Come risolvere Sfrutta il caching del browser in WordPress tramite .htaccess

By | Giugno 11, 2019

Probabilmente hai visto l’avviso “Leverage Browser Caching” negli strumenti per il test della velocità che usi per il tuo sito Web WordPress, come WebPageTest o Pingdom. Questo problema può essere risolto utilizzando un buon plugin di caching, come ad esempio WP Rocket.



Ma se, per qualsiasi motivo, non puoi / vuoi utilizzarne uno o non funziona correttamente, puoi aggiungere manualmente il codice di memorizzazione nella cache del browser sul tuo server. Quindi, in questo tutorial, ti mostrerò come correggere il caching del browser in WordPress tramite .htaccess. Ma, prima, lascia che ti dica brevemente di cosa si tratta.

Cosa significa Leverage Browser Caching?

Affinché un browser possa visualizzare il tuo sito Web WordPress, è necessario scaricare tutti i file necessari dal server.

Alcune pagine possono essere costituite da file di grandi dimensioni e più file sono grandi, più tempo è necessario per scaricarli e caricare il tuo sito web.



È qui che il caching del browser è utile perché memorizza alcuni di questi file localmente, nel browser dell’utente, quando visitano il tuo sito per la prima volta.

Quindi, la volta successiva che l’utente visita il tuo sito Web, il browser dispone già di alcuni file scaricati e può utilizzarli immediatamente, senza doverli scaricare di nuovo.

Quindi, migliorando il tempo di caricamento!

Come risolvere Sfrutta il caching del browser in WordPress tramite .htaccess

Ti consiglio di eseguire il backup del file .htaccess o dell’intero sito Web prima! Inoltre, affinché il caching del browser abbia effetto, è necessario avere mod_expiresabilitato sul tuo server! Se non ce l’hai, parla con il tuo host web.

Passaggio 1: accedi ai file del tuo sito web

Innanzitutto, è necessario accedere ai file del proprio sito Web WordPress .

Quindi, dovrai trovare il tuo file .htaccess, che normalmente si trova nella cartella principale: /public_html/.htaccess.

Se stai usando un dominio aggiuntivo, non il tuo principale, dovresti cercare in: YourDomain/public_html/.htaccess.

Passaggio 2: aggiungi il codice di memorizzazione nella cache del browser in .htaccess

Apri il file .htaccess per la modifica e aggiungi il codice seguente per abilitare il caching del browser per il tuo sito Web WordPress. Aggiungilo subito prima della linea. #BEGIN WordPress.

EXPIRES CACHING ##
<IfModule mod_expires.c>
ExpiresActive On
ExpiresByType image/jpg “access plus 1 year”
ExpiresByType image/jpeg “access plus 1 year”
ExpiresByType image/gif “access plus 1 year”
ExpiresByType image/png “access plus 1 year”
ExpiresByType image/webp “access plus 1 year”
ExpiresByType image/svg+xml “access plus 1 year”
ExpiresByType image/x-icon “access plus 1 year”
ExpiresByType video/mp4 “access plus 1 year”
ExpiresByType video/mpeg “access plus 1 year”
ExpiresByType text/css “access plus 1 month”
ExpiresByType application/javascript “access plus 1 month”
ExpiresByType application/x-javascript “access plus 1 month”
ExpiresByType application/x-shockwave-flash “access plus 1 month”
ExpiresByType application/pdf “access plus 1 month”
ExpiresDefault “access plus 2 days”
</IfModule>
## EXPIRES CACHING ##

Non dimenticare di salvare il file!

Ecco come dovrebbe essere:

E poiché stai già modificando il tuo file .htaccess, dovresti anche abilitare la compressione GZIP se non lo hai già fatto.

Aspetti da considerare quando si abilita la memorizzazione nella cache del browser

1. Il caching del browser non si applica anche ai file esterni (Facebook, Google, ecc.). Funziona solo per i file del tuo sito Web WordPress sul tuo server.

2. I tempi di scadenza dal codice della cache di navigazione sopra riportati sono standard e funzionano bene nella maggior parte dei casi.

Tuttavia, a seconda del sito Web, potrebbe essere necessario impostarne di diversi se si aggiornano determinati file molto frequentemente. In caso contrario, i visitatori di ritorno potrebbero non vedere le nuove modifiche.

Ecco perché, quando apporti alcune modifiche al tuo sito Web WordPress e queste non vengono visualizzate, la prima cosa che ti diranno è cancellare la cache del browser.

Spero che tu abbia trovato il post utile e completo!

Non dimenticare di condividere il post per aiutare gli altri!

Altro su WordPress:

Se hai bisogno di altri consigli per quanto riguarda WordPress non esitare a dare un’occhiata alla nostra sezione di supporto dedicata.

La conoscenza muore se non è condivisa ...!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.