Come riparare schermo nero Galaxy Note10+ | Lo schermo non funziona

By | Agosto 17, 2019
Come riparare schermo nero Galaxy Note10+

I problemi con lo schermo sono alcuni dei motivi comuni per cui gli smartphone funzionano male. Non funzionano solo come monitor che visualizza immagini, ma anche come gate virtuale che consente agli utenti di interagire con il software. Inutile dire che uno schermo rotto rende quasi inutile l’intero telefono. In questo articolo per la risoluzione dei problemi, ti mostreremo le opzioni che puoi fare se il tuo Galaxy Note 10+ ha un problema con lo schermo nero o se lo schermo non funziona.

Come riparare schermo nero Galaxy Note 10+ | Lo schermo non funziona

Se stai riscontrando un problema con lo schermo nero sul tuo Galaxy Note 10+ e ti stai chiedendo cosa fare, questo articolo potrebbe aiutarti.

1) Verifica la presenza di danni hardware

Il motivo più comune per cui uno schermo dello smartphone smette improvvisamente di funzionare è un malfunzionamento dell’hardware. Se il problema con Galaxy Note 10+ schermo nero si verifica dopo aver lasciato cadere il telefono o dopo averlo colpito con un oggetto duro, potrebbe esserci un hardware difettoso dietro il problema.

Prova a controllare se c’è una crepa visibile o evidente sullo schermo. Se c’è una crepa e lo schermo ha smesso di funzionare o rimane nero, puoi supporre che lo schermo sia fisicamente danneggiato. Quello che devi fare in questo caso è fermare qualsiasi cosa tu stia facendo e semplicemente andare al tuo negozio Samsung o in un Centro assistenza. A questo punto, non c’è proprio molto da fare.

Se lo schermo è rotto ma sembra funzionare quando si applica pressione su di esso o su alcune zone, potrebbe esserci la possibilità di recuperare i dati dal dispositivo. Se il digitalizzatore è rotto ma rimane generalmente funzionante, potresti comunque essere in grado di utilizzare lo schermo con alcune limitazioni.

Se sei fortunato e ciò accade, potresti essere in grado di salvare i tuoi file spostandoli su un computer o caricandoli sul cloud. Dovrai comunque inviare il dispositivo a Samsung in modo da poter sostituire lo schermo.

La sostituzione dello schermo è l’unica soluzione permanente per uno schermo fisicamente danneggiato o rotto. Tuttavia, se non si desidera inviare subito il telefono per la riparazione e desiderate prima eseguire un backup, quindi provare a vedere se il display è ancora funzionante.


Come recuperare i dati dal Galaxy Note 10+ con il display rotto

Questa ovviamente non è una soluzione permanente, ma può darti del tempo per permetterti di salvare i tuoi file su un computer o un altro dispositivo.

Se il digitalizzatore, lo strato trasparente nella parte superiore del display che riceve i tocchi delle dita, non è completamente danneggiato e se lo schermo mostra ancora immagini, prova ad applicare un pezzo di nastro da imballaggio sullo schermo. Si spera che questo prevenga il peggioramento del danno per permetterti di usare il telefono per un po’ di tempo.

2) Mettere il dispositivo sotto ricarica

Se non c’è un chiaro segno di danno fisico e sei sicuro che il telefono non è mai stato fatto cadere o rotto, potrebbe essersi esaurita la carica della batteria. Assicurarsi di caricare il dispositivo per almeno 30 minuti.

Questo dovrebbe essere sufficiente affinché la batteria al litio si carichi e recuperi energia sufficiente per riaccendere il dispositivo. Se il tuo Galaxy Note 10+ presenta ancora il problema dello schermo nero, procedi con i passaggi seguenti di seguito.

Se il telefono si riaccende dopo averlo caricato, assicurarsi di ricalibrare anche la batteria e il software. A volte, Android potrebbe perdere la traccia dei livelli effettivi della batteria. Per ricalibrare il sistema operativo in modo da ottenere letture accurate del livello della batteria, procedere come segue:

Come calibrare la batteria del mio Galaxy Note 10+

  1. Scaricare completamente la batteria. Ciò significa utilizzare il dispositivo fino a quando non si spegne da solo e il livello della batteria è 0%.
  2. Caricare il telefono fino a quando non raggiunge il 100%. Assicurati di utilizzare l’equipaggiamento di ricarica originale per il tuo dispositivo e lasciarlo caricare completamente. Non scollegare il dispositivo per almeno altre due ore e inoltre non utilizzarlo durante la ricarica.
  3. Dopo il tempo trascorso, scollegare il dispositivo.
  4. Riavvia il dispositivo.
  5. Utilizzare il telefono fino a quando non si esaurisce completamente.
  6. Ripetere i passaggi 1-5.

3) Effettua un riavvio forzato

Forzare il riavvio del Galaxy Note 10+ è un altro modo per risolvere questo tipo di problema. Questo può funzionare se la causa del problema è un bug temporaneo che causa il blocco o la mancata risposta del sistema. Se non l’hai ancora provato, assicurati di farlo questa volta.

Prova a riavviarlo normalmente prima premendo il pulsante di accensione per accedere al menu di avvio. Quindi, selezionare l’opzione Riavvia e vedere se funziona.

Un altro modo per riavviare il dispositivo è tenere premuti contemporaneamente il pulsante Volume giù e il tasto di accensione per 10 secondi o fino a quando lo schermo del dispositivo si accende. Questo simula l’effetto di aver scollegato la batteria dal dispositivo. Se funziona, questo potrebbe sbloccare il dispositivo.

Se il riavvio regolare non è di aiuto, prova questo:

  1. Premi e tieni premuto prima il pulsante Volume giù e non rilasciarlo.
  2. Tenendolo premuto, tenere premuto il tasto di accensione.
  3. Tenere premuti entrambi i tasti per almeno 10 secondi.

La seconda procedura di riavvio tenta di simulare gli effetti della rimozione della batteria. Sui dispositivi meno recenti, scollegare la batteria è spesso un modo efficace per riparare i dispositivi che non rispondono. Se non è cambiato nulla, passare ai suggerimenti successivi.

Il riavvio regolare del dispositivo almeno una volta alla settimana può essere utile. Se tendi a dimenticare le cose, ti suggeriamo di configurare il telefono per riavviare da solo. È possibile pianificare l’esecuzione di questa attività procedendo come segue:

  1. Apri l’app Impostazioni.
  2. Tocca Cura dispositivo.
  3. Tocca il punto 3 in alto.
  4. Seleziona Riavvio automatico.

4) Prova a riavviare in modalità provvisoria il Galaxy Note 10+

Se il dispositivo Note ha smesso di rispondere dopo aver installato una nuova app, riavviarlo in modalità provvisoria potrebbe essere la chiave per risolvere il problema. Alcune app potrebbero interferire con Android e causare problemi, quindi se riesci a identificare l’app che potrebbe causare questo problema, riavvia il telefono in modalità provvisoria in modo da poterla disinstallare.

In modalità provvisoria, tutte le app di terze parti sono sospese e non possono essere eseguite. Per avviare il dispositivo in modalità provvisoria:

  1. Tieni premuto il pulsante di accensione fino a quando non viene visualizzata la finestra Spegni, quindi rilascia.
  2. Toccare e tenere premuto Spegni fino a quando non viene visualizzato il prompt Modalità provvisoria, quindi rilasciare.
  3. Per confermare, tocca Modalità provvisoria.
  4. Il completamento del processo può richiedere fino a 30 secondi.
  5. Al riavvio, “Modalità provvisoria” appare nella parte inferiore sinistra della schermata principale.

Se riesci a riavviare correttamente il telefono in modalità provvisoria, trova l’app installata di recente e disinstallala.

Di seguito sono riportati i passaggi per eliminare o disinstallare un’app

  1. Da una schermata Home, scorrere verso l’alto o verso il basso dal centro del display per accedere alla schermata delle app.
  2. Apri l’app Impostazioni.
  3. Tocca App.
  4. Assicurarsi che sia selezionato Tutto (in alto a sinistra). Se necessario, tocca l’icona a discesa (in alto a sinistra) quindi seleziona Tutto.
  5. Individua quindi seleziona l’app appropriata. Se le app di sistema non sono visibili, tocca l’icona Menu (in alto a destra) quindi seleziona Mostra app di sistema.
  6. Tocca Disinstalla per eliminare un’app.
  7. Tocca OK per confermare.

Se il problema non scompare dopo aver disinstallato un’app, puoi continuare a restringere le app sospette con questi passaggi:

  1. Avvia in modalità provvisoria.
  2. Controlla il problema.
  3. Dopo aver confermato che la colpa è di un’app di terze parti, puoi iniziare a disinstallare le app singolarmente. Ti consigliamo di iniziare con quelli più recenti che hai aggiunto.
  4. Dopo aver disinstallato un’app, riavviare il telefono in modalità normale e verificare il problema.
  5. Se il tuo Galaxy Note10 non si carica ancora normalmente (ma funziona in modalità provvisoria), ripeti i passaggi 1-4.

5) Avviare in recovery mode il Galaxy Note 10+

La procedura in modalità provvisoria è utile solo se un’app di terze parti è quella che causa il problema. Se il motivo risiede nel software, il riavvio in modalità provvisoria potrebbe non avere alcun effetto. In questo caso, dovresti prendere in considerazione il riavvio del dispositivo in modalità di ripristino.

In questa modalità, ci sono due cose che puoi fare. Se riesci ad avviare correttamente questa modalità, la prima cosa che devi fare è svuotare la partizione della cache. Se ciò non aiuta, è necessario procedere al ripristino delle impostazioni di fabbrica.

Per avviare la modalità di ripristino, è necessario effettuare le seguenti operazioni:

  1. Spegni il dispositivo. Questo è importante. Se non riesci a spegnerlo, non sarai mai in grado di avviare la modalità di ripristino. Se non riesci a spegnere il dispositivo regolarmente tramite il pulsante di accensione, attendi fino a quando la batteria del telefono si scarica. Quindi, caricare il telefono per 30 minuti prima di avviare la modalità di ripristino.
  2. Tieni premuti contemporaneamente il pulsante Volume su e il pulsante Bixby.
  3. Mentre tieni ancora premuti i tasti Volume su e Bixby, tieni premuto il pulsante di accensione.
  4. Verrà ora visualizzato il menu della schermata di ripristino. Quando vedi questo, rilascia i pulsanti.

Se il telefono si avvia correttamente in modalità di ripristino, provare innanzitutto a cancellare la partizione della cache. Se il problema persiste, puoi ripristinare le impostazioni di fabbrica del telefono selezionando Cancella dati / Ripristino impostazioni di fabbrica.

Come ripristinare il Galaxy Note 10+ alle impostazioni di fabbrica

6) Ottieni assistenza da Samsung | Controlla l’assicurazione dello schermo

Se il tuo Galaxy Note 10+ presenta ancora il problema dello schermo nero, o se non succede nulla dopo aver tentato un ripristino delle impostazioni di fabbrica, dovresti ottenere assistenza da Samsung. Un tecnico deve controllare il dispositivo per un possibile difetto hardware e vedere se può essere riparato.

In caso contrario, potrebbe essere necessaria una sostituzione. In entrambi i casi, solo il personale Samsung può essere d’aiuto. Per assistenza, visita il tuo negozio Samsung o il Centro assistenza locali.

Se hai acquistato il tuo Galaxy S10 dal tuo negozio Samsung locale, potrebbe esserci uno sconto di riparazione dello schermo di 30 giorni o qualche forma di garanzia. Assicurati di contattare il negozio da cui hai acquistato il dispositivo per vedere se questo è vero.

Conclusione

Ci sono molti video di riparazione fai-da-te per ogni genere di cose, inclusi quelli per riparare o sostituire gli schermi Samsung Galaxy. Il fatto è che questi video possono apparire facili ma possono essere schiaccianti per gli utenti amatoriali dopo averli seguiti.

Se non hai alcuna esperienza nel riparare elettronica, scoprirai che i video di riparazione fai-da-te non sono così facili come sembrano e spesso possono essere la ragione di problemi hardware più gravi in ​​seguito.

Questo è il modo più economico per far funzionare di nuovo il telefono, se lo fai correttamente. Se sei sicuro di poter seguire le istruzioni ed eseguirle, procedi. Altrimenti, ti avvertiamo di procedere con molta attenzione.

In molti casi, i proprietari dilettanti potrebbero trovarsi in un problema più grave dopo aver tentato di riparare fai-da-te.

Le guide fornite nei video di YouTube a volte possono sembrare facili e semplici, ma in realtà potrebbero richiedere una maggiore esperienza con gli strumenti e la gestione dei componenti.

La riparazione fai-da-te dovrebbe essere presa in considerazione solo se non puoi permetterti una riparazione. Quindi devi essere pronto ad accettare il fatto che potresti finire con un dispositivo completamente morto. Fallo a tuo rischio e pericolo!

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.