Come lavorare da casa durante l’epidemia di Coronavirus

By | Ottobre 13, 2020
Come lavorare da casa

Come lavorare da casa durante l’epidemia di Coronavirus. Assicurati di avere ciò di cui hai bisogno per lavorare in remoto. I consigli per lavorare da casa. Man mano che il coronavirus si diffonde, più aziende e paesi stanno subendo l’impatto. Sebbene i casi segnalati in Cina sembrano aver rallentato, altri paesi stanno assistendo a un aumento delle infezioni.

Per aiutare a limitare la diffusione della malattia, molte aziende stanno prendendo provvedimenti. Le compagnie aeree del gruppo Lufthansa (che comprende compagnie aeree svizzere, di Bruxelles e austriache) hanno lasciato a terra 150 aerei. JetBlue ha cancellando circa il 5% della sua capacità di volo e Untied sta tagliando i voli dal 10% al 20%. Molte aziende – Twitter, Google, Amazon, Target, Ford e Fiat Chrysler, solo per citarne alcune – hanno annullato i viaggi di lavoro e sono passati a videoconferenze e interviste video.

Le aziende direttamente e indirettamente colpite dal coronavirus chiedono alla loro forza lavoro di lavorare da casa, ad esempio:

  • Twitter ha chiesto a tutto il personale di lavorare da casa (oltre al personale in paesi che già hanno un lavoro a distanza obbligatorio).
  • Google ha rinviato la conferenza degli sviluppatori e ha bloccato del tutto i viaggi internazionali.
  • Microsoft sta permettendo ad alcuni dipendenti di lavorare da casa.
  • Facebook e Amazon chiedono ai dipendenti di lavorare da casa.

Dato che il coronavirus non dovrebbe raggiungere il picco almeno fino ad aprile , un numero maggiore di aziende potrebbe scoprire che, per scelta o per mandato, il loro personale dovrà lavorare da casa. E se il tuo datore di lavoro ha o meno un piano di lavoro di emergenza da casa, ci sono delle misure che puoi prendere per assicurarti di poter lavorare da casa in qualsiasi emergenza.

Prepararsi a lavorare da casa durante un’emergenza

Il momento migliore per prepararsi a un’emergenza è molto prima che tu ne abbia bisogno. Proprio come potresti avere cibo in scatola, torce o batterie a casa per le emergenze, dovresti anche avere un piano in caso di emergenza per lavorare da casa.

Anche quando non si sta diffondendo un nuovo virus, altre emergenze possono richiedere l’improvvisa necessità di lavorare in remoto. Catastrofi naturali, interruzioni di corrente, persino una stagione fredda e influenzale sono tutti i motivi per cui potresti dover lavorare a casa per qualche giorno.

Fortunatamente, anche senza un piano, ci sono molte cose che puoi fare per rendere il lavoro da casa in caso di emergenza un successo.


Rimaniamo in contatto

La comunicazione è, ovviamente, essenziale in qualsiasi rapporto di lavoro. Tuttavia, anche quando non c’è una situazione di emergenza, quando lavori da casa, comunicare – diventa essenziale.

Per cominciare, rimani in contatto con la tua azienda tramite i canali di comunicazione ufficiali per gli aggiornamenti. Non fare affidamento su pettegolezzi o sentito dire. Sapere come e quando l’azienda comunicherà i messaggi ufficiali relativi ai piani di emergenza, quindi monitorarli di conseguenza.

La società invierà un messaggio di testo o utilizza Skype per avvisarti che lavori da casa? Il tuo supervisore ti informa di ciò che sta accadendo o sarà l’amministratore delegato?

Assicurati di avere in atto un piano per lo svolgimento di riunioni che devono ancora avvenire. Non tutte le riunioni possono avvenire tramite chat, quindi dovrai avere un modo per comunicare in tempo reale con membri del team e clienti.

Farai affidamento sul tuo cellulare o la tua azienda utilizza uno strumento di collaborazione online? E se è uno strumento online, è solo vocale? Puoi utilizzare due schermi? Inoltre, assicurati di testare i metodi prima di usarli. A volte è necessario aggiornare o scaricare il software e l’ultima cosa che si desidera fare è fermare una riunione per un aggiornamento di 20 minuti.

E nel caso in cui l’intera azienda (o l’intero Paese) lavori da casa, tieni presente che il servizio che si utilizza potrebbe essere congestionato e bloccarsi.

Metti insieme i tuoi attrezzi

Potrebbe essere una seccatura, ma prendi l’abitudine di portare sempre con te i tuoi attrezzi da lavoro da e verso l’ufficio ogni giorno. È probabilmente un laptop. Ma forse include anche un hot spot o un tablet. Qualunque cosa sia, portala sempre con te nel caso in cui devi lavorare in remoto senza preavviso. Porta anche il caricabatterie.

Se non vuoi trasportare un sacco di cose da e per il lavoro ogni giorno, prendi in considerazione i duplicati. Due set di caricabatterie, uno al lavoro e uno a casa, potrebbero funzionare meglio per te che cercare di ricordare di mettere tutto nella borsa ogni mattina e ogni sera.

Inoltre, considera modi alternativi per accedere al tuo lavoro. Forse è meglio se salvi tutto nel cloud o sul server aziendale per accedervi dal tuo computer di casa. Tuttavia, assicurati che la tua azienda sia d’accordo con te prima di pensare che lo sia. Alcune aziende hanno regole rigide su come accedere alle informazioni dell’azienda.

Avere uno spazio di lavoro

La migliore installazione dell’home office di solito include pareti e una porta che puoi chiudere per aiutare a mantenere un’atmosfera tranquilla e produttiva. Tuttavia, non tutti gli spazi abitativi hanno un ufficio a casa dedicato. Quando non hai uno spazio ufficio tradizionale, pensa in modo creativo dove puoi lavorare.

Inizia con un posto tranquillo e fuori mano. Tuttavia, se c’è un’emergenza, ci sono buone probabilità che non sarai a casa da solo, quindi dove altro puoi lavorare in pace e senza interruzioni?

Per alcuni, lo spazio è un premio. Una superficie piana, una presa di corrente e internet. Banconi da cucina, tavolini da caffè e persino un tavolo da spiaggia pieghevole possono funzionare. Potrebbe essere necessario essere creativi per creare il tuo spazio “ufficio”, ma con un po’ di pianificazione, dovresti essere in grado di creare qualcosa.

Ovunque si trovi, assicurati che non sia in una zona ad alto traffico. Probabilmente avrai problemi a concentrarti sul tuo lavoro se qualcuno usa il frullatore. E, mentre lavorare a casa è diventato normale in questi giorni, nessuno all’altra estremità della teleconferenza vuole sentire rumori in eccesso (o una discussione sul telecomando) in background.

Come lavorare da casa in caso di emergenza

È arrivato il giorno e lavori a casa. Hai la tua attrezzatura e il tuo spazio di lavoro. Il problema è che hai una famiglia, compagni di stanza o animali domestici che non sempre capiscono che lavorare da casa significa che devi lavorare tutto il giorno!

Il tuo piano di lavoro da casa dovrebbe sempre includere strategie per ottenere il miglior lavoro possibile. Ciò significa assicurarti di fare delle pause, di impostare e far rispettare i confini e di dimostrare quanto produttivo sei lavorando da casa.

Imposta i confini

Che si tratti di bambini, suoceri o coinquilini, inizia spiegando che quando lavori da casa, lavori. Anche se è una giornata di lavoro da casa inaspettata, non è la stessa cosa di una giornata sulla neve o qualcosa del genere.

Spiega ai bambini che quando la porta dell’ufficio è chiusa, non possono entrare se non bussano prima e dici OK entrate. Crea un segnale di stop e di loro che quel cartello è sulla porta è li perché sei nel mezzo di qualcosa. Fai sapere loro che li aiuterai appena puoi, ma devono stare zitti quando la porta è chiusa.

Ma, nel caso in cui non vi sia uno spazio privato da utilizzare, utilizzare i segni e far sapere a tutti prima di iniziare la chiamata che è necessario fare silenzio.

Fai sapere agli adulti la stessa cosa: che stai lavorando e per quanto ti piacerebbe unirti a loro, non puoi. Sapranno bussare alla porta dell’ufficio e lasciarti in pace mentre digiti. Ma potrebbero non rendersi conto che il loro gioco … Mario Kart sta facendo casino. Elaborare le linee guida in anticipo con loro.

Trattalo come qualsiasi altro giorno in ufficio

Una delle grandi cose del lavoro a distanza è che puoi saltare il tragitto casa – lavoro – casa. Ciò significa tempo extra per te o, almeno, senza il nervoso che la strada comporta. Tuttavia, saltare il pendolarismo non significa che dovresti saltare il resto della routine della giornata lavorativa. Assicurati di trattare una giornata lavorativa da casa come qualsiasi altro giorno in ufficio.

Ad esempio, può sembrare allettante dormire perché non devi prendere il treno. Tuttavia, dormire potrebbe rovinare il resto della giornata, facendoti sentire pigro e più stanco del normale.

Invece, svegliati alla solita ora, ma usa il tempo che ci mettevi per fare il tuo tragitto giornaliero per fare le cose per le quali non hai tempo. Fai una piacevole colazione mentre rimani aggiornato sulle novità. Fai un po’ di bucato, fai esercizio o addirittura fai fare una passeggiata al cane. Quindi, al tuo normale “orario di inizio”, siediti e mettiti al lavoro.

In alternativa, è possibile utilizzare quel “tempo ri … trovato” al mattino per iniziare la giornata. Potresti scoprire di essere più in grado di concentrarti dopo la colazione e il caffè.

Lavorare da casa è giusto, ma termina la tua giornata

È naturale voler dimostrare al tuo capo che stai davvero lavorando quando sei a casa. Quindi, potresti voler dedicare un po’ di tempo extra per fare ancora di più.

Non c’è niente di sbagliato in questo, purché non lo porti agli estremi. Se sei a casa per un lungo periodo di tempo, resisti alla tentazione di passare 10 o 12 ore a lavorare senza fare una pausa. Lavorare a casa significa lavorare. Ma “lavorare” non è sinonimo di “nessuna pausa”.

Fai una pausa caffè a metà mattina se fa parte della tua normale routine in ufficio. Pranza con i tuoi coetanei. E assicurati che quando hai finito di lavorare, hai finito. Non tornare indietro per “solo un’altra cosa”. Mantenere i confini tra lavoro e casa quando si lavora in remoto aiuta molto a rimanere un dipendente felice e produttivo.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.