Come installare Android 8.1 Oreo su Sony Xperia Z

Come installare Android 8.1 Oreo su Sony Xperia Z
Come installare Android 8.1 Oreo su Sony Xperia Z

In questo articolo stiamo per vedere come installare Android 8.1 Oreo su Sony Xperia Z tramite la rom personalizzata Resurrection RemixInstalla Resurrection Remix Android Oreo su Sony Xperia Z.


Grandi notizie per gli utenti di Sony Xperia Z, si perché il dispositivo ha iniziato a ricevere l’aggiornamento Android 8.1 Oreo tramite la ROM personalizzata Resurrection Remix. Installa Resurrection Remix Oreo su Sony Xperia Z.

Il Sony Xperia Z è stato lanciato a gennaio del 2013. Il telefono è dotato di un display touchscreen da 5.00 pollici con una risoluzione di 1080 pixel per 1920 pixel, al momento del lancio girava con Android 4.1 KitKat.

Il dispositivo è alimentato da un processore quad-core Qualcomm MDM9215M da 1,5 GHz. Il Sony Xperia Z ha 16 GB di memoria interna che può essere espansa fino a 64 GB e ha 2 GB di RAM. E’ alimentato da una batteria non rimovibile da 2330 mAh.


Il Sony Xperia Z presenta una fotocamera principale da 13,1 megapixel sul retro e una fotocamera anteriore da 2,2 megapixel per i selfie. Installa Android 8.1 Oreo su Sony Xperia Z basato su Resurrection Remix per sbloccare tutte le funzionalità più sorprendenti.

Prerequisiti

  • Assicurati che il bootloader del tuo dispositivo sia sbloccato e che il dispositivo sia rootato e che abbia installata una recovery personalizzata.

Guida: 

Ora procedere per installare Android 8.1 Oreo su Sony Xperia Z tramite la rom personalizzata Resurrection Remix

Responsabilità

Noi di Guidesmartphone non siamo responsabili di quello che fai con il tuo telefono. La responsabilità è solo tua!

Download Resurrection Remix Oreo on Sony Xperia Z

Come installare Android 8.1 Oreo su Sony Xperia Z

Come installare installare Android 8.1 Oreo su Sony Xperia Z (Android 8.1 Oreo) – Come fare

Per l’installazione della rom ci vorrà un po di tempo, quindi mettetevi comodi e prendete un buon caffè.

Se hai dei dubbi su questo articolo, sentiti libero di commentare qui sotto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*