Come scegliere un software gestionale per ristoranti: 7 consigli

By | Dicembre 4, 2021
software gestionale

Nel mondo della ristorazione l’attività produttiva e la gestione della stessa possono essere rese più scorrevoli e semplici da programmi informatici creati ad hoc.


I software gestionali per ristoranti sono una manna dal cielo per avere tutto sotto controllo, in quanto la maggior parte di quelli che trovi in commercio non si occupano solo dell’ordinazione o dei pagamenti, ma effettuano anche controlli capillari sia sul singolo locale che sull’intera gamma di servizi che lo stesso offre.

Il problema è quindi scegliere un programma adatto al proprio ristorante: seguendo questi semplici consigli sarà tutto molto più chiaro.

1. Cerca software che ti permettano di gestire gli ordinativi

La prima grande funzione che un gestionale per ristoranti deve avere è quella della presa in carico delle ordinazioni. Ormai in pochi locali il cameriere utilizza carta e penna, esistono i palmari digitali che servono proprio a rendere meno confuse le ordinazioni a scanso di equivoci tra la i camerieri e i cuochi.

Optando per un programma di gestione, l’utente può avvalersi di strumenti tecnologici facili, da usare, che permettono al cliente di barcamenarsi tra un tavolo e l’altro senza andare in apprensione.

2. Prediligi programmi che tengano traccia dei pagamenti elettronici

Per ciò che concerne il pagamento vero e proprio, oltre l’uso di contanti, i ristoranti devono accettare anche bancomat, carte di credito, contactless, buoni pasto e gift card.


Questo vuol dire che può risultare più complesso gestire queste modalità di pagamento. Attraverso un software gestionale, riesci a gestire con maggiore celerità e dimestichezza la comunicazione tra istituto bancario e server del ristorante, dal momento che, come ovvio che sia, deve avvenire in tempo reale a garanzia della validità dell’operazione.

Circa invece la questione di accettare i buoni pasto elettronici, negli ultimi anni sempre più diffusi come alternativa digitale e più comoda rispetto al blocchetto di buoni cartacei, hanno richiesto un aggiornamento dei sistemi POS. Sempre attraverso il gestionale riesci a recepire questa modalità di pagamento senza difficoltà.

3. Opta per un gestionale che metta davanti a tutto la preparazione in cucina

Ottimizzare i tempi in cucina è una dote per pochi ristoranti. Hai mai pensato di sveltire il servizio usando un programma gestionale?

In questo modo i tempi di preparazione sono più rapidi, diventano il focus principale della serata, dal momento che così facendo anche gli chef riescono a monitorare (e a farne un uso corretto) gli ingredienti perché i piatti siano il più possibile standardizzati.

Una volta che il cameriere invia nel programma l’ordinazione che ha preso al tavolo, questa viene indirizzata alle diverse aree, indicando gli esatti componenti da preparare e lo schema di impiattamento. Il software indica allo chef quelli che sono i tempi di preparazione dando priorità a quelli che richiedono più tempo.

Sempre il programma usato può generare delle notifiche, inoltre, se si desidera garantire un determinato livello di servizio e quindi portare un piatto entro un periodo di tempo controllato. Al contempo è in grado di avvisare allo scadere del tempo di competenza e dunque non fare attendere troppo il cliente.


4. Usa software collegati al magazzino

Gestire il magazzino è importante per i ristoranti che devono avere sempre piena contezza della disponibilità delle materie prime per la preparazione dei piatti. Grazie al gestionale, il proprietario del ristorante può avere sotto controllo le giacenze, così da evitare di rimanere senza scorte.

Alcuni dei gestionali stabiliscono un limite massimo di ordinazioni di una specifica portata, limite impostato per ciascun ingrediente utilizzato per la ricetta.

5. Proponi programmi di fidelizzazione attraverso il software gestionale

Il servizio offerto ai clienti deve essere impeccabile se vuoi fidelizzarli. Per proporre questo servizio adatto alle esigenze della clientela puoi usare un programma che ti aiuti a migliorare dal punto di vista qualitativo, permettendo di attivare dei programmi di fidelizzazione tramite tessere punti, o anche applicazioni su dispositivi mobili.

I software consentono di offrire al cliente affezionato premi o sconti e che ne incentivano il ritorno.

6. Spingiti verso il take-away

Le probabilità che la gente voglia rimanere a casa e cenare, oggi come oggi, sono molto alte. Per questo motivo, ti suggeriamo di ingrandire la tua attività proponendo il take-away. L’asporto non è una novità, ma bisogna anche saperlo fare, e usando gli strumenti digitalizzati puoi migliorare il servizio delivery.

Detto più semplicemente, il software deve sapere gestire con semplicità e sicurezza la rendicontazione, soprattutto quando si sceglie di avviare una partnership con le piattaforme di delivery che prendono in carico anche l’aspetto del pagamento anticipato con carta di credito o al fattorino direttamente in fase di consegna.


7. Invio telematico delle fatture elettroniche

Da quando con il Decreto Legislativo 127 del 2015 è entrato in vigore l’obbligo della fatturazione elettronica, anche i ristoranti devono gestire il regime di defiscalizzazione attraverso un registratore telematico o un server RT.

Dotandosi di un gestionale con software di fatturazione, è possibile organizzare tutte le varie funzioni tra cui anche l’emissione della fattura elettronica e il conseguente invio telematico.

Author: Presi Fulvio

Mi piacciono gli smartphone, computer e videogiochi. Come hobby scrivo per GuideSmartPhone articoli basati principalmente sulla tecnologia. Spero di esservi stato d'aiuto!