Come installare Linux

By | Settembre 1, 2020
Come installare Linux

Oggi spiegheremo come installare Linux sul tuo vecchio computer per dargli una seconda vita. Sebbene i requisiti minimi di Windows abbiano diverse versioni abbastanza simili, il che gli consente di funzionare quasi su qualsiasi dispositivo moderatamente moderno, ci sono distribuzioni GNU / Linux molto più ottimizzate che gli permettono di funzionare con risorse minime.

Ciò significa che se il tuo computer è lento, il sistema operativo Linux italiano può sempre aiutarti a ringiovanire il tuo vecchio computer. Per questo motivo, spiegheremo l’intero processo passo dopo passo su come scaricare Linux e come effettuare un’installazione pulita di GNU / Linux sul tuo vecchio computer, sostituendo qualsiasi altro sistema operativo che tieni installato.

Ti consiglieremo alcune distribuzioni che puoi scegliere, come creare una USB avviabile da cui eseguire l’installazione e, naturalmente, il passo dopo passo su come installare Linux su PC in seguito.

Come installare Linux

Nell’articolo di oggi ci concentreremo sull’installazione di una distro GNU / Linux come unico sistema operativo, pensando a quel vecchio computer che non usi più e che vuoi riutilizzare per provare cose nuove.

In effetti, utilizzeremo una distribuzione che richiede meno di 1 GB di RAM in modo da poterla utilizzare praticamente su qualsiasi computer, indipendentemente dalla sua età. Successivamente scriveremo un altro articolo su come installare GNU / Linux insieme a Windows 10, ma oggi mi concentrerò su questo processo, che è molto più semplice.

Se sei un esperto di GNU / Linux, forse tutti questi processi li conosci a memoria. Ma la mia intenzione è aiutare tutte quelle persone che non si sono mai avventurate a fare qualcosa di simile. Questo è un altro vantaggio dell’installazione Linux su un PC così vecchio o che non lo usi più.

Per prima cosa devi scegliere una distribuzione

Il primo passo che devi compiere prima di iniziare a dare una nuova vita al tuo vecchio computer è scegliere quale distro usare. Qui sotto trovate elencate le principali distribuzioni Linux tra le quali puoi trovare da dove iniziare. Se il tuo computer non è troppo vecchio, ha poco più di dieci anni, puoi comunque utilizzare praticamente qualsiasi sistema operativo Linux, incluso il popolare UbuntuLinux Mint o Manjaro, che è come Arch Linux ma un po’ più facile da usare.

Ma se il tuo computer è ancora più vecchio, potresti dover considerare di dare un’occhiata ad altre alternative. Ad esempio hai a disposizione Puppy Linux che necessita solo di 100 MB di memoria interna, un Lubuntu la cui versione 14.10 funziona su Pentium II o Celeron con 256 MB di RAM e dalla 15.04 arriva fino a 1 GB di RAM, oppure un Bodhi Linux che necessita solo un processore da 500 mhz 5 GB di hard disk e 256 MB di RAM per funzionare.

È anche importante tenere in considerazione gli ambienti desktop che ognuno offre. Ce ne sono di più pesanti ma con più opzioni e anche più leggeri. Al di là di queste caratteristiche, se sei un nuovo arrivato è importante che tu presti attenzione anche all’aspetto dell’interfaccia. Ce ne sono alcune che, oltre ad essere leggere, offrono un aspetto simile a quello del vecchio Windows, con un menu di avvio incluso, mentre ce ne sono altre che emulano anche la barra inferiore delle applicazioni macOS.

Devi anche assicurarti che la distribuzione che scegli sia conveniente per la tua conoscenza. Ad esempio, hai un Arch Linux molto modulare che puoi equipaggiare come vuoi per qualsiasi computer, ma che richiede conoscenze abbastanza avanzate. Nel frattempo, altre distribuzioni come Manjaro utilizzano la stessa base ma la adattano a utenti con meno conoscenze, sebbene senza essere accessibili come Linux Mint o Ubuntu.

Prepara la tua USB avviabile

Una volta scelta la distro, vai sul suo sito web e scarica il file ISO che ti servirà per installare Linux da USB. Nel caso di Lubuntu, che è quello che useremo, vai alla pagina Linux download italiano gratis e scarica la versione che ti serve. È importante che tu sappia se il tuo processore è a 32 o 64 bit, anche se se non sei sicuro perché l’hai acquistato intorno al 2007, puoi utilizzare la versione a 32 bit in entrambi i casi.

Per quanto riguarda i file ISO, come abbiamo già spiegato in dettaglio, sono il formato utilizzato per memorizzare una copia esatta di un file system su un drive ottico. È come avere ciò che è all’interno di un CD o un DVD , in modo da poter fare copie del sistema operativo o di ciò che è contenuto sia su altri DVD che su una USB.

Una volta ottenuta l’immagine ISO, devi scaricare l’applicazione con cui creare l’USB avviabile. Ne hai molti tra cui scegliere, anche se abbiamo scelto Rufus per molto tempo come grande riferimento in questo campo. Pertanto, vai sul sito Web ufficiale di Rufus e nella sezione Download Linux fai clic sull’ultima versione per scaricarla.

Una volta scaricato, fai doppio clic sull’applicazione Rufus. Non sarà necessario installare nulla poiché verrà avviato automaticamente. Ora collega l’USB che vuoi usare al computer e controlla che l’USB appaia nel campo Device (1) che hai in alto. Ora fai clic sull’opzione Seleziona (2) per scegliere l’immagine ISO con la quale desideri creare l’USB avviabile.

Quando fai clic su Seleziona, si aprirà un browser di file. In esso devi trovare e selezionare il file .ISO della distro che hai scaricato e premere il pulsante Apri in modo che sia selezionato in Rufus.

Dopo aver selezionato il file ISO, il resto delle opzioni predefinite sono corrette praticamente per qualsiasi caso o computer. Pertanto, a meno che tu non abbia conoscenze avanzate e desideri modificare qualcosa per le specifiche specifiche del tuo computer, lasciare tutto così com’è e premere il pulsante Start è sufficiente per creare la tua USB.

Quando fai clic su Start, Rufus emetterà un avviso che ti informa che la versione del bootloader syslinux che utilizza è precedente a quella richiesta dall’ISO. Quindi devi premere il pulsante  per Rufus per connettersi a Internet e scaricare automaticamente la versione di cui ha bisogno.

Dopo questo processo, apparirà un’altra finestra che ti informa che l’ISO che hai scaricato può essere scritto in due modi sulla tua USB. Qui, si consiglia di lasciare selezionata l’opzione Scrivi in ​​modalità Immagine ISO e premere il pulsante OK.

E infine, Rufus ti avviserà che eseguendo questo processo perderai tutti i dati che hai sull’USB che intendi utilizzare. Se sei soddisfatto, fai clic sul pulsante OK e inizierà a preparare l’USB avviabile. Attendi che finisca e, una volta completato il processo, sarai in grado di rimuovere l’USB e avviare il nuovo computer con esso.

Guida installazione Ubuntu e simili

Una volta che lo hai preparato, devi avviare il computer dall’USB. Per fare ciò, metti l’USB in uno slot e poi accendi il computer premendo immediatamente il tasto che lancia il selettore di unità per l’avvio. In generale, dovrebbe essere F12, ma a seconda del BIOS e del PC possono essere altri come F1, F8, F9, F10, TAB o ESC. Quando vedi il menu, seleziona l’unità USB avviabile e premi Invio per avviare il tuo computer attraverso di essa.

Quando avvii l’USB, la prima schermata che apparirà è quella per scegliere la lingua. In esso, seleziona semplicemente la lingua che desideri utilizzare cliccandoci sopra con il mouse o, se non ce l’hai, selezionandola e premendo Invio.

Una volta scelta la lingua, entrerai nella schermata principale di Lubuntu USB. In esso, sarai in grado di avviare la distribuzione dall’USB stessa, controllare gli errori o la memoria o tornare al tuo sistema operativo convenzionale avviando il computer dal disco rigido. In questa schermata, fare clic sull’opzione Avvia Lubuntu per avviare la distribuzione.

Il sistema operativo si avvierà tramite USB, quindi senza doverlo installare puoi esplorarlo un po’ per vedere se ti piace o preferisci provarne un altro. Se ti convince e vuoi andare avanti, esegui l’applicazione di installazione che devi avere sul desktop. Indipendentemente dalla distribuzione che hai scelto, nella maggior parte di essi troverai una di queste applicazioni.

Il processo di installazione può variare a seconda della distribuzione, sebbene molti di essi condividano le stesse linee generali. In ogni caso, continueremo a seguire il processo Lubuntu, che è lo stesso che vedrai in molte distribuzioni basate su Debian e Ubuntu. In esso, la prima schermata è una schermata di introduzione e devi solo scegliere la lingua e fare clic su Avanti. In alcuni casi ti chiederanno di connetterti al WiFi, ma Lubuntu non lo richiede.

Nella fase successiva dovrai scegliere la regione e l’area in cui vivi. Ad esempio, ho scelto l’Europa e Napoli, ma a seconda della parte del mondo in cui vivi puoi adattarla alle tue esigenze. Puoi anche scegliere la lingua e le date del sistema. Quando hai tutto, fai clic su Avanti per continuare.

Ora è il turno del layout della tastiera. In questa sezione, devi scegliere la disposizione dei tasti sulla tastiera fisica del tuo computer o laptop in modo che Lubuntu li configuri in modo che v sia dove v e n dove n.

Il prossimo è la parte più importante dell’intero processo ed è decidere come installare linux su Windows. Oggi parleremo di come far rivivere un computer, quindi avendo scelto una distro così leggera non avrebbe senso installarla insieme a quelle più moderne che richiedono più hardware. Pertanto, selezioneremo l’opzione Cancella disco e fare clic su Avanti.

Con questa opzione, il disco rigido verrà formattato in modo da installare solo Lubuntu o la distribuzione di tua scelta. In un prossimo articolo ti diremo come installare GNU / Linux insieme a Windows, quindi useremo una delle altre opzioni per manipolare le partizioni del disco e fare spazio a mano per il nuovo sistema insieme a Windows.

Ma in questo caso, elimineremo tutto e installeremo sopra, che è anche il metodo più semplice per iniziare con un computer che non usi per nient’altro. Quindi sai che se sbagli qualcosa involontariamente, ciò non influirà su Windows.

Dopo aver selezionato come installare il sistema operativo, è ora di finire. Ma prima, devi scegliere un nome utente e una password per creare il tuo primo utente. Puoi anche mettere il tuo vero nome su questo e puoi scegliere un altro nome per il computer. La password è obbligatoria, ma dopo averla inserita puoi selezionare la casella Connetti automaticamente senza chiedere la password in modo da non doverla utilizzare. Quando lo fai, fai clic su Avanti.

E per finire arriverete a un riepilogo con tutto ciò che avete scelto. Qui dovrai verificare che tutto sia di tuo gradimento, come sostituire tutte le partizioni che avevi prima con una sola. A questo punto, tieni presente che l’ho fatto su un computer di prova su cui avevo Linux Mint, quindi è possibile che lo schermo appaia diverso. Se tutto è in ordine, fai clic sul pulsante Installa che hai in blu per procedere.

Prima di procedere, il sistema di installazione ti avviserà che stai per apportare modifiche irreversibili al disco rigido, cancellando tutto ciò che devi per installare la distro. Questa è la tua ultima possibilità per tornare indietro, ma se sei sicuro di voler continuare, fai clic sul pulsante Installa ora per installare Linux PC.

E questo è tutto. Ora l’USB procederà all’installazione della tua distribuzione GNU / Linux sul computer, sostituendo qualsiasi altro sistema operativo che avevi prima. Vedrai l’intero processo in una barra ed è importante non spegnere o riavviare il computer durante l’installazione del nuovo sistema operativo. Al termine, il processo ti chiederà di riavviare il computer e, dopo averlo fatto, entrerai nel tuo nuovo computer ringiovanito con il suo nuovo sistema operativo.

Leggi anche: 5 migliori emulatori Android per Linux
Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.