Come riavviare uno smartphone o un tablet Android

Come riavviare uno smartphone o un tablet Android

Il riavvio di un dispositivo Android potrebbe risolvere i problemi che vanno dal blocco del telefono o arresto anomalo delle app, fino quasi a rallentarlo completamente. Un riavvio corretto chiuderà tutte le app aperte e cancellerà la memoria del dispositivo.


Tuttavia, con così tanti diversi smartphone e tablet Android, riavviare un telefono Android non è sempre semplice. Sebbene le specifiche possano essere diverse, le indicazioni riportate di seguito dovrebbero generalmente applicarsi indipendentemente da chi ha creato il tuo telefono Android: Samsung, Google, Huawei, Xiaomi, ecc.

Riavvia utilizzando il pulsante di accensione

Il modo più semplice per riavviare il tablet o lo smartphone Android è premere il pulsante di accensione e tenerlo premuto per alcuni secondi. Il pulsante di accensione si trova di solito sul lato destro del dispositivo. Dopo alcuni secondi, dovrebbe apparire un menu con l’ opzione di spegnimento. Se hai l’ultima versione del sistema operativo Android, potresti avere altre opzioni tra cui Riavvia.

È meglio scegliere Riavvia se è disponibile, ma in caso contrario, non preoccuparti. L’unica vera differenza tra Spegnimento e Riavvio è la necessità di premere nuovamente il pulsante di accensione dopo che lo schermo si oscura. Potrebbe essere necessario tenere premuto questo pulsante per 3-5 secondi prima che il dispositivo si riaccenda.


Eseguire un riavvio forzato di un tablet o telefono Android

Anche quando il sistema operativo Android non è in grado di visualizzare il menu di spegnimento, è possibile eseguire un riavvio forzato, che non deve essere confuso con un ripristino o un ripristino del produttore del dispositivo

A causa della quantità di processi e applicazioni in esecuzione ogni giorno, i dispositivi Android finiscono per arrestarsi o presentare problemi. Chiunque conosce un po di tecnologia sa che tali situazioni sono comuni e semplici; per gli utenti medi, d’altra parte, possono essere estremamente frustranti. Per risolvere il problema, riavviare il dispositivo e riutilizzarlo normalmente.

In poche parole, un riavvio forzato rimette a posto le cose. Questo processo potrebbe essere complicato solo perché non tutti i dispositivi Android sono programmati per eseguire un riavvio forzato allo stesso modo.

Molti dispositivi si riavviano anche se continui a tenere premuto il pulsante di accensione. Potrebbero essere necessari da 10 a 20 secondi prima che il sistema si riavvii. Se non si riavvia dopo 20 secondi, è necessario leggere il paragrafo successivo

Dovresti sempre provare prima i primi due metodi. Entrambi i metodi funzionano cosi, dicono al sistema operativo di eseguire il processo di spegnimento. Ma se il sistema operativo non risponde, puoi dire allo smartphone o al tablet Android di spegnersi immediatamente tenendo premuti sia il pulsante di accensione che il pulsante di aumento del volume. Potrebbe essere necessario tenerli premuti per un massimo di venti secondi prima che lo schermo diventi nero, il che segnalerà che il dispositivo si è spento.

Non tutti i dispositivi Android si spengono immediatamente con questo metodo. Alcuni potrebbero richiedere di tenere premuto il pulsante di accensione e entrambi i pulsanti del volume, quindi se non si ha fortuna a tenere premuto il volume su, provare a tenere premuti tutti e tre i pulsanti.

In caso contrario, è possibile rimuovere la batteria

Funziona solo se hai una batteria rimovibile, ma può essere un ottimo metodo se hai esaurito tutte le altre opzioni. Ovviamente, dovresti farlo solo se ti senti a tuo agio nel rimuovere la batteria da uno smartphone o un tablet. Non toccare la batteria o alcun componente del dispositivo con le dita. Invece, usa un pezzo di plastica come un plettro per chitarra per estrarre la batteria. Alcuni dispositivi includono un blocco batteria o un interruttore che deve essere premuto per estrarre la batteria.

La chiusura delle app è un’alternativa al riavvio

Non è sempre necessario riavviare per risolvere i problemi. Se il tuo dispositivo funziona lentamente, chiudere semplicemente alcune app potrebbe essere utile. Quando lasci un’app aperta, Android la tiene pronta e disponibile in modo da poter tornare rapidamente ad essa. Puoi visualizzare le app più recenti aprendo la schermata delle attività, che visualizza le app più recenti in una cascata di finestre che puoi scorrere scorrendo verso l’alto o verso il basso. Se tocchi la X nell’angolo in alto a destra della finestra dell’app, Android uscirà completamente dall’app.

Come si arriva alla schermata delle attività? Sui dispositivi Android con tre pulsanti nella parte inferiore dello schermo, tocca semplicemente il pulsante all’estrema destra con il quadrato o due quadrati uno sopra l’altro. Potrebbe essere un pulsante fisico sotto lo schermo o per dispositivi come Google Nexus, potrebbero essere pulsanti sullo schermo.

Sui dispositivi Android più recenti, le app utilizzate di recente potrebbero trovarsi sul lato sinistro del menu di navigazione in basso. E puoi chiudere le app aperte in questa vista premendo la X su ciascuna app, oppure puoi toccare il pulsante Chiudi tutto nella parte inferiore dello schermo per chiudere tutte le app aperte. Su molti tablet trovi le stesse opzioni.

Se queste opzioni non funzionano per chiudere le app aperte, potrebbe essere necessario tenere premuto o toccare due volte il pulsante Home. Questo pulsante potrebbe apparire come un cerchio o avere una foto di una casa su di esso ed è in genere al centro dei tre pulsanti in basso o nel menu di navigazione in basso. Tenendo premuto o toccando due volte il pulsante, viene visualizzato un menu con diverse opzioni, tra cui una per il task manager. Su alcuni telefoni, il pulsante avrà un’icona come un grafico a torta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*