Come sbloccare bootloader Android

sbloccare bootloader

Se siete appassionati di telefoni Android, probabilmente non siete estranei al bootloader di Android. Si tratta di un programma che esegue diversi codici prima dell’esecuzione di qualsiasi software sul telefono. Funge da punto di controllo della sicurezza e garantisce che il dispositivo sia privo di malware e che il software utilizzato sia autentico. Tuttavia, lo sblocco bootloader consente di modificare, riparare o installare una ROM personalizzata. In questo modo, è possibile modificare l’aspetto e le caratteristiche del dispositivo. In passato, alcuni produttori di apparecchiature originali Android (OEM) non permettevano di sbloccare bootloader e quindi di installare facilmente un firmware personalizzato. Negli ultimi anni, però, la maggior parte degli OEM Android ha semplificato il processo di sblocco del bootloader. In questa guida vi spiegheremo innanzitutto cos’è il bootloader Android e come è possibile sbloccarlo. Successivamente, vi mostreremo come potete utilizzarlo.


Unlock Bootloader of Android con il nostro metodo facile. Utilizzando una semplice guida, sblocca ufficialmente il bootloader di Redmi, Poco f1, Moto, Mi, Realme, Xioami, Zuk, Sony, Samsung, Huawei, Nokia, Honor, Google Nexus, Google Pixel, LG, Vivo, Oppo, OnePlus, ecc. Sbloccare il bootloader senza il PC utilizzando ADB e Fastboot. Questa guida può risolvere lo sblocco del bootloader senza errori. Volete effettuare il root di uno smartphone o tablet Android? Volete installare la TWRP recovery e installare ROM personalizzate? Se sì, allora siete nel posto giusto. In questo tutorial, discuteremo alcuni semplici passaggi per sbloccare bootloader di qualsiasi telefono Android. Prima di installare la recovery TWRP o di installare ROM personalizzate, dovrete sbloccare il bootloader del vostro Android. Quindi, iniziamo! Qui trovate i siti dove richiedere i codici di sblocco per alcuni telefoni o metodi per lo sbloccare bootlader:

Qui sotto trovate il metodo per sbloccare bootloader per quasi tutti i dispositivi Android.

Che cos’è il Bootloader Android?

Il bootloader è un codice che viene eseguito prima dell’avvio di qualsiasi sistema operativo. Ogni telefono Android ha un bootloader che indica al kernel del sistema operativo di avviarsi normalmente. Poiché il sistema operativo Android è un sistema operativo open-source, ogni produttore ha la propria versione del bootloader.

Perché il bootloader è bloccato?

Non è possibile installare la recovery TWRP o installare ROM personalizzate su un bootloader bloccato. I tentativi forzati di sbloccare il bootloader possono invalidare la garanzia e mandare in tilt il dispositivo. Per questo motivo, i produttori di solito bloccano il bootloader per costringere gli utenti ad attenersi al loro sistema operativo Android ufficiale.

Perché sbloccare il Bootloader su Android?

Se si desidera effettuare il root, flashare una recovery personalizzata come CWM/ TWRP o flashare ROM personalizzate, è necessario sbloccare il bootloader. Ciò significa che lo sblocco del bootloader consente di ottenere l’accesso root, di flashare recovery personalizzate non ufficiali, ROM personalizzate di terze parti, di eseguire il backup e il ripristino Nandroid, di aumentare la memoria interna, di rimuovere il bloatware e molto altro ancora. Telefoni come Motorola, Sony, LG, HTC, Xiaomi e Huawei utilizzano un codice unico attraverso il loro sito web per sbloccare i bootloader. I telefoni Samsung (modelli Exynos) che possono essere rootati hanno il bootloader sbloccato. Mentre i nuovi modelli Snapdragon di Galaxy S9, S9 Plus, S8, S8 Plus, S7, S7 Edge, Note 8, ecc. hanno tutti il bootloader bloccato.

Inoltre, il bootloader dei dispositivi Google Nexus o Pixel come Pixel 2 XL, Pixel 2, Pixel XL, Nexus 6, Nexus 6P, ecc. può essere facilmente sbloccato utilizzando questa guida. Inoltre, è possibile sbloccare i bootloader di tutti i dispositivi OnePlus, tra cui OnePlus 6, OnePlus 5/5T, OnePlus 3/3T, ecc. Se non siete sicuri che il bootloader del vostro dispositivo possa essere sbloccato, potete comunque fare riferimento a questa guida. Se l’operazione viene superata, è un’ottima cosa. Se non riesce, non ci saranno danni.


Cose da considerare prima di sbloccare il bootloader Android

Prima di sbloccare il bootloader Android, è necessario comprendere alcuni aspetti fondamentali, indicati di seguito.

  • Se siete utenti normali, non avrete mai bisogno di sbloccare il bootloader. Ma se volete comunque farlo, fatelo a vostro rischio e pericolo. È possibile che il dispositivo venga bloccato e reso inutilizzabile se qualcosa va storto durante il processo di sblocco.
  • Il dispositivo verrà resettato in fabbrica. Pertanto, è necessario eseguire un backup dei dati prima di sbloccare il bootloader. Come fare backup Android su PC
  • Il dispositivo potrebbe non ricevere un aggiornamento software ufficiale dall’OEM.
  • Ciò potrebbe invalidare la garanzia del dispositivo.
  • Il processo potrebbe richiedere un po’ di tempo per essere completato.

Esclusione di responsabilità. Noi di GuideSmartPhone non siamo responsabili di eventuali danni causati al vostro dispositivo dalla consultazione di questa guida. Inoltre perderete la garanzia.

Requisiti

  1. Caricare il dispositivo Android almeno fino al 50%.
  2. Lo sblocco bootloader cancellerà tutto ciò che è presente sul vostro Android. Pertanto, è necessario eseguire un backup dei dati, compresi i contatti, i messaggi, le app, i registri delle chiamate, le note e così via. Come fare backup Android su PC

Come sbloccare bootloader Android

  1. Andate su Impostazioni e attivate la modalità di debug USB sul vostro dispositivo.
  2. Inoltre, abilitare lo sblocco OEM e la modalità di riavvio anticipato dalle Opzioni sviluppatore. Nota: i dispositivi Android più vecchi potrebbero non avere queste opzioni. Pertanto, se non trovate queste opzioni da nessuna parte, saltate questo passaggio.
  3. Scaricare e installare i driver ADB sul PC Windows.
  4. Utilizzare un cavo USB standard, collegare il dispositivo Android a un PC.
  5. Inoltre, assicurarsi che i driver USB del vostro dispositivo siano installati sul PC.

Andare alla posizione in cui sono stati installati i driver ADB e Fastboot. (Ad esempio, la cartella C:\Program Files\Minimal ADB and Fastboot). Quindi, tenendo premuto il tasto shift della tastiera, fare clic con il pulsante destro del mouse su spazio. Dall’elenco, scegliere l’opzione Apri finestra di comando qui. In questo modo si avvia la finestra di comando.

  1. Digitare quindi i seguenti comandi uno dopo l’altro nella finestra cmd e premere il tasto invio: adb devices
  2. Con questo comando, viene visualizzato un messaggio che dice “List of devices attached” insieme ad alcuni numeri casuali. Ciò conferma che il dispositivo Android è collegato correttamente al PC. Nota: se ciò non accade, reinstallare i driver USB del cellulare o cambiare il cavo USB/PC.
  3. Digitare il comando successivo e premere Invio: adb reboot bootloader. In questo modo il dispositivo verrà riavviato in modalità Fastboot.
  4. Digitare quindi il comando Fastboot e premere invio: fastboot devices
  5. Per sbloccare il bootloader, digitate uno dei due comandi e premete invio: fastboot oem unlock o fastboot flashing unlock
  6. Con questo comando, verrà visualizzato un messaggio sul dispositivo che chiede di sbloccare il Bootloader. Nota: sullo schermo del telefono, utilizzare i tasti Volume su e giù per la navigazione e il tasto di accensione per la selezione.
  7. Quindi, utilizzando i tasti del volume, spostatevi sull’opzione Sì e premete il tasto di accensione per selezionarla.
  8. Il processo di sblocco bootloader inizierà ora.

Una volta completato il processo di sblocco bootloader, il dispositivo Android si riavvia automaticamente.

Come sbloccare Bootloader Samsung di nuova generazione

È necessario prima sbloccare il bootloader Samsung Galaxy per godere di qualsiasi ROM personalizzata.

  1. Prima di tutto, attivare la modalità sviluppatore
  2. Aprire le Impostazioni
  3. Scorrere verso il basso e toccare l’opzione Opzioni sviluppatore.
  4. Attivare l’opzione Sblocco OEM
  5. Confermare toccando l’opzione di abilitazione.
  6. Spegnere il dispositivo. Premere Bixby + Volume giù e collegare il dispositivo a un PC per avviare la modalità di download.
  7. Premere a lungo il volume verso l’alto per sbloccare il bootloader, in modo da cancellare i dati e riavviare automaticamente il dispositivo. Nota: Lo sblocco del bootloader cancellerà tutti i dati dal dispositivo. Assicurarsi di eseguire un backup completo del telefono prima di eseguire il passaggio successivo.

Proprio quando si pensa che il bootloader sia sbloccato, sorpresa, sorpresa, in realtà non lo è! Samsung ha introdotto il sistema VaultKeeper, il che significa che il bootloader rifiuterà qualsiasi partizione non ufficiale prima che sia esplicitamente consentita da VaultKeeper. Eseguire la configurazione iniziale. Saltare tutti i passaggi perché i dati saranno cancellati di nuovo più tardi quando installeremo Magisk. Collegare il dispositivo a Internet durante la configurazione! Il servizio VaultKeeper sbloccherà il bootloader dopo aver verificato che l’utente ha attivato l’opzione di sblocco OEM. Questo passaggio serve per assicurarsi che il servizio riceva le informazioni corrette e per verificare che il dispositivo sia in uno stato corretto. Ora il bootloader accetta immagini non ufficiali in modalità download, ovvero il bootloader effettivamente sbloccato 😉. Continuate a leggere il resto della guida. Ecco fatto! Avete sbloccato il bootloader del vostro dispositivo.

Conclusione

Finalmente! Ecco come sbloccare bootloader di qualsiasi telefono Android con un PC. Ora è possibile effettuare il root, installare una recovery personalizzata, flashare ROM personalizzate, eseguire Nandroid backup e molto altro ancora.

Morgana

Mi chiamo Morgana e non sono una fata. Scrivo di tanto in tanto per Guidesmartphone.net articoli che parlano di tecnologia. Mi piace scrivere di smartphone. Nella vita studio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.