Come mostrare il limite di velocità su Google Maps

By | Novembre 7, 2019
Come mostrare il limite di velocità su Google Maps

Beccarsi una multa per eccesso di velocità è decisamente frustrante, per non parlare del fatto che costano anche tanto. Poiché le mappe cartacee sono, per la maggior parte, un ricordo del passato, i conducenti di oggi si affidano ai servizi GPS per ottenere informazioni sui limiti di velocità.


Mentre la maggior parte dei dispositivi e delle app GPS si sono offerti di visualizzare il limite di velocità fin dall’inizio, Google Maps è in ritardo. Di recente, tuttavia, questa utile funzione è disponibile anche su Google Maps.

UNA BREVE STORIA DI GOOGLE MAPS

Gli sforzi di Google per mappare il mondo intero non sono segreti. Tutto è iniziato nel 2004, quando il colosso della ricerca online ha acquisito Where 2 Technologies, una società con sede a Sydney che ha sviluppato il software iniziale.

Allo stesso tempo, Google ha sborsato un po’ di soldi per acquisire Keyhole, una società che ha sviluppato un software di visualizzazione dei dati geospaziali. Se ti piacciono le curiosità, è interessante sapere che Keyhole è diventata subito famosa perché la CIA era tra i suoi investitori.

Teorie della cospirazione a parte, Keyhole divenne Google Earth e molte delle sue funzionalità finirono su Google Maps. Continuando la grande attività commerciale del 2004, Google ha anche acquisito la società di analisi del traffico in tempo reale ZipDash nello stesso anno.

Sotto l’ala di Google, le società acquisite hanno fornito il know-how necessario per creare il colosso della navigazione che è ancora in evoluzione oggi.

CHE DIRE DEI LIMITI DI VELOCITÀ?

Sebbene la funzionalità sia ampiamente disponibile all’inizio del 2019, i limiti di velocità non sono una novità per Google. A questo punto dell’articolo, probabilmente puoi indovinare che il viaggio è iniziato con un’acquisizione.

Nel 2013, Google ha speso circa $ 1 miliardo per comprare Waze, il software di navigazione estremamente popolare noto per le sue informazioni dettagliate sulla strada. Ed ecco, circa 6 mesi dopo, le funzionalità per cui Waze era noto sono iniziate  a spuntare su Google Maps. Tuttavia, non c’erano limiti di velocità.

I test iniziali per la funzione di limite di velocità sono iniziati nel 2016. All’epoca, era disponibile solo a Rio de Janeiro e San Francisco. All’inizio di quest’anno, un aggiornamento di Google Maps ha reso disponibile la funzione negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in molte altre nazioni. Ma non si è fermato ai limiti di velocità.

L’aggiornamento include le icone degli autovelox per aiutarti ad evitare le trappole. Oltre agli Stati Uniti, questa funzionalità è disponibile anche in Messico, Brasile, Canada, Russia e in alcuni altri paesi. Quindi, se stai per intraprendere un viaggio verso Cancun, puoi farlo in completa tranquillità.

COME ABILITARE IL LIMITE DI VELOCITÀ

Abilitare il limite di velocità su Google Maps è molto semplice. Per iniziare, avvia l’app, seleziona Menu e tocca Impostazioni (l’icona “ingranaggio”).

In Impostazioni, tocca il tachimetro e attiva le impostazioni aggiuntive secondo il tuo desiderio. Le impostazioni includono:

  1. Mostra limite di velocità: mostra il limite di velocità per la strada in cui ci si trova attualmente. Si trova vicino al tachimetro.
  2. Mostra tachimetro: viene visualizzata un’icona in basso a sinistra per indicare la velocità corrente.
  3. Riproduci suono di avviso: quando si supera il limite di velocità, viene emesso un allarme.
  4. Quando mostrare l’avviso: puoi scegliere se vuoi che la sveglia passi sopra o al limite di velocità.

ALTRE CARATTERISTICHE UTILI

Google Maps è un vero motore di navigazione. Ci sono un sacco di opzioni di personalizzazione, funzionalità nascoste e strumenti di ricerca geospaziale. Qui ce ne sono alcune che sono molto utili.

MAPPE OFFLINE

Come la maggior parte degli utenti, probabilmente accedi a Google Maps sul tuo smartphone. Ma cosa succede se non c’è copertura? Nessun problema, ci pensa Google.

Seleziona la destinazione e tocca la parte inferiore dello schermo. Premi Scarica nella finestra pop-up e sarai in grado di accedere alla mappa (indicazioni e attività commerciali incluse) dalla sezione download.

RIDE SHARING

Google Maps ti consente di visualizzare le opzioni di ridesharing di Lyft e Uber all’interno dell’app. Seleziona la destinazione e tocca l’icona che salta in bici o l’icona del trasporto di massa.

Ti vengono immediatamente mostrati tutti i veicoli disponibili nella tua zona, comprese le tariffe e le stime dei tempi, sebbene questo servizio possa variare a seconda della posizione esatta.

VIAGGIO NEL TEMPO

L’enorme raccolta di immagini in Street View ti consente di vedere come le strade sono cambiate nel tempo. Questa macchina del tempo speciale è ora disponibile in tutte le posizioni e puoi accedervi facendo clic sull’icona “cronometro”.

PERCORSI ACCESSIBILI CON SEDIA A ROTELLE

Per trovare percorsi accessibili in sedia a rotelle, fai clic su Indicazioni stradali dopo aver selezionato la destinazione.

Quindi, tocca l’icona del trasporto pubblico e seleziona Opzioni.

Da lì, potrai vedere accessibile con sedia a rotelle in Percorsi.

Questa funzione è stata inizialmente disponibile a New York, Boston, Londra e in alcune altre città del mondo. Tuttavia, vengono aggiunte ulteriori informazioni, quindi sentitevi liberi di provarlo.

TIENI IL PIEDE LONTANO DAL PEDALE

Gli avvisi relativi ai limiti di velocità sono tra le funzioni più utili introdotte di recente da Google. Per i pendolari e gli appassionati di viaggi su strada, questi possono essere un vero toccasana. Poiché queste funzionalità saranno disponibili in più città del mondo, potrebbero rendere le strade molto più sicure negli anni a venire.

Author: Fulvio Presi

Mi chiamo Fulvio. Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.