Come risolvere Errore 0x80010135 “Percorso troppo lungo”

By | Marzo 12, 2022
Errore 0x80010135 "Percorso troppo lungo"

Se all’improvviso il tuo PC mostra Errore 0x80010135 “Percorso troppo lungo”, non farti prendere dagli attacchi di panico. È facile risolvere l’errore che può apparire a causa di file con nomi di percorsi lunghi. Basta rinominare il file con un nome breve o abilitare il supporto per percorsi di file lunghi nel tuo computer, questo dovrebbe risolvere il problema.

Leggi anche: ERR_SSL_PROTOCOL_ERROR, come correggere

Cosa causa l’errore 0x80010135 “Percorso troppo lungo”?

Questo errore si verifica principalmente a causa di file con nomi lunghi o percorsi all’interno di un archivio. L’API Win32 in Windows supporta solo 260 caratteri per il percorso del file. Quindi potresti non essere in grado di eliminare o copiare tali file. Potrebbero esserci anche altre cause per questo errore. I motivi principali di questo problema includono:

  1. Percorso del file più lungo di 260 caratteri
  2. Corruzione dei file
  3. Infezione da malware
  4. Installazione software non corretta
  5. Aggiornamento a Windows 11

Come risolvere l’errore 0x80010135 “Percorso troppo lungo”?

Poiché l’errore deriva da file con nomi di file lunghi nell’archivio o nella posizione di destinazione, l’abbreviazione dovrebbe funzionare. Puoi rinominare manualmente i file con nomi più brevi o abilitare il supporto per percorsi lunghi sul tuo PC.

1. Estrai i file nella directory principale

L’estrazione dei file nella directory principale aggiunge meno caratteri al percorso del file. Quindi, potresti essere in grado di estrarre il contenuto lì. Copia i file nell’archivio nella cartella principale C:\, D:\ o in quella che preferisci. Puoi anche copiare l’archivio nella cartella principale ed estrarne i file.

2. Rinomina archivio

Se i nomi dei file sono troppo lunghi è possibile ridurre il percorso del file rinominando l’archivio. Se possibile, ti consigliamo di aprire prima il file di archivio e di individuare le directory con nomi lunghi. Rinominali più brevi e prova a estrarre di nuovo il contenuto dell’archivio. Se non riesci a rinominare le sottocartelle, rinomina la directory di archivio con un nome più breve.

3. Estrai solo sottocartelle

Puoi anche aprire le cartelle con nomi di file lunghi nell’archivio ed estrarle solo in una directory. Quindi puoi organizzarli in modo simile in base all’archivio originale creando cartelle e spostando le sottocartelle al loro interno. Assicurati di utilizzare nomi brevi per le nuove cartelle.


Leggi anche: Errore BAD SYSTEM CONFIG INFO, come correggere

4. Abilita il supporto per percorsi lunghi con l’editor del registro

Il supporto per percorsi lunghi è disabilitato per impostazione predefinita in Windows. Puoi abilitarlo usando l’editor del registro. La voce di registro necessaria è la chiave LongPathsEnabled. Segui i passaggi seguenti per accedere e modificarlo:

  • Premi il tasto Windows + R e inserisci regedit per aprire l’editor del registro.
  • Fare clic su Sì se viene visualizzata la richiesta Account di controllo utente.
  • Vai al percorso: Computer\HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\FileSystem
  • Fare doppio clic sulla chiave LongPathsEnabled, impostarne il valore su uno e selezionare Ok.

Puoi anche usare PowerShell con privilegi elevati per eseguire questo metodo. Segui queste istruzioni:

  • Esegui Windows PowerShell come amministratore. È possibile premere il tasto Windows + X selezionare Windows PowerShell (amministratore).
  • Digita il comando seguente e premi Invio per eseguirlo: New-ItemProperty -Path "HKLM:\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\FileSystem" -Name "LongPathsEnabled" -Value 1 -PropertyType DWORD –Force

5. Abilita il supporto per percorsi lunghi con l’Editor criteri di gruppo locali

C’è anche un’opzione nell’Editor criteri di gruppo locali che gestisce il supporto per percorsi di file lunghi. Per individuare e abilitare questa politica, segui queste indicazioni: Premere il tasto Windows + R e immettere gpedit.msc per aprire l’Editor criteri di gruppo locali.


  • Fai clic su Modelli amministrativi in ​​Configurazione computer dalla barra laterale sinistra. Quindi, apri Sistema > File system.
  • Individuare Abilita percorsi lunghi Win32 sulla destra.
  • Fare doppio clic su di esso e scegliere l’opzione Abilitato dalla finestra successiva.
  • Fare clic su Ok.

6. Usa il prompt dei comandi per copiare

Leggi anche: Come aprire il prompt dei comandi

Puoi usare i comandi xcopy o robocopy per copiare il contenuto zip nella destinazione. Segui le istruzioni seguenti per farlo:

  1. Cerca cmd nella barra di ricerca. Quindi fare clic con il tasto destro del mouse sul prompt dei comandi e selezionare Esegui come amministratore.
  2. Fare clic su Sì nella richiesta di autorizzazione se viene visualizzata.
  3. Digita il comando xcopy “source file path” “destination path” /O /X /E /H /K e premi invio. Il  percorso del file di origine e il  percorso di destinazione sono semplicemente dei segnaposto. Sostituiscili rispettivamente con il percorso del file di origine e il percorso del file di destinazione.
  4. Per robocopy, la sintassi è robocopy “source file path” “destination path” /E /copyall

7. File infettati da virus

Esistono molti malware e programmi insidiosi che possono danneggiare i file in archivio. Il computer deve essere ben protetto per evitare un problema del genere. Ti consigliamo di utilizzare buoni programmi antivirus e di lasciare attivate le impostazioni di protezione in tempo reale. Dovresti provare a scansionare il tuo computer se riscontri questo errore. Ti consigliamo inoltre di abilitare la protezione basata su cloud per il tuo defender o i programmi antivirus per una maggiore efficienza.

Leggi anche: 4 modi per cercare virus senza acquistare software antivirus

8. Correggi i file di sistema danneggiati

A volte il danneggiamento dei file di sistema può causare questo problema. Una possibile soluzione per questo è l’utilizzo di SFC e DISM. Il Controllo file di sistema e gli strumenti di gestione e manutenzione delle immagini di distribuzione possono controllare e ripristinare i file di sistema mancanti e danneggiati. Anche senza questo errore, eseguire entrambi i processi è comunque una buona idea. Segui le istruzioni seguenti:

  1. Cerca cmd nella barra di ricerca. Quindi fare clic con il pulsante destro del mouse sul prompt dei comandi e selezionare Esegui come amministratore.
  2. Fare clic su Sì nella richiesta di autorizzazione se viene visualizzata.
  3. Digita i comandi seguenti e premi invio dopo ciascuno per eseguirli. Il completamento dei processi potrebbe richiedere del tempo.
    • dism /online /cleanup-image /restorehealth
    • sfc /scannow
  4. DISM può ripristinare i file mancanti di cui SFC non esegue il backup. La presenza di questi file può aumentare la percentuale di successo della scansione sfc. Quindi, è meglio eseguirlo prima.
  5. Riavvia il tuo PC.

9. Aggiorna il tuo sistema operativo

L’aggiornamento del sistema operativo aiuta a correggere i bug e a introdurre nuove funzionalità nel tuo PC. L’abilitazione della funzione di aggiornamento automatico può aiutare a eludere eventuali problemi di sistema. L’installazione degli aggiornamenti di sistema è generalmente una buona idea se si verificano errori di sistema. Per questo, segui le seguenti istruzioni:

  1. Per prima cosa, vai su Impostazioni. È possibile aprire il menu Start e fare clic su Impostazioni (simbolo della ruota dentata). Oppure puoi premere i tasti Windows + I.
  2. Fare clic su Aggiornamento e sicurezza.
  3. Qui, controlla se sono disponibili aggiornamenti. Vedrai anche un pulsante Installa ora quando sono disponibili.
  4. Fare clic su di esso e attendere il completamento degli aggiornamenti. Quindi, riavvia il PC.
Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!