatamente impostate. Chiudi la finestra “Informazioni” al termine.

Ti interessa? Come Zippare (comprimere) un file su MAC e Windows

Impostazione delle autorizzazioni per i file Mac tramite il terminale

Se hai mai usato il comando chmod su Linux, allora sarai consapevole del suo potere. Con un comando terminale, è possibile impostare le autorizzazioni di lettura, scrittura ed eseguibile per file e directory.

Il comando chmod non è solo un comando Linux, tuttavia. Come molti altri comandi per terminali Linux, chmod risale a Unix dagli anni ’70: Linux e macOS condividono entrambi questa eredità, motivo per cui il comando chmod è disponibile oggi in macOS.

Per utilizzare chmod, aprire una finestra del terminale. Puoi farlo premendo l’icona Launchpad sul Dock e facendo clic sull’opzione “Terminale” nella cartella “Altro”.

In alternativa, puoi utilizzare la funzione di ricerca Spotlight integrata di Apple per aprire il Terminale.

Visualizzazione delle autorizzazioni del file corrente

Per visualizzare le autorizzazioni correnti per un file, digitare:

ls -@l file.txt

Sostituisci “file.txt” con il tuo nome file. Questo mostrerà tutti i livelli di accesso degli utenti, nonché tutti gli attributi estesi rilevanti per macOS.

Le autorizzazioni per il file sono mostrate nei primi 11 caratteri emessi dal lscomando. Il primo carattere, un trattino ( -), mostra che si tratta di un file. Per le cartelle, viene invece sostituito da una lettera ( d).

I successivi nove sono divisi in gruppi di tre.

Il primo gruppo mostra i livelli di accesso per il proprietario del file / cartella (1), il gruppo centrale mostra le autorizzazioni di gruppo (2) e gli ultimi tre mostrano le autorizzazioni per tutti gli altri utenti (3).

Qui vedrai anche lettere, come r(leggi), w(scrivi) e x(esegui). Questi livelli sono sempre mostrati in quest’ordine, quindi per esempio:

  • --- significherebbe nessun accesso in lettura o scrittura e il file non è eseguibile.
  • r-- significherebbe che il file può essere letto, ma non scritto, e il file non è eseguibile.
  • rw- significherebbe che il file può essere letto e scritto, ma il file non è eseguibile.
  • r-x significa che il file può essere letto ed eseguito, ma non scritto.
  • rwx significa che il file può essere letto, scritto ed eseguito.

Se il carattere finale è un segno ( @), significa che il file o la cartella ha esteso gli attributi di file relativi alla sicurezza, dando ad alcune app (come il Finder) l’accesso persistente ai file.

Ciò è in parte correlato alle nuove funzionalità di sicurezza introdotte in macOS Catalina, sebbene gli elenchi di controllo dell’accesso ai file (ACL) siano una funzionalità Mac sin da macOS X 10.4 Tiger nel 2005.

Impostazione delle autorizzazioni per i file

Per impostare le autorizzazioni per i file, utilizzerai il comando chmod sul terminale. Per rimuovere tutte le autorizzazioni esistenti, impostare l’accesso in lettura e scrittura per l’utente e consentire l’accesso in lettura a tutti gli altri utenti, digitare:

chmod u=rw,g=r,o=r file.txt

Il flag (u) imposta le autorizzazioni per il proprietario del file, gsi riferisce al gruppo di utenti, mentre osi riferisce a tutti gli altri utenti. L’uso di un segno uguale ( =) cancella tutte le autorizzazioni precedenti per quella categoria.

In questo caso, il proprietario del file sta guadagnando l’accesso in lettura e scrittura, mentre il gruppo utenti e altri utenti stanno ottenendo l’accesso in lettura.

È possibile utilizzare un segno più ( +) per aggiungere l’accesso a un livello utente. Per esempio:

chmod o+rw file.txt

Ciò garantirebbe a tutti gli altri utenti sia l’accesso in lettura che in scrittura al file.

È possibile utilizzare invece il segno meno ( -) per rimuoverlo, ad esempio:

chmod o-rw file.txt

Ciò eliminerebbe l’accesso in lettura e scrittura per tutti gli altri utenti dal file.

Per cancellare, aggiungere o rimuovere le autorizzazioni utente per tutti gli utenti, utilizzare invece il flag (a). Per esempio:

chmod a+rwx file.txt

Ciò garantirebbe a tutti gli utenti e gruppi di utenti l’accesso in lettura e scrittura al file, nonché consentire a tutti gli utenti di eseguire il file.

Con una grande potenza derivano grandi responsabilità e non si può negare che il comando chmod sia uno strumento esteso e potente per modificare le autorizzazioni dei file su Mac. Ad esempio, è possibile sostituire le lettere ( rwx) con una combinazione di tre (o quattro) cifre ottali, fino a 777 (per lettura, scrittura ed esecuzione).

Se vuoi saperne di più, digita man chmodsul terminale per leggere l’elenco completo dei flag e delle impostazioni disponibili.

Rimani con noi: Come installare Android SDK su Windows, Mac e Linux

Author: Morgana

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.