Come sapere se lo smartphone è stato intercettato

By | Dicembre 2, 2019
Come sapere se lo smartphone è stato intercettato

La schermata iniziale è solo una matrice di numeri. Il dispositivo si scarica rapidamente o si riavvia improvvisamente. In alternativa, noti chiamate in uscita che non hai mai fatto. È probabile che il tuo smartphone sia stato intercettato. La triste verità è che ora gli hacker hanno una moltitudine di modi per entrare nel tuo telefono, senza mai toccarlo.


Dato che i nostri smartphone sono diventati i nostri nuovi portafogli, contengono un tesoro di informazioni personali e finanziarie, una violazione può metterti a serio rischio.

L’intruso potrebbe accedere ai tuoi account, inviare spam ai tuoi contatti con attacchi di phishing o comunque crearti un’altro milione di danni, ne ho parlato in questo articolo. Potrebbero anche accedere a qualsiasi password salvata sul telefono, potenzialmente aprendo la porta per entrare nei tuoi conti bancari.

Ecco perché è importante essere in grado di riconoscere quando il tuo smartphone è stato violato, soprattutto perché alcuni segnali possono essere sottili. Ecco alcuni indizi utili:

1. Differenza nelle prestazioni

Il tuo dispositivo funziona più lentamente, le pagine web e le app sono più difficili da caricare o la batteria non dura più come prima? E il tuo piano dati? Stai superando i tuoi limiti normali? Questi sono tutti segni che hai malware in esecuzione in background, che sta consumando le risorse del tuo telefono.

Potresti aver scaricato un’app malevola o aver fatto clic su un link pericoloso in un messaggio di testo. E i malware, come il Mining di Criptovaluta, possono compromettere la potenza di elaborazione, a volte causando il riscaldamento del telefono, anche quando non lo stai utilizzando.

Mining deriva dal termine inglese “to mine” ossia estrarre, ma incentrato sulle criptovalute. Il Bitcoin Mining è riferito, dunque, ad un loro processo di estrazione. Minare Bitcoin non vuol dire creare denaro, i BTC vengono generati in automatico all’interno della rete B2B -termine coniato per definire i rapporti commerciali interaziendali- che gestisce tale moneta, distribuita on line in modo del tutto casuale. Dunque Minare Bitcoin vuole dire ottenere BTC generati dalla rete e distribuiti online.

2. App o dati misteriosi

Se trovi app che non hai scaricato o chiamate, messaggi di testo ed e-mail che non hai inviato, probabilmente un hacker è nel tuo sistema. Potrebbero utilizzare il tuo dispositivo per inviare chiamate o messaggi a tariffa premium o per diffondere malware ai tuoi contatti.

3. Popup o strani screensaver

Il malware può anche essere alla base di popup di spam, modifiche alla schermata iniziale o segnalibri di siti Web sospetti. In effetti, se vedi modifiche alla configurazione che non hai apportato personalmente, questo è un altro grande indizio che il tuo smartphone è stato violato.

Cosa fare?

Se uno di questi scenari sembra familiare, è tempo di agire. Inizia eliminando tutte le app o i giochi che non hai scaricato, cancellando i messaggi rischiosi e eseguendo il software di sicurezza mobile, se presente. Avvisa i tuoi contatti che il tuo telefono è stato compromesso e ignora qualsiasi collegamento o messaggio sospetto proveniente da te.

Se il problema persiste, prendere in considerazione il ripristino delle impostazioni originali del telefono. Cerca online le istruzioni per il tuo particolare telefono e sistema operativo per scoprire come fare. Ora, vediamo come evitare di essere hackerati in primo luogo.

Suggerimenti per smartphone sicuri

1. Utilizza un software di sicurezza mobile: al giorno d’oggi lo smartphone è ricco di dati quanto il tuo computer. Assicurati di proteggere le tue informazioni critiche e la tua privacy, utilizzando un  software di sicurezza mobile completo che non solo ti protegga dalle minacce online, ma offra protezione antifurto e privacy.

2. Blocca il dispositivo e non memorizzare le password: assicurati di utilizzare un passcode o un ID facciale per bloccare il dispositivo quando non lo utilizzi. In questo modo, se perdi il telefono, sarà più difficile per uno sconosciuto accedere alle tue informazioni. Inoltre, ricorda di non salvare la password o le informazioni di accesso per le app bancarie e altri account sensibili.

3. Evitare l’uso del Wi-Fi pubblico: le reti Wi-Fi gratuite, come quelle offerte negli hotel e negli aeroporti, sono spesso non sicure. Questo rende facile per un hacker vedere potenzialmente le informazioni che stai inviando sulla rete. Inoltre, diffidare dell’utilizzo di stazioni di ricarica pubbliche, a meno che non si scelga un cavo “solo ricarica” ​​che non può accedere ai dati.

 4. Non lasciare mai il tuo dispositivo incustodito in pubblico: anche se esistono molte minacce online, devi comunque essere consapevole delle minacce del mondo reale, come qualcuno che prende il tuo dispositivo non appena lo lasci incustodito. Tieni il tuo smartphone sempre con te, o perlomeno in vista, mentre sei in pubblico. Se hai abilitata l”opzione “visibilità del telefono”, disattivala. Questa impostazione consente ai dispositivi nelle vicinanze di vedere il telefono e scambiare dati con esso.

5. Attenzione: nuove minacce mobili stanno emergendo continuamente. Tieniti aggiornato sulle ultime truffe e segnali di avvertimento, in modo da sapere cosa cercare.

Author: GuideSmartPhone

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.